Cometa

Da Wikiquote, aforismi e citazioni in libertà.
Cometa del 1680 su Rotterdam (L. P. Verschuier, 1680 circa)

Citazioni sulle comete.

  • – Aspettate, dove lo troviamo il ghiaccio?
    – Che cosa? Ah, la cometa di Halley naturalmente... L'unica risorsa sufficiente di cubetti di ghiaccio senza scarafaggi dentro...
    – Cavolo, sfruttare una cometa come se fosse una miniera.
    – Si, ma non c'è occupazione più sana di quella del minatore, soprattutto quando ti trovi su una palla di neve che viaggia nello spazio a milioni di miglia all'ora... Sano e salvo... (Futurama)
  • C'è chi attraversa la vita come una cometa | e ci fa illudere che ci sia una meta. (Stadio)
  • Cometa (s.f.). Ottima scusa per rimanere fuori la notte fino a tardi e per ritornarsene a casa ubriachi al mattino. (Ambrose Bierce)
  • Conoscevo un idealista, il quale si lagnava dell'esistenza delle comete. (Italo Tavolato)
  • Eccola là, l'orribile cometa... | di carestia presagio... | Già manca il pane a Roma... (Giovanni Targioni-Tozzetti)
  • Esatto, le comete... gli iceberg del cielo! (Futurama)
  • In genere, la nascita dei grandi uomini si segnala al resto dell'universo per il passaggio di una cometa nel cielo. (Marie-Aude Murail)
  • Perché sono tutti in preda all'ansia? E va bene, c'è una cometa. E allora? Brucerà nella nostra armosfera e qualunque cosa rimarrà di essa, non sarà più grande della testa di un chihuahua. (I Simpson)
  • Più nessun respiro. || Come quando il vento mattutino | ha sconfitto l'ultima candela. || C'è in noi un così profondo silenzio | che una cometa | in rotta verso la notte delle figlie delle nostre figlie | noi la sentiremmo. (Philippe Jaccottet)
  • Puoi prendere per la coda una cometa | e girando per l'universo te ne vai | puoi raggiungere forse adesso la tua meta | quel mondo diverso che non trovavi mai. (Eros Ramazzotti)
  • Seguimmo per istinto le scie delle comete, | come avanguardie di un altro sistema solare. (Franco Battiato)
  • Voi, comete, che presagite i mutamenti dei giorni e degli Stati, scotete in cielo le vostre trecce di splendente cristallo; fustigate con esse le maligne stelle ribelli che hanno permesso la morte di Enrico! Re Enrico quinto, troppo illustre per vivere a lungo! (William Shakespeare)
Comete che annunciate sulla terra mutamenti dell'ère e degli Stati, le vostre lunghe trecce di cristallo brandite per il cielo a fustigare quelle cattive e ribellanti stelle ch'hanno assentito alla morte d'Enrico! Enrico Quinto Re, troppo famoso per vivere a lungo! Mai re più degno perdé l'Inghilterra!

Voci correlate[modifica]

Altri progetti[modifica]