Contrario

Da Wikiquote, aforismi e citazioni in libertà.
Pensieri contrari

Citazioni sul contrario.

Citazioni[modifica]

  • Certe persone mentono in modo tale che non si può credere nemmeno il contrario di quanto affermano. (Franz Fischer)
  • Dicono che gli arabi scrivono al contrario, | Mohamed ha detto che io scrivo al contrario, | dunque ogni cosa giusta rivela il suo contrario | e se no sei d'accordo mi dispiace per te! (Caparezza)
  • E fa bisogno di conoscere i vizî e le loro vie, e che operazione fanno per quelle vie, perché le virtú non si potrebbono conoscere perfettamente se non si conoscessono i vizî che sono contrari delle virtú: perch'ogni cosa per lo suo contrario si conosce. (Bono Giamboni)
  • Eppure, è sempre vero anche il contrario. (Leo Longanesi)
  • Fare esattamente il contrario è anche imitare: vale a dire che si imita il contrario. (Georg Christoph Lichtenberg)
  • Il contrario di quel che penso mi seduce come un mondo favoloso. (Leo Longanesi)
  • Il mio contrario mi aiuta a crescere, | a capire che si può perdere. (Nek)
  • Il vecchio Eraclito, che era veramente un grande saggio, ha scoperto la più portentosa di tutte le leggi psicologiche, cioè la funzione regolatrice dei contrari. L'ha definita enantiodromia, il convergere l'uno verso l'altro, con la qual cosa intendeva che tutto sfocia nel suo contrario. (Carl Gustav Jung)
  • Le contraddizioni non si risolvono infatti con la negazione d'uno dei due termini contraddittori, che hanno sempre entrambi la loro profonda e ineluttabile ragion d'essere, ma con l'affermazione e cioè con in realizzazione dell'unità superiore, in cui i contrarii coincidono. (Giovanni Gentile)
  • La coscienza infelice è la coscienza di sé come dell'essenza duplicata e ancora del tutto impigliata nella contraddizione. Assistiamo così alla lotta contro un nemico, contro cui la vittoria è piuttosto una sottomissione: aver raggiunto un contrario significa piuttosto smarrirlo nel suo contrario. La coscienza della vita, la coscienza dell'esistere e dell'operare della vita stessa, è soltanto il dolore per questo esistere e per questo operare; quivi infatti come consapevolezza dell'essenza ha soltanto la consapevolezza del suo contrario, ed è quindi conscia della propria nullità. Da questa posizione essa inizia la sua ascesa verso l'intrasmutabile. (Georg Wilhelm Friedrich Hegel)
  • La notte non è mai così nera come prima dell'alba ma poi l'alba sorge sempre a cancellare il buio della notte. Così ogni nostra angoscia, per quanto profonda prima o poi trova motivo di attenuarsi e placarsi, purché lo vogliamo. Sappiamo che c'è la luce perché c'è il buio che c'è la gioia perché c'è il dolore che c'è la pace perché c'è la guerra e dobbiamo sapere che la vita vive di questi contrasti. (Romano Battaglia)
  • Le grandi parole compongono i contrari. (Zhuāngzǐ)
  • Non c'è idea che non porti in sé la propria confutazione possibile, una parola la parola contraria. (Marcel Proust)
  • Ogni cosa che noi vogliamo è contraddittoria con le condizioni o con le conseguenze relative; ogni affermazione che noi pronunciamo implica l'affermazione contraria; tutti i nostri sentimenti sono confusi con i loro contrari. Siccome siamo creature siamo contraddizione; perché siamo Dio e, al tempo stesso, infinitamente altro da Dio. (Simone Weil)
  • Ogni parola che si pronuncia fa pensare al suo contrario. (Johann Wolfgang von Goethe)
  • Ogni passione veramente profonda contiene in sé il suo contrario. (Mario Soldati)
  • Ogni piacere umano trova dentro di sé il suo contrario e la sua distruzione. (Guido Piovene)
  • Per Buono esaminamento si conosce il meglio delle cose, quando s'isaminano i contrari, cioè tutte le cose che possono fare rea la cosa c'hai a fare. (Bono Giamboni)
  • Senza Contrari non c'è progresso. (William Blake)
  • Sono veri solo quei pensieri il cui contrario è anche vero, a suo tempo e luogo; i dogmi indiscutibili sono il più pericoloso genere di menzogna. (Sri Aurobindo)
  • Tutto è dimostrabile, | soprattutto il contrario, | con un'abile manipolazione | dello scenario. (Lucio Battisti)
  • Un unico sentimento è fatto a volte di contrari. (Marcel Proust)
  • Una verità in arte è quella di cui è vero anche il contrario. (Oscar Wilde, Il ritratto di Dorian Gray)
  • Una volta credevo che il contrario di una verità fosse l'errore e il contrario di un errore fosse la verità. Oggi una verità può avere per contrario un'altra verità altrettanto valida, e l'errore un altro errore. (Ennio Flaiano)

Giordano Bruno[modifica]

  • Da ciò segue che nell'uno tutte le cose sono indistinte, e che quelle diverse e contrarie tra loro, nel principio semplicissimo sono una sola e medesima cosa, come spesso mostrammo il massimo coincidere col minimo al principio e alla fine; giacché quello che è l'estremo del caldo è il principio del freddo, l'estremo del male principio del bene, la fine delle tenebre principio della luce.
  • Gli contrarii veramente concorreno, sono da un principio e sono in verità e sustanza uno.
  • In conclusione, chi vuol sapere massimi secreti di natura, riguardi e contemple circa gli minimi e massimi de gli contrarii e oppositi. Profonda magia è saper trar il contrario dopo aver trovato il punto de l'unione. A questo tendeva con il pensiero il povero Aristotele, ponendo la privazione (a cui è congionta certa disposizione) come progenitrice, parente e madre della forma; ma non vi poté aggiungere. Non ha possuto arrivarvi, perché, fermando il piè nel geno de l'opposizione, rimase inceppato di maniera che, non descendendo alla specie de la contrarietà, non giunse, né fissò gli occhi al scopo; dal quale errò a tutta passata, dicendo i contrarii non posser attualmente convenire in soggetto medesimo.
  • Quello che da ciò voglio inferire, è che il principio, il mezzo e il fine, il nascimento, l'aumento e la perfezione di quanto veggiamo, è da contrarii, per contrarii, ne contrarii, a contrarii: e dove è la contrarietà, è la azione e reazione, è il moto, è la diversità, è la moltitudine, è l'ordine, son gli gradi, è la successione, è la vicissitudine.
  • Vedete ancora, che non è contra raggione la nostra filosofia, che reduce ad un principio e referisce ad un fine e fa concidere insieme gli contrarii, di sorte che è un soggetto primo dell'uno e l'altro; dalla qual coincidenza stimiamo ch'al fine è divinamente detto e considerato che li contrarii son ne gli contrarii, onde non sia difficile di pervenire a tanto che si sappia come ogni cosa è di ogni cosa: quel che non poté capire Aristotele ed altri sofisti.

Nicolás Gómez Dávila[modifica]

  • È facile convertirsi a una teoria ascoltando il difensore della teoria contraria.
  • L'ironista diffida di ciò che dice senza per questo credere che sia vero il contrario.
  • Non la sintesi, ma la tensione dei contrari appaga l'intelligenza.
  • Ogni verità è tensione tra evidenze contrarie che esigono simultaneo rispetto.

Voci correlate[modifica]

Altri progetti[modifica]