Discussione:Beppe Grillo

Da Wikiquote, aforismi e citazioni in libertà.
Jump to navigation Jump to search


Ma perché questa voce è censurata? Dà molto fastidio leggere vaf****ulo, più della parolaccia intera, sicuramente ---- Gabriele

Mi sembra un po' eccessivo chiamarla censura... Tuttalpiú è un po' di ipocrita perbenismo, ma non vedo che male faccia. --Nemo 17:56, 30 ott 2006 (UTC)
Io non ho il libro Tutto il grillo che conta ma se c'è scritto "vaffanculo", correggete pure. --Homer 19:59, 30 ott 2006 (UTC)

Ultime aggiunte nelle citazioni su[modifica]

A me sembrano eccessive, ma in ogni caso vanno prima nella voce dell'autore. Nemo 00:27, 24 ott 2007 (CEST)

Quoto, è anche recentismo--Gacio dimmi 14:34, 24 ott 2007 (CEST) ps: Pascucci non è enciclopedico e le sue citazioni men che meno, a occhio e croce è lo stesso che tempesta il blog di Grillo di commenti sul signoraggio sia che si parli di banche sia che si parli di banane; tolgo le sue "citazioni"
Oggi le ha reinserite, penso si possa pensare ad una protezione della pagina --Kronin▄¦▀ 21:50, 24 ott 2007 (CEST)
Le ho semiprotette tutte le una settimana. Queste citazioni non mi piacciono: a) perché non sono state messe prima nelle voci degli autori con una fonte, e questo basta a cancellarle; b) perché sono polemiche, e non fanno un bell'effetto tutte allineate alla fine della voce; c) perché non dicono quasi nulla di concreto di Beppe Grillo, ma piuttosto lo prendono come spunto per riflessioni generali (se sono interessanti si tengono solo nella voce dell'autore, altrimenti amen). In conclusione, l'unica veramente pertinente è a mio parere quella del buon Paolo Rossi, che non si limita a criticarlo soltanto dal punto di vista politico, ma spiega la sua comicità (passata). Fra le altre non saprei che cosa scegliere, ma chi le ritiene utili le rimetta pure. Nemo 01:07, 26 ott 2007 (CEST)
Mmmh, secondo me frasi come Grillo non fa altro che aizzare la piazza su temi che fanno o facevano parte del programma dell'Unione. o Solo il 30 per cento del centrodestra è sensibile agli appelli di Grillo, perché il centrodestra il suo Grillo ce l'ha già e se lo tiene ben stretto. Si chiama Silvio Berlusconi sarebbero anche potute rimanere (la seconda è anche nella voce Eugenio Scalfari), perché, indipendentemente dal lato in cui sono schierate, riguardano la persona. Cosa ne dite? --Kronin▄¦▀ 09:33, 26 ott 2007 (CEST)

Sono stato io a immetere le citazioni, e aldilà di quelle di pascucci (che cmq vista la popolarità che ha in rete sul tema del signoraggio non mi sembrava così sconosciuto), le altre sono pensieri di intelettuali autorevoli su Grillo e il V-Day, temi importanti, 'caldi' e decisamente attuali su cui è opportuno ragionare. Con queste citazioni ad esempio, ma il discorso vale per tutte le altre, cosa centrano le osservazioni di nemo? Mi sembravano dei contributi pertinenti, e questa restrizione mi sembra una vera e propria censura pro-grillo. Prima di tutto non c'è nulla di polemico, non sono dichiarzioni faziose o altro. E su molte non c'erano solo riflessioni generali, ma vere e proprie citazioni su grillo o il v-day. Io ho dato il mio contributo su Grillo, magari in ottica critica, ma questo non vieta a nessuna di inserire citazioni 'positive'. Quella di Travaglio, ad esempio, andava in quella direzione. Grazie ciao. da Verità

  • Grillo si guarda bene dallo sciogliere la sua ambiguità di fondo: che non è quella di fare politica (satira e teatro sono politici da sempre, anche se oggi c'è bisogno di scomodare Luciano Canfora per ricordarcelo), ma quella di ergersi a leader di un movimento politico volendo continuare a fare satira. È un passo che Dario Fo non ha mai fatto. La satira è contro il potere. Contro ogni potere, anche quello della satira. La logica del potere è il numero. Uno smette di fare satira quando si fa forte del numero di chi lo segue. Grillo il problema manco se lo pone. (Daniele Luttazzi da http://www.danieleluttazzi.it/ dell'11 settembre 2007)

Ma soprattutto non capisco perchè è stata eliminata la pagina 'Blog'. Avevo immesso, a mio parere, delle osservazioni molto interessanti di Luttazzi (non è enciclopedico?). Se certe tematiche - grillo v-day blog - non possono essere analizzate con occhio critico, e non mi sembra certo con polemica o ineducazione, che razza di enciclopedia libera è questa? Grazie della censura, molto elegante. Verità

Senza fonte[modifica]

  • Aldo Biscardi è uno che fa errori di grammatica anche quando pensa.
  • Avete presente Minoli? Quello che fa i sondaggi a Mixer, tipo: «Alla domanda: "Le piace Craxi?", il 20% degli italiani ha risposto sì, l'80% ha dato una risposta sbagliata».
  • Da chi è formata oggi un'associazione a delinquere? Se vai a guardare, sono formate da: banchieri, politici, magistrati e forse, forse, qualche volta c'è un delinquente.
  • "...ecco perché è andato in crisi il Vaticano, perché se la Chiesa scopre la figa, sono rovinati".
  • Gli inglesi sono sporchi, non si lavano! Quando vengono in Italia e vedono il bidè gridano: "Guarda: un lavandino per il violino!"
  • Ho conosciuto Andreotti, che è arrivato alla quinta reincarnazione. Purtroppo per lui, nello stesso corpo...
  • Ho incontrato un grande uomo. Un vero economista che ha salvato la vita a un numero incredibile di persone. Il suo nome è Muhammad Yunus, Nobel per la pace del 2006. Grazie a lui anche i mendicanti hanno potuto avere credito. E hanno sempre restituito i soldi. (dal blog di Beppe Grillo)
  • I referendum abrogativi. Dove per dire sì devi votare no. E per dire no devi votare sì. Come uno che va a sposarsi e il prete dice: "La vuoi mandare a cagare?" "No." "Allora vi dichiaro marito e moglie".
  • I socialisti liguri, offesi, mi hanno minacciato: "Grillo, appena usciamo di galera ti quereliamo!".
  • Io credo che un artista non si debba mai prostituire se non per denaro.
  • L'Enel è meglio di Robin Hood, preleva agli utenti per ingrassare il bilancio.
  • L'Italia è il paese dei furbi. Ieri ero a Roma, sono salito su un autobus e ho timbrato il biglietto: tlic tlac. Il guidatore si è girato e ha detto: "Cazzo è 'sto rumore?".
  • La banca ha fiducia in te, dicono gli slogan. Ma poi ti chiedono i documenti per accettare i tuoi soldi e ti prestano una biro legata a una catenella...
  • La giovinezza è quando dai appuntamento a due ragazze contemporaneamente e poi esci con la terza.
  • La mafia ha aperto un'inchiesta sulla Procura di Palermo.
  • La vita è diventata uno spettacolo dove noi siamo gli spettatori e dobbiamo anche pagare il biglietto
  • Le cose non accadono se non le leggiamo.
  • Ma come fa Al Bano ad amare la natura con tutto quello che gli ha fatto?
  • ...mi querelano anche per sentito dire!
  • Per i contadini l'ora legale è un problema perché non riescono a mettere avanti il gallo.
  • [Riferendosi a Marco Tronchetti Provera] Ridateci gli Olivetti, riprendetevi i Tronchetti.
  • Sei di sinistra?, mi chiedono. Non lo so... io sono stato fermo: si sono spostati tutti gli altri.
  • Sono l'unico iscritto alla SIAE che si fa le cassette pirata da solo.
  • Sono venuto qua a dirvi che bisogna che vi abituiate anche un po' a questo cose. Bisogna che... sì, perché l'evoluzione porta a questo: non sono loro che non devono fare l'inceneritore; siete voi che dovete modificare i vostri organi interni: è semplice. (dall' intervento all'inceneritore di Acerra del 4 giugno 2007)
  • Spero che Michael Jackson ce la faccia a diventare bianco. E spero anche che in America vadano al potere i neri... così gli faranno un culo così!
  • Non serve una centrale da un milione di megawatt, ma un milione di cittadini che producano un watt a testa!
  • [A proposito di Bruno Vespa] Chi striscia non inciampa.
  • Credo che Andreotti non abbia mai rubato, ma ha fatto tutto il resto...
  • L'otto settembre sarà il giorno del Vaffanculo-Day, o V-Day. Una via di mezzo tra il D-Day dello sbarco in Normandia e V come Vendetta. Si terrà sabato otto settembre nelle piazze d'Italia, per ricordare che dal 1943 non è cambiato niente. Ieri il re in fuga e la Nazione allo sbando, oggi politici blindati nei palazzi immersi in problemi "culturali". Il V-Day sarà un giorno di informazione e di partecipazione popolare. (slogan del V-day)
  • Ecco perché farò il V-Day prossimo il 25 aprile: il giorno della Liberazione. Liberiamoci da questa informazione, liberiamoci da questa gentaglia. Gli togliamo i finanziamenti, vediamo di impostarla bene perché la mia vita ormai è su queste cose. Perché il compito che mi sono messo in testa non è di fare politica. Oggi sul Corriere della Sera sono indicato come il secondo politico, dopo Veltroni al 50%. È questo il nostro Paese: io sono uno dei più grossi politici che ci sono in Italia! Se facessero la classifica dei comici sarei in decima o quindicesima posizione, ci sarebbero i politici al primo posto. Il V-Day bisogna farlo su questo: togliere i finanziamenti ai giornali. (31 dicembre 2007)
  • Non sapremo mai la verità su Andreotti, la sapremo quando morirà e gli toglieranno la scatola nera dalla gobba...
  • Suggerimento per la riduzione del debito pubblico: dotare i Luna Park di baracconi statali per il tiro di barbabietole e cavolfiori al politico invitato per l'occasione. Cento euro, tre tiri. Per Mastella duecentocinquanta. Ci sarebbe la fila da Milano a Roma.
  • Io voglio fare il comico! Io non posso essere quello che venite a sentire, la Bocca della Verità, non ce la faccio, non è nei miei toni, non è nella mia personalità!
  • Walter Chiari fu sospeso per un paio d'anni per una battuta. Disse che dalle tasche di Mussolini non cadde nulla quando fu attaccato per i piedi a piazzale Loreto. Se ci fossero stati i democristiani al suo posto sarebbe venuta giù la cassa del mezzogiorno.
  • [Sul Giorno del ricordo] Di che cosa vuoi che parli uno di 80 anni [Giorgio Napolitano]? Parla del passato. Di che cosa parla? Napolitano Ha fatto tre discorsi ufficiali, ha fatto succedere tre casini internazionali. La Croazia ci voleva dichiarare guerra, ha piantato un casino con le foibe, ha fatto la settimana della memoria, il giorno del ricordo. Fai il mese della [Beep (censura)] e non [Beep (censura)]. Abbiamo bisogno di andare avanti! Abbiamo bisogno di dimenticarci! La storia non c'insegna niente! (Beppe Grillo contro Napolitano e foibe  video cancellato video cancellato)
  • Anche Papa Francesco è grillino. (da una conferenza stampa del 21 aprile 2013)
  • (Parlamento europeo, 2007) Al parlamento europeo c'è un pregiudicato ogni 10. A Scampia di Napoli 1 su 15. A Scampia hanno paura del parlamento europeo.
  • Alex Zanotelli è uno dei volti, forse quello più vero della Chiesa: la Chiesa in mezzo alla gente. Perché noi ci siamo abituati a una Chiesa con un amministratore delegato tedesco che gestisce una Spa, una multinazionale con due milioni e mezzo di impiegati in nero; e allora io sono sicuro che questo signore quando va e accarezza un bambino lo accarezza per amore di Gesù, non per altri scopi. (dall'intervento all'inceneritore di Acerra del 4 giugno 2007)