Finanziamento pubblico ai partiti

Da Wikiquote, aforismi e citazioni in libertà.
Jump to navigation Jump to search

Citazioni sul finanziamento pubblico ai partiti.

  • È divenuta particolarmente allarmante per l'opinione pubblica la questione del come si finanziano i partiti; si parla di essa come del vero cancro del nostro sistema democratico, la fonte di maggior parte delle degenerazioni. Si tratta innegabilmente di un problema grave e urgente, ma è dubbio che esso possa trovare soluzione con la sola legge sul finanziamento pubblico dei partiti, sebbene anche questa sia necessaria, come per i primi i repubblicani hanno sostenuto negli anni passati. (Ugo La Malfa
  • Ferma restando l'autonomia dei procedimenti giudiziari in corso, e nel rispetto dei diritti sia degli indagati sia di tutti i soggetti interessati, è doveroso rilevare che sono venuti emergendo casi diversi di notevole gravità relativi alla gestione dei fondi attribuiti dalla legge ai partiti. Ne scaturisce l'esigenza – cui non possono non essere sensibili nella loro responsabilità le forze politiche – di adeguate iniziative in sede parlamentare volte a sancire per legge regole di democraticità e trasparenza nella vita dei partiti, ai sensi dell'art. 49 della Costituzione, e meccanismi corretti e misurati di finanziamento dell'attività dei partiti stessi, sempre essenziale in quanto finalizzata a «concorrere a determinare la politica nazionale». (Giorgio Napolitano)
  • I vitalizi, come il finanziamento pubblico dei partiti, sono norme conquistate grazie alle battaglie del movimento operaio per impedire che la politica fosse una questione riservata ai ricchi. (Luciana Castellina)
  • Il finanziamento della politica: per 50 anni è avvenuto fuori dalle leggi. Dalla Cia arrivavano soldi alla Dc e dall'Urss quelli per il Pci. (Gianni De Michelis)
  • Se i partiti non ricevessero il finanziamento pubblico e se non ci fosse l'intromissione anche della finanza nei partiti, quei partiti non esisterebbero. Se voi andate con la macchina della verità e la infilaste su per il culo a tutti i deputati che sono in Parlamento, non ce n'è uno che crede in quelle idee. L'unica idea in cui credono è quella di pensare di fare un altro giro. Questa è la politica oggi. (Marco Rizzo)
  • Tra due forme di ipocrisia come l'eufemismo indulgente e il moralismo facile, si può smarrire il senso degli scandali sul finanziamento dei partiti. È necessario anzitutto disporre in ordine i fatti. I partiti moderni sono nati come strumenti empirici, per questo non si sapeva bene come andassero finanziati. Ma la questione in tempi frugali, non aveva gran peso. Poi, con i grandi «apparati», il peso della questione è diventato imponente. Ora il finanziamento privato è sospetto, anche quando non è reato, perché le donazioni possono arrivare soltanto da chi ha denaro, e chi ha denaro ha pure interessi. A sua volta il finanziamento pubblico, deciso di recente in Italia, è impopolare senza un persuasivo sistema di controlli sui bilanci per escludere che s'aggiungano sovvenzioni d'altre fonti (private, o semipubbliche, o persino straniere). (Alberto Ronchey)
  • [Rivolto ai parlamentari del Partito Democratico] Vorrei ricordare che il Movimento 5 Stelle non si becca un euro di finanziamento pubblico ai partiti. Zero! Quello che voi vi siete fottuti, e non siete neanche capaci di pagare le sedi di partito a Roma. (Alessandro Di Battista)

Voci correlate[modifica]

Altri progetti[modifica]