Fiorella Mannoia

Da Wikiquote, aforismi e citazioni in libertà.
Fiorella Mannoia

Fiorella Mannoia (1954 – vivente), cantante italiana.

Citazioni di Fiorella Mannoia[modifica]

  • Appartengo a una generazione fortunata, cresciuta in strada senza adulti intorno: sbucciati, ci rialzavamo. E imparavamo a cavarcela.[fonte 1]
  • [Sui migranti] Come aiutarli? Smettendo di derubarli. Lasciamo l'Africa agli africani.[fonte 2]
  • [Su Gianluca Buonanno] È anche la gente come questo signore ad armare le mani di quelli che ammazzano un diciottenne dopo averlo torturato e seviziato, solo perché gay, è anche per gente come questa se questa intolleranza sfocia nelle tragedie quotidiane che tutti conosciamo, è anche per gente come questa che ragazzi si suicidano perché non reggono più all'emarginazione, all'isolamento, allo scherno. Sono stanca di questa gentaglia e la chiamo con il nome che merita: MERDA.[fonte 3]
  • [Su Fabrizio De André] È stato un incontro devastante. Ho sentito per la prima volta a 16 anni Tutti morimmo a stento e rimasi folgorata, mi fece entrare nell'età adulta. De Andrè mi ha cambiato la vita, mi ha mostrato l'altra faccia della medaglia che io non conoscevo. Con lui ho scoperto che esistevano i diseredati, gli esclusi, la droga e le prostitute. Tutto quello che c'è dall'altra parte della luna. Mi ha insegnato che tutti possiamo sbagliare nella vita. Possiamo essere Bocca di rosa e Marinella. Non dobbiamo metterci sul pulpito e giudicare nessuno. È stato un maestro.[fonte 2]
  • Il nostro Sud non era un Sud povero e straccione in attesa di essere liberato, unificato, non lo era per niente [...] il nostro Sud era ricco, moderno più degli altri Paesi europei e di fatto è stato saccheggiato, depresso, derubato [...] e i briganti non erano dei delinquenti ma erano dei resistenti.[fonte 4]
  • Il problema dell'immigrazione è grande e forte. Ci dicono che lo fermeranno ma ci raccontano bugie. Non si interromperà mai. La spinta alla vita dell'essere umano, contro la fame e le guerre, è molto più forte. Quale essere umano si mette in attesa della morte?[fonte 2]
  • L'aborto è un dramma orribile, una scelta tragica. La vita è sacra e va rispettata. Dio ce l'ha data e l'uomo non ha il diritto di distruggerla.[fonte 5]
  • [Replicando a Pietro Parolin che dichiarò che le nozze gay una sconfitta per l'umanità] La sconfitta dell'umanità, cardinale, sono i milioni di esseri umani costretti a vivere sorto la soglia di povertà, sono le vittime di guerra, di fame, dell'odio umano. La sconfitta dell'umanità è sapere che nel terzo millennio il 90% della popolazione mondiale sopravvive a stento nella miseria. La sconfitta dell'umanità è la violazione dei diritti umani, la disuguaglianza, è lo sfruttamento, è la distruzione del pianeta. L'umanità è sconfitta quando anche un solo bambino viene violato della sua innocenza. E da Cristiana il cuore mi dice che l'unione tra esseri umani che decidono di impegnarsi a volersi bene, dovrebbe essere benedetta, chiunque essi siano, ma questa è solo la mia modesta opinione.[fonte 6]
  • Le professioni hanno una dimensione pubblica, sulla quale non può incidere l'obiezione di coscienza. Se non si condivide la legge sull'interruzione di gravidanza, e il diritto della donna a decidere, basta scegliere di non fare il ginecologo.[fonte 7]
  • Mi reputo una persona molto religiosa, credo fermamente in Dio. Gli sono riconoscente e Lo ringrazio molto e molto spesso. Mi ha dato davvero troppe cose che a tante altre persone non ha concesso, quindi ho profonda gratitudine verso di Lui.[fonte 5]
  • [Su Noemi] Mi è piaciuto molto lavorare con lei, rivedo in lei quello che ero io alla sua età, per cui lavoreremo insieme anche in futuro.[fonte 8]
  • Ruggeri mi ha aperto la porta della canzone d'autore, gli devo molto. Mi ha dato Quello che le donne non dicono. Lui ha vissuto con tante donne, le ha osservate, le conosce e dimostra che la sensibilità non ha sesso. È una canzone che ci descrive bene.[fonte 2]
  • Se avessimo avuto dei governi lungimiranti avremmo potuto vivere solo con tutta l'arte, che questo paese, il più bello del Mondo, ci offre.[fonte 2]
  • Sembra incredibile che nel terzo millennio si debba ritornare a rimettere in discussione la legge sull'aborto, sembra impossibile che si debba ritornare nelle piazze a rivendicare un diritto che sembrava ormai inalienabile, ed invece eccoci qui a rispondere ad attacchi che avrebbero dovuto ormai far parte di un passato che credevamo lontano. Le altissime personalità, ecclesiastiche, clericali o neoclericali, vogliono rimettere in discussione la legge sull'aborto; ora, è vero che tutte le leggi sono modificabili, nessuno esclude la possibilità di migliorarle, ma mi sembra che la tendenza sia quella restrittiva piuttosto che migliorativa. E nessuno per esempio ha affrontato fino ad ora il problema dell'obiezione di coscienza. L'obiezione di coscienza aveva un senso quando la legge è entrata in vigore. Chi allora faceva il ginecologo, aveva scelto una professione che non contemplava il diritto della donna a decidere, ed eventualmente ad abortire. Oggi, invece, che il diritto della donna all'interruzione di gravidanza esiste da tempo, l'obiezione del ginecologo o dell'infermiere lede quel diritto. In molti casi, anzi, lo vanifica.[fonte 7]
  • Un figlio è un foglio bianco dove ogni genitore scrive ed è un potere quasi divino.[fonte 2]
  • Uno Stato laico ha il dovere di formare una coscienza civile, quella religiosa deve seguire un altro percorso. Individualmente ognuno è, naturalmente, libero di fare quello che vuole nella propria vita. Può seguire quello che la Chiesa gli consiglia. Può non usufruire delle cure che si possono ottenere con la sperimentazione sulle cellule staminali, si può decidere di non usare il preservativo, di non divorziare, di astenersi dal sesso. Ma, da laica, esigo che questo Stato laico legiferi anche per me, che invece voglio poter decidere altrimenti.[fonte 7]
  • [Su Beppe Grillo] Vederlo abbarbicato sulle folle col megafono mi riporta indietro a un ardore politico – lo stesso di quando uscivamo senza reggiseno sotto maglie trasparenti – che non abbiamo più. È in nome di quello che difendo il Movimento.[fonte 1]
  • Vorrei che sul tema dell'aborto gli uomini si astenessero. Per una donna la decisione di abortire è dolorosa, troppo dolorosa, e troppo delicata. Da donna, sono stanca di sentire eresie (queste sì), che giudicano l'interruzione di gravidanza come forma di contraccezione. Chi dice queste cose, è troppo lontano dalla realtà della vita per permettersi un giudizio. Solo una donna può capire che cosa vuol dire rinunciare a una gravidanza. È qualcosa che, anche con le migliori intenzioni, gli uomini non possono capire.[fonte 7]

Citazioni tratte da canzoni[modifica]

Quello che le donne non dicono/Ti ruberò[modifica]

Etichetta: DDD, 1987, prodotto da Celso Valli.

  • Abbiamo troppa fantasia, e se diciamo una bugia | è una mancata verità che prima o poi succederà, | cambia il vento ma noi no | e se ci trasformiamo un po' | è per la voglia di piacere a chi c'è già o potrà arrivare a stare con noi. (da Quello che le donne non dicono[1])
  • Siamo così, dolcemente complicate, | sempre più emozionate, delicate, | ma potrai trovarci ancora qui | nelle sere tempestose | portaci delle rose, | nuove cose | e ti diremo ancora un altro "si". (da Quello che le donne non dicono[1])
  • Siamo così, | È difficile spiegare | Certe giornate amare, | Lascia stare, | Tanto ci potrai trovare qui | Con le nostre notti bianche | Ma non saremo stanche | Neanche quando | Ti diremo ancora un altro sì. (da Quello che le donne non dicono)
  • Cambia il vento ma noi no | E se ci trasformiamo un po' | È per la voglia di piacere | A chi c'è già o potrà arrivare. (da Quello che le donne non dicono)

Canzoni per parlare[modifica]

Etichetta: DDD, 1988, prodotto da Piero Fabrizi.

  • Se questa è una canzone con cui si può parlare | se in questa notte di Maggio io ti penso ad ascoltare | certe piccole voci che a volte vanno al cuore | in questi momenti con l'aria che si muove. (da Le notti di maggio, n. 1)
  • Io conosco la mia vita e ho visto il mare | e ho visto l'amore da poterne parlare. (da Le notti di maggio, n. 1)
  • Ma forse dopo un po' | prenderei ad organizzarmi l'esistenza | mi convincerei che posso fare senza | chiamerei gli amici con curiosità | e me ne andrei da qua. (da I dubbi dell'amore, n. 5)
  • Cambierei tutte le opinioni | e brucerei le foto | con nuove convinzioni | mi condizionerei | forse ringiovanirei | e comunque ne uscirei | non so quando | non so come. (da I dubbi dell'amore, n. 5)

I treni a vapore[modifica]

Etichetta: Epic Records/Sony Music Entertainment, 1992, prodotto da Piero Fabrizi.

  • Il cielo d'Irlanda è un oceano di nuvole e luce, | il cielo d'Irlanda è un tappeto che corre veloce, | il cielo d'Irlanda ha i tuoi occhi se guardi lassù | ti annega di verde e ti copre di blu | ti copre di verde e ti annega di blu. (da Il cielo d'Irlanda[2], n. 3)
  • Il cielo d'Irlanda si sfama di muschio e di lana, | il cielo d'Irlanda si spulcia i capelli alla luna, | il cielo d'Irlanda è un gregge che pascola in cielo. (da Il cielo d'Irlanda[2], n. 3)
  • Il cielo d'Irlanda è un enorme cappello di pioggia, | il cielo d'Irlanda è un bambino che dorme sulla spiaggia, | il cielo d'Irlanda a volte fa il mondo in bianco e nero | ma dopo un momento i colori li fa brillare più del vero. (da Il cielo d'Irlanda[2], n. 3)
  • Il cielo d'Irlanda è una donna che cambia spesso d'umore, | il cielo d'Irlanda è una gonna che gira nel sole, | il cielo d'Irlanda è Dio che suona la fisarmonica, | si apre e si chiude con il ritmo della musica. (da Il cielo d'Irlanda[2], n. 3)
  • Dal Donegal alle isole Aran | e da Dublino fino al Connemara | dovunque tu sia, viaggiando con zingari o re | il cielo d'Irlanda si muove con te | il cielo d'Irlanda è dentro di te. (da Il cielo d'Irlanda[2], n. 3)

Il tempo e l'armonia[modifica]

  • Come si cambia per non morire | Come si cambia per amore. | Come si cambia per non soffrire | Come si cambia per ricominciare. (da Come si cambia)
  • Quante volte gli occhi hanno pianto | Quante mie incertezze ho già perso | Oh no. (da Come si cambia)
  • Sentire il soffio della vita | Su questo letto che fra poco vola | Toccarti il cuore con le dita | E non aver paura | Di capire che domani è un altro giorno. (da Come si cambia)

Sud[modifica]

  • La chiamano speranza | Ma a volte è un modo per dire illusione. (da Io non ho paura)
  • E ho imparato a comprendere | L'indifferenza che ti cammina accanto | Ma le ho riconosciute | In tanti occhi le mie stesse paure | E aspettare è quel segreto che vorrei insegnarti | Matura il frutto | E il tuo dolore non farà più male | E adesso alza lo sguardo | Difendi con l'amore il tuo passato | E io da qui ti sentirò vicino. (da Io non ho paura)
  • E io ti penserò | In silenzio | Nelle notti d'estate | Nell'ora del tramonto | Quando si oscura il mondo | Quella muta delle fate. | E parlerò al tuo cuore perché | Domani partirai | In silenzio. | Ma in una notte d'estate | Io ti verrò a cercare | Io ti verrò a parlare | E griderò al mio cuore perché | Tu lo possa sentire. (da In viaggio)
  • Il tempo sarà lungo | E la tua strada incerta | Il calore del mio amore | Sarà la tua coperta | Ho temuto questo giorno | È arrivato così in fretta | E adesso devi andare | La vita non aspetta | Guardo le mie mani | Ora che siamo sole | Non ho altro da offrirti | Solo le mie parole. (da In viaggio)
  • Rivendica il diritto | A essere felice | Non dare retta alla gente, | Non sa quello che dice. (da In viaggio)
  • Lo sai che l'onestà | Non è un concetto vecchio | Non vergognarti mai | Quando ti guardi nello specchio | Non frenare l'allegria, | Non tenerla tra le dita. | Ricorda che l'ironia | Ti salverà la vita. (da In viaggio)

Fiorella[modifica]

  • Tra quello che vorremmo e quello che dobbiamo, | Con l'anima in conflitto per quello che non siamo. (da Le parole perdute)
  • Le parole perdute | Nascoste in fondo al cuore | Aspettano in silenzio | Un giorno migliore | Un lampo di coraggio | Per tornare in superficie | Un tempo felice | Un tempo felice. (da Le parole perdute)

Combattente[modifica]

Etichetta: Oyà/Sony Music, 2016

  • Quante volte ho rovesciato la clessidra | questo tempo non è sabbia ma è la vita che passa, che passa. (da Che sia benedetta)
  • Che sia benedetta | per quanto assurda e complessa ci sembri la vita è perfetta | per quanto sembri incoerente e testarda se cadi ti aspetta | e siamo noi che dovremmo imparare a tenercela stretta | tenersela stretta. (da Che sia benedetta)
  • Siamo eterno, siamo passi, siamo storie | siamo figli della nostra verità | e se è vero che c'è un Dio e non ci abbandona | che sia fatta adesso la Sua volontà. (da Che sia benedetta)
  • A chi trova se stesso nel proprio coraggio | A chi nasce ogni giorno e comincia il suo viaggio | A chi lotta da sempre e sopporta il dolore, | Qui nessuno è diverso, nessuno è migliore. | A chi ha perso tutto e riparte da zero | Perché niente finisce quando vivi davvero. | A chi resta da solo, abbracciato al silenzio | A chi dona l'amore che ha dentro. (da Che sia benedetta)
  • Per quanto assurda e complessa ci sembri, la vita è perfetta. | Per quanto sembri incoerente e testarda, se cadi ti aspetta. | E siamo noi che dovremmo imparare a tenercela stretta. | A tenersela stretta. (da Che sia benedetta)
  • In questo traffico di sguardi senza meta | In quei sorrisi spenti per la strada | Quante volte condanniamo questa vita | Illudendoci di averla già capita. (da Che sia benedetta)
  • Ho sbagliato tante volte nella vita | Chissà quante volte ancora sbaglierò. (da Che sia benedetta)
  • Mi sembrava di restare ferma al punto di partenza, | Di non essere capace di bastare mai a me stessa, | Di non avere una certezza, | Di non essere all'altezza. (da Nessuna conseguenza)
  • E ripetevi tutto questo con quell'aria da padrone | Convincendomi a pensare che io avevo torto e tu ragione | Ma lo sai alla fine che l'amore | Se lo tieni chiuso a chiave, guarda altrove. (da Nessuna conseguenza)
  • Di te so stare senza | Non sei necessario alla mia sopravvivenza. (da Nessuna conseguenza)
  • È una regola che vale in tutto l'universo, | Chi non lotta per qualcosa ha già comunque perso. | E anche se la paura fa tremare | Non ho mai smesso di lottare. (da Combattente)
  • Anche se il mondo può far male | Non ho mai smesso di lottare. (da Combattente)
  • Forse è vero, mi sono un po' addolcita | La vita, mi ha smussato gli angoli | Mi ha tolto qualche asperità. (da Combattente)
  • Ma non sottovalutare | La mia voglia di lottare | Perché è rimasta uguale | Non sottovalutare di me niente | Sono comunque sempre una combattente. (da Combattente)
  • È una regola che cambia tutto l'universo | Perché chi lotta per qualcosa non sarà mai perso | E in questa lacrima infinita | C'è tutto il senso della vita. (da Combattente)
  • Io sono stata sempre qui | A innamorarmi ogni giorno di più | Di questa nostra vita | Che ci ricorda ancora | Che quando si ama non si perde mai. (da Perfetti sconosciuti)
  • Quando i silenzi si mettevano tra noi | E ognuno andava per i fatti suoi | Come perfetti sconosciuti. (da Perfetti sconosciuti)
  • Hai mai pensato | A quanti sbagli | Alle parole buttate al vento | E a tutte quelle ancora dentro | In questo quadro dipinto a fatica | Dopo un'attesa che dura una vita | Ma cosa vuoi farmi credere. (da Perfetti sconosciuti)

Altro[modifica]

  • Sempre sarai | Nella tasca destra in alto | In un passo stanco | Dentro un salto in alto | Che mette i brividi. | Per sempre sarai | In un sorriso inaspettato | O in un appuntamento con il mio destino. (da Sempre sarai)
  • Abbi cura di splendere. (da Sempre sarai)
  • Se fossi ancora qui con me | Ti farei vedere io | Che la lezione d'amore che mi hai insegnato | L'ho imparata bene. (da Sempre sarai)
  • Vieni qua, vieni qua | Io ti volevo bene | ma riparlarne è inutile, inutile | Non ha più senso pensarti, capire, provare o sparire. (da L'amore si odia)
  • Ma tu non meriti più | Un battito di questa vita | Per tutto quello che conta, se conta | Sei come colla sulle dita. (da L'amore si odia)
  • E ogni petalo sai | Si finge di essere una rosa | Per ogni goccia vorrei | Diluvio sopra ogni cosa. (da L'amore si odia)

Note[modifica]

  1. a b Testo di Enrico Ruggeri e Luigi Schiavone.
  2. a b c d e Testo di Massimo Bubola.

Fonti[modifica]

  1. a b Dall'intervista di Lavinia Farnese, Fiorella Mannoia: «La vecchiaia non esiste», VanityFair.it, 7 febbraio 2017.
  2. a b c d e f Dall'intervista di Paola Medori, «A molti italiani manca la pietà», Letteradonna.it.
  3. Da un post pubblicato da post sulla pagina ufficiale Facebook.com. Ripreso da Fiorella Mannoia Vs Gianluca Buonanno: "È per gente come lui che i giovani gay si suicidano. È una m...a", Huffingtonpost.it, 19 settembre 2014.
  4. Citato in Fiorella Mannoia e l'orgoglio meridionale sul palco: "Il Sud derubato e saccheggiato", InfoOggi.it, 29 marzo 2015.
  5. a b Citata in Gianpaolo Mattei, Anima Mia, Piemme, 1998.
  6. Da un post pubblicato su Facebook.com; citato in Fiorella Mannoia Vs Pietro Parolin: "Caro cardinale, da cristiana dico: le nozze gay dovrebbero essere benedette", Huffingtonpost.it, 27 maggio 2005.
  7. a b c d Da È la donna che deve decidere, MicroMega.
  8. Citato in rockol.it, 25 novembre 2009.

Altri progetti[modifica]

Opere[modifica]