Il dittatore dello stato libero di Bananas

Da Wikiquote, aforismi e citazioni in libertà.

Il dittatore dello stato libero di Bananas

Immagine Cavendish bananas DS.jpg.
Titolo originale

Bananas

Lingua originale inglese
Paese USA
Anno 1971
Genere comico
Regia Woody Allen
Sceneggiatura Woody Allen, Mickey Rose
Produttore Charles H. Joffe
Interpreti e personaggi
Doppiatori italiani

Il dittatore dello stato libero di Bananas, film statunitense del 1971, diretto e interpretato Woody Allen.

Incipit[modifica]

  • Buon pomeriggio, Telemondo Sport è oggi nella piccola repubblica di Bananas. Stiamo per trasmettervi in diretta un assassinio di capo di governo. Sarà ucciso il presidente di questo ameno paese dell'America Latina, immediatamente sostituito da una dittatura militare, e tutti qui sono al colmo della tensione e dell'eccitazione. Ideale il tempo in questo pomeriggio domenicale e se ci avete seguito, avrete visto vari e pittoreschi tumulti, iniziatisi con la tradizionale bomba all'ambasciata americana, un costume antico come la città stessa. Dopodiché, il capo dei sindacati, Don Julio Doaz, strappato da casa è stato linciato dalla folla furente. E' stato uno degli spettacoli più emozionanti a cui abbia mai assistito. Probabilmente vi sarà trasmesso in replay in seconda serata. Tutto intorno pittoreschi copricapo e bandiere. Ed ora siamo giunti al momento che abbiamo tanto atteso: la folla si fa silenziosa, il presidente sta per lasciare il suo ufficio e scendere lo scalone del palazzo, perciò ora passiamo sul terreno di gioco. A te la linea, Howard! (Giornalista)

Frasi[modifica]

  • Dovrei fare un lavoro per cui mi sentissi portato: non so, come donare sperma per la fecondazione artificiale... (Fielding)
  • Signor Presidente, le hanno sparato, la cosa l'ha colta di sorpresa? (Howard Cosell)
  • Mi taglia la gola? Significa precludermi i gargarismi. (Fielding)
  • Sangue! Dovrebbe essere dentro. (Fielding)
  • Essere morti è un grosso handicap per la vita sessuale. (Fielding)
  • Avevo un buon rapporto, direi, con i miei genitori. Di rado mi picchiavano. Anzi, credo che mi picchiarono, in effetti, una unica volta, durante l'infanzia. Loro cominciarono a picchiarmi di santa ragione il 23 dicembre del 1942 e smisero, non ricordo l'ora, a primavera inoltrata del '44. (Fielding)
  • [Testimoniando contro Fielding] Ritengo che il signor Mellish sia un traditore del suo Paese perché le sue idee sono diverse da quelle del presidente e di tutti i benpensanti. Le diversità di opinioni sono sì tollerate, ma non se sono troppo diverse, se no si diventa cattivi e sovversivi. (Miss America)
  • Ci tengo molto al mio orologio. Me l'ha venduto mio padre sul letto di morte! (Fielding)
  • Il mio grado nell'esercito? Ostaggio, in caso di guerra. (Fielding)
  • Obiezione, Vostro Onore: questo processo è una parodia, è la parodia di un'impostura, di una beffa, di un'impostura di due parodie di una beffa! È un processo illegale: si rende conto che non c'è un solo invertito nella giuria? (Fielding)
  • Io, sono il vostro nuovo Presidente. D'ora in avanti la lingua ufficiale del Bananas sarà lo svedese! Silenzio. A partire da ora tutti i cittadini saranno tenuti a cambiarsi la biancheria ogni trenta minuti! La biancheria sarà portata sugli indumenti. Per poter controllare. Oltre a ciò, tutti i ragazzi sotto il sedicesimo anno di età a partire da ora avranno sedici anni! (Castrado)
  • Fielding Mellish, Presidente del Bananas, verrà giudicato domani per truffa, incitamento alla rivolta, complotto per rovesciare il governo e per aver detto "cosce" davanti a un prelato. (Giornalista)
  • [Testimoniando contro Fielding] È un pregiudicato, si faceva sempre pizzicare in questa o in quella dimostrazione. È un bacato, un comunista! Un intellettuale ebreo pazzo comunista di New York! Non è che con questo ne voglia dir male. (Agente Dought)
  • [Piangendo] Va bene l'ho uccisa! L'ho uccisa... condannatemi! Ma io non ne potevo più! Lei... mi... mi tormentava, mi provocava, mi trattava come un cretino! [guardandosi attorno] Ma questo non è il processo Hapstein? Ehm scusate io... scusate.. (Colpevole)

Dialoghi[modifica]

  • Edicolante: Ehi, Ralf, ti ricordi quanto costa Orgasmo?!
    Fielding: Faccia il prezzo a occhio, su...
    Edicolante: L'ha preso questo giovanotto. Quanto viene?
    Fielding: Sto facendo uno studio sociologico sulle perversioni, sono agli atti di libidine su fanciulli... [acquistando una rivista pornografica]
  • Fielding: Ciao. Che fai stasera?
    Norma: Vengono da me dei vecchi amici. Ci vediamo qualche filmetto pornografico.
    Fielding: E negli intervalli? [provando ad abbordare una collega di lavoro]
  • Castrado [capo dei ribelli]: Le vie della storia sono infinite, oggi sei un pavido, ma forse un giorno sarai una tigre.
    Fielding: Sì, sì, forse, un giorno, ma per ora non vi serve un coniglietto?
  • Castrado: Non sarai mica un piagnucoloso, eh?
    Fielding: Ci andrei piano con i "sarai": io sono e resto un piagnucoloso.
  • Testimone: Mi dispiace di deluderla, ma io conosco Fielding Mellish da anni, ed è un uomo leale, mite e meraviglioso.
    Fielding: Il cancelliere può rileggere?
    Cancelliere [scrupolosamente]: «Io conosco Fielding Mellish da anni, ed è un verme marcio, infido e disonesto.»
    Fielding [annuendo]: Volevo che il verbale fosse preciso.
  • Howard Cosell [intervistando il Presidente in punto di morte]: Signor Presidente, le hanno sparato. La cosa l'ha colta di sorpresa?
    Presidente: Fascisti... dittatoriali...
    Howard Cosell: Bè certamente è avvilito ed è comprensibile date le circostanze, credo che ora dovrà annunciare il suo ritiro?
    Presidente [morto]: ...
    Howard Cosell: Bè tanti auguri eh, tanti auguri.
  • Fielding: Perché ho lasciato l'università? A quest'ora sarei qualcosa...
    Collega: Che cosa saresti se finivi le scuole?
    Fielding: Non lo so, seguivo un programma di studi sui negri. Forse sarei già negro.
  • Nancy: È mai stato in Danimarca?
    Fielding: Sì, stupenda... specie il Vaticano.
    Nancy: Il Vaticano? Ma il Vaticano è a Roma!
    Fielding: Be', andava tanto bene a Roma che ne hanno aperto uno in Danimarca.
  • Nancy: Ciao! Dovrò mettere una bomba a un ministero ma farò presto, OK?
    Fielding: D'accordo. È stato un piacere!
    Nancy: Anche per me!
  • 1° Militare: C'è qualcuno che sa dove andiamo?
    2° Militare: Nel Bananas, parrebbe.
    1° Militare: Ah! Si combatte per o contro il governo?
    2° Militare: La CIA non vuole correre rischi questa volta. Metà di noi sono per, e l'altra metà sono contro.
    1° Militare: Ah giusto.
  • Nancy: Aaah è stato meraviglioso... è stata praticamente un'esperienza mistica.
    Fielding: Io ho una confessione da farti.
    Nancy: Quale amore?
    Fielding: Io sono Fielding Mellish.
    Nancy: Oh mio Dio. Lo dicevo che mancava qualcosa.

Altri progetti[modifica]