L'ultimo amante

Da Wikiquote, aforismi e citazioni in libertà.
Jump to navigation Jump to search

L'ultimo amante

Descrizione di questa immagine nella legenda seguente.

Amedeo Nazzari in una scena del film

Titolo originale

L'ultimo amante

Lingua originale italiano
Paese Italia
Anno 1955
Genere drammatico, sentimentale
Regia Mario Mattoli
Soggetto Luciano Mattoli, Mario Mattoli
Sceneggiatura Aldo De Benedetti, Mario Mattoli
Produttore Carlo Ponti
Interpreti e personaggi
Doppiatori originali

L'ultimo amante, film italiano del 1955 con Amedeo Nazzari e May Britt, regia di Mario Mattoli.

Dialoghi[modifica]

TriangleArrow-Right.svg Citazioni in ordine temporale.

  • Direttore del giornale: Vorrei solo che tu riprendessi fiducia in te stesso, che non ti lasciassi andare così. Ma scusa, questo vestito, questa barba lunga! Ma tu sei ancora giovane, sei tutt'altro che finito! Ah, ma se soltanto volessi, in poco tempo torneresti ad essere il padrone qui!
    Manti: Sì, lo so. Lo so, ma non ne ho voglia.
    Direttore del giornale: Ma perché?
    Manti: Be', per la fatica, forse. Sto tanto bene così come sono. E poi perché dovrei farlo, per chi?
    Direttore del giornale: Ma per te stesso, andiamo!
    Manti: No, no, io sono troppo poco. Non ne vale la pena, credimi.
  • Manti: Lei mi ha detto una volta di essere medico in un certo istituto di beneficenza.
    Moriesi: Eh? Ah sì. Istituto di Redenzione di Santa Chiara.
    Manti: Ecco. E accolgono veramente delle ragazze...
    Moriesi: Se capis che l'accolgono, è fa' apposta. Perché, vuol fare un'intervistina, scrivere un articolo?
    Manti: No, no.
    Moriesi: Guardi che è interessantissimo, sa? Lì entrano donne perdute ed escono più perdute di prima.

Citazioni su L'ultimo amante[modifica]

Altri progetti[modifica]