Seinfeld (quinta stagione)

Da Wikiquote, aforismi e citazioni in libertà.
Jump to navigation Jump to search

1leftarrow blue.svgVoce principale: Seinfeld.

Seinfeld, quinta stagione.

TriangleArrow-Right.svg Citazioni in ordine temporale.

Episodio 2, La camicia a drappi[modifica]

La camicia a drappi indossata da Jerry
  • George: Ma io come faccio? Come faccio a tornare da quei due? Per favore, dimmelo! Quelli sono pazzi! Lo sai, no?
    Jerry: I miei genitori sono assurdi quanto i tuoi!
    George: Vorresti mettere a confronto i tuoi con i miei?
    Jerry: Lo sai che mio padre in vita sua non ha mai buttato via niente? Niente!
    George: Il mio nuota in piscina con le scarpe di gomma! Ci nuota!
    Jerry: Beh, mia madre non ha mai messo piede in una piscina! Non sa neanche che cos'è!
    George: Ascoltami bene, io non ho mai visto mia madre ridere. Mai. Mai un sorriso, un sorrisino, un sorrisetto, mai un "Ah!"
    Jerry: Se la solletichi?
    George: Neanche!
  • Prendere in prestito dei soldi da un amico è come fare sesso: cambia completamente il rapporto! (George)

Episodio 4, Il commercialista sniffatore[modifica]

  • George: Dove l'hai preso quel maglione?
    Jerry: L'ho trovato in fondo all'armadio.
    George: Ed è proprio lì che dovevi lasciarlo!
  • Ho sentito di tutto nella mia vita ma mai che un rapporto finisse per problemi di punteggiatura! (Jerry)

Episodio 5, Il padrino[modifica]

  • Kramer: Io ti consiglierei di non farlo circoncidere.
    Elaine: Ma Kramer, è una tradizione!
    Kramer: Era anche una tradizione sacrificare le vergini per placare gli dei, ma ora non lo facciamo più! No?
    Jerry: Penso che dovremmo rifarlo.

Episodio 6, Qui pro quo[modifica]

  • Per me il tennis non è altro che un ping pong con i giocatori in piedi sul tavolo.[1] Ecco che cos'è il tennis! E quel modo di contare i punti? Se fai un punto dicono che ne hai fatti 15, due punti 30 a 0. 30 a 0?! E il povero avversario pensa "Come faccio a rimontare?!" (Jerry)
  • Quanto si controlla la posta si controlla l'informazione! (Newman)

Episodio 7, Come diventare sindaco[modifica]

  • Tutta la mia vita è una menzogna! (George)
  • George: Cos'ho?
    Dottore: Potrei suggerire la possibilità che lei stia simulando.
    George: Simulando? Cosa le fa credere che io abbia il tempo di farmi visitare, sottopormi ai raggi x, parlare con lei, se non avessi assolutamente niente al braccio? Che razza di persona farebbe una cosa del genere?!
    Dottore: Non so che razza di persona farebbe una cosa del genere. Certamente una persona malata, una persona molto immatura, una persona a cui non importa niente di far perdere del tempo prezioso al prossimo!

Episodio 9, Amore e odio[modifica]

  • Se c'è un killer nel vostro quartiere sembra che la cosa più sicura sia essere il vicino. Non uccidono mai il vicino, sopravvive sempre per fare l'intervista dopo il delitto. Avete presente? "Sì, era un tipo tranquillo..." I vicini sono assurdi: non li disturbano mai i rumori tipici di un omicidio, solo lo stereo! "Motoseghe in funzione, urla? Non mi danno fastidio, ma tenete la musica bassa." Poi adoro quelle donne che si innamorano di un killer, gli scrivono in prigione. Sono donne difficili da deludere. L'unica volta che si arrabbiano è quando scoprono che lui ha smesso di uccidere e gli dicono: "Sai, a volte ho la sensazione di non conoscerti affatto". (Jerry) [spettacolo di stand-up comedy]
  • [Conversazione telefonica]
    Jerry: Guarda che io non vomito da tredici anni.
    Elaine: Ma stai scherzando?
    Jerry: No. Non vomito dal 29 giugno 1980.
    Elaine: Ricordi anche il giorno esatto?!
    Jerry: Sì, perché la prima volta che ho vomitato era sempre il 29 di giugno del 1972. Ecco perché vomitavo nell'80 dal bagno urlavo a George "Non è una cosa incredibile? Sto vomitando di nuovo il 29 giugno!"
  • Elaine: Non ti piacciono le uscite a quattro.
    Jerry: George dice che gli serve per mettere in mostra la sua personalità. Vuole che la sua ragazza abbia la possibilità di conoscere le qualità del suo carattere quando è con gli amici.
    Elaine: Conosco quelle sue qualità e ti assicuro sono allucinanti.
  • Sai, ieri sera mi sono stirato il collo. [...] Be', ho cercato di lavarmi i denti tenendo fermo lo spazzolino e muovendo la testa da una parte all'altra. Non ha funzionato. (Jerry)
  • O. J.! O. J. Rifkin! Oh, che bello, un nome fatto solo di iniziali! Ti prego, ti prego, cambia il tuo nome in O. J.! Sarebbe meraviglioso! (Elaine) [al fidanzato Joel Rifkin[2]]
  • Non ho mai conosciuto un ragazzo normale che si chiamasse "Stewart". (Elaine)
  • [Il nome] "Ned" mi fa venire in mente un ragazzo che compra mutande scadenti. (Joel Rifkin)
  • Questa donna mi odia così tanto che è irresistibile! [...] Una donna che mi odia così tanto capita solo una volta nella vita. (George)
  • Gli svedesi sono grandi massaggiatori e oltre al massaggio svedese ci sono le polpette svedesi. A loro piace tenere la carne in mano, capite? Per qualche ragione... La cosa strana è che hanno un'alta percentuale id suicidi e anche se si massaggiano tutto il tempo, per essere un paese neutrale sembrano un po' tesi. Non mi piace l'idea di fare un massaggio professionale. Non voglio che mi tocchi gente e che non mi conosce che non vuole fare sesso con me. Perché mi stai importunando? Mi fai scogliere tutto, l'eccitazione cresce e poi ecco fatto abbiamo finito bello, vai!" E come avere della cioccolata spalmata su tutta la faccia tranne che in bocca. "Mi scusi, ha lasciato un buco vuoto." (Jerry) [spettacolo di stand-up comedy]

Episodio 10, Regalo inconsueto[modifica]

  • Sapete quale sarebbe un ottimo libro da tavolino da caffè? Un libro che racconta la storia dei tavolini da caffè! [...] La storia dei tavolini da caffè, di persone illustri e dei loro tavolini da caffè! È un idea geniale! [...] E sulla copertina una bella tazza di caffè! (Kramer)

Episodio 17, Gli impermeabili (parte prima)[modifica]

  • [Claude Monet] Io dico che quello dipingeva senza occhiali... (Morty)
  • Sapete, io non vado pazzo per i vestiti usati. Alcuni li chiamano "d'annata". È un evidente eufemismo: in realtà sono soltanto brutti. (Jerry)

Episodio 22, L'esatto contrario[modifica]

  • Pare difficile conciliare, a questo punto della storia della civiltà, la convivenza fra uomo e fazzoletto da tasca. Capita di aprirlo, soffiarcisi il naso e di riporlo in tasca insieme agli oggetti di valore. "Portafogli, chiavi, muco. Si ho preso tutto!" Sarà perché non può partorire che l'uomo va così fiero di ogni sua secrezione? E addirittura ci si fanno ricamare le cifre tanto si è orgogliosi dei propri fazzoletti. O se ne fa uscire un pezzetto dalla taschino della giacca. "Il mio muco è prezioso!" (Jerry)
  • Perché è andata a finire così per me? Avevo un milione di aspettative, avevo un certo fascino, ero brillante...magari non una cima, ma sapevo il fatto mio...avevo grande intuito...riconoscevo al volo chi ad una festa si sentiva a disagio...E oggi guardando il mare ho avuto la netta percezione che ogni scelta fatta durante la mia vita era...era sbagliata. La mia vita è l'esatto contrario di quella che avrei voluto che fosse. Ogni singola scelta in ogni aspetto della mia vita, da come mi vesto a come mangio, è sbagliata. (George)
  • Gli uomini pelate e senza lavoro e senza soldi che vivono a casa dei genitori neanche tentano di abbordarle le bionde. (George)
  • Perché radersi ogni giorno? Tanto poi ricresce... (George)
  • [Ad Elaine] E così, pur sapendo che ero finito in ospedale, ti sei attardata a comprare delle stupide banali caramelle?! (Jake)
  • [Presentando il suo libro sui tavolini da caffè a Live with Regis and Kathie Lee] La bellezza del mio libro è che se non hai un tavolino da caffè lui si trasforma in un tavolino da caffè. (Kramer)
  • Jerry: Ieri avevo perso un ingaggio e ne ho subito trovato un altro. Poi ho perso un programma in tv e l'hanno subito replicato. Oggi ho perso la metro, sono uscito e ho trovato subito l'autobus. Così per tutto: finisco sempre in pari!
    Elaine: Senti, hai venti dollari?
    Jerry: Perché?
    Elaine: Forza, dammi venti dollari!
    [Jerry le porge venti dollari. Elaine li scaraventa fuori dalla finestra, poi si gira verso Jerry soddisfatta. Jerry la guarda allibito.]
    Jerry: Che ti passa per la testa?!
    Elaine: Dai vediamo se riesci a recuperarli!
  • Sai qual è il grande vantaggio dell'omosessualità? Che se ti metti con qualcuno della tua stessa taglia in un secondo raddoppi il guardaroba! (Jerry)

Note[modifica]

  1. Cfr. Coluche: «Il tennis e il ping-pong sono la stessa cosa. Solo che nel tennis sono in piedi sulla tavola.»
  2. Elaine vuole che il fidanzato cambi il nome da Joel Rifkin, come l'omonimo serial killer, a O. J. Coincidentalmente nel 1994, un anno dopo l'uscita dell'episodio, O. J. Simpson verrà accusato di pluriomicidio.

Altri progetti[modifica]