Vauro Senesi

Da Wikiquote, aforismi e citazioni in libertà.
(Reindirizzamento da Vauro)
Vauro Senesi

Vauro Senesi, noto semplicemente come Vauro (1955 – vivente), giornalista e disegnatore italiano.

Citazioni di Vauro Senesi[modifica]

TriangleArrow-Right.svg Citazioni in ordine temporale.

  • [Al ministro della difesa Mario Mauro con relazione allo sbarco degli immigrati sulle coste italiane] Perché noi ci compriamo gli F35, cacciabombardieri, armi da guerra, armi che servono a fare quelle guerre da cui questi disperati sono costretti a fuggire?! (dalla trasmissione Servizio pubblico, 3 ottobre 2013, visibile su video.repubblica.it)
  • Io in questa... in questo movimento [Movimento 5 Stelle] sento una gran puzza di fascismo, lo dico e lo ribadisco [...]. Grillo teorizza infatti l'era post-ideologica, il superamento della destra e della sinistra, però, se si studiasse un po' la Storia, specialmente di questo paese, vedremmo che non è una teoria tanto nuova: è stata la teoria che ha dato la nascita al fascismo storico in questo paese, perché destra e sinistra non sono due categorie astratte, sono la rappresentazione dinamica degli interessi di fasce o di classi sociali diverse, interessi che spesso non sono conciliabili se non attraverso un conflitto, e non sto parlando di conflitto armato, sto parlando di conflitto politico. (da L'aria che tira, 2 maggio 2014; visibile su video.corriere.it)
  • La satira deve avere dei limiti perché deve superarli continuamente. (da un'intervista di Francesco Bonazzi, Dagospia.com, 9 gennaio 2015)

Citazioni su Vauro Senesi[modifica]

  • Santoro e il presunto comico Vauro sono due volgari sciacalli che vomitano insulti con le tasche piene di soldi dei cittadini. Gente così offende la verità, alimenta odio e merita solo disprezzo totale della gente perbene. L'insulto è la loro regola. Colpa di gestori della Rai che per fortuna stanno per essere cacciati come meritano. (Maurizio Gasparri)
  • Vauro è come se fosse mio fratello. La sera che sono diventato ministro abbiamo festeggiato a casa mia, con le nostre mogli: una scatola di tonno e pastasciutta avanzata del giorno prima. (Oliviero Diliberto)

Voci correlate[modifica]

Altri progetti[modifica]