Bolscevismo

Da Wikiquote, aforismi e citazioni in libertà.
Jump to navigation Jump to search
Il bolscevico (B.M. Kustodiev, 1920)

Citazioni sul bolscevismo e sui bolscevichi.

  • Bolscevico: un uomo che non ha nulla e vuol dividerlo con gli altri. (John Garland Pollard)
  • È stato vero piuttosto il contrario: il bolscevismo stalinizzato, in crisi nei tardi anni '30, è uscito mondializzato e potente dalla seconda guerra mondiale; e ciò è avvenuto in conseguenza della risposta, non psicologica e ideologica, ma militare e materiale, all'aggressione hitleriana del 1941, un'aggressione seguita peraltro a un'alleanza. (Bruno Bongiovanni)
  • I bolscevichi di Lenin abbandonarono il meglio della Russia e abbracciarono il peggio. Liberalizzazione, fragile neodemocrazia, nuovo fervore culturale, disponibilità a imparare dal mondo, tutto fu gettato a mare. I capi comunisti riesumarono il terrorismo di Ivan il Terribile, il dispotismo di Pietro, il crudele espansionismo di Caterina per creare la loro nuova società. Sradicarono tutti i cambiamenti liberali intervenuti nel secolo fra l'invasione napoleonica e la Prima Guerra Mondiale, facendo arretrare la popolazione di cent'anni e più. (Richard Nixon)
  • Il bolscevismo è nato da una combinazione sociale fra l'intellighenzia radicale e la classe operaia, combinazione che nell'Europa occidentale è mancata. L'uniforme pressione dello zarismo su entrambi, operai e intellettuali, ha finito con l'unirli. (Werner Hofmann)
  • Il fatto è che loro fanno sempre così. È quasi un secolo che fanno così. Che seguono il modello o, se preferisce, il metodo bolscevico anzi stalinista. Perché sa su che cosa si basa il metodo bolscevico anzi stalinista? Nel perseguitare l'avversario attraverso la calunnia e l'oltraggio e la menzogna. Nel diffamarlo, offenderlo, ridicolizzarlo, demonizzarlo. Nell'attribuirgli cose che non ha fatto, cose che non ha detto. Cose che non ha scritto. Infine, nel mandarlo in un gulag o buttarlo dinanzi a un plotone d'esecuzione... (Oriana Fallaci)
  • In Russia il bolscevismo ha rinnovato, in modo radicale e sistematico, i sistemi rappresentativi.
    Il valore di tali riforme sorpassa i confini della rivoluzione russa e per l'influenza che esse hanno sul pensiero politico delle altre nazioni e per le loro origini ideologiche.
    Il regime bolscevico è l'esperimento più pratico e più su vasta scala di quella democrazia integrale che ebbe per esponenti, fra i molti, Rittinghausen in Germania, Considerant e Leverdays in Francia.
    Il regime dei Soviet è una derivazione dell'autonomia federalista ed è in antitesi con la tendenza accentratrice del socialismo di Stato: non è che un sistema politico le cui linee generali e fondamentali si trovano nei disegni politico-filosofici dei principali pensatori della Francia rivoluzionaria e democratica. (Camillo Berneri)
  • La modestia è l'ornamento del bolscevico. (Stalin)
  • Le stelle, il sole erano per San Francesco il grande teatro, il canto delle rondini era il grande concerto, l'acqua era la grande ebbrezza. Ma i bolscevichi sono staccati dall'universo e dal mistero. (Alfredo Panzini)
  • "Signore, i tuoi pope dicono che i bolscevichi finiranno all'inferno. E questo allora," dico, "che è? Loro non credono in Te, e guarda un po' che razza di caserme gli hai preparato." "E così non credono?" domanda. (Michail Afanas'evič Bulgakov)

Adolf Hitler[modifica]

  • Il colpo più duro che l'umanità abbia ricevuto è l'avvento del cristianesimo. Il bolscevismo è un figlio illegittimo del cristianesimo. L'uno e l'altro sono un'invenzione degli Ebrei.
  • Il cristianesimo puro, quello delle catacombe, s'ingegna a tradurre in pratica la dottrina cristiana. Porta dritto dritto all'annientamento dell'umanità. Non è che il bolscevismo integrale, sotto orpelli metafisici.
  • Se il bolscevismo trionfasse, l'umanità perderebbe il dono di ridere e di gioire. Non sarebbe più che una massa informe, condannata al grigiore e alla disperazione.

Voci correlate[modifica]

Altri progetti[modifica]