Cécile Kyenge

Da Wikiquote, aforismi e citazioni in libertà.
Jump to navigation Jump to search
Cécile Kyenge

Cécile Kyenge (1964 – vivente), politica italiana.

Citazioni di Cécile Kyenge[modifica]

TriangleArrow-Right.svg Citazioni in ordine temporale.

  • Sono italo-congolese, appartengo a due culture e due paesi che sono dentro di me e non potrei essere interamente italiana o interamente congolese.[1]
  • In Sicilia ci sono molti esempi positivi di integrazione e accoglienza.[2]
  • Io non sono di colore, sono nera, lo ribadisco con fierezza.[3]
  • Quelli che mi hanno insultata credevano di offendere me; in realtà hanno offeso l'umanità intera.[4]
  • Io sono italiana. Essere italiana vuole dire portare a testa alta i valori del nostro paese, riconoscersi nella bandiera, nell'inno nazionale, nella nostra tradizione ma non vuol dire negare un'identità multipla. Nessuno può negare le proprie origini. Non posso negare che una parte di me ha incontrato un'altra cultura. E questa è la ricchezza di una persona. Nessuno di noi è monocolore. Nessuno di noi è monocultura, nel nostro cammino ci contaminiamo a vicenda. Io sono italiana e rappresento i valori dell'Italia, dell'Italia del presente ma anche dell'Italia del futuro, che non ha paura di contaminarsi con altre culture.[5]
  • Se la Lega è un partito razzista? Le do una risposta secca: sì. Sono arrivata a questa conclusione perché questo partito non prende ufficialmente posizione in modo netto, anche con delle sanzioni, nei confronti di suoi esponenti che fanno dichiarazioni razziste e si comportano come tali. Non solo, li difendono pure in Tribunale. Tutto ciò significa una cosa sola: la Lega, come anche Forza Nuova, condivide il loro pensiero razzisa.[6]
  • La sanzione nei confronti del leghista Buonanno è la conferma che gli insulti e l'esibizione di cattivo gusto da lui messa in piedi nella scorsa seduta plenaria non è tollerabile in un'arena politica civile qual è il Parlamento Europeo. Ho chiesto che fosse sanzionato perché un comportamento simile disonora l'Aula, il lavoro dei parlamentari e la fiducia di centinaia di milioni di cittadini europei che si attendono risposte concrete dall'Unione Europea e dal suo Parlamento. Buonanno può avere posizioni critiche nei confronti delle istituzioni europee, l'insulto, però, non è dialettica politica, ma esattamente il suo contrario: una forma di violenza che non può trovare spazio in un confronto democratico. Nessuna istituzione, europea o nazionale, può tollerare questo tipo di linguaggio da parte dei suoi rappresentanti.[7][8]
  • Salvini vorrebbe poter continuare a gettare il sasso e nascondere la mano, o meglio che noi si faccia finta di non vedere la mano che quel sasso l'ha gettato. Salvini pretendeva con la sua querela archiviata dal Tribunale che non si potesse dire la verità, ossia che le parole d'odio che lui e molti membri del suo partito [La Lega Nord] pronunciano ogni giorno hanno nome: xenofobia e istigazione all'odio razziale.[9]
  • Per aver detto che 'la Lega è un partito razzista' Salvini mi ha querelato chiedendo che venissi condannata fino ad un anno di carcere. Da un lato Salvini e la Lega fanno della propaganda di matrice xenofoba il proprio principale strumento di conquista del consenso politico, fomentando sistematicamente l'odio verso chi viene da un altro Paese. E avvelenando la nostra società. Dall'altro pretenderebbero di non pagare dazio, di nascondere la mano, con stupefacente doppiezza.<ref name="lega razzista">

Citazioni su Cécile Kyenge[modifica]

  • Amo gli animali, orsi e lupi com'è noto, ma quando vedo le immagini della Kyenge non posso non pensare, anche se non dico che lo sia, alle sembianze di orango. (Roberto Calderoli)
  • Cara signora Kyenge, rimettiti a parlare, perché da quando non dici più le tue cazzate quotidiane contro di noi, non abbiamo più una spinta elettorale. (Mario Borghezio)
  • E poi gli africani sono africani, appartengono a un etnia molto diversa dalla nostra. Non hanno prodotto grandi geni, basta consultare l'enciclopedia di Topolino. Diciamo che io ho un pregiudizio favorevole ai mitteleuropei. Kyenge fa il medico, gli abbiamo dato un posto in una Asl che è stato tolto a qualche medico italiano. (Mario Borghezio)
  • In Inghilterra, in Francia, e anche nelle democrazie nordiche vi sono figli di immigrati addirittura di seconda generazione (tutti debitamente promossi a «cittadini» da tempo) che non si sentono per niente francesi o inglesi. Anzi. Allora a chi deve la sua immeritata posizione la nostra brava Kyenge Kashetu? Tra i tanti misteriosi misteri della politica italiana questo sarebbe davvero da scoprire. (Giovanni Sartori)
  • Inutile e chiacchierona, vada a difendere gli africani in Africa, se vuoi difendere i profughi torna al tuo paese. [...] [cantando in coro] Kyenge fuori dalle palle. (Matteo Salvini)
  • Non è molto affascinante. Assolutamente. Anche perché parla un italiano... e poi non ha neanche il passaporto italiano. [...] [la nomina al Ministero dell'Integrazione è] Superflua. È stata una cosa molto teatrale. (Paolo Villaggio)
  • Sono razzista, non l'ho mai negato. Il ministro Kyenge deve stare a casa sua, in Congo. [...] Sono razzista, non l'ho mai negato, stronzi. È un'estranea a casa mia e io dagli estranei non mi faccio curare [riferendosi alla professione del Ministro, che è medico]. Chi lo ha detto che è italiana? (Erminio Boso)

Fabrizio Bracconeri[modifica]

  • Chiedere scusa alla Kyenge? No, è lei che deve chiedere scusa a me e agli italiani. Quando arriverà un altro governo questa gente verrà denunciata. Io spero che li denuncino tutti.
  • Non è bello dire ad una donna buzzicona? Non è neanche bello che una congolese faccia il Ministro in Italia. Lei non è italiana, è congolese, punto.
  • Posso anche abbracciare la Kyenge, io non sono razzista. Io ce l'ho semplicemente con chi vuole per forza farci accettare una religione nello Stato Italiano, la religione musulmana.

Note[modifica]

  1. Citato in Kyenge: "Io di colore? No, nera e fiera. Troppi 18 mesi nei Cie per immigrati", Repubblica.it, 3 maggio 2013.
  2. Citato in Immigrazione, Kyenge: "Sicilia terra accogliente. I Cie? Valuteremo l'utilità", Seguonews.it, 31 agosto 2013.
  3. Citato in Kyenge: "Non sono di colore, sono nera. L'Italia? Non è un paese razzista", Le Novae.it, 3 maggio 2013.
  4. Dall'intervista di Aldo Cazzullo, Kyenge: l'Italia non è un Paese razzista, Corriere.it, 22 giugno 2013.
  5. Dall'intervista di Margherita Sforza, Cécile Kyenge: Io sono italiana e grido Viva Berlinguer, Euronews.com, 11 giugno 2014.
  6. Citato in Cécile Kyenge: "La Lega Nord è razzista, serve una legge per metterla al bando", Liberoquotidiano.it, 30 agosto 2014.
  7. Commentando la sanzione della decurtazione della diaria, per un importo pari a 2.128 Euro, inflitta dal Parlamento Europeo a Gianluca Buonanno che aveva detto in Aula: «Alto rappresentante Federica Mogherini, lei nell'Unione Europea non conta un emerito cazzo.» Cfr. Buonanno a Mogherini: "In Europa non conta un c...", Blitzquotidiano.it, 10 febbraio 2015.
  8. Citato in Kyenge, Buonanno disonora il Parlamento europeo, Ansa.it, 12 marzo 2015.
  9. Citato in Il gip dà torto a Salvini: "Kyenge non diffamò la Lega dicendo di aver ricevuto insulti razzisti", Repubblica.it, 13 gennaio 2017.

Altri progetti[modifica]