Carlo Zannetti

Da Wikiquote, aforismi e citazioni in libertà.
Carlo Zannetti

Carlo Zannetti (1960 – vivente), chitarrista, cantautore e scrittore italiano.

Citazioni di Carlo Zannetti[modifica]

  • Bob Marley era un duro, non era un uomo che trascorreva intere giornate a fumare "canne", come alcuni potrebbero pensare vedendo la sua immagine sorridente impressa sulle magliette vendute a buon mercato di fronte al Centre Pompidou di Parigi.[1]
  • Chissà se rimane qualcosa del nostro vissuto dopo che abbiamo camminato tutte queste volte su queste stesse lastre di porfido? Chissà se qualche nostro pensiero riesce a rimanere sospeso nell'aria? Chissà se i nostri sogni possono così resistere nel tempo, svolazzando tra questi palazzoni alla ricerca di qualcuno che possa catturarli un domani, con un meraviglioso slancio di sensibilità in più?[2]
  • Come percepisco Ferrara? Ferrara é la città dove sono nato. Giocavo a cinque anni al Parco Massari con tanti ragazzini che vorrei tanto incontrare nuovamente dopo 50 anni. C'era un leone di pietra con una fontanella d'acqua che sgorgava dalla sua bocca ed io per bere afferravo una delle sue orecchie.C'era una piccola bancarella che vendeva dei piccoli razzi di plastica che andavano lanciati in aria e che scoppiettavano quando toccavano il suolo per via di una piccola carica di polvere da sparo che noi inserivamo all'interno. Ferrara é una città magica piena di segreti e di storia. [3]
  • [Su Elvis Presley] Dentro di lui un vuoto incolmabile, una continua devastante depressione ed una deleteria forma di autolesionismo. Intorno a lui un mondo pieno di contraddizioni, di lusso, di innumerevoli relazioni sentimentali; il tutto all'interno di una famiglia composta da una moglie di nome Priscilla Beaulieu e da un'adorata figlia, Lisa Marie, avuta nel 1968 che attualmente vive in Inghilterra. [4]
  • Dove c'è amore per la musica, spesso c'è solo bontà e non c'è cattiveria. La musica unisce. La musica é quella magia che colora tutto ciò che riesce ad avvolgere con i suoi tentacoli di note e che riesce a farti amare di più la vita anche nei brutti momenti nei quali vorresti morire. La musica ti salva la vita.[5]
  • [Su Patty Pravo] E' il sogno che si confonde con la realtà. E' la storia di una donna diventata un mito senza tempo.[6]
  • E' il successo che a volte può trasformarti in un malvestito solitario senzatetto che si rispecchia nel lucido vetro della lussuosa vetrina di uno dei più grandi e famosi negozi di costosissimi abiti alla moda in un inverno newyorkese.[7]
  • È una Annie Lennox che usa la sua splendida voce per lamentarsi di un cuore spezzato? È sempre una sensibilità fuori dal comune a far da padrona nelle menti di questi grandi musicisti.[8]
  • [Su Jimi Hendrix] È sufficiente osservare i video delle sue performance per capire che lui possedeva una mente legata al nostro mondo con un filo sottile come quello che trattiene quei palloncini colorati che una volta liberati volano verso il sole.[9]
  • È vero, il protagonista del libro [Il paradiso di Levon] si chiama così in onore al grande Levon Helm batterista e cantante purtroppo recentemente scomparso.[10]
  • Era lo stesso anno delle fiabe sonore, il 1968. Una ragazzina che sembrava una creatura che proveniva da quel mondo magico attraversava con la sua immagine perfetta gli schermi in bianco e nero che concedevano a noi bambini di colorare con la fantasia tutto quello che vedevamo. Sylvie Vartan era ed é bellissima, ballava mentre cantava, ed aveva un accento francese che mi affascinava moltissimo.[11]
  • Era un giorno di novembre della fine degli anni '80. Io, allora, mi trovavo ad essere uno dei tanti giovani che camminava per le strade di Londra alla ricerca di una nuova vita e di una pace interiore mai raggiunta in Italia. La vita mi insegnò solo più tardi, che la serenità non è geografica e che l'insoddisfazione, quando c'è, è una sorta di "bagaglio a mano" che sei costretto a portare in ogni luogo con te. È proprio così, dovunque tu sia, il primo incontro prestabilito è sempre quello con te stesso.[12]
  • Esistono persone belle e belle persone, è sbagliato giudicare il prossimo in base all'aspetto e non è giusto, è scorretto e demenziale...[13]
  • I grandi talenti sono come monete d'oro che quando cadono per terra cominciano a rotolare e non riesci più a fermare.[14]
  • Il conto da pagare per non essere riusciti a rimanere se stessi nella vita purtroppo é un conto molto salato che prima o poi si é costretti a saldare.[15]
  • Il fatto di avere voluto scrivere un libro con il cuore [Il paradiso di Levon] si è tradotto anche nello sforzo di "celebrare" con affetto numerosi personaggi che ho incontrato lungo il mio cammino. Personaggi universalmente considerati ai margini della società, ma che a me hanno dato moltissimo. In un certo senso, credo che "Il paradiso di Levon" sia un inno alla riconoscenza.[16]
  • Il messaggio del libro [La giravolta di Loris] è un messaggio sociale che sottolinea come sia possibile cambiare vita anche a fronte di gravi errori fatti nel passato. Tutte le persone sono recuperabili e possono offrire al mondo il loro lato buono.[17]
  • [Su Édith Piaf] Il suo corpo si trova al cimitero di Pére – Lachaise a Parigi, mentre la sua anima è ancora in cima alla Tour Eiffel che canta per noi "La vie en rose" dolce augurio di riuscire a vedere sempre la vita in rosa.[18]
  • Il vero artista è colui che lo deve fare.[19]
  • Io personalmente è dal lontano 1997 che cerco di coniugare il fascino della musica con il fare beneficenza; Ho iniziato in quell'anno in Prato della Valle a Padova con l'A.I.L. insieme ad artisti come Ron, Enrico Ruggeri e al grande e compianto conduttore Vittorio Salvetti. Poi in seguito ho collaborato con Amnesty International per costruire il 50° anniversario di questa importante associazione, anche questa volta con Enrico Ruggeri ed Eugenio Finardi.[20]
  • Io sono un artista. Ho percepito senza sapere. Ho accarezzato bellezze che per molti erano invisibili. Ho rincorso l'impossibile. Ho provato a decifrare la poesia dell'amore. Ho inseguito misteriose suggestioni. Ho cercato di sentire il battito del mio cuore nel frastuono della vita moderna. Ho volato in un cielo pieno di stelle. Ho provato, per quanto sia possibile, a spingere i miei ragionamenti oltre la cortina della logica. Io sono stato costretto ad essere un artista.[21]
  • Jim Morrison non è stato un folle, un drogato ed un visionario. Intanto è necessario sottolineare che fin da bambino aveva manifestato un'intelligenza fuori dal normale ed un fortissimo interesse per la lettura divorando centinaia di libri. Era un giovane molto colto.[22]
  • [Su Ella Fitzgerald] La leggenda racconta che, in quegli anni lontani, alcuni dei musicisti eccezionali che componevano l'orchestra diretta dal celebre compositore Duke Ellington, fossero soliti rivolgere una domanda ad Ella Fitzgerald in persona, alla quale chiedevano con un tono reverenziale : “Ella, dammi un “La” per favore!”. Sempre la leggenda narra che così riuscissero ad accordare ottimamente i loro strumenti, utilizzando la perfetta intonazione della voce di una delle più grandi cantanti del mondo. Mito o realtà?[23]
  • L'amore é strano. Spesso é così forte e non finisce mai perché si trasforma in un legame indissolubile che dura per sempre e vive in un'altra dimensione che non é più quella umana ma va al di là della vita, della morte e della ragione..[24]
  • La vita è come l'ottone, si può facilmente ossidare, perdendo quella meravigliosa lucentezza che contraddistingue le cose preziose. Per l'ottone ci vuole il "Sidol" per la vita ci vogliono i sogni. I sogni prima o poi si avverano.[25]
  • La violenza attuata nei confronti delle persone e degli animali é una cosa orrenda. Un atto ignobile di cui pentirsi per tutta la vita. E' meglio pensarci prima.[26]
  • Le foto parlano? Gli oggetti ci possono raccontare alcuni istanti di vita passata dei loro proprietari? La musica é un mistero? L'amore e la sofferenza sono gli unici veri motori del mondo dell'arte?Vola l'immaginazione nello spazio e nel tempo senza seguire né le regole né la logica. E' la vera libertà che prende una forma.[27]
  • [Su John Lennon] Lui si vestiva da cattivo perché era buono, lui desiderava una donna dalla quale non separarsi mai perché la solitudine lo uccideva, lui era tutta emozione e buona tecnica, tutto talento e poca ragionevolezza, lui era uno dei più grandi musicisti del ventesimo secolo.[28]
  • Ma la vita personale insieme ad una così grande passione per la musica, possono veramente viaggiare sullo stesso binario? Nel mio caso la risposta é no, perché per la musica ho dovuto sacrificare tutto. Comunque sappiate che se potessi tornare indietro rifarei lo stesso.[29]
  • [Su Freddie Mercury] Ma non basta avere una bellissima voce ed una grande tecnica per arrivare a certi livelli internazionali. È necessario avere il coraggio di esporsi a pelle viva, di cantare con il cuore in gola e così svelare al pubblico le sfumature più profonde della propria anima.[30]
  • Ma nonostante tutto, anche in certi contesti, ci sono persone che al di là di ogni immaginazione credono in un sogno, un sogno che riescono a vedere solo loro.[31]
  • Ma se la musica deve entrare nella tua vita prima o poi lo fa. Essa dolcemente si infila nel tuo percorso esistenziale e per farlo stranamente sceglie quasi sempre i momenti più difficili che stai attraversando. La musica è come una vera amica che capisce al volo quando arriva il momento in cui hai bisogno di lei. È così che ti innamori per sempre delle melodiose note che cancellano i tuoi mali e scopri di avere quel coraggio da incosciente che ti obbliga a giocarti tutto per loro.[32]
  • Nella musica, venire dalla gavetta vuol dire avere imparato a suonare senza lezioni, significa essersi esercitati con lo stomaco vuoto in qualche topaia di quelle con la lampadina appesa al soffitto basso che si accende con la catenella da tirare. Sei costretto a rinunciare a tutto per inseguire quelle note che ti fanno impazzire e dimenticare tutto il resto.[33]
  • [Su Aretha Franklin] Nel 1998, nel corso della consegna del prestigioso "Grammy Award", si trovò costretta a supplire alla mancata partecipazione di Luciano Pavarotti che fu colpito da un improvviso malessere. La Regina del Soul, presentata da Sting, riuscì ad improvvisare in soli venti minuti un'interpretazione a dir poco fantastica del "Nessun Dorma" celebre romanza dell'opera incompiuta "Turandot" di Giacomo Puccini. Fu eseguita in tonalità originale e con la prima strofa cantata in italiano. Se volete piangere come me e capire qualcosa di più della personalità di questa autentica leggenda vivente della musica mondiale, guardate il video originale ed ascoltatela mentre canta: "Principessa nella tua fredda stanza, guardi le stelle che tremano d'amore e di speranza". La performance, considerata una delle più grandi esibizioni di sempre ai Grammy, rimarrà per sempre nella storia della musica.[34]
  • [Su Mia Martini] Non é facile essere ricordati per sempre. Sono molte le persone del passato che non ci sono riuscite e saranno tante quelle del presente non ci riusciranno. Lei ci é riuscita. [35]
  • Non è vero che il vero talento artistico deve essere per forza di cose stravagante, un po' drogato, ubriacone e fuori di testa. Infatti Paul McCartney pur essendo un vero genio è un uomo del tutto normale.[36]
  • Peter Gabriel è stato un uomo che é riuscito ad abbracciare il mondo intero. Un artista che ha cercato di trovare le parole giuste per infondere speranza e forza a tutte quelle persone che si vedevano e che si vedono costrette a dover affrontare enormi disagi spesso dovuti alla solitudine.[37]
  • Pochi mesi fa nel febbraio di quest'anno (2017), ancora per una volta, Adele batte Adele. La cantautrice inglese vince 5 Grammy e decide a sorpresa di aprire la cerimonia di premiazione con una straziante interpretazione di “Fastlove” la meravigliosa canzone di George Michael. È un suo emozionante tributo al celeberrimo cantante purtroppo scomparso un anno fa. Adele commuove e si commuove.Quando un grande talento arriva al successo e riesce ancora a commuoversi con reale sincerità davanti al suo pubblico vince il più importante premio, quello del cuore.Così anche in questa occasione, Adele batte Adele.[38]
  • [...] poi un bel giorno, volano in cielo rivelando così all'improvviso una realtà inimmaginabile, una realtà fatta di solitudine, di paura della vecchiaia e di vuoti incolmabili. Chissà chi di noi comuni mortali riuscirà mai a capire chi fosse Prince Rogers Nelson ovvero il grande Prince? Nulla è mai stato veramente certo sul suo conto.[39]
  • Purtroppo però nel 1998 tutto finì. Salvatore, detto Sonny Bono, morì In un incidente sciistico, lasciando il suo grande talento mescolato alla polvere del vinile di molti dischi di successo, e dividendosi per sempre dalla sua Cher e dalla figlia avuta da quell'unione così speciale con lei.[40]
  • Quando due stelle si incontrano e corrono insieme nello spazio, lasciano una bella scia. Insieme diventano forti, diventano quasi una cometa. Elton John e Bernie Taupin continuarono comunque a collaborare insieme e per sempre.[41]
  • Quando nella vita hai vissuto certi periodi, impari a riconoscere anche negli altri quelle sfumature in bianco e nero che appaiono tra i colori e che ti fanno capire che c'è qualcosa che non funziona. Movimenti diversi, sguardi un po' persi e la mente che si trova altrove.[42]
  • [Su Brian May] Quando un uomo arriva ad usare la propria fama ed il proprio denaro per cercare, con coraggio e tenacia di migliorare il mondo in cui vive, dimostra di essere un vero fuoriclasse.[43]
  • Sembra quasi di sentire la voce di un grande amore che dal passato ripercorre il tempo trascorso e ci raggiunge con la sua dolcezza infinita, trafiggendo la nostra sensibilità, per riportarci alla verità, alla riflessione, ad un romanticismo che rimane per sempre senza età. Cosa sarebbe la vita senza un amore?.[44]
  • Se non riesci ad amare gli uomini prova con i cani.[45]
  • Una vera madre che riesce a comprendere prima degli altri quali siano le vere attitudini del proprio figlio quasi sempre lascia un impronta indelebile nella sua vita. In questo pazzo mondo a volte capita che qualcuno di noi, con una piccola azione o anche con una sola parola, riesca ad attivare nel prossimo un insieme di meccanismi in grado di liberare un'inarrestabile motivazione nell'inseguire un sogno o una passione.[46]
  • Vorrei tanto un mondo senza giudizi nei confronti degli altri, emessi sulla base di una cosiddetta condizione sociale, vorrei un mondo dove sia capita fino in fondo la vera essenza dell'amore e un mondo dove siano rispettati al massimo e da tutti i diritti degli animali e la natura in generale.[47]

Il paradiso di Levon[modifica]

  • La nostra vita è piena di indizi che in qualche modo anticipano gli eventi del nostro futuro. Purtroppo spesso non siamo in grado di rilevarli e men che meno di ricercare il loro significato. (p. 14)
  • Nessuno è se stesso. Sono pochi quelli che riescono ad agire sempre nel rispetto di ciò che si è, senza cambiare per opportunismo o convenienza, oppure nel tentativo di non ferire le altre persone. (p. 21)
  • Quando guardi negli occhi di un cane vedi l'infinito, vedi qualcosa che va oltre la vita. (p. 61)
  • Avere il coraggio di donare al prossimo quello che a suo tempo non si è ricevuto. (p. 158)
  • E come un bambino stanco o chiudo gli occhi o piango. (p. 175)

La giravolta di Loris[modifica]

  • Quando più nessuno ti cerca ti senti inutile, vuoto, quasi morto, e puoi facilmente rimanere seppellito sotto le foglie secche delle tante supposizioni. (p. 9)
  • Entrambi avevano deciso di ribellarsi ad uno stato di cose che lentamente stava rosicchiando la loro voglia di vivere. Jack voleva, a tutti i costi, riappropriarsi della sua serenità e del suo vecchio stile di vita, mentre Boleslav, accerchiato dai suoi ricordi, belve con gli occhi di fuoco, sentiva solo la necessità di correre, di scappare, senza capirne il vero motivo. (p. 15)
  • Nella vita non conviene abbattersi perché non sai mai cosa c'è dietro l'angolo. (p. 19)
  • La tua parola deve essere sacra. (p. 33)
  • Se una persona è capace veramente di amare, è rara. Come tale è in grado di seguire lo stesso uomo e lo stesso progetto per tutta la vita. E forse anche per tutta la morte. (p. 104)

Il tormento del talento[modifica]

  • Fu proprio per quella donna perduta che decisi di fare il musicista professionista, perché così in qualche modo riuscivo a non pensarla quand'ero su quel palco in quel locale fumoso di Padova. Diciamo che fu lei la mia musa ispiratrice, diciamo che mi portò molta fortuna, molti rimpianti e molti pianti. Le donne nel bene e nel male portano sempre qualcosa di meraviglioso nella vita di un uomo, questo magari al momento è incomprensibile ma nel tempo si capisce. (p. 8)
  • Io sono qui che cerco di raccontarVi come corre in fretta la vita e di come si può sentire una persona fragile. La sensibilità. Quando tutto ti ferisce ma hai la possibilità di non ferire gli altri, quando hai la possibilità di percepire ciò che non si vede. Vivi una vita diversa, ti accorgi di tutto. Sei costretto dalla tua natura ad essere grato per sempre, a ricordarti solo di quelle persone che ti hanno aiutato con una parola, un gesto o un sorriso. Sei costretto a dimenticarti dei cattivi. Forse il segreto della vita è proprio questo. (p. 9)
  • Nella vita spesso non si ha quel che si merita e può capitare di essere costretti a convivere con alcuni rimpianti. Non é così difficile. Vivere all'interno di una famiglia poco serena e magari piena di conflitti, avere avuto la sfortuna di incontrare persone poco equilibrate, non avere avuto nessuno che ci abbia guidato in modo graduale e premuroso verso la scoperta della vita. (p. 73)
  • È da preferire la morte alla vecchiaia? La nostra esistenza é più povera quando vengono a mancare le emozioni? Gli artisti non vengono mai dimenticati ? I giovani di oggi sono stati mai rapiti dal romanticismo intramontabile di Sergej Rachmaninov oppure dalle profezie orchestrali dei Procol Harum? (p. 80)

Note[modifica]

  1. Da Bob Marley, l'uomo nudo sotto la luna, Il Popolo Veneto.it, 8 aprile 2017.
  2. Da Lavorare, mangiare e dormire, in Aa. Vv., Love Writers, a cura di Stefania Romito, Edizioni A.R Libri Asino Rosso, Ferrara, 2017. p. 138. ISBN 978-88-26008-86-8
  3. Da Ferrara, dal tuo sguardo dal tempo extra, come la percepisci?, in Aa. Vv., 2020 Ferrara città d'arte. Virtuale o reale?, a cura di Roby Guerra, Roberto Guerra Editore, Ferrara, 2017. p. 68. ISBN 978-88-26492-93-3
  4. Da Elvis Presley, il Re se ne andato ma non sarà dimenticato, Il Popolo Veneto.it, 29 aprile 2017.
  5. Da Chuck Berry, un uomo inquieto liberato dal Rock and Roll, Il Popolo Veneto.it, 13 maggio 2017.
  6. Da Patty Pravo, una donna da sognare, SpettacoloMusicaSport.com, 5 agosto 2017.
  7. Da Whitney Houston,il canto del cigno, SpettacoloMusicaSport.com, 15 luglio 2017.
  8. Da Annie Lennox, la divina del pop, Il Popolo Veneto.it, 20 gennaio 2017.
  9. Da Jimi Hendrix, l'uomo timido che baciava il cielo, Il Popolo Veneto.it, 25 febbraio 2017.
  10. Da Carlo Zannetti, il fascino delle parole, Musitraks.com, 10 giugno 2015.
  11. Da Sylvie Vartan,la Reginetta dello Yé-Yé , SpettacoloMusicaSport.com, 19 agosto 2017.
  12. Da David Bowie, il Duca Bianco : la fragilità tra gli incubi ed i suoi delfini, Il Popolo Veneto.it, 27 gennaio 2017.
  13. Da Janis Joplin, la piccola dolce ragazza blu, Il Popolo Veneto.it, 19 febbraio 2017.
  14. Da Sinead, occhi di cerbiatto, O'Connor, Il Popolo Veneto.it, 11 marzo 2017.
  15. Da Donna Summer, la Regina della Disco Music, Il Popolo Veneto.it, 18 giugno 2017.
  16. Da Intervista a Carlo Zannetti: Il Paradiso Di Levon, il suo primo romanzo, Loudvision.it, 2 luglio 2015.
  17. Da Intervista con lo scrittore e musicista Carlo Zannetti, autore del romanzo "La giravolta di Loris", Il Popolo Veneto.it, 21 dicembre 2016.
  18. Da Édith Piaf, la donna che cantava dalla cima della Tour Eiffel, Il Popolo Veneto.it, 20 maggio 2017.
  19. Da Carlo Zannetti si racconta a Megamodo, Megamodo.com, 27 settembre 2011.
  20. Dall'intervista a Carlo Zannetti, SportVicenza.com, 8 maggio 2014.
  21. Da Kate Bush, voce di fata, Il Popolo Veneto.it, 19 marzo 2017.
  22. Da Jim Morrison: l'artista sciamano che non morirà mai, Il Popolo Veneto.it,13 febbraio 2017.
  23. Da Ella Fitzgerald, la favolosa strumentista della voce, SpettacoloMusicaSport.com, 29 luglio 2017.
  24. Da Dalida, ciao amore ciao, SpettacoloMusicaSport.com, 8 luglio 2017.
  25. Da Marco Ferradini: l'uomo, il cantautore ed il nuovo singolo, Il Popolo Veneto.it, 7 giugno 2017.
  26. Da Whitney Houston, il canto del cigno, SpettacoloMusicaSport.com, 15 luglio 2017.
  27. Da Sting il profeta buono della buona musica, SpettacoloMusicaSport.com, 26 giugno 2017.
  28. Da John Lennon, l'uomo buono che si vestiva da cattivo, Il Popolo Veneto.it, 5 marzo 2017.
  29. Da Francesco Venuto, la musica prima di tutto, Il Popolo Veneto.it, 14 giugno 2017.
  30. Da Freddie Mercury, un altro Re che amava gli animali, Il Popolo Veneto.it, 30 dicembre 2016.
  31. Da Tracy Chapman, la ragazza dal sorriso triste, Il Popolo Veneto.it, 26 marzo 2017.
  32. Da Johnny Cash, the Man in Black, Il Popolo Veneto.it, 6 maggio 2017.
  33. Da Ray Charles, il genio che immaginava il mondo con gli occhi di un bambino, Il Popolo Veneto.it, 15 aprile 2017.
  34. Da Aretha Franklin, la meravigliosa voce dell'anima, Il Popolo Veneto.it, 22 aprile 2017.
  35. Da Mia Martini,semplicemente indimenticabilei, SpettacoloMusicaSport.com, 22 luglio 2017.
  36. Da Paul McCartney, un genio "normale" con la passione per gli animali, Il Popolo Veneto.it, 23 dicembre 2016.
  37. Da Peter Gabriel, il genio che riuscì ad abbracciare il mondo intero, Il Popolo Veneto.it, 1 aprile 2017.
  38. Da Adele batte Adele, Il Popolo Veneto.it, 11giugno 2017.
  39. Da Prince, il piccolo grande principe, Il Popolo Veneto.it, 6 gennaio 2017.
  40. Da Cher, intramontabile e fascinosa icona del Pop, Il Popolo Veneto.it, 27 maggio 2017.
  41. Da Reginald Kenneth Dwight, per gli amici: Elthon John, Il Popolo Veneto.it, 3 giugno 2017.
  42. Da George Michael, la voce stupenda che sussurrava parole tristi, Il Popolo Veneto.it, 13 gennaio 2017.
  43. Da Carlo Zannetti, storie di musicisti e di animali, Il Gazzettino (ed. Pordenone), 4 dicembre 2016.
  44. Da Riz Ortolani e Katyna Ranieri: una canzone batticuore per una pubblicità televisiva, SpettacoloMusicaSport.com, 13 novembre 2017.
  45. Da Carlo Zannetti e "La giravolta di Loris", romanzo sociale padovano, La voce di Venezia.it, 4 dicembre 2016.
  46. Da George Harrison, quel taciturno ragazzino con la chitarra, Il Popolo Veneto.it, 4 febbraio 2017.
  47. Dall'intervista con Carlo Zannetti, Il Popolo Veneto.it, 17 giugno 2015.

Bibliografia[modifica]

Altri progetti[modifica]