Madre

Da Wikiquote, aforismi e citazioni in libertà.
Affetto materno (W. Bouguereau, 1869)

Citazioni sulla madre e sulla maternità.

Citazioni[modifica]

  • – Allora, com'è la vita domestica? Non è fantastico fare la mamma?
    [voce fuori campo]: Era arrivata: la domanda che Lynette temeva come la morte.
    – Be', ad essere sincera...
    [voce fuori campo]: E chi pone questa domanda si aspetta una sola risposta. Perciò Lynette ha risposto come faceva sempre: mentendo.
    – È il più bel lavoro che abbia mai avuto! (Desperate Housewives)
  • Dalle altre femmine, uno può salvarsi, può scoraggiare il loro amore; ma dalla madre chi ti salva? (Elsa Morante)
  • Di scuola ce n'è una sola.
    Di mamma ce n'è una gamma. (Guido Almansi)
  • È fisicamente stancante, ma dal punto di vista emotivo è incredibile. La maternità mi ha dato la forza di mille persone, e reso molto più sicura. (Milla Jovovich)
  • Essere mamma non è un mestiere. Non è nemmeno un dovere. È solo un diritto tra tanti diritti. (Oriana Fallaci)
  • Ho incontrato nella mia vita molti uomini che hanno avuto successo; la maggior parte di essi erano fieri della propria madre e ammettevano di dover in gran parte a lei la personalità che possedevano. (Robert Baden-Powell)
  • I figli sono per la madre ancore della sua vita. (Sofocle)
  • I più belli ornamenti d'una madre, d'una libera donna, sono gli aspetti dei figli che fanno testimonianza della sua coniugale virtù. (anonimo pitagorico)
  • I volti delle madri sono nobili, sovranamente limpidi, allorché la purezza delle vite volontariamente innocenti le ha rinfrescate ai mille mattini dei sacrifici. (Léon Degrelle)
  • Il bambino chiama la mamma | e domanda: "Da dove sono venuto? | dove mi hai trovato e raccolto?" | La mamma ascolta, | piange e sorride mentre stringe | al petto il suo bambino: | "Eri un desiderio | dentro il cuore!" (Rabindranath Tagore)
  • Il miglior amico di un ragazzo è la propria madre. (Psyco)
  • Il passato non è passato, nel cuore delle madri: è presente. (Alberto Jacometti)
  • Il Signore vuole che il padre sia onorato dai figli, | ha stabilito il diritto della madre sulla prole. || Chi onora il padre espia i peccati; || chi riverisce la madre è come chi accumula tesori. (Siracide)
  • Immagina pure che ti siano destinati nella vita molti giorni terribili; il più terribile di tutti sarà il giorno in cui perderai tua madre. [...] L'assassino che rispetta sua madre ha ancora qualcosa di onesto e di gentile nel cuore, il più glorioso degli uomini, che l'addolori e l'offenda, non è che una vile creatura. (Edmondo De Amicis)
  • L'istinto della maternità è forse il più forte fra tutti quelli che sono propri dell'umanità. (Maffeo Pantaleoni)
  • L'uomo che dice male delle donne dice male di sua madre. (Carlo Dossi)
  • L'uomo lavora nella sua generazione, la madre nella futura. (Fulton J. Sheen)
  • La centralità della nostra vita di donne è lo spirito della maternità. Ripartire da lì. La maternità. Questa maternità, però, va intesa in senso nuovo, ben al di là della mera capacità fisica di procreare. Si può infatti non aver generato ed essere colme di maternità, come si può essere madri biologiche ed esserne totalmente prive. (Susanna Tamaro)
  • La donna. Il cui peccato è di essere madre. (Il monello)
  • La madre è orgogliosa del figlio che è salito in alto, ma darebbe la vita per l'altro: per il figlio senza fortuna. (Libero Bovio)
  • La mamma è una cosa seria. Essa si sacrifica da quando noi nasciamo. Essa produce il latte per noi. Quando siamo piccoli produce il latte, perché è un mammifero: per ciò si chiama mamma. (Io speriamo che me la cavo)
  • La mamma italiana non insegna ai figli il principio di responsabilità: semmai, suggerisce loro che se le cose vanno male la colpa è degli altri, o della sfortuna, o dell'invidia; che c'è sempre un modo di farla franca, almeno finché restano in famiglia. (Fabrizio Rondolino)
  • La maternità è un carcere in cui vien chiusa la donna perché sia al riparo dalle tentazioni. (Jakob Wassermann)
  • La maternità non è né una necessità né una maledizione. È un'esperienza straordinaria che permette alla donna, nel momento in cui decide di diventare madre, di ricomporre la famosa divisione tra corpo e anima, senza che per questo il desiderio femminile si identifichi con il desiderio di maternità. Durante una gravidanza, il tempo biologico si impone al tempo biografico, ma non lo cancella mai completamente. Il corpo della donna diventa uno spazio in cui la madre e il nascituro entrano in relazione. La donna ha la possibilità di vivere una condizione del tutto particolare: da un lato, si identifica con il suo corpo che si trasforma; dall'altro, se ne allontana, talvolta fino al punto di estraniarsene. I movimenti interni non sono più solo i suoi movimenti. Appartengono a un'altra creatura che comincia a vivere. Sono i confini stessi del corpo materno che si aprono. (Michela Marzano)
  • La vita è così, molto dura, e i figli qualche volta devono dare dei grandi dolori alle loro mamme, se vogliono conservare il loro onore e la loro dignità di uomini. (Antonio Gramsci)
  • Le madri, esseri incantevoli e feroci. Custodi di bene assoluto, dedizione totale, empatia e amore incondizionato, ma anche a volte manipolatrici, trasmettitrici di sensi di colpa e di aspirazioni frustrate. (Roberto Saviano)
  • Le madri sono l'antidoto più forte al dilagare dell'individualismo egoistico. (Papa Francesco)
  • Legge del capitano Penny: Si può fregare tutti per un certo periodo, o qualcuno per sempre, ma non si può fregare la mamma. (Legge di Murphy)
  • Lieta a lui la madre! misera la madre sua.[1] (proverbio serbo)
  • Madre è l'altro nome di Dio sulle labbra e sui cuori di tutti i nostri figli. (Il corvo - The Crow)
  • Mette alla prova la forza di volontà, accende l'istinto, è un corso di autostima che dura nove mesi. A me ha dato una grande fiducia in me stessa. (Cindy Crawford)
  • Mi piacquero leggiadre bocche, ma non ho pianto
    mai, mai per altro pianto che il pianto di mia Madre. (Guido Gozzano)
  • Nessuno stato è così simile alla pazzia da un lato, e al divino dall'altro quanto l'essere incinta. La madre è raddoppiata, poi divisa a metà e mai più sarà intera. (Erica Jong)
  • Non esiste conforto per una madre che soffre. La maternità non conosce limiti e ragionamenti. La madre è sublime perché è tutta istinto. L'istinto materno è divinamente animale. La madre non è donna, ma femmina. (Victor Hugo)
  • Non esiste figlio senza la madre. I bambini hanno bisogno della madre. La madre tanto amata da Pasolini. Il matrimonio si chiama così perché il punto centrale è la madre. (Vittorio Sgarbi)
  • Non sempre il tempo la beltà cancella | O la sfioran le lacrime e gli affanni; | Mia madre ha sessant'anni, | E più la guardo e più mi sembra bella. (Edmondo De Amicis)
  • – Oh, chi se ne importa di Freud. Ho studiato psicologia al college, so tutto sulla sua vita. Era un uomo spregevole.
    – E come mai dice questo?
    – Be', ci rifletta. Freud visse alla fine dell'Ottocento e all'epoca non esistevano gli elettrodomestici. La madre, poverina, era costretta a fare tutto a mano, sa? Lavori domestici massacranti dall'alba al tramonto. Per non parlare degli innumerevoli sacrifici che avrà affrontato in nome della sua famiglia. E come l'ha ripagata? Una volta adulto è diventato famoso con la sua teoria che i problemi degli adulti sono riconducibili a qualcosa di orribile commesso dalla madre. Ah, dev'essersi sentita tradita. Sapeva quanto lei lavorasse e cosa avesse fatto per lui. Si è mai preso il disturbo, una volta tanto, di dirle grazie? Ne dubito. (Desperate Housewives)
  • Per mia madre sarei disposto a uccidere, a smetterla con il calcio. Mia madre è il mio amore più grande. (Diego Armando Maradona)
  • Povere Madri che vivete nascoste e consumate nel segreto del vostro cuore ansie e dolori da nessuno compresi!... (Francesco Olgiati)
  • Può esistere una religione senza la maternità? (Fulton J. Sheen)
  • Purtroppo la mamma generica commette lo stesso madornale errore della Chiesa in fatto di sesso: lo rinnega, lo plasma, lo stigmatizza. (Aldo Busi)
  • Quanto è doloroso pensare all'indifferenza colla quale nel passato si sono accolte molte delicatezze del cuore materno!... La madre è un bene troppo grande ed è necessaria talvolta la lontananza, per apprezzarne tutta la grandezza... (Francesco Olgiati)
  • Regola morale inconscia è avere una stagione per gli amori, una per la maternità – mai rifiutata – e quindi il senso solenne della maternità, come si trova in tutti gli animali. (Anna Maria Ortese)
  • Se un uomo potesse nell'età della ragione rammentare l'ardore di un sol bacio materno, non potrebbe avere il coraggio di commettere la più piccola ingiustizia verso chi lo ha baciato in quel modo. (Paolo Mantegazza)
  • Se una madre fosse solo una madre: ma quale donna si contenta di quello che è il suo vero ufficio? (Elias Canetti)
  • Senza un preliminare riconoscimento dell'altro, la maternità non esiste. La procreazione è un atto relazionale, un processo lungo e complesso che implica l'esistenza di un dialogo, seppur silenzioso, tra il futuro bambino e la madre all'interno del corpo materno. Se il riconoscimento non avviene, questo dialogo silenzioso non comincia, ed è difficile pensare che un dialogo mai nato possa instaurarsi in seguito. Ciò che, invece, è certo è che non si può imporre a una donna di portare avanti una gravidanza con la scusa che «avrebbe dovuto pensarci prima». (Michela Marzano)
  • Si dice che una ragazza con una bambola è una piccola mammina. È forse anche vero che la maggior parte della madri sono ancora bambine con giocattoli. (Francis Herbert Bradley)
  • So che il padre t'è caro: amassi tanto | la madre tu! (Vittorio Alfieri)
  • Trovo molto più delicato dire ancora adesso che gioco a carte e bevo vino | per la gente del porto sono Gesù Bambino[2] perché mi sembra più adatto a una canzone dedicata a un tema importante come la maternità. Non desiderata ma comunque vissuta con dolcezza, un tema nobile: questa giovane donna, lui che nasce e gli viene dato quello strano nome, tutto riconduce a un'atmosfera quasi sacra. (Francesco De Gregori)
  • Tutte le figlie femmine diventano come la loro madre. Questa è la tragedia delle donne. Nessun maschio lo diventa: e questa è la tragedia degli uomini. (Oscar Wilde)
  • Una madre dovrebbe ben sapere quando l'uomo del destino, l'uomo di sua figlia sta per entrare in casa sua. (Luciana Peverelli)
  • Una madre è contenta di essere niente altro che una madre; ma dove troveresti un'altra persona che è soddisfatta con questo solo ruolo? (Elias Canetti)
  • Una madre fa tutto per il figlio, ma non deve fare anche il figlio e la parte del figlio. (Aldo Busi)
  • Una madre non può che nuocere ai suoi figli se fa di loro l'unico scopo della sua vita. (William Somerset Maugham)
  • Vedi, la gioia che prova una madre quando coglie il primo sorriso del suo bambino dev'essere proprio la stessa che prova Iddio ogni volta che, su dal cielo, vede un peccatore che gli rivolge una preghiera con tutto il suo cuore. (Fëdor Dostoevskij, L'idiota)

Proverbi italiani[modifica]

  • Aver cura dei putti, non è da tutti.
  • Chi dice mamma, non s'inganna.
  • Chi è buona madre, è anche buona moglie.
  • Chi fa più di mamma, certo m'inganna.
  • Chi ha la mamma non pianga.
  • Chi non crede alla madre, crederà alla matrigna.
  • Della madre il cammin, segue la figlia.
  • Dove sono i pulcini, è l'occhio della chioccia.
  • In grembo alla madre diventano grandi i figlioli.
  • L'esempio del padre il figlio piglia, e simile alla madre è anche la figlia.
  • La buona madre non dice: "volete?", ma dà.
  • La madre del peggio è sempre incinta.
  • La madre misera fa la figlia valente.
  • La madre pietosa, fa la figlia tignosa.
  • La mamma dei cretini è sempre incinta.
  • La mamma e non più.
  • La pianta che fa molti frutti, non li matura tutti.
  • La vecchia madre in casa è una siepe intorno ad essa.
  • Madre vuol dir martire.
  • Mamma, mamma, chi l'ha la chiama, e chi non l'ha la brama.
  • Ognun dà pane, ma non come mamma.
  • Pensa a tua madre: è la miglior distrazione contro i cattivi pensieri.
  • Qual la madre, tal la figlia.
  • Quando la madre non è in casa, la figlia si affaccia alla finestra.
  • Quando la madre piange, le lacrime son sincere.
  • Quando un fanciullo è ammalato, la miglior medicina è la mano della madre.
  • Se la madre non è casta, non lo saranno le figliole.
  • Sempre, sempre, mamma mia, ricca o povera che sia.
  • Tre cose poco valgono: un mulino che non va, un forno che non scalda, e una madre che non sta in casa.
  • Vede più una buona madre con un occhio, che il padre con dieci.

Calabresi[modifica]

  • Megghiu to mamma mi ti ciangi ca u suli i marzu mi ti tingi.[3]

Napoletani[modifica]

  • Ògne scarrafóne è bbèllo 'a màmma sóia.[4]

Note[modifica]

  1. Egli e la madre sono uno ; la madre, lontana o morta , in esso vive, gioisce o piange in esso: come il sangue materno nelle vene di lui, così ricorre ne, suoi pensieri l'amore materno.
  2. «Ancora adesso che bestemmio e bevo vino | per i ladri e le puttane sono Gesù Bambino'»' è la strofa di 4 marzo 1943 che fu censurata in occasione della partecipazione al Festival di Sanremo di Lucio Dalla.
  3. «Meglio che tua madre ti pianga che il sole di marzo ti tinga.»
  4. «Ogni scarafaggio è bello per la propria madre.»

Bibliografia[modifica]

  • Annarosa Selene, Dizionario dei proverbi, Pan libri, 2004. ISBN 8872171903

Voci correlate[modifica]

Altri progetti[modifica]