Discussione:Anonimo

Da Wikiquote, aforismi e citazioni in libertà.


"La differenza tra democrazia e democrazia popolare è la stessa che passa tra camicia e camicia di forza. ", pare sia di Ronald Reagan--213.156.52.112 16:35, 26 Apr 2006 (UTC)


Mi permetto di levare le due barzellette sulle lampadine sotto gli anonimi americani. Sono appunto barzellette, non aforismi...

Scusate, quella citazione su Marx e Dio è di Woody Allen!!!

Grazie per la segnalazione: la sposto. Puoi correggere gli errori e integrare le mancanze personalmente. :-) Nemo 17:34, 30 giu 2007 (CEST)
In effetti c'era già: conosci anche una fonte, o almeno l'occasione in cui è stata pronunciata? Nemo 17:35, 30 giu 2007 (CEST)

Aforisma[modifica]

Chi segue gli altri non arriva mai primo somiglia alla celebre frase di Borromini "chi altri copia non gli va mai innanzi" pare contenuta in atti procfessuali d'archivio presso l'archivio di stato di Roma "Un intellettuale è un individuo educato al di là dei limiti del senso comune" è una citazione presente in un'opera del celebre scrittore Underground Charles Bukowski. (Fonti: "Azzeccare i cavalli vincenti")

I limiti del mio linguaggio...[modifica]

"I limiti del mio linguaggio sono i limiti del mio mondo." Dovrebbe appartenere al filosofo Ludwig Wittgenstein =) come riportato sul testo di filosofia "Protagonisti e Testi della Filosofia" Tomo D 1 edito da Paravia di Nicola Abbagnano e Giovanni Fornero (Nuova edizione a cura di Giovanni Fornero). A pagina 335. (Tuttavia, non è segnata come altre frasi come tratta da una sua opera, ma sembra una citazione "diretta dell'autore", spero di esser stato utile =) )

Certo, molto utile, grazie mille! Ci tengo però a sottolineare 2 cose:
  • i messaggi vanno firmati e inseriti in fondo alla pagina;
  • bastava per scrupolo cercare direttamente la citazione nella voce Ludwig Wittgenstein, dove avresti scoperto che è tratta dal Tractatus logico-philosophicus. È a questo che serve Wikiquote. :)
Rinnovo i miei ringraziamenti. --DOPPIA•DI 23:48, 30 giu 2009 (CEST)

Antonio De Curtis[modifica]

Nella sezione Anonimi generici v'è scritto: "Se fossi, se avessi e se potessi, erano tre fessi che giravan per il mondo. (Antonio De Curtis)". C'è scritto l'autore della frase: perché, allora, è in questa pagina? --Cleon 1 (scrivimi) 01:06, 31 gen 2010 (CET)

Questa voce è piuttosto caotica. O chi l'ha inserita intendeva dire che Antonio De Curtis è una fonte secondaria (che riferiva una frase popolare) oppure qualcuno in seguito l'ha attribuita a lui senza spostarla nella sua voce. --Nemo 12:33, 24 lug 2010 (CEST)


Sezione Anonimi Napoletani[modifica]

Perche' tale sezione non e' all'interno della sezione Anonimi italiani ? Non mi permetto di spostarla ma propongo l'idea. Alessandro.maggi (scrivimi) 17:10, 26 ago 2010 (CEST)

✔ Fatto Hai ragione. potevi farlo tranquillamente tu... :-) --Quaro75 (scrivimi) 17:14, 26 ago 2010 (CEST)

Frase[modifica]

sapete mica di chi è questa frase: la Scienza e l'Universo sono in lotta/guerra: gli scienziati ogni giorno inventano/creano cose più complicate e idiote e l'Universo ogni giorno crea idioti. In questo momento sta vincendo l'Universo. --79.30.213.147 23:29, 23 ott 2010 (CEST)

Senza fonte[modifica]

Anonimi generici[modifica]

  • Il futuro appartiene a coloro che credono nella bellezza dei loro sogni
  • Ogni buco è un pertugio ed ogni pertugio va chiuso
  • La vita è una vacanza e noi turisti, quindi, godiamoci questa vacanza (ma senza esagerare!).
  • Il lavoro è prezioso. Non essere egoista! Lascialo agli altri!
  • La felicità della donna arriva insieme a quella del suo uomo.
  • La gioia più grande per i figli è vedere che papà vuole bene a mamma.
  • Se lo sport è salute, viva la tubercolosi.
  • La religione è un'opera d'arte e come tutte le opere d'arte è stata esposta, molti l'hanno criticata, molti l'hanno adorata, ma come tutte le opere è destinata ad andare perduta.
  • Un quadrato iscritto in un circolo paga la quota di iscrizione?
  • L'oca è l'animale ritenuto simbolo della stupidità, a causa delle sciocchezze che gli uomini hanno scritto con le sue penne.
  • Si può facilmente stabilire la differenza che intercorre fra un angelo e un essere umano: la peculiarità dell'angelo risiede al suo interno e quella dell'essere umano al suo esterno.
  • In Riso Veritas: non bisogna mai dimenticare la potenza di una risata.
  • Il futuro non si può definire come ciò che è stato.
  • Un intellettuale è un individuo educato al di là dei limiti del senso comune.
  • Un liberale è un conservatore che è stato arrestato.
  • Vivere nel passato ha una cosa a suo favore, è sicuramente conveniente.
  • La logica è l'arte di sbagliare con presunzione.
  • Per l'agricoltura russa quattro sono i principali problemi: primavera, estate, autunno, inverno.
  • Tali sono i principi in cui credo e se tu non li condividi, ne ho molti altri.
  • Mentre Tolstoj era ancora in vita nessun uomo si sentiva orfano.
  • A provocare un sorriso è quasi sempre un altro sorriso.
  • L'unico motivo per il quale molte persone vogliono occuparsi del loro funerale è che vogliono essere certi di essere morti.
  • Dipingere è il suo proprio linguaggio, e quando si tenta di interpretarlo, il tentativo risulta una traduzione inferiore.
  • Sono un uomo anziano, ma sono profondamente ottimista riguardo a nessuna cosa.
  • Un liberale è un uomo con una moglie e due figli.
  • Odio l'umanità; mi sento come uno dei migliori, pur sapendo quanto sono negativo.
  • Non esiste notte tanto lunga, da impedire al sole di risorgere.
  • Capricci si chiamano i vizi dei grandi.
  • Quando l'acqua ci arriva alla gola, è sciocco chiedersi se è potabile.
  • L'adulazione è l'arte di dire a una persona quello che pensa di se stessa.
  • Gli affari sono come l'andare in bicicletta: o continui a muoverti o cadi per terra.
  • È accertato che bere alcolici significa una morte lenta. E chi ha fretta.
  • Amicizia è ascoltare gli altri come vorresti che gli altri ascoltassero te.
  • Le zebre, quando attraversano la strada, camminano sui pedoni?
  • Il maiale è un animale del buon Dio come tutti gli altri, al quale si fa l'atroce torto di paragonarlo a certi uomini.
  • Non molestare la sventura finché questa non molesti te.
  • L'ansia è come una sedia a dondolo: sei sempre in movimento, ma non avanzi di un passo.
  • All'epoca nostra i mascalzoni hanno l'apparenza così onesta che i galantuomini, per distinguersi, debbono assumere l'aspetto di canaglie.
  • Un tempo per diventare un'attrice ci voleva molta buona stoffa; oggigiorno ne basta pochissima.
  • Non dimostrarti insostituibile; se non puoi essere sostituito, non sarai promosso.
  • Non esiste un modo corretto di fare un'azione scorretta.
  • Non tutti i buchi sono fatti per essere riempiti.
  • Nel formulare il primo calendario si doveva ben considerare che, con l'andar del tempo, questo ci avrebbe portato ad avere i lunedì.
  • Il capo è uno come tutti gli altri, solo che non lo sa.
  • Prima di consigliare "Sii te stesso" a chicchessia, riesamina il suo carattere.
  • Il più grande ostacolo per il successo è il carattere.
  • Troppo caldo per andare in chiesa? E per andare all'inferno?
  • Un comitato è un gruppo di svogliati, scelto fra gli incapaci, che si riunisce per fare cose inutili.
  • I risultati sono quello che ti aspetti e le conseguenze sono quello che ottieni.
  • I suggerimenti che dai agli altri nella speranza che ti tornino utili.
  • Un consulente è uno che ti chiede in prestito l'orologio, ti dice che ora è e poi ti manda la parcella.
  • La conversazione tra Adamo ed Eva era difficile, perché non avevano nessuno di cui sparlare.
  • Caratteristica dell'uomo, solubile nell'alcol.
  • Una cattiva coscienza è quella che compie il proprio dovere.
  • Comprare a credito vuol dire pagare due volte.
  • Peggio di una donna che sa cucinare e non cucina è quella che non sa cucinare, ma cucina lo stesso.
  • Il delitto è soprattutto una questione geografica. Per ciò che è permesso nel Pacifico meridionale un europeo può finire in galera.
  • Il denaro non garantisce la felicità, costituisce però un ottimo punto di partenza.
  • Il secondo giorno d'una dieta non è mai né traumatizzante né noioso, perché non la si segue più.
  • Il diplomatico ha il compito di evitare conflitti che non esisterebbero se non ci fossero i diplomatici.
  • Non far nulla spesso è una buona cosa, ma non dir nulla è sempre una cosa intelligente.
  • Un buon disegno vale più di un lungo discorso.
  • Quando un uomo intende divorziare dalla propria moglie la colpa è in genere di tutti e tre.
  • Il ponte fra la disperazione e la speranza è una buona dormita.
  • Una donna che vuole scendere al livello di un uomo manca di ambizione.
  • La migliore prevenzione contro un'epidemia è mantenersi perfettamente in salute.
  • Ogni epoca ha gli eroi che si merita.
  • Se non ci si ferma a riflettere sui propri errori non si apprende nulla.
  • La mezza età è l'epoca in cui faremmo qualsiasi cosa pur di sentirci meglio, tranne che rinunciare a quello che ci fa male.
  • Evitate di trattare con il sergente se potete parlare con il generale.
  • La fede è una scala appoggiata a una parete invisibile.
  • Poiché nessuno sa di chi son figli Qui, Quo, Qua, probabilmente non avevano la mamma papera, ma maiala.
  • Una sola via conduce ai polmoni e questa va asfaltata.
  • Attenzione: se fumate a letto la cenere che cadrà potreste essere voi.
  • La donna che è tanto furba da chiedere consigli a un uomo non è mai tanto sciocca da seguirli.
  • L'umiltà nel copiare è la dote dei geni.
  • Non è sufficiente avere buone idee, bisogna saperle confezionare.
  • Le idee migliori sono quelle rubate agli altri.
  • L'ignoranza non è mai troppa.
  • Vivi in modo da poter guardare in faccia chiunque e da poterlo poi mandare all'inferno.
  • Non raccontare proprio tutto non è la stessa cosa che ingannare.
  • Quello che l'inglese chiama amore basta appena per conservare la specie.
  • Gli inglesi si stringono la mano solo in circostanze tragiche, come funerali o matrimoni.
  • Nessuno è mai andato fallito per avere sottovalutato l'intelligenza del popolo americano.
  • Un anno fa il nostro paese era sull'orlo dell'abisso. Per fortuna, da allora abbiamo fatto un decisivo passo avanti.
  • Essendo il lavoro la cosa più bella del mondo, bisogna lasciarne sempre un po' per domani.
  • La mamma: se la conosci non ti uccide.
  • Un marito che afferma di essere il padrone della casa, mente anche in altre circostanze.
  • Il marito ideale esiste solo negli annunci matrimoniali.
  • Il matrimonio è il prezzo che gli uomini pagano per il sesso; il sesso è il prezzo che le donne pagano per il matrimonio.
  • Il matrimonio è la Divina Commedia alla rovescia: prima il paradiso, poi il purgatorio, poi l'inferno.
  • Il matrimonio è un romanzo in cui l'eroe muore nel primo capitolo.
  • I buchi neri sono dove Dio ha diviso per 0.
  • Dimenticare non vuol dire non ricordare, ma ricordare senza soffrire.
  • Non dire mai tutto ciò che pensi, ma pensa sempre a tutto ciò che dici.
  • L'amicizia è guardarsi e capirsi al volo, diventare complici per una sciocchezza e fratelli nelle cose serie. Più bella di un amore perché priva di gelosia e senza competizione, quando è vera. Qualcosa per cui lottare, dare tutto, sacrificarsi!
  • Non esistono stranieri, solo amici che non si sono mai incontrati.
  • L'amico è colui che riesce a capirti solo ascoltando la voce dei tuoi silenzi.
  • Per una volta sarebbe meglio essere ignoranti che leggere negli occhi di chi ti tradisce.
  • Nun c'ho soldi manco pe' cambià idea.
  • Un amico una volta mi ha chiesto:"Dov'è la libertà?" e io non sapevo cosa rispondergli ma alla fine ho trovato la risposta e gli ho detto:"Dappertutto"
  • L'arte, ricordalo, è sempre una grande afflizione...
  • Qual è la differenza tra un matematico, un fisico ed un informatico? Davanti ad un problema il matematico cerca di ricondurlo ad una formula matematica, il fisico cerca di risalire al fenomeno fisico che lo ha prodotto, l'informatico spegne e riaccende.
  • Ma se nella vita contano solo i fatti, allora più siamo fatti e più contiamo?
  • Quando gli italiani non sanno che cosa dirsi, se lo dicono al telefono cellulare.
  • Io non so se tutti i farabutti sono anche moralisti, ma di una cosa sono certo: che tutti i moralisti che ho conosciuto erano dei farabutti.
  • Al mondo ci sono solo 10 tipi di persone: chi comprende il sistema binario e chi no.
  • Se son fiori fioriranno, ma se son cachi?
  • Se fossi, se avessi e se potessi, erano tre fessi che giravan per il mondo. (Antonio De Curtis)
  • Se semini melanzane non raccoglierai zucchine.
  • La metà di quello che mangiamo serve a far mangiare il medico.
  • L'animale più cornuto è il topo: ha la moglie zoccola.
  • Non è bello ciò che è bellico, è bello ciò che è pace.
  • Se l'espressione è arte, personalmente mi reputo un imbianchino.
  • Ama chi ti ama, non amare chi ti sfugge, ama il cuore che per te si distrugge. Non t'ama chi d'amor ti dice, ma t'ama chi ti guarda e tace.
  • Dopo le 3 del mattino, due sole categorie di persone sono al lavoro: le prostitute e i programmatori
  • Internet non è al passo con i tempi, ma con il futuro.
  • Scrivere un messaggio su Internet è come farsi un tatuaggio, solo un tatuaggio è più facile da cancellare.
  • Se volete che la funzione di un programma non venga scoperta dall'utente, descrivetela nella documentazione.
  • La madre degli stupidi è sempre incinta infatti io sono figlio unico.
  • Sono agnostico, ma credo un po' anche all'ateismo.
  • Sant'Agostino diceva: "La felicità è desiderare ciò che si ha!" Mia zia dice: "Dategli la mia pensione e vediamo!"
  • Stavano per fare un francobollo di Craxi, poi si sono fermati: la gente avrebbe sputato sul lato sbagliato.

Anonimi africani[modifica]

  • Quando Dendid creò tutte le cose, creò il sole, e il sole nasce, muore, e ritorna ogni giorno. Creò anche l'uomo, che nasce e muore, ma non ritorna.
  • Le bugie hanno sette modi per finire.
  • Un quarto di ciò che mangiamo serve per vivere. Gli altri tre quarti servono a far vivere i medici.

Anonimi arabi[modifica]

  • Il frutto della pace è appeso all'albero del silenzio.
  • La natura della pioggia è sempre la stessa, ma fa crescere gli spini nei pantani e i fiori nei giardini.
  • Onesto è colui che cambia il proprio pensiero per accordarlo alla verità. Disonesto è colui che cambia la verità per accordarla al proprio pensiero.

Anonimi cinesi[modifica]

  • Chi confessa la propria ignoranza la mostra una volta, chi non la confessa, la mostra infinite volte.
  • Ci vuole tutta una vita per capire che non è necessario capire tutto.
  • Il piacere delle piccole cattiverie ci risparmia più di una cattiva azione.
  • La porta meglio chiusa, è quella che si può lasciare aperta.
  • Mangiare è uno dei quattro scopi della vita. Quali siano gli altri tre, nessuno lo ha mai saputo.
  • Non tentare di insegnare a cantare ad un maiale: sprechi il tuo tempo e infastidisci il maiale.
  • Per quanto lunga sia la veste della tua vita, non supererà la statura della tua speranza.
  • Se litighi con un ubriaco, ricordati che offendi un assente.

Anonimi finlandesi[modifica]

  • Se un maiale lo porti in Germania e poi lo riporti a casa, un maiale rimane sempre un maiale.

Anonimi francesi[modifica]

  • Cattiveria è anche provare piacere dei dispiaceri degli amici dei nostri nemici.
  • I grandi si sentono grandi solo perché noi siamo in ginocchio: alziamoci.
  • Trova un amico e troverai un tesoro, dice il proverbio. E son parole d'oro, ma io credo sia meglio dire: "Trova un tesoro e troverai un'amica".

Anonimi giapponesi[modifica]

  • Com'è soave l'amore quand'è sincero da entrambe le parti, è un airone bianco sulla neve, l'occhio non lo separa.
  • Senza fine le onde del mare di Ago salgono e scendono la riva rocciosa. Senza fine il mio amore.
  • Sull'acqua che scorre è vano scrivere, ma quanto più vano a colui che non m'ama, è offrire il mio amore inquieto. (VIII sec.)

Anonimi greci[modifica]

  • Chi smette di essere amico, non lo è stato mai.
  • L'arte del ceramista è nella ciotola.
  • Il cuore che ama è sempre giovane.
  • La bellezza è potente, il denaro onnipotente.
  • Non si può ragionare con la pancia vuota; non ha orecchie.
  • Una barba vuol dire pidocchi, non cervello.
  • I capelli grigi sono segno di vecchiaia e non di saggezza.
  • Inutile dire che l'Uomo teme l'incerto, se la sua più grande paura è la sua sola certezza.

Anonimi indiani[modifica]

  • Come la cresta di un pavone così è la matematica al punto massimo di tutta la conoscenza.
  • Salute, mente sveglia, buona condotta, zelo, diletto nei libri sono per lo studente i cinque mezzi interni per il successo. Maestro, libro, dimora, condiscepoli, orecchi sono invece i cinque mezzi esterni per progredire nello studio.
  • Colui cui manca l'intelligenza, che farà dei libri? A che serve lo specchio a chi è privo d'occhi?
  • Dove non c'è tigre, anche la lepre spadroneggia.
  • La vita è come un ponte: attraversala pure, ma non pensare di costruirci sopra la tua casa.
  • Il corpo del povero cadrebbe in pezzi se non fosse legato dal filo dei sogni.
  • Un tempo un Re chiese a un saggio come costruire sculture degli dei. Il saggio disse: chi non conosce le regole della pittura non potrà mai capire le regole della scultura. Chi non conosce i principi della musica strumentale non potrà mai capire i principi della danza. Chi non capisce l'arte della musica vocale non potrà mai capire i principi della musica strumentale.

Anonimi inglesi[modifica]

  • Il combattente che fugge, può sopravvivere per combattere un'altra volta.
  • Se un uomo ha una grande idea di se stesso, si può esser certi che è l'unica grande idea che ha avuto in vita sua.

Anonimi italiani[modifica]

  • La guerra non è bella. È bellum.
  • L'albero della vittoria ha le sue radici nella sconfitta.
  • Gli dèi sposano la causa del vincitore, ma le ragazze preferiscono gli sconfitti...
  • A volte per sentirsi vivi si è disposti a rischiare di morire.
  • È meglio morire per un ideale che vivere per sé stessi.
  • Lo stolto cerca la felicità lontano. Il saggio la fa crescere sotto i propri piedi. (J.R.Oppenheimer)
  • La politica è l'arte del fare promesse.
  • Tutti eroi! O il Piave o tutti accoppati! (Scritta sul muro di una casa vicina al fronte)
  • Il mio cuore è come un motore. Tu sei la mia benzina.
  • L'amore è come la guerra: semplice da iniziare ma difficile da finire.
  • Meglio un giorno da leone che cento da pecora. (B. Mussolini)

Anonimi napoletani[modifica]

  • A lavà a capa o ciuccio se perde l'acqua, o tiempo e o sapone.
A lavare la testa all'asino si perde l'acqua, il tempo ed il sapone.
  • Si nun sì scarparo, nun sfottere e semmenzelle.
Se non sei calzolaio non dare fastidio ai chiodini. (semmenzelle sono i chiodini con cui si fissano le suole delle scarpe)
Non tentare di fare quello che non sai fare.
  • L'auciello grifone tene o pizzo buono e e' scelle rotte.
L'uccello grifone ha il becco buono e le ali rotte.
Il profittatore mangia e non lavora.
  • Nu pernacchio vale chiù e na cannunata.
Un pernacchio vale più di una cannonata contro l'arroganza. (pernacchio usato al maschile ha significato diverso da pernacchia, che in napoletano significa donna dai costumi licenziosi)
  • O' sang se mazzeca e nun si sputa.
Il sangue si trattiene in bocca e non si sputa.
Non si deve parlare male di parenti.
  • Lo stipendio è un diritto, mentre il lavoro si paga a parte.

Anonimi persiani[modifica]

Anonimi russi[modifica]

  • Il capitalismo è un'ingiusta ripartizione della ricchezza. Il comunismo è una giusta distribuzione della miseria.
  • Il vino fermenta, la stupidità mai.
  • Ogni paese ha la sua costituzione; la nostra è l'assolutismo temperato dall'assassinio.

Anonimi spagnoli[modifica]

  • Non c'è nulla di buono che possa dare la droga e che non dia la vita.
  • Il diavolo ne sa di più perché è vecchio, non perché è il diavolo. (Más sabe el diablo por viejo, que por diablo.)

Anonimi statunitensi[modifica]

  • I giovani cercano l'impossibile e, generazione dopo generazione, lo conseguono.
  • Il piacere può fondarsi sull'illusione, ma la felicità riposa sulla verità.
  • L'oscenità è tutto quello che dà un'erezione ad un giudice.
  • Se le auto funzionassero come i software, si bloccherebbero due volte al giorno senza motivo e l'unica soluzione sarebbe reinstallare il motore. [anonimo dirigente General Motors in risposta a Bill Gates]

Anonimi tedeschi[modifica]

  • I francesi e le donne possono vivere senza pane, ma non senza parole.

Anonimi turchi[modifica]

  • Per amore della rosa, si sopportano le spine.