Gusto

Da Wikiquote, aforismi e citazioni in libertà.

Citazioni sul gusto.

  • I gusti sono la moneta spicciola dell'amore. (Alphonse Karr)
  • Il giudizio di gusto determina il suo oggetto, per ciò che riguarda il piacere (in quanto bellezza), pretendendo il consenso d'ognuno, come se il piacere fosse oggettivo. Dire che questo fiore è bello vai quanto esprimere la propria pretesa al piacere di ognuno. Il piacevole del suo odore non ha simili pretese. Ad uno piace, ad un altro dà alla testa. E che cosa si potrebbe presumere da ciò se non che la bellezza dovrebbe essere considerata come una proprietà dell'oggetto stesso, non regolata dalla diversità degli individui e dei loro organismi, ma su cui invece questi dovrebbero regolarsi, volendone giudicare? E nondimeno non è così. Perché il giudizio di gusto consiste proprio nel chiamar bella una cosa soltanto per la sua proprietà di accordarsi col nostro modo di percepirla. (Immanuel Kant)
  • Il gusto è il genio del critico. (Francesco De Sanctis)
  • Il gusto è, per così dire, il microscopio del discernimento. (Jean-Jacques Rousseau)
  • Pieretto diceva che la vecchia pretesa di trovare intatta la donna era un residuo dello stesso gusto – la sciocca mania di arrivare primo. Diceva che il gusto dell'intatto e del selvaggio era il gusto di spargere il sangue. Si fa all'amore per ferire, per spargere sangue. Il borghese che si sposa e pretende una vergine, vuole cavarsi anche lui questa voglia. (Cesare Pavese)
  • Sono nato per non trovare nessun uomo con i miei gusti. (João Guimarães Rosa)
  • Una critica d'intonazione negativa circa le tragedie corneliane non è più da fare, perché si trova già in molti libri; e, d'altronde, se c'è un poeta estraneo al gusto e all'interessamento odierni (per lo meno fuori di Francia), questi è Corneille, e i più degli amatori di poesia e d'arte confessano senza ritegno di non reggere alla lettura di quelle tragedie, e che esse «non dicono loro niente». (Benedetto Croce)

Proverbi[modifica]

Italiani[modifica]

  • A bocca ammalata anche il miele è amaro.
  • A gusto guasto non è buono alcun pasto.
  • Allo svogliato il miele pare amaro.
  • Bisogna mangiare secondo il proprio gusto, e vestire secondo il gusto altrui .
  • Chi ha avuto il gusto, prenda il disgusto.
  • Ciascuno fabbrica il suo nido come gli sembra meglio.
  • Deve ancor nascere quel cuoco, che possa contentare tutti i gusti.
  • Dolce è per me ciò che a te sembra amaro, tu non puoi inghiottirlo ed io l'ho caro.
  • Il costo fa perdere il gusto.
  • Non si può piacere a tutti.
  • Non tutti i gusti sono alla menta.
  • Ogni sette anni si cambia gusto.
  • Ognuno ha i suoi gusti.
  • Quello che a uno piace, all'altro mette nausea.
  • Tutti i gusti sono gusti.
  • Un sol gusto non determina sapore.
  • Vari sono degli uomini i cervelli: a chi piace la torta, a chi i tortelli.
variante: Vari son degli uomini i capricci: a chi piace la torta, a chi i pasticci.

Latini[modifica]

  • De gustibus non disputandum est
Sui gusti non si discute.

Toscani[modifica]

  • A gusto guasto, non è buono alcun pasto.
  • Dei gusti non se ne disputa.
  • Gusto guasto è come vin da fiasco.
  • Gusto pazzo, amor guasto.

Bibliografia[modifica]

  • Annarosa Selene, Dizionario dei proverbi, Pan libri, 2004. ISBN 8872171903

Altri progetti[modifica]