Il sospetto (film 1941)

Da Wikiquote, aforismi e citazioni in libertà.
Jump to navigation Jump to search

Il sospetto

Immagine Joan Fontaine in Suspicion trailer.JPG.
Titolo originale

Suspicion

Lingua originale inglese
Paese Stati Uniti d'America
Anno 1941
Genere thriller
Regia Alfred Hitchcock
Soggetto Anthony Berkeley Cox (romanzo)
Sceneggiatura Joan Harrison, Samson Raphaelson, Alma Reville
Produttore Alfred Hitchcock, Harry E. Edington
Interpreti e personaggi
Doppiatori italiani
Note

Il sospetto, film statunitense del 1941 con Cary Grant e Joan Fontaine, regia di Alfred Hitchcock.

Frasi[modifica]

  • Non si può dire che sia bella, lei. Ha piuttosto l'aria di una scimmietta che si specchia. Come la chiamano in famiglia, "musetto di scimmia"? (Johnnie) [a Lina]

Dialoghi[modifica]

  • Johnnie: Se si deve uccidere qualcuno bisogna farlo con semplicità. Ho ragione, dottor Sedbusk?
    Sedbusk: Sì, certo. Finché con semplicità non si è presi...

Citazioni su Il sospetto[modifica]

  • Investigazione interiore, thriller psicologico. Famosa la scena del bicchiere di latte. Epilogo insoddisfacente (anche per Hitchcock) diverso da quello del romanzo. (il Morandini)
  • Nel romanzo Before the Fact di A.B. Cox, Lina si lasciava uccidere per amore, ma Hitchcock, in parte condizionato dalla produzione, ha scelto un'ambiguità ben più sottile, che lascia salva la sessuofobia di fondo (l'equazione tra matrimonio e pericolo, che fu di Rebecca e sarà di Marnie). (Il Mereghetti)

Altri progetti[modifica]