Marco Minghetti

Da Wikiquote, aforismi e citazioni in libertà.
Marco Minghetti

Marco Minghetti (1818 – 1886), politico italiano.

Citazioni di Marco Minghetti[modifica]

  • La logica non trionfa sempre nel mondo, e rare volte nelle assemblee legislative.[1]
  • Non è assurdo che noi, che dovunque, [...] in Francia o in Inghilterra, formeremmo il centro-sinistra o addirittura la sinistra, siamo qui l'estrema destra, come se fossimo dei reazionari?[2]

I partiti politici e la ingerenza loro nella giustizia e nell'amministrazione[modifica]

  • Quel sommo ingegno di Aristotile aveva scorto innanzi ad ogni altro come le forme di governo, per sé buone, potessero facilmente degenerare. Così il principato degenerava in tirannide, l’aristocrazia in oligarchia, la democrazia in demagogia. E noi, seguendo quella dottrina, dobbiamo guardare che il governo parlamentare, in sé buono, non degeneri in una ibrida forma, che di bontà non avrebbe che le apparenze. (cap. I, p. 2)
  • In un moto rapido di dissoluzione, abbiamo visto ai principii sostituirsi ambizioni, al partito i gruppi, e agl'interessi della nazione gl'interessi delle chiesuole. (cap. II, p. 20)
  • La frequenza delle crisi ministeriali è indizio d'una crisi ben più profonda ed estesa, la quale minaccia di paralisi, non soltanto l'azione del parlamento, ma la vita nazionale. Non è compromesso soltanto lo sviluppo politico, e già sarebbe molto; ma anche lo sviluppo morale ed economico del paese. (cap. II, p. 20)
  • [Parlando di clientelarismo e abusi dei "politicanti"] Se le cose dovessero continuare di questo passo, è evidente che il governo parlamentare perderebbe ogni prestigio, e verrebbe in uggia alle popolazioni, le quali più che di guarentige politiche, hanno bisogno di giustizia austera e di amministrazione imparziale. (cap. II, p. 179)
  • [Rivolto agli "avversari del governo costituzionale" che, incapaci "d'immaginare qualcosa di più perfetto, falliscono"] Pertanto io lascio costoro alla orgogliosa ed ignorante baldanza onde maledicendo a tutti, sè medesimi adorano. (cap. III, p. 185)

Citazioni su Marco Minghetti[modifica]

  • Andò Marco alla caccia e colle fisse | pupille un augellin prese di mira; | ma Laura [moglie del Minghetti] impietosita a Marco disse: | perché tiri all'uccel che a te non tira? (Giovanni Prati)

Note[modifica]

  1. Da un discorso alla Camera dei Deputati, 28 aprile 1878; citato in Claudio Magni, Marco Minghetti, uomo di stato, L. Roux, 1894
  2. Da una lettera ad un collega del 1880; citato in Ernesto Galli della Loggia, Intervista sulla destra, Laterza, 1994

Bibliografia[modifica]

  • Marco Minghetti, I partiti politici e l'ingerenza loro nella giustizia e nell'amministrazione, stampa di Nicola Zanichelli, Bologna, 1881

Altri progetti[modifica]