Psych (settima stagione)

Da Wikiquote, aforismi e citazioni in libertà.

1leftarrow blue.svgVoce principale: Psych.

Psych, settima stagione.

Episodio 1, Il trafficante d'armi[modifica]

  • Senti, lo so di averne combinate tante... cavolo, stò davvero facendo questo discorso? [sospira] Saltiamo questa parte, ok? Io... apprezzo quello che fai. Non sempre "come" lo fai ma, insomma... va bene lo stesso. E non credo che... che questo sia il momento giusto per andartene, hai capito? Tutto qui. (Shawn al capezzale del padre)
  • Woody: [portando un sacco per cadaveri nella stanza d'ospedale di Henry] Sono venuto appena ho saputo, mi dispiace tanto Shawn! Entrerà in questo?
    Shawn: Cosa stai-!? Oh, guarda! Lui... [indica i segnali vitali di Henry]
    Woody: Oh. Non è morto? Va bene, tornerò... [tocca il naso a Henry] stasera.
  • Jules: Shawn, so cosa provi.
    Shawn: No, non credo.
    Jules: Sei sconvolto, sei sotto shock, non dormi da trentasei ore. Occuparti di questo caso sarebbe la cosa più deleterea che potresti fare. Ti prego... almeno per stavolta restane fuori.
    Shawn: Hai ragione. Sono sconvolto. Gus viene a prendermi tra un ora cercherò di dormire un po'... tanto qui non posso fare niente.
    Jules: Bravo. [si abbracciano]
    [...]
    Shawn: Ci facciamo un paio di taco?
    Gus: E una centrifuga.
    Shawn: Ci stò. Però prima dobbiamo fare una cosa.
    Gus: Che cosa?
    Shawn: Prendere quel bastardo che ha sparato a mio padre.
  • Gus: Questa è una cosa grossa: hanno sparato a un poliziotto!
    Shawn: No. Non a un poliziotto, a mio padre.
  • Vick: Niente è più pericoloso di un investigatore emotivamente coinvolto. [...] E sarei un'incosciente a dirti di cercare Jerry Carp.
    Shawn: Certo, ha ragione capo.
    Vick: No. Non ho ragione. Potresti pensare che sono impazzita se ti dicessi che vista l'attuale situazione tu sei l'unico in grado di trovare quel maledetto bastardo.
    Shawn: Dove vuole arrivare capo?
    Vick: Voglio che tu "non" vada a cercare Jerry Carp. [pausa] Noi non abbiamo mai avuto questa discussione.
    Shawn: Ma... non è così. [si scambiano un occhiata] Oh, si che è così.
  • Woody: Vedrai, Shawn e Gus se la caveranno, ne sono sicuro.
    Jules: E allora perché hai due sacchi per cadaveri sotto il braccio?
    Woody: Quali sacchi? [li lascia cadere] Vedi forse dei sacchi tesoro?
  • Jules: Ora che Carp da la caccia anche a te ho paura che tu finisca come Mel Gibson in Arma letale.
    Shawn: No Jules, le similitudini tra me e il personaggio di Mel si limitano agli addominali e a un amico nero che borbotta tutto il tempo.
  • Meccanico: [guardando l'auto tranciata in due portatagli in officina] Hai preso un dosso, eh?
    Shawn: Già. Dannate macchine tedesche.
    Meccanico: Ma questa è giapponese.
    Shawn: Lo so, ma... il dosso è stato fatto ad Amburgo, veniva dalla Germania. Era come un piccolo Muro di Berlino.
  • Carp: Sai, pensavo tu fossi diverso da tuo padre; invece siete entrambi testardi, siete entrambi stupidi! E non vi fermate mai!
    Shawn: Mi fermerò, quando tu sarai in prigione o morto e non ho preferenze a questo punto, Jerry.
  • Sei la ragazza dei miei sogni [...] sparare a Jerry Carp è stata la cosa più romantica che chiunque abbia mai fatto per me. (Shawn a Jules)

Episodio 2, Incontri pericolosi[modifica]

  • Shawn: Il mio affitto è quasi scaduto.
    Jules: [emozionata] Si. Io... potrei... essere vagamente interessata a questo!
    Shawn: E io mi sono detto: "Shawn, è arrivato il momento di crescere".
    Jules: [emozionata] Ah!
    Shawn: Sai, come un uomo.
    Jules: Credo che questo sia davvero un ragionamento molto maturo signor Spencer!
    Shawn: Quindi sai cosa farò?
    [si avvicinano per baciarsi]
    Jules: No, che cosa farai?
    Shawn: Io, mi stò per trasferire da mio padre!
    [si baciano e Jules sbarra gli occhi scioccata]
    Jules: Ahem... Shawn...
    Shawn: Si, lo so, quante altre volte mio padre si dovrà riprendere dopo un colpo di arma da fuoco? Forse una, si... se avrò fortuna! [Jules lo fissa stranita] Che hai? Non sei d'accordo? E non mentirmi perché capisco quando lo fai!
    Jules: [sarcastica] Oooh, no... sono d'accordo!
  • Gus: Devo trovarmi una ragazza, tutte quelle che ho frequentato l'anno scorso erano killer o uscivano con killer.
    Shawn: Oh, allora che aspettiamo: andiamo su Internet! Il luogo dove tutti sanno che ci sono persone normali e sane di mente che cercano il vero amore.
  • Mike: Chi è quest'uomo?
    Shawn: Chi sono io? Chi sei tu! Sono il suo ragazzo e ora smettila di fissare i suoi occhi verdi!
    Jules: Ho gli occhi blu!
    Shawn: Che ne sai? Non puoi vederli!
  • Questo è il mio pranzo, me lo ha preparato la mia mamma. C'è scritto chiaramente "Paperotto" quindi non può essere rubato, perché può accadere! Anche in una centrale di polizia! (Shawn)
  • Shawn: Ti stai mettendo in competizione con le ragazze che sono uscite com Mr. Possibilità!
    Jules: Cosa ho che non va? Non sono abbastanza attraente?
    Shawn: Non lo so Jules, c'è in giro un killer. Quelle ragazze sono morte!
    Jules: Allora è così. Non sono abbastanza attraente. Bene. Mi istighi a odiarle tutte.
  • Quando ero piccolo avevo spesso un incubo nel quale arrivavano degli alieni e mi portavano via. Loro facevano degli esperimenti sulla mia mente. Dove sono finiti gli alieni? Vi prego portatemi via! (Shawn)

Episodio 3, Bigfoot[modifica]

  • Kate: [a Gus] Se Shawn ci aiuta a trovare la bestia con l'aiuto del suo dono e la filmiamo con la telecamera... noi potremmo vincere lo Students Academy Award!
    Shawn: Gus, lo Student Academy Award!
  • Shawn: Cosa c'è di più interessante di un documentario sulla caccia a Bigfoot?
    Gus: Tutto meno che un documentario sulle diete.
  • Gus: Se riusciamo a uscire vivi da qui io ti faccio a pezzi!
    Shawn: Allora perché dovrei cercare di salvarti?
  • Gus: Lassiter, Jules! Non sono mai stato più felice di vedervi [a Lassiter] su abbracciami, abbracciami!
    Lassiter: Piuttosto vado a fare shopping con McNab.
  • Fammi sparare al tuo fidanzato, ti prego! Solo per avere un po' di conforto! (Lassiter a Jules)
  • Shawn: Quel falco femmina mi ha fregato la telecamera!
    Kate: Come sai che è una femmina?
    Shawn: Perché mi girava intorno.
  • Madre Natura non è stata creata per noi. È stata creata per gli animali e... per chi va a Survivor. In realtà neanche per loro perché lo sanno tutti che dopo le riprese se ne vanno in albergo. (Shawn)
  • Io abito in questi boschi da più di dieci anni. La triste verità è che ho perso la fiducia nel genere umano. Sono stato un ranger per diversi anni quindi sapevo che potevo vivere nella natura... qui quando mi sveglio non devo aprire il giornale e deprimermi. ("Big" Ed)

Episodio 4, Trasferta in Messico[modifica]

  • Senti Jules, io direi di abolire l'"io" e il "tu". Ora siamo "noi", una cosa sola. Credo che dovremmo pensare a un unico nome, per tutti e due... Julion? Shawniet? O magari Shules se ti piacciono i nomi corti! (Shawn a Jules)
  • Henry: Dammi un motivo per cui non dovrei picchiarti?
    Lloyd: Mascella fragile e sorriso ammaliante.
  • Shawn: Perché non mi hai parlato prima dell'oscuro passato di Lloyd?
    Jules: Beh, ero imbarazzata per mia madre. Con gli uomini è un disastro, e non parlo solo di Lloyd e di mio padre: c'è stato Joe il contrabbandiere, Hal il borseggiatore alcolizzato e poi Steve che vendeva piscine bucate.
  • Gus: Gli uomini hanno bisogno dei loro spazi.
    Shawn: Gus, quanto sei stato con Rachel e Maximus, mezza giornata?
    Gus: Shawn, il tempo è relativo, è semantica.
  • Henry: Dì, sei impazzito?! Abbiamo sconfinato in Messico!
    Lloyd: Fosse per me il confine con il Messico non ci sarebbe più... insomma, questa è la grande America! La terra delle pari opportunità... lasciamo entrare tutti, non sei d'accordo?
  • Sarà anche fuori luogo ma io credo che un uomo debba essere sempre ben vestito ovunque si trovi! (Lloyd)
  • Sii ottimista [...] vedrai che succederà qualcosa. Va sempre così. (Lloyd)
  • Questi gemelli appartenevano a mio padre, un pover uomo che mi ha sempre insegnato a comportarmi in modo onesto. Peccato che non lo ascoltavo mai! (Pablo Nuñez)
  • Gus: [indicando la foto di un bambino] Che classe frequenta, la seconda?
    Cortez: No, lui non va a scuola, è troppo impegnato a cucire le tue scarpe. [Gus si fissa i piedi mortificato] Stò scherzando!
    Gus: Ah.
    Cortez: È un dottore.
    Gus: Oooh!
    Cortez: È un altro scherzo, te le bevi tutte, eh?
  • Shawn: Shawn Spencer, sensitivo. El sensitivo!
    Lamas: Non ho mai creduto en este cose, al contrario de vostro estereotipo de Mexicanos, noi non siamo degli idioti che se ne stanno en fenestra ad aspetare el chupadabra! [...] È dove gli uomini de Pablo sepeliscono i nemici. De solito la mattina presto.
    Cortez: Quando el chupacabra dorme.

Episodio 5, Psych 100[modifica]

  • Clizby: Siete in anticipo di circa mezz'ora.
    Gus: Abbiamo trovato traffico.
  • Billy Lips: In prigione ho imparato molte cose, come la perseveranza, la redenzione e che se l'androgino compagno di cella "Bramosia" dice che ti pugnala se non gli dai la tua torta alla panna non si tratta di uno scherzo. [...] Però quello che importa è che ho scoperto il potere della fede, ho trovato Dio e Jesù. Così li ho pregati di eliminare "Bramosia" con una santa vendetta. Non l'hanno fatto e ora sono ebreo. Ortodosso, con la kippah e tutto il resto.
    Harry: Sei fuori di testa.
    Billy Lips: Sul serio Harry, io sono ebreo quindi non fare delle battute stupide.
    Harry: Barbra Streisand!
    Billy Lips: No, amico, sul serio!
    Harry: Steven Spielberg!
    Billy Lips: Smettila!
    Harry: Benihana! Bojangles!
    Billy Lips: Finiscila!
    Harry: Ricardo Montalban!
  • Leslie: [parlando di Highway Harry] Quest'uomo è morto!
    Kahn: Non ne sono molto sorpreso, insomma: quest'uomo aveva una sola valvola cardiaca funzionante.
    Billy Lips: Ha ragione, Highway è stato dichiarato morto una decina di volte.
  • Shawn: Billy, per caso in giardino c'è una pantera?
    Billy Lips: Oh, si, Emma! È un amore quando dorme o quando non riesce a togliersi la catena, ma se è libera ti strappa la faccia!
  • Gus: Cavolo! Lo sapevo che avrebbero messo assieme i due neri. Di sicuro finiremo all'obitorio o in galera!
    Clizby: Perché devi pensare a questi vecchi stereotipi?
    Gus: Disse il maggiordomo nero!
    Clizby: Touchè, fratello.
  • Fa come me, confessa e va in prigione. In fondo non si stà tanto male. [bisbigliando] È una bugia: è un posto dove l'anima muore. (Billy Lips)
  • Grande Giove! (Martin Kahn)
  • Lassiter: Non so se avete presente il film Rombo di tuono dell'84, con Chuck Norris; ma io e la mia partner torchieremo ognuno di vuoi come fece il colonnello Braddock con i vietcong!
    Jules: Si, ma io non lo farò.
  • Shawn: L'assassino non è in questa stanza.
    Jules: Davvero?
    Shawn: Mi correggo, l'assassino è in questa stanza.
    Kahn: Insomma è in questa stanza o no? Si o no?
    Shawn: Si.
    Kahn: Si, l'assassino è in questa stanza, o si, l'assassino non è in questa stanza?

Episodio 6, Il circo[modifica]

  • Gus: Mi hai imbrogliato, siamo qui per un caso!
    Shawn: Definisci "un caso".
    Gus: È incredibile!
    Shawn: No, quella è la definizione di "non credibile".
  • Lassiter: Ok, è andata così: io... potrei... essere uscito con Ursula qualche anno fa dopo un cocktail interdipartimentale e io... poi potrei... non averla più richiamata quando successivamente ho scoperto che lei poteva essere una pazza maniaca vendicativa lunatica.
    Marlowe: Era meglio se la chiamavi.
  • Gus: Io penso che la cosa importante è che Max stia bene!
    Rachael: Bene?! È venuto a chiedermi se sapevo dove vanno gli acrobati dopo la morte.
    Shawn: He, he! Come se avessero un'anima.
  • Jules: Credevo che con Marlowe fuori di prigione saresti stato al settimo cielo.
    Lassiter: Si, ma è cambiato tutto quando abbiamo scoperto che Ursula Gibbs sarebbe stata l'ufficiale di controllo.
    Jules: Ursula? La ragazza con cui sei uscito dopo che-
    Lassiter: Già.
    Jules: Fammi indovinare, non l'hai-
    Lassiter: No.
    Jules: Ma non ti avevo avvertito che lei era-
    Lassiter: Già.
    Jules: Ma non mi hai ascoltata, mi hai tappato la bocca.
  • Non riesco a capire cosa pensino le donne vive. Siete come una luce lampeggiante. (Woody a Jules)
  • Woody: Ah, Juliet, tu conosci per caso delle donne single che... siano tuttora in vita?
    Jules: Lo sai, Woody, voglio riflettere su questo molto attentamente.
  • Shawn: O.M.D.! E.C.C.! E J. T. T.!
    Jules: Jonathan Taylor Thomas non è un acronimo!
  • Lassiter: Ascolta, dopo il lavoro ho fatto una doccia, ti ho messo l'accappatoio sul gancio.
    Shawn: È tuo. Anche il gancio. Usali quando vuoi.
  • In tutti questi anni l'unica costante nella vita di Shawn sei stato tu. Hai conosciuto una brava ragazza ma lui affronta la sua paura peggiore, e quello che a te sembra un comportamento egoista potrebbe essere invece un modo per non perdere qualcosa che per lui è importante. (Henry a Gus)
  • Vieni con me se vuoi vivere! (Rico)

Episodio 7, Il grande giorno[modifica]

  • Shawn: Se fossi un mafioso penso che il mio nome di battaglia sarebbe "Shawn trivella".
    Gus: Ma sembra un nome da film porno.
    Shawn: No, un nome da film porno sarebbe "Shawn banana".
  • Lassiter: Ci penserò domani, quando tornerò in servizio.
    Gus: Organizzerai il matrimonio in un giorno?
    Lassiter: Si. Perché io sono un vero uomo.
  • Temo che tu non sia più in Kansas! (Shawn a Lassiter)
  • Lassiter: Domani mi devo sposare per cui, niente sostanze illegali. Non voglio fare la fine del protagonista di Una notte da leoni! [Woody gli passa un panino]
    Shawn: Prima di tutto, quello era un film. E neanche troppo realistico, insomma: solo dei folli farebbero una cosa simile.
    Woody: [riprende il panino e lo butta via] Si. Giusto!
  • Qual è il problema Don Giovanni? Ci sono almeno tre milioni di pupe che hanno bisogno di uomini come noi. E solo in Ucraina. (Storpiatore)
  • Marlowe Viccellio, tu mi hai donato qualcosa in cui credere, perfino più importante del codice etico delle squadre speciali. Io ti amo, e ti amerò da qui all'eternità. (Lassiter a Marlowe)
  • Henry: Quando è vero amore tutto fila liscio senza complicazioni.
    Shawn: Senza complicazioni. Dubito che sarà così per noi.
    Henry: Perché sei uno Spencer. Ce l'hai nel DNA, anche senza accorgercene ci rendiamo la vita il più complicato possibile. Per esempio, tua madre, voleva vedere il mondo. Non faceva che pensarci: vedere il mondo. L'ho mai accontentata?
    Shawn: No.
    Shawn: No. Quando ci ho provato era troppo tardi.
    Shawn: Sei come quel vecchietto in Up.
    Henry: Si. Solo che tua madre è ancora viva.
    Shawn: Dove vuoi arrivare?
    Henry: Dico solo che sarebbe bello se tu non commettessi i miei errori. [indica Jules con un cenno]
    Shawn: [fa un brindisi col padre, che poi se ne va] No.
  • Jules: Senti, devo chiederti una cosa amore, forse sono io che mi faccio... troppe domande, non lo so, ma... tu ieri, sei stato in quell'hotel, hai... hai visto i corridoi, che cosa c'era...
    Shawn: Mi dichiaro colpevole.
    Jules: Poi hai detto di aver avuto una visione... spettacolare, quasi... unica: hai visto Marlowe tutta... coperta di spazzatura, ma non avresti potuto semplicemente ricordare che c'era uno scivolo ad ogni piano e poi tirare... a indovinare?
    Shawn: Ah... si. Si, immagino di si... ma, sarebbe stato un tentativo velleitario, non trovi?
    Jules: Assolutamente si e, provabilmente non avrei più pensato a questa storia ma poi... ho trovato questo. [tira fuori una ricevuta dalla tasca] Sono sicura che c'è una spiegazione ma tu... mi conosci, io non... non smetterò di pensarci, non riuscirò a ballare con te finché non avrai sciolto questo dubbio. Lassiter ha detto, che hai avuto una visione: c'era Herb, assieme a Michael Damian. Ma avevi questo biglietto in tasca, quindi tu sapevi che Herb sarebbe stato li. Giusto?
    [Shawn distoglie lo sguardo ed inizia a ricordare la sua vita dal primo incontro con Jules]
    Jules: Shawn, dimmi la verità, ti prego!?
    Shawn: Innamorarmi di te non ha mai fatto parte del piano, ok? Questa storia è cominciata perché la mia vita, stava andando a rotoli. Istinto di conservazione Jules, voglio dire, non avevo scelta! E... e poi... col tempo ci abbiamo preso gusto... e quando sei arrivata tu ormai era... era troppo divertente. Abbiamo fatto arrestare più di cento criminali... la maggior parte assassini. Uh. [pausa] Sono bravo in quello che faccio, e quello che faccio... è utile. Giusto?
    Jules: Di che cosa... di che cosa stai parlando?! Mi stai dicendo che è tutta una finzione!?
    Shawn: Ti prego non farmi rispondere.

Episodio 8, Incrocio mortale[modifica]

Realtà Blu:

  • Mai mischiare Vodka, Gin, Tequila e Rum. Prega per me... (Woody)
  • Shawn: [parlando di Jules] Lei sà.
    Gus: Glielo hai detto?
    Shawn: Peggio. Non l'ho fatto.
  • Jules: Come fai a pensare che non sia grave?
    Shawn: Io credo che tu stia esagerando.
    Jules: La nostra relazione è basata sulle bugie.
    Shawn: E sui videogame, e sulle risate, e sull'amore...
    Jules: Shawn, mi conosci abbastanza da sapere come mi sento, soprattutto dopo quelo che ho passato con mio padre. La sincerità è tutto per me. È essenziale.
  • Shawn: Volevo ordinare le scarpe che indossava la ragazza [...] le vendono solo su questo sito svedese ma è scritto in questa strana lingua che non conosco.
    Gus: È svedese.
  • Shawn: Se c'è una cosa che sò sulle donne è che non portano rancore, sono molto comprensive.
    Gus: La commozione cerebrale è peggiorata.
  • Shawn: Mi hai salvato la vita.
    Jules: Sono un poliziotto.

Realtà Rossa:

  • Shawn: Io ti amo più di quanto Sid amasse Nancy.
    Jules: Ah, si? Io ti amo più di quanto Johnny amasse Chad e più di quanto Minnie apparentemente ami Topolino, quindi ho vinto io!
    Shawn: Io non credo.
    Jules: Vedrai.
    Shawn: Si, hai vinto tu. Il tuo amore regna sovrano su tutto il creato.
    Jules: [sorridendo] È vero.
  • Gus: Mi prudono gli occhi, il naso, il collo, la lingua... la lingua, Shawn!
    Shawn: Si, ma la lingua conta come le altre cose.
  • Stiamo per dare delle brutte notizie. Cerchiamo di essere professionali. (Lassiter)
  • Io e mio marito abbiamo avuto dei problemi, assumere la svedese sexy ere il mio modo di dire "ho fiducia che non lo farai mai più", come dissi la volta precedente. Ma le donne non perdonano chi mente. (Mary Pasternak)

Realtà:

  • Se io non avessi trovato quel pezzo di carta, saremmo andati avanti come sempre, felici. Ma prima o poi io l'avrei scoperto. Non puoi negarlo. E ti prego, non dire che avevo capito male perché peggioreresti la situazione. Mi fidavo di te. La sola cosa di cui sono sempre stata sicura è che potevo fidarmi di te. Ma poi ho trovato quello... stupido pezzo di carta. Però... ho capito, perché hai dovuto tenerlo segreto. Che altro potevi fare? Forse volevi solo proteggermi, e se non sei un sensitivo allora... allora sei veramente un buon poliziotto. Uno dei migliori [sorridendo in lacrime] dopo di me. (Jules in un'allucinazione di Shawn)
  • Shawn: Sappi che stò rivivendo il matrimonio di Lassiter nella mia testa. E se io non ti avessi dato la mia giacca ora tuto starebbe andando per il meglio. [pausa] Tesoro, mi dispiace...
    Jules: Ma invece me l'hai data. So che pensi che non sia importante ma io più ci penso più m'infurio. Io credo [sospira e abbassa lo sguardo] no. Io so di avere bisogno di un po' di tempo.
    Shawn: Quindi... questo che significa?
    Jules: Te ne devi andare da casa.

Episodio 9, Ladra d'identità[modifica]

  • Se è la troup di Extreme Makeover, io ufficialmente vivo ancora qui! (Shawn a Jules)
  • Shawn: Mi sbatti fuori e mi rimpiazzi nello stesso giorno?!
    Jules: Ha risposto subito alla mia inserzione!
    Shawn: Jules, solo gli psicopatici rispondono alle inserzioni. Tanto valeva postarlo su "uccidimi.com"! [...] Lei sa dei pipistrelli? Sa che la casa è infestata? E di Kathy? Le hai già parlato di Kathy?
    Kimberly: Chi è Kathy?
    Shawn: Chi è Kathy!? Kathy è il fantasma che vive qui! Il suo sangue trasuda dalle pareti ogni tanto e quando ricorre il giorno del suo omicidio perde le staffe; il resto dell'anno è innocua, sempre che la tua anima sia pura.
  • Shawn: Capisco che tu sia inquieta, magari anche depressa, ma non credi che sarebbe bello avere in casa qualcuno che di tanto in tanto ti ricordi di essere... un po' più cauta? Un uomo tutto d'un pezzo con gli occhi dolci e tanti, tanti capelli...
    Jules: Apprezzo il tuo interesse per la mia sicurezza ma so badare a me stessa. [tra i denti] Anche se riconosco di sbagliare spesso i giudizi sulle persone, Shawn.
  • Laura: Hey, come diavolo fai a saperlo?
    Jules: [ironica] Ha ragione, sembra quasi che tu sia un sensitivo o qualcosa del genere.
    Shawn: [serio] Qualcosa del genere.
  • Le cose andavano alla grande tra me e le ragazze, finché, Tamper non mi ha dato una mentina. Da allora ricordo solo che abbiamo cavalcato degli unicorni! (Woody)

Episodio 10, Candidato a sorpresa[modifica]

  • Che cos'è un genio? Un imbottigliato? O è qualcuno che terreste in una lampada? (Shawn)
  • Shawn: Dovremmo vederci per discutere della mia proposta.
    Gavin: Shawn, non possiamo togliere i semafori e i limiti di velocità. [...] Non sembra affatto poco costosa e semplice.
    Gus: E inoltre attraversa tre scuole!
    Shawn: [a Gus] Perché odi il progresso?
  • È ironico secondo me: lottava per salvare l'oceano e l'oceano l'ha ucciso. (Lassiter)
  • Ok, il caso è chiuso: ucciso da troppa natura. (Lassiter)
  • Facciamo così: portiamo Nettuno nella sala degli interrogatori B e lo torchiamo. (Lassiter)
  • Shawn: [guardando un modellino] Se fossimo altri tre centimetri vivremmo lì.
    Gus: Puoi scommetterci!
  • Shawn: È lo stesso movente del primo omicidio biblico: fratello uccide fratello per terreno ad uso commerciale!
    Gus: Quale versione della Bibbia conosci?
    Shawn: L'ultima, quella di Rick James.
  • Nello statuto non c'è niente che dice di non rubare lo statuto. (Gus)
  • Josephina: Signor Spencer, come sa il municipio ha dato fondo alle sue riserve di liquidità per coprire un disavanzo stimato intorno ai 26 milioni di dollari. Se verrà eletto come si propone di colmare questo buco?
    Shawn: Beh, questa è una domanda interessante, Josephina, l'ho pronunciato bene?
    Josephina: No.
    Shawn: La risposta è semplice. Quelle che apprezzo meno sono le caramelline nere. E non lo dico solo perché sono nere, mi creda, molti dei miei migliori amici sono caramelline nere; ma se voglio mangiare della liquirizia, perché prendere una caramellina? Mi segue? Ho il sospetto di si. Ma ecco il pezzo forte: mi impegno anche a proteggere la nostra bella città da chi la invade da nord e da ovest utilizzando solo i colpi fondamentali del tradizionale jujitsu brasiliano.
    [...]
    Gus: Adesso sono sicuro che sarò l'unico in città a votare per te.
    Shawn: Perfetto: ho il voto dei neri!
  • Shawn: Dicono che sia solo questione di affiatamento: con il partner giusto puoi fare qualsiasi cosa.
    Jules: Dov'era questo Shawn quando stavamo insieme?
    Shawn: È ancora qui. [...] Non puoi fingere di non provare ancora qualcosa per me, non ci facciamo una bella figura.
    Jules: È vero, non posso fingere perché hai ragione. Però non posso nemmeno fingere di fidarmi di te, lo capisci?
    Shawn: Amore, tu puoi fidarti di me! Ok, senti, ho mentito! Ho mentito sul fatto di essere un sensitivo e da questo dervivano migliaia di altre bugie che forse ti ho detto da quando lavoriamo insieme e la parte peggiore è che: nessuno mi ha creduto più di te.
  • Jules: Devi dirlo al capo Vick.
    Shawn: [pausa] No, questo... questo è fuori discussione perché se lo faccio tutto questo sparirà. Tutto. Con tutte le vite che ho salvato e tutte le vite che ho migliorato: questo è quello che sono... è così che faccio del bene!
  • Vuol dire che Spencer potrebbe vincere!? Oddio, i maya avevano ragione. [...] Queste cose hanno un effetto valanga: oggi è sindaco e domani la sua faccia è sulle banconote. Non posso credere di dover assassinare una figura pubblica. (Lassiter)
  • I miei sensi non mentono, ma aumentano. (Shawn)
  • Senza di me Santa Barbara diventa Detroit in una settimana. (Shawn)

Episodio 11, Carriere rischiose[modifica]

  • Quel lavoro mi serve! Devo pagare le bollette, quelle dell'ufficio... e anche le tue devo pagare! (Gus a Shawn)
  • Shawn: Dobbiamo chiamare la polizia e affrontare la situazione.
    Gus: Stai parlando come un bianco, Shawn! Ai fratelli non danno il beneficio del dubbio! Non voglio marcire in galera!
    Shawn: Coraggio, ti porterò una torta con una lima.
  • Lavori ancora qui? (Shawn, Jules e Lassiter a Gus nel corso dell'episodio)
  • La morte di Dorian Creech è un evento terribile, e non perché fosse una brava persona, a chi può interessare? Ma perché era uno dei venditori migliori della sua generazione. (Mitch Murray)
  • Jules: Santo cielo, Woody, come stai?
    Woody: Felice come un suino nel letame. Ho deciso io di farmi legare.
  • O'Hara, puoi dirmelo: porti in grembo il seme diabolico di Spencer? (Lassiter a Jules)

Episodio 12, Morte in diretta[modifica]

  • Lassiter: Lei chi è? Perché si nasconde qui?
    Miranda: Miranda Sherrod, l'editore. Si scordi che venga in centrale per rispondere alle sue domande, il mio avvocato, Bert Johansen, le rovinerà la vita.
    Lassiter: [abbassa il capo ed esce] Come vuole.
  • Lassiter: Ma perché usa questa strana voce? Stiamo parlando di un omicidio!
    Dean: Questa è la mia voce!
    Lassiter: Si. Certo. E i graffiti sono opere d'arte.
  • Ciao, bel castoro, ma guardati: l'ingegnare della natura! (Gus a un castoro imbalsamato)
  • Ci sono uomini, non molti ancora, che credono nel romanticismo: io sono uno di loro! Credo nel corteggiamento, credo nell'imboccarsi a vicenda le uova in camicia e nello scrivere "ti amo" sullo specchio del bagno, credo nello scegliere una canzone come simbolo d'amore, come simbolo di fedeltà, beh... insomma, credo che la mia compagna sia mia complice. (Gus)
  • Gus: Shawn, ho una buona notizia e una brutta notizia.
    Shawn: Da quando ho visto Prometheus non voglio più la brutta notizia per prima.
  • Awwww Yeeeaaah! (Gus)
  • Ora devo flirtare con una donna bianca per portare un cattivo dei fumetti a spararmi! (Gus a Rachael)
  • Lassiter: Sei sicura che la porta fosse chiusa?
    Jules: Certo, non sono un imbecille!
    Shawn: Anche se lo fossi tesoro, io mi prenderei cura di te.
  • Shaw: Gus, vieni in bagno con me! [...] Ho bisogno di una consulenza.
    Gus: [...] In piedi se è pipì altimenti ti siedi. Non so altro!
  • Laura: No, Bob esiste! C'è un vero Bob!
    Gus: Si, e gli asini volano.
    Shawn: Lo sapevo!

Episodio 13, Iniezione fatale[modifica]

  • Shawn: Quindi è così che funziona, dottoressa? Infonde un po' di insicurezza nelle persone e poi le affetta?
    Diamond: Non costringo nessuno a fare nulla. No, aspetti, non è vero: ora la costringerò a sparire.
  • Henry: La tua teoria è una torta cotta a metà!
    Shawn: Certo, come gran parte delle mie teorie. Alcune le lascio addirittura crude, per altre faccio solo l'impasto, per altre nemmeno quello; metto solo farina, uova e forse un po' di bacon. Morale: becco sempre il cattivo.
  • Henry: Credi di sapere tutto, eh?
    Shawn: No. Solo tutto quello che sai tu.
  • Leecy: Percepisci anche che conoscerò qualcuno? Ti prego, dimmi che sarà alto un metro e ottanta!
    Shawn: È così. Ma sarà uno e sessanta. E sposato. E gay.
    Leecy: [abbattuta] Uno e sessanta?
  • Leecy: Non farei mai del male a nessuno, sono una ragazza di campagna di Bismarck!
    Shawn: Ah! Bismarck, in Slovenia!
    Leecy: No. Bismarck, Nord Dakota.
  • Lassiter: [entrando nell'obitorio] Hai dormito qui stanotte?
    Woody: A dire il vero io dormo sempre qui. Qualcosa nella formaldeide mi concilia il sonno. Dev'essere l'aroma.
  • Lassiter: Su cosa vi basate?
    Shawn: Sugli spiriti.
    Henry: Sulla pancia.
    Lassiter: Ottimo: fantasmi e cellulite! Non mi serve neanche un mandato d'arresto.

Episodio 14, Non fidatevi di lui[modifica]

  • Si vocifera che sia un gran bastardo. Usa il silenzio come tattica. (Vick parlando di Harris Trout)
  • Lassiter: Chi è questo consulente per dirmi come devo fare il mio lavoro?
    Trout: Te lo dico io chi sono: sono stato capo della polizia di Baltimora e Philadelphia, prima di allora sono stato agente nella città di Newark e alla fine sono arrivato al grado di capo sovrintendente. Sono anche consulente della serie TV Forza e Onore e poi, ho vinto un Emmy per l'episodio Il mio amico ebreo. Una di queste cose non è vera, ma dubito che voi sappiate qual è.
  • Trout: Ok, ho una brutta notizia: siete licenziati.
    Tutti: Cosa!?
    Trout: Ma ce n'è una buona: potete dirmi perché non dovrei farlo. Voglio far risparmiare ai contribuenti milioni di dollari riformando il personale secondo un nuovo modello di efficienza e precisione.
    Lassiter: Potrebbe assumere dei robot.
    Trout: L'avrei già fatto, ma il prototipo aveva dei problemi: l'Harris x-50 ha strangolato un pedone. Ora fa la guida turistica.
    Shawn: A me sembra che il dipartimento funzioni abbastanza bene insomma, negli ultimi sette anni abbiamo risolto... quanti? Un centinaio di omicidi?
    Gus: È vero, è vero!
    Trout: Beh, il fatto che a Santa Barbara ci siano tanti omicidi denota carenza di deterrenti, giusto? Ascoltate, la verità è che: voi fate ridere!
    Shawn: La gente ama ridere.
  • Trout: [indicando Shawn e Jules] Così, voi state insieme?
    Lassiter: Ho sempre pensato che non fosse professionale!
    Jules: Oh, senti chi parla, hai sposato una criminale che avevi arrestato!
    Lassiter: È una criminale riabilitata! Perché il sistema funziona!
  • Shawn: Tu sei il diavolo!
    Gus: Prima di tutto, Shawn, il diavolo è bianco.
  • Ora basta! Vi comportate come i miei nipoti Noah, Rader e Steven. Odio i miei nipoti. Se li conosceste li odiereste anche voi. Avrebbe molto più senso allora. (Trout)
  • Non pretendo di dirigere un dipartimento perfetto, spesso sembra un circo. Ma per me contano i risultati e se devo scegliere se fare arrabbiare un burocrate o arrestare un criminale io mi concentrerò sempre sul criminale. (Vick)
  • Trout: Io resto qui. E sapete perché?
    Lassiter: Perché è il nuovo capo provvisorio della polizia.
    Shawn: Ma non ha alcun senso, lei odia stare qui!
    Trout: Vero. Ma odio stare ovunque.

Episodi 15 e 16, Psych: il musical[modifica]

  • Fake psychic. Real Music! (Tagline del film TV)
  • Gus: [interrompendo Santa Barbara Skies] Dici sul serio? Stai parlando di te stesso?
    Shawn: Si, proprio di me, hai qualche problema?
    Gus: Ah, da dove inizio? Per prima cosa: non sei un sensitivo!
    Shawn: Shht!
    Gus: Chi vuoi che ci senta, il tizio che balla?
    Shawn: Gus, non essere disfattista dobbiamo essere un po' più cauti col nostro piccolo segreto, gli altri poliziotti non-
    Gus: "Piccolo segreto"? La tua vita è una menzogna, la tua ragazza non lo sa e fino a prova contraria non sei un poliziotto!
  • Barbone: Questa è la confessione di un omicidio, finirai in prigione!
    Z: Non sempre mandano gli assassini in prigione.
  • Dr. Adair: [riferito a Shawn] Gli spiriti... gli parlano?
    Jules: È un sensitivo.
    Dr. Adair: E... chi gli crede?
    Jules: Quasi tutti.
    Lassiter: Io no.
  • Shawn, è dal profondo del mio cuore che ti dico che sono felice di non aver fatto saltare in aria tua madre [...] spero di non essere costretta mai più a farla saltare in aria. (Mr. Yang)
  • Paziente: Siediti Mr. spaccia-cremine!
    Gus: Rappresentante farmaceutico!
    Shawn: Perché ci stai discutendo?
    Gus: Non vendo creme per il viso, Shawn! [al paziente psichiatrico] Vendo quei medicinali che vi evitano di vedere i draghi di notte!
  • Shawn: [a Gus] Il suo insegnante di tip-tap gli ha procurato un'audizione per Shakespeare e non era neanche Shakespeare!
    Gus: Facciamo WALL•E!
    Mr. Yang: Eeeevah!
    Jules: Wow. Disney è a corto di film da far diventare musical.
  • Shawn, sei il più grande sensitivo che sia mai esistito al mondo: non posso dirti la risposta e basta... sarebbe come barare. (Mr. Yang)
  • Gus: Domanda: il personaggio dell'ispettore pensa che potrebbe essere... giamaicano?
    Armitage: Se volessi perdere tutti i miei soldi, si.
    [...]
    Gus: Dico solo che lo spettacolo è "troppo bianco".
    Ben: È ambientato a Londra nel 1888.
    Gus: Sta dicendo che i neri non erano ancora stati inventati?
  • [Rivolgendosi ad Armitrage dopo il suo risveglio in ospedale]
    Shawn: E ora veniamo al sodo: perché hai mentito dicendo che eri a New York la notte dell'incendio? Perché sei scappato e perché c'era una macchina che ti seguiva?
    Gus: E perché non hai risposto al curriculum che ho lasciato nel camerino di Ben?
    Shawn: Già! [a Gus] Hey, come!?
    Gus: Un semplice "no, grazie" sarebbe stato gentile!
    Shawn: Gus, lo sai che i ruoli sono già stati assegnati!
    Gus: Ci sono sempre attori che rinunciano: laringite, influenza, bastonate sulle ginocchia...
  • L'ho guardato dritto negli occhi, e non penso che sia colpevole. Ma ogni volta che parlo con uno dei sospettati capita che muoiano subito dopo o... siano donnaioli con dei bei capelli che rimorchiano incredibili giovani attrici disinibite, curiose... e a loro agio con il proprio corpo. E tutte le strade mi riportano a Z. (Shawn)
  • Henry: Tu hai delle relazioni disturbate!
    Shawn: Mai come quella che abbiamo noi, papà.
  • Shawn: Yang, resta con me! Dimmi chi è l'assassino!
    Yang: [morendo] Non posso farlo... rovinerebbe il finale.

Altri progetti[modifica]