Giuseppe Antonio Borgese: differenze tra le versioni

Jump to navigation Jump to search
m
fix fonte
m (fix fonte)
==Citazioni di Giuseppe Antonio Borgese==
*Il tema più essenziale della letteratura italiana, finché essa si è mantenuta sui vertici, è quello del Giudice divino e della [[Maria|Vergine]]. [..] La letteratura e l'arte italiana sorsero da un ceppo religioso e di esso continuarono a nutrirsi. Protagonista fu il Pantocrator, il Cristo vincente della Divina Commedia e del Giudizio universale. Eroina fu la Paneghia, la tutta santa, la tutta pura, la Vergine amata. (da ''Il senso della letteratura italiana'', F.lli Treves, 1931)
*{{NDR|A proposito de ''[[I fratelli Karamàzov]]''}} Vanno oltre il bello. Essi raggiungono la dignità del libro sacro. (dacitato in [[Igor Sibaldi]], ''Introduzione'', in Fëdor Dostoevskij, ''I fratelli Karamàzov'', Mondadori, Milano, 1994, p. XIV. ISBN 88-04-52723-4, p. XIV)
 
==''Una Sicilia senza aranci''==

Menu di navigazione