Debito

Da Wikiquote, aforismi e citazioni in libertà.

Citazioni sul debito.

  • Abolire il dovere di pagare i debiti mina alla base le regole della convivenza umana. (Tito Livio, attribuita ad Appio Claudio)
  • Bisogna sempre lasciare accumulare i propri debiti, per potere poi venire ad una transazione. (Guy de Maupassant)
  • C'è sempre un monoteismo all'orizzonte del dispotismo: il debito diventa debito d'esistenza, debito dell'esistenza dei soggetti stessi. Viene il momento in cui il creditore non ha ancora prestato mentre il debitore non cessa di rendere, poiché rendere è un dovere, mentre prestare è una facoltà, come nella canzone di Lewis Carroll, la lunga canzone del debito infinito:
    Un uomo può certo richiedere il dovuto,
    ma quando si tratta di un prestito,
    può allora scegliere
    il tempo che più gli aggrada
    . (L'Anti-Edipo)
  • Gli uomini ci debbono quel che noi immaginiamo ci daranno. Rimetter loro questo debito. (Simone Weil)
  • [I debiti] Sono un problema del mio socio di maggioranza, Dio. (Luigi Maria Verzé)
  • Non abbiate alcun debito con nessuno, se non quello di un amore vicendevole [...] (Paolo di Tarso)
  • Per intenderci senza spreco di parole, innanzi tutto convien adottare un vocabolo pel quale si rappresenti con esattezza matematica quel personaggio singolarmente favorito dalla natura e completato dalla scienza e dalla pratica sociale, che si propone di passare lietamente la vita a spese del credito pubblico e privato.
    Il mio cognome può servire a tal uopo. L'uomo che intende vivere per il debito, che si sente chiamato a questa sublime missione di rigenerare l'umanità col sistema delle imposte involontarie, si chiami dunque puffista. Accordando il nome di puffisti a questa grande e nobile specialità della razza umana che fra poco avrà cessato di essere una specialità per divenire una imponente maggioranza, io sono certo di raccomandare me stesso ad una fama imperitura! (Antonio Ghislanzoni)

Proverbi italiani[modifica]

  • A chi paga ciò che deve, tutto ciò che gli resta è suo.
  • A pagare e a morire c'è sempre tempo.
  • Chi deve dare, sa comandare.
  • Chi è debitore, non riposa come vuole.
  • Chi fa debiti o piatisce, sulla paglia i dì finisce.
  • Chi non ha debiti è ricco.
  • Debiti e cancri, mali insanabili.
  • Debitore, mentitore.
  • È meglio pagare e poco avere, che molto avere e sempre dovere.
  • Finché si è debitori, si è nei dolori.
  • I calzoni degli altri fanno male al sedere.
  • I creditori hanno miglior memoria dei debitori.
  • I debiti dei poveri fanno un gran fracasso.
  • I debiti e i peccati crescono sempre.
  • I debiti e i peccati sono sempre più di quelli che si crede.
  • Il debito ammazza l'uomo.
  • Il debito mangia giorno e notte.
  • Il debito porta in groppa la menzogna.
  • Il far cambiale riduce l'uomo all'ospedale.
  • Il giorno in cui si paga un debito, si apre un credito.
  • Il lavoro paga i debiti, mentre la disperazione li aumenta.
  • Il mentire è il secondo vizio, il primo è l'indebitarsi.
  • La Quaresima è corta per chi deve pagare a Pasqua.
  • L'arrabbiarsi non paga i debiti.
  • Per i debiti di cuore i soldi non bastano.
  • Quando c'è debito, la fodera mangia il diritto.
  • Sette anni di bel tempo non pagano un soldo di debito.
  • Un carro di fastidi non paga un soldo di debiti.
  • Un piccolo debito forma un debitore, uno grosso un nemico.
  • Uomo indebitato, ogni anno lapidato.

Bibliografia[modifica]

  • Annarosa Selene, Dizionario dei proverbi, Pan libri, 2004. ISBN 8872171903

Voci correlate[modifica]

Altri progetti[modifica]