Discussione:Padre Pio da Pietrelcina

Da Wikiquote, aforismi e citazioni in libertà.

Raccolte di Citazioni[modifica]

Ritengo che le raccolte di citazioni dovrebbero essere incluse come sottoparagrafi del generico paragrafo Citazioni, lasciando gli altri paragrafi per le opere vere e proprie. Questo Consigli ed esortazioni è una sorta di antologia, non andrebbe inserita come se fosse un'opera licenziata dall'autore o da un curatore.
--DonatoD (scrivimi) 13:51, 1 lug 2011 (CEST)

Concordo. Grazie.--ViktorV (scrivimi) 16:46, 1 lug 2011 (CEST)
Al momento tale distinzione non è prevista dai modelli; se vuoi proporla devi farlo in Discussioni Wikiquote:Modello di voce. --Micione (scrivimi) 18:37, 1 lug 2011 (CEST)
Ahà! la famosa Discussione sui Modelli di Voce, bene bene bene... Se vi capitasse di passare da quelle parti, potrete notare che ben due discussioni da me iniziate sono state lasciate cadere nel vuoto: libri: traduttori diversi e Incipit e Raccolte. Nella prima mi fu chiesto di dimostrare che la cosa era fattibile, e lo dimostrai. Nella seconda m'era parso che vi fosse un assenso in coloro che erano intervenuti, ma poi l'ultima mia domanda è stata ignobilmente ignorata. E, tra parentesi, Micione: tu non sei intervenuto né nella prima né nella seconda. Intendiamoci, non ti accuso, ma se tanto mi dà tanto, a che pro iniziare una nuova discussione? Visto che stai mostrando un notevole interesse per Wikiquote, cosa che en passant ti dico di apprezzare - e lo dico non per una forma di difesa - se sei d'accordo con la mia proposta di cui sopra, inizia tu la discussione aggiungendoci il tuo parere, ecco.
--DonatoD (scrivimi) 21:30, 1 lug 2011 (CEST)
Come non detto: mi pareva che non si facesse in nessuna voce, invece si fa già con gli Aforismi di Oscar Wilde. Non è vietato come credevo, chiedo scusa. Tuttavia in questo caso specifico quel paragrafo contiene una sola citazione, e la regola dice che non si creano paragrafi per meno di tre citazioni, dunque se non se ne aggiungono altre andrà soppresso. --Micione (scrivimi) 02:30, 2 lug 2011 (CEST)
Intanto lo tolgo per quest'ultimo motivo, ma ho commentato in Discussioni_Wikiquote:Modello_di_voce#Raccolte_di_citazioni (DonatoD ha ragione sul punto fondamentale). Nemo 02:53, 21 ott 2011 (CEST)

Senza fonte[modifica]

Le dimensioni di questa sezione mi preoccupano un po', mi piacerebbe avere almeno una valutazione "all'ingrosso" delle citazioni che contiene: in generale, suonano verosimili o no? Da dove vengono? C'è modo di riconoscerne la fonte (chessò, magari esiste una raccolta di aforismi supercelebre e vengono tutti da lí). Scusate, io non me ne intendo... Nemo 02:57, 21 ott 2011 (CEST)

Ho dato una scorsa alle citazioni in oggetto: a me sembrano tutte credibili. Da dove vengano però non saprei: Padre Pio aveva un fitta corrispondenza epistolare con non poche persone... se non ricordo male, le lettere sono state raccolte in cinque volumi, lettere nelle quali dispensava consigli e quant'altro senza risparmiarsi; immagino che nel tempo questi consigli si siano diffusi a macchia d'olio, certo in parte anche modificandosi; esiste poi una letteratura (libri e riviste) sul frate bella corposa... vattelapesca adesso se le citazioni sono autentiche o no. Che fare?... Se le dimensioni pesano, si può pensare a sfoltire, ma non so se ciò sia corretto, wikiquotianamente intendo dire. Più in generale, io sono favorevole a una soppressione graduale e ragionata di tutte le citazioni senza fonte presenti nelle Voci: (per soppressione intendo non cancellazione, ma spostameno nella sezione discussioni: riprendo questa discussione).
--DonatoD (scrivimi) 09:42, 21 ott 2011 (CEST)
Mi dispiace ma non sono esperto di Padre Pio, concordo con quanto scrive Donato, sia per le citazione di Padre Pio sia in generale sui senza fonte. Ciao. --Donluca (scrivimi) 12:26, 22 ott 2011 (CEST)
Ho inviato un e-mail a Dread per chiedergli informazioni. Raoli ✉ (scrivimi) 02:05, 8 gen 2012 (CET)

Senza fonte[modifica]

  • Aspetterò sulle porte del Paradiso, finquando l'ultimo dei miei figli non sarà entrato.
  • Abbandoniamoci come bambini nelle braccia della Mamma Celeste.
  • Abbi dolcezza verso il prossimo e umiltà verso Dio.
  • Accetta ogni dolore e incomprensione per amore di Gesù.
  • Alla vostra anima non manchi l'àncora della speranza in mezzo ai flutti delle tribolazioni.
  • Ama Gesù, amalo tanto, ma per questo ama di più il suo sacrificio.
  • Ama il dolore perché è mezzo di espiazione.
  • Amiamo con maggior trasporto questo Dio d'amore.
  • Benedici quella mano che ti percuote. È la mano di un padre!
  • Bisogna essere forti per diventare grandi: ecco il nostro dovere.
  • Bisogna far morire di giorno in giorno le nostre imperfezioni.
  • Bisogna tacere e far tacere tutto intorno a sé per sentire la voce divina del Diletto.
  • Bisogna tollerare le nostre imperfezioni, non già amarle o accarezzarle.
  • Calpesta i falsi allettamenti e le tirannie del mondo.
  • Camminate con semplicità nelle vie del Signore e non tormentate il vostro spirito.
  • Camminiamo sempre nelle vie del santo amore.
  • Cerca la solitudine, ma col prossimo non mancare di carità.
  • Chi medita cerca di conoscere i suoi difetti, tenta di correggerli e si modera negli impulsi.
  • Chi non medita è come colui che non si specchia mai.
  • Chi vuol vivere in pace vede, soffre e tace con pazienza.
  • Coraggio, coraggio, i figli non sono chiodi.
  • Di ogni minuto dovremo rendere strettissimo conto.
  • Dio ci castiga perché ci ama.
  • Dio sa mescolare il dolce con l'amaro e converte in premio eterno le pene transitorie della vita.
  • Dio è nostro Padre. Che si ha da temere essendo figli di un tale Padre?
  • Disprezza le tentazioni ed abbraccia le tribolazioni.
  • Distacchiamoci dal mondo in cui tutto è follia e vanità.
  • Dobbiamo fare soltanto la volontà di Dio. Il resto non conta.
  • Dove c'è più sacrificio, c'è più generosità.
  • Dove non c'è obbedienza non c'è virtù.
  • È difficile farsi Santi; difficile, ma non impossibile.
  • È dolce riposare dopo aver compiuto il proprio dovere.
  • È per mezzo delle prove che Dio vincola a sé le anime predilette.
  • Facciamo sempre, in tutto e per tutto, la santa volontà di Dio.
  • Gesù a Nazareth viveva una vita nascosta. Fai anche tu così.
  • Getta ogni sollecitudine in Dio solo.
  • Gli anni si sono susseguiti senza che noi ci domandassimo come li avevamo impiegati.
  • I figlioli di questo secolo hanno sempre i loro occhi rivolti alla terra; noi teniamoli fissi in alto.
  • Il "perché" ha rovinato il mondo.
  • Il miglior conforto è quello che viene dalla preghiera.
  • Il solo timore di offendere il mio Dio mi fa rabbrividire, mi fa spasimare ed agonizzare.
  • L'abnegazione principale è quella che si esercita al focolare domestico.
  • L'amore e il timore devono andare uniti.
  • L'amore tutto dimentica, tutto perdona, dà tutto senza riserve.
  • L'anima devota deve fuggire con ogni potere le perturbazioni e le inquietudini del cuore.
  • L'essere tentati è segno evidente che l'anima è ben accettata dal Signore.
  • L'umiltà e la carità vanno di pari passo. L'una glorifica e l'altra santifica.
  • L'uomo potrà sfuggire alla giustizia umana ma non a quella divina.
  • La carità è il metro con il quale il Signore ci giudicherà tutti.
  • La carità è la regina delle virtù. Come le perle sono tenute insieme dal filo, così le virtù dalla carità.
  • La conservazione di tutto l'edificio dipende dalle fondamenta e dal tetto.
  • La mormorazione è un vizio volontario che fa morire la carità.
  • La pace dello spirito si può mantenere anche in mezzo a tutte le tempeste della vita.
  • La pace è il preludio dell'eterno gaudio.
  • La preghiera deve essere insistente. L'insistenza denota fede.
  • La prima virtù di cui ha bisogno l'anima che tende alla perfezione è la Carità.
  • La sorte delle anime elette è il patire.
  • La vita è una lotta dalla quale non possiamo ritrarci.
  • Lasciamo il libero corso ai desideri celesti.
  • Le anime più afflitte sono le più predilette del Divin Cuore.
  • Le imperfezioni ci fanno conoscere la nostra grande miseria.
  • Le nostre imperfezioni ci fanno conoscere la nostra misera.
  • Le spighe alte, le più vanitose, sono vuote.
  • Le spighe più basse, più umili, sono cariche di chicchi.
  • Nel tumultuar delle passioni e delle avversie ci sorregga la speranza dell'inesauribile misericordia di Dio.
  • Nell'atto in cui Dio ti vede, ti giudica pure.
  • Nella vita spirituale più si corre e meno si sente la fatica.
  • Nessun peccato è tale se non è commesso con la volontà.
  • Noi desideriamo alcune volte di essere buoni angeli e trascuriamo di essere buoni uomini.
  • Noi siamo facili a chiedere, ma non a ringraziare.
  • Non ci spaventi il peso della croce che bisogna portare.
  • Non ti curare del domani, pensa a fare il bene oggi.
  • Non vi affannate a cercare fuor di voi Dio, perché egli è dentro di voi, è con voi.
  • Non vi è prudenza e vigilanza che basti.
  • Nulla ha da temere l'anima che ha posto la sua confidenza in Dio.
  • Per mezzo dell'assidua orazione adoperiamoci a spegnere i pensieri carnali.
  • Quando Gesù picchia alla porta della nostra casa, apriamogli e diamogli il benvenuto.
  • Quando ti trovi nell'orazione presso Dio, parlagli, fatti vedere.
  • Quanto più crescono gli assalti del nemico, tanto più Dio è vicino all'anima.
  • Quanto più crescono le tenebre, tanto più Dio è vicino.
  • Ricordati che con Dio non si scherza.
  • Santifichiamoci e glorifichiamo il Signore.
  • Se Dio non ti ha abbandonato nel passato, come potrà abbandonarti per l'avvenire.
  • Se il buon Dio vuole prolungare l'ora della prova, non investigarne il perché.
  • Se il demonio fa strepito è ottimo segno. Ciò che atterrisce è la sua pace.
  • Se il nemico non dorme per perderci, la Madonna non ci lascia un istante.
  • Se il passato è stato imperfetto, occorre più cautela per l'avvenire.
  • Se la nostra ingratitudine verso Dio ci terrorizza, ricorriamo allora alla nostra Madre Maria.
  • Se le tempeste vanno crescendo, non ti dar pena. Dio è con te.
  • Se lo stare in piedi dipendesse da noi, non vi resteremmo un solo istante.
  • Se siamo devoti di Maria, dobbiamo imitarla.
  • Se ti sopraggiunge qualche languore o debolezza di spirito, corri ai piedi della Croce.
  • Siamo devoti alla Madonna e saremo sempre salvi da ogni pericolo.
  • Siamo sempre onesti, scacciando ogni cattivo pensiero dalla nostra mente.
  • Siate perseveranti nell'orazione e nelle sante letture.
  • Sii indulgente e il Signore sarà indulgente con te.
  • Sii sempre fedele a Dio e osserva le promesse che gli hai fatto.
  • Sii umile di cuore, grave nelle parole, prudente nelle tue risoluzioni.
  • Solo coloro che hanno usato misericordia otterranno da Dio misericordia.
  • Sono un mistero di fronte a me stesso.
  • Sopporta con maggiore abnegazione le croci che Dio ti manda.
  • Stimati fortunato per essere stato fatto degno di partecipare ai dolori dell'Uomo-Dio.
  • Tanto hai quanto speri. Spera molto, avrai molto.
  • Tenetevi sempre saldi nell'umiltà.
  • Tieni nel tuo cuore Gesù Cristo e tutte le croci del mondo ti sembreranno rose.
  • Togli dall'immaginazione ciò che può turbarti.
  • Tutta la giornata sia preparazione e ringraziamento alla santa Comunione.
  • Una persona annega in alto mare, una annega in un bicchier d'acqua. Ma entrambi muoiono.
  • Una sola cosa dovete dimandare a nostro Signore: amarlo. E tutto il resto in ringraziarlo.
  • Vi raccomando vivamente la santa semplicità.