Compagnia

Da Wikiquote, aforismi e citazioni in libertà.

Citazioni sulla compagnia.

  • Date una compagnia al solitario e parlerà più di chiunque. (Cesare Pavese)
  • Immagino che guardare la partita da solo con uno scotch non sia l'unico modo di guardarla in effetti. Non lo so, è che ho sempre pensato che il bisogno di compagnia fosse un segno di debolezza. (Scrubs - Medici ai primi ferri)
  • Per la conferma della mia identità io dipendo interamente dagli altri; ed è la grande grazia della compagnia che rifà del solitario un «tutto intero», salvandolo dal dialogo della riflessione in cui si rimane sempre equivoci, e ridandogli l'identità che gli consente di parlare con l'unica voce di una persona non scambiabile. (Hannah Arendt)
  • Sciocco addolorarsi per la perdita di una compagnia: quella persona potevamo non incontrarla mai, quindi possiamo farne a meno. (Cesare Pavese)

Proverbi italiani[modifica]

  • Accompagnati con chi è meglio di te e fagli le spese.
  • Chi ha lupi per colleghi, porti il can sotto il mantello.
  • Chi il carbone tratta, dal carbone è tinto.
  • Dimmi con chi vai e ti dirò chi sei.
  • Fuoco e luce, mezza compagnia.
  • La compagnia delle persone oneste è un tesoro.
  • Nella buona compagnia non ci sta malinconia.
  • Non ti far capo della compagnia, perché è il capo che paga all'osteria.
  • Per avere compagnia si è sposato persino un frate.
  • Poca brigata, vita beata.
  • Povero dispettoso, vecchio lussurioso, e donna lisciata dispiace alla brigata.
  • Soli non si starebbe bene nemmeno in paradiso.
  • Una pecora rognosa ne guasta un branco.
  • Una pera guasta, infesta cento pere sane.

Proverbi toscani[modifica]

  • Amore e signoria non soffron compagnia.
  • Chi disse star con altri, disse star sempre in guai.
  • Chi ha compagnia, ha signoria.
  • Chi ha compagno, ha padrone.
  • Chi pratica lo zoppo impara a zoppicare.
  • Chi va a letto con i cani, si leva con le pulci.
  • Chi va col lupo impara a ululare.
  • Compagnia d'uno, compagnia di niuno; compagnia di due, compagnia di Dio; compagnia di tre, compagnia di re; compagnia di quattro, compagnia da matti.
  • Compagno non toglie l'utile.
  • Dimmi chi tu pratichi, e ti dirò chi sei.
  • Due bene, tre meglio, quattro male, cinque peggio.
  • Due, non accesero mai lume.
  • Gli storni son magri perché vanno a stormi.
  • I Giudei non istanno bene co' Samaritani.
  • Il buono fa camera col buono.
  • Il ladro sta bene col malandrino.
  • In chiesa co' santi, e in osteria co' ghiotti.
  • La buona compagnia è mezzo pane.
  • La mala compagnia fa cattivo sangue.
  • Le cattive compagnie conducono l'uomo alla forca.
  • Meglio soli, che male accompagnati.
  • Meno siamo a tavola, e più si mangia.
  • Poca brigata, vita beata.
  • Quando il lupo mangia il compagno, crede si dee sterile la compagnia.

Bibliografia[modifica]

  • Annarosa Selene, Dizionario dei proverbi, Pan libri, 2004. ISBN 8872171903