Il mistero di Sleepy Hollow

Da Wikiquote, aforismi e citazioni in libertà.

Il mistero di Sleepy Hollow

Questa voce non contiene l'immagine di copertina. Per favore aggiungila, se puoi. :)
Titolo originale Sleepy Hollow
Paese USA
Anno 1999
Genere orrore
Regia Tim Burton
Soggetto Kevin Yagher, Andrew Kevin Walker dal racconto di Washington Irving
Sceneggiatura Andrew Kevin Walker
Attori
Note
Premio Oscar (2000): Migliore scenografia

Il mistero di Sleepy Hollow, film statunitense del 1999 con Johnny Depp, regia di Tim Burton.

TriangleArrow-Right.svg Citazioni in ordine temporale.

  • L'omicidio non necessita di fantasmi sorti dalla tomba. (Ichabod Crane)
  • È la verità. Ma la verità non è sempre ciò che appare. (Ichabod Crane)
  • Attenti alla testa. (Lady Van Tassel)
  • Ichabod Crane: Tra qualche mese vivremo nel Diciannovesimo Secolo... ma i nostri tribunali si affidano ancora ad arnesi di tortura medievali!
    Conestabile: Sedetevi!
    Ichabod Crane: Io sto in piedi, per il buonsenso e la giustizia! Le prigioni traboccano di persone condannate per confessioni senza valore come questa...
    Borgomastro: Agente Crane! Questa è una canzone che abbiamo udito da voi più di una volta. Ora, sono aperte due strade, davanti a me. La prima: farvi rinfrescare le idee in una cella, finché non imparate il rispetto per la dignità del mio ufficio...
    Ichabod Crane: Perdonatemi... ma come mai io sono l'unico che si accorge che per risolvere i crimini, per arrivare al colpevole, dobbiamo usare il cervello per riconoscere indizi essenziali, ricorrendo alle più aggiornate tecniche scientifiche?
    Borgomastro:...il che mi porta alla seconda strada. C'è un villaggio dell'interno, a due giorni di viaggio verso Nord, nelle Hudson Islands... è un posto chiamato Sleepy Hollow. Ve ne hanno parlato?
    Ichabod Crane: Affatto.
    Borgomastro: Un'isolata comunità di agricoltori, perlopiù olandesi. Tre persone sono state ammazzate là, tutte nell'arco di tre settimane, ognuna trovata con la testa recisa dal busto.
    Ichabod Crane:...recisa dal busto?
    Borgomastro: Di netto, come lo stelo di un fiore, a quanto pare. Porterete queste sperimentazioni aggiornate a Sleepy Hollow, e lì dovrete arrivare all'assassino. Portatelo qui, dinanzi alla nostra onesta giustizia. Farete questo?
    Ichabod Crane: Lo farò.
    Borgomastro: Rammentate. Siete voi, Ichabod Crane, ad essere ora messo alla prova.
  • Ichabod Crane: Allora... tre persone assassinate. Prima, Peter Van Garrett. E suo figlio, Dirk Van Garrett. Erano entrambi uomini forti e capaci. Trovati insieme... decapitati. Una settimana dopo, la vedova Winship. Anch'essa... decapitata. Ora, avrò bisogno di farvi molte domande. Ma prima, lasciate che vi chieda: qualcuno è sospettato?
    Baltus Van Tassel: Quanto vi hanno spiegato i vostri superiori, agente?
    Ichabod Crane: Solo che le vittime sono state uccise in piena campagna. Le teste trovate separate dai loro corpi.
    Reverendo Steenwyck: Non sono state trovate separate. Non sono state trovate affatto.
    Ichabod Crane: Le teste sono... sparite?
    Notaio James Hardenbrook: Prese. Prese dal Cavaliere senza testa.
    Ichabod Crane: Perdonate... io non... non...
    Baltus Van Tassel: Forse è meglio che vi sediate. [...] Il Cavaliere era un mercenario dell'Assia, inviato qui da una principessa tedesca per tenere gli Americani sotto il giogo dell'Inghilterra. Ma a differenza dei suoi compatrioti, che giunsero per danaro, il Cavaliere giunse per amore della carneficina. Quando si attaccava battaglia, lo trovavate lì. Cavalcava un gigantesco destriero nero di nome Temerario. Aveva la scelleratezza di spronare il cavallo in battaglia, mozzando teste al galoppo. Era armato ai denti fino a renderli appuntiti, per aumentare la ferocia della sua apparizione. Questo macellaio trovò la sua fine nell'inverno del '79, non lontano da qui, nei nostri boschi ad Ovest. Gli mozzarono la testa con la sua spada. Ancora oggi quello è un luogo infestato dagli spiriti, dove i coraggiosi non si avventurano... perché quel giorno fu piantato nel terreno il seme del male. E così è stato per vent'anni. Ma ora si è risvegliato, e nella furia della vendetta, taglierà teste dove le troverà.
    Ichabod Crane: State dicendo... che è questo che voi credete?
    Notaio James Hardenbrock: Vedere è appunto credere.
  • Ichabod Crane: Credo che ci sia un po' di strega in te, Katrina.
    Katrina Van Tassel: Perché dite questo?
    Ichabod Crane: ...Perché tu mi hai stregato.
  • Ichabod Crane: Era un cavaliere senza testa!
    Baltus Van Tassel: Non dovete agitarvi.
    Ichabod Crane: Ma era un cavaliere senza testa!
    Baltus Van Tassel: Certo che lo era, perciò siete qui.
    Ichabod Crane: No, dovete credermi! Era un cavaliere, era morto... senza testa!
    Baltus Van Tassel: Lo so, lo so.
    Ichabod Crane: Non lo sapete perché non c'eravate! È tutto vero!
    Baltus Van Tassel: Sicuro. Ve l'avevo detto. Tutti ve l'avevano detto.
    Ichabod Crane: Io... l'ho visto! (sviene)
    Giovane Masbath: Immagino che lui torni in città, allora.
  • Katrina Van Tassel: Chi siete voi?
    Lady Van Tassel: Il nome della mia famiglia era Archer. [...] Vivevo con mio padre, mia madre e mia sorella in una casetta non lontana da qui... finché un giorno mio padre morì, e il padrone, che aveva ricevuto molti anni di fedele servizio dai miei genitori, ci sfrattò. Nessuno in questo posto timorato di Dio volle accoglierci, perché mia madre era sospettata di stregoneria. Ma lei istruì le sue figlie ad arte, mentre vivevamo da reiette nei boschi ad Ovest. Morì, nel giro di un anno. Mia sorella ed io rimanemmo nel nostro rifugio, senza vedere un'anima... finché un giorno, cercando legna per il fuoco, incrociammo il mercenario dell'Assia. Vidi la sua morte... in quel momento, offrì la mia anima a Satana, se avesse fatto risorgere il Cavaliere dalla tomba per vendicarmi.
    Katrina Van Tassel: Vendicarvi?
    Lady Van Tassel: Sì, di Van Garret! Il padrone che non ci mostrò alcuna pietà e ci lasciò patire la fame, mentre Baltus Van Tassel con le sue melense moglie e figlia ci rubava la casa. Giurai che sarei diventata la padrona di tutto ciò che aveva! La parte più facile fu la prima: entrare in casa tua come infermiera di tua madre, e mettere il suo corpo in una bara, e il mio nel letto matrimoniale. Non altrettanto facile fu assicurarmi il mio lascito. La vedova doveva sparire, naturalmente, e anche il servo Masbath. E poi, giorni fa, quella sciocca levatrice Kilian mi ha detto che la vedova le aveva rivelato un grande segreto, e me lo ha detto proprio davanti a suo marito! Che oca! Un altro lavoretto per il cavaliere. Ma la lussuria ha condotto il reverendo Steenwyck in mio potere. La paura ha fatto lo stesso con il notaio Hardenbruck e quell'ubriaco di Philipse. E il silenzio del dottore l'ho ottenuto in cambio della mia complicità nella la sua fornicazione con la servetta Sarah.
    Katrina Van Tassel: Sì...avete tutto, adesso.
    Lady Van Tassel: No! Tu hai tutto, mia cara, per volere di tuo padre. Io ottengo tutto in caso di tua morte.

Altri progetti[modifica]