Montagna

Da Wikiquote, aforismi e citazioni in libertà.
Jump to navigation Jump to search
Il monte Everest

Citazioni sulla montagna.

Citazioni[modifica]

  • Arrampicati solo un poco sulla montagna, per vedere se è una montagna. Dalla cima, non potresti vedere se è davvero una montagna. (Frank Herbert)
  • Chi davvero ama la montagna l'affronta con umiltà e pazienza. Sa che verrà ricompensato con doni di albe nuove, sempre diverse, eppure ogni mattina le stesse. (Mauro Corona)
  • Chi striscia sulla terra non è esposto a cadere tanto facilmente come chi sale sulle cime delle montagne. (Søren Kierkegaard)
  • I monti non è vero che chiudono l'orizzonte, anzi lo spalancano a ogni svolta, a ogni cima, e tutti i giorni tu ricominci il tuo viaggio dalla montagna nuova che ti sta di fronte che ti porterà altri pendii, altre frane, altri boschi e poi montagne ancora... (Carlo Alianello)
  • Il Signore chiama ad una montagna molto particolare. Una montagna che cresce secondo le sue parole. (Catherine Doherty)
  • In montagna chi sta diritto e si espone al vento cade; chi invece si stende a terra non viene travolto. Nelle tentazioni ci vuole umiltà. (Giuseppe Marello)
  • In montagna, devi salire fino alla vetta solo se sei capace di scendere. (Kílian Jornet i Burgada)
  • L'aria di montagna è come l'acqua liscia, è talmente leggera che dovresti respirarne a vagoni per sentire qualche odore. (Laura Quieti)
  • L'uomo chiese alla montagna di toccare il cielo. | La montagna realizzò quel suo desiderio. | E quando fu così una nuvola lo sfiorò | in fondo al cuore che malato è | di nostalgia... (Mina)
  • La montagna, come pure le isole, ha la proprietà di conservare non solo certe antiche specie vegetali e animali, ma anche popolazioni e usi antichissimi. (Simion Mehedinți)
  • La montagna è piena di insidie | la città è piena di invidie (Jovanotti)
  • La montagna, nella Bibbia, è il luogo nel quale si svolge il dialogo tra Dio e l'uomo. (Carlo Ghidelli)
  • La montagna dovrebbe servire per salire, ma anche, e soprattutto, per discendere. Verso la gente. (Alberto Bevilacqua)
  • La vita solitaria della montagna coi suoi silenzi majestatici e il breve cerchio delle amicizie al paese gli conferiscono questo fortunato istinto di vigilante temperanza, che è segno preciso di compiutezza e di sufficienza spirituale. (Carlo Gnocchi)
  • Le croci sulle cime? Quelle esistenti lasciamole. Ma non installiamone altre. Sulle cime solo gli ometti di sassi e nient'altro. Le vette delle montagne non devono essere sfruttate per dei messaggi. (Reinhold Messner)
  • Le montagne sono sempre generose. Mi regalano albe e tramonti irripetibili; il silenzio è rotto solo dai suoni della natura che lo rendono ancora più vivo. (Tiziano Terzani)
  • Non calcolare mai l'altezza della montagna prima di averne raggiunto la cima. Solo allora capirai quanto era bassa. (Dag Hammarskjöld)
  • Per l'uomo la montagna è una figura paterna con cui misurarsi. (Alessandro Gogna)
  • Quando si affronta la montagna, è importante amarla. E per tornare vivo è importante essere amato dalla montagna. (Jirō Taniguchi)
  • Vivere in montagna senza avere un rapporto con il Creatore e la creazione è impossibile, mentre abitare in città ci fa condurre un'esistenza allo stesso livello dell'asfalto. (Giovanni Lindo Ferretti)

Mauro Corona[modifica]

  • Dalla vetta non si va in nessun posto, si può solo scendere.
  • La montagna si concede ma è donna difficile, molto difficile. Spesso riottosa, caratteraccio. Non si lascia conquistare facilmente. È un cavallo selvaggio, va domato con lealtà e pazienza. Si difende stando ferma eppure sgroppa e disarciona. I suoi fianchi sono lisci, la schiena dritta, le gambe lunghe. È difficile rimanervi aggrappati. La montagna non si stende perché uno ci possa passare sopra. La montagna rimane in piedi.
  • Le montagne attirano, catturano, affascinano proprio perché non fanno niente per attirare, catturare, affascinare. Stanno lì e basta. Se qualcuno vi sale, bene, se no è lo stesso. La natura non chiede nulla, non gioca scherzi, né si lamenta. Se ne sta lì impassibile, a condurre la sua vita scandita dalle stagioni.

Walter Bonatti[modifica]

  • La montagna mi ha insegnato a non barare, a essere onesto con me stesso e con quello che facevo. Se praticata in un certo modo è una scuola indubbiamente dura, a volte anche crudele, però sincera come non accade sempre nel quotidiano. Se io dunque traspongo questi princìpi nel mondo degli uomini, mi troverò immediatamente considerato un fesso e comunque verrò punito, perché non ho dato gomitate ma le ho soltanto ricevute. È davvero difficile conciliare queste diversità. Da qui l'importanza di fortificare l'animo, di scegliere che cosa si vuole essere. E, una volta scelta una direzione, di essere talmente forti da non soccombere alla tentazione di imboccare l'altra. Naturalmente il prezzo da pagare per rimanere fedele a questo «ordine» che ci si è dati è altissimo.
  • Le grandi montagne hanno il valore degli uomini che le salgono, altrimenti non sarebbero altro che un cumulo di sassi.
  • Le montagne – come lo sport, il lavoro e l'arte – dovrebbero servire solo come mezzo per far crescere l'uomo che è in noi.

Proverbi toscani[modifica]

  • Dietro al monte c'è la china.
  • Loda il monte e tienti al piano.
  • Monte, porto, città, bosco o torrente abbi se puoi per vicino o parente.
  • Piè di montagna, porto di mare, fanno l'uomo profittare.

Voci correlate[modifica]

Altri progetti[modifica]