Paso adelante

Da Wikiquote, aforismi e citazioni in libertà.
Jump to navigation Jump to search

Paso adelante

Serie TV

Questa voce non contiene l'immagine della fiction televisiva. Per favore aggiungila, se puoi. :)
Titolo originale

Un paso adelante

Lingua originale spagnolo
Paese Spagna
Anno

2002-2005

Genere teen drama
Stagioni 6
Episodi 84 (Spagna)
173 (Italia)
Ideatore Daniel Ecija, Ernesto Pozuello
Rete televisiva Antena 3
Interpreti e personaggi
Doppiatori italiani

Paso adelante, serie televisiva spagnola del 2002 creata da Daniel Ecija e Ernesto Pozuello.

 Se conosci i titoli degli episodi inseriscili, grazie Se conosci i titoli degli episodi inseriscili, grazie

Prima stagione[modifica]

Episodio 1, Inizia l'avventura[modifica]

  • Antonio [Ai ragazzi che entrano nella scuola]: Piano! Piano, senza spingere! Con calma! Allora ragazzi, per prima cosa dovete riempire per bene i moduli di iscrizione che trovate qui sul tavolo! [Poco dopo, a Silvia per spiegarle come deve fare]: E qui scrivi il nome della scuola dove hai studiato.
  • Silvia: Grazie!
  • Antonio: Di niente!
  • Carmen [ai microfoni della scuola, per dare il benvenuto agli aspiranti allievi]: Vi do il benvenuto alla scuola superiore di arti sceniche. Chi vi parla è Carmen Arranz, la direttrice del centro. Fra pochi minuti inizieranno le prove. So che nutrite grande fiducia nel vostro talento, ma purtroppo sceglieremo solo un gruppo ristretto. A tutti coloro che non riusciranno ad entrare voglio comunque porgere il nostro ringraziamento ad esortarli a non perdersi d'animo. Continuate a lottare ed arriverete certo alla meta.

Episodio 3, Pedro e Lola in difficoltà[modifica]

  • Silvia: Sai una cosa? Ti invidio!
    Pedro: Certo! Non ho un soldo, mangio una scatoletta di sardine e se Gaspar non mi dà una dilazione sono fuori dalla scuola. È perfetto!
    Silvia: Ricordi il giorno in cui hai perso il primo dente?
    Pedro: Sì, e me lo ricordo perché mi è caduto mentre vomitavo. Allora mio padre ha messo sottosopra tutto il bagno, sai, un disastro, ma poi l'ha trovato!
    Silvia: Già. E il giorno della tua comunione c'era qualcuno con te?
    Pedro: I miei genitori.
    Silvia: E quando hai avuto la febbre, la tosse, la varicella o un semplice bernoccolo in fronte? Io ho avuto molti regali, ma nessuno mi ha mai letto una fiaba!
    Pedro: Se la metti così, sono molto fortunato...

Episodio 9, Fuga pericolosa[modifica]

  • Silvia [rivolgendosi a Rober]: Fai tanto lo spaccone, ma in fondo hai il cuore tenero.

Episodio 10, Bravata notturna[modifica]

  • Antonio [vedendo Ingrid uscire da una finestra della scuola in piena notte]: Questi giovani non hanno proprio più rispetto di nulla.

Episodio 20, Ritrovarsi padre[modifica]

  • Silvia [rivolgendosi a Rober, parlando di suo figlio]: Questo bambino è così bello! Sicuro che sia tuo parente?

Episodio 25, Promossi e bocciati[modifica]

  • Carmen [rivolgendosi ad Ingrid]: Qui l'esito degli esami dipende solo da te.

Episodio 26, Il gioco delle coppie[modifica]

  • Silvia: Molti pensano che il successo dipenda da un momento in cui ti giochi tutto, ma non è così.
  • Silvia: Dai, andiamo. [afferra Rober per un braccio]
    Rober: Aspetta. Se domani mi bocciano, se dovrò lasciare la scuola, questa è l'ultima volta che ci vediamo... No? [La bacia]
    Silvia [si tira indietro]: No, Rober! Che fai?!
    Rober: Quello che avrei dovuto fare da molto tempo... [La bacia di nuovo]

Seconda stagione[modifica]

Episodio 5, L'anello della discordia[modifica]

  • Silvia: Solo due cose sono per sempre: un diamante e un figlio.

Episodio 7, Il compleanno[modifica]

  • Cristobal: Puoi ingannare te stesso, ma non il pubblico.

Episodio 15, Fobie[modifica]

  • Carmen: Come ti senti adesso?
    Silvia: Bene, bene. Sto bene.
    Carmen: Silvia... Sei sicura?
    [si siedono]
    Silvia: Non so che mi succede... Non riesco più a ballare, non respiro!
    Carmen: Hai passato un periodo molto duro. È normale che ti serva del tempo per superarlo!
    Silvia: E se non ci riuscirò? E se non potrò ballare più?
    Carmen: No cara, non devi pensare al peggio! Questa è una professione molto difficile, lo sai. Ci sono momenti terribili... Però è affascinante. E tu ne sei attratta. Un palcoscenico aiuta a superare tante cose. Sei molto giovane, ma devi abituarti alle avversità. Quello che non ti uccide, ti rende più forte. Devi solo pazientare un po': rimetti in ordine le idee, raccogli le forze e prova a ricominciare.
    [Silvia scoppia a piangere e abbraccia Carmen]

Episodio 16, Ingrid e Rafael in tournée[modifica]

  • Rober: Perché non mi hai detto che eri incinta?
    Silvia: E che ne so! Non sapevo che fare!
    Rober: Avremmo potuto tenerlo, Silvia! E vivere tutti e tre insieme! Io avrei trovato un modo per farvi stare tranquilli...
    Silvia: Certo! Una famiglia, tutti e tre, in campagna, circondati da animali... Rober, ma in che mondo vivi?
    Rober: Dico sul serio!
    Silvia: Abbiamo vent'anni, come avremmo fatto con un bambino?
    Rober: Un bambino?! Silvia, era nostro figlio!

Episodio 19, Caracas è lontana[modifica]

  • Lola [rivolgendosi ad Ingrid, che sta per partire]: Penso che tu sia la miglior persona che io abbia mai conosciuto.

Episodio 26, La prima volta[modifica]

  • Lola: Londra è così grande, eppure siamo riusciti ad incontrarci. [comincia a piangere]
    Jero: Che hai fatto?
    Lola: Be', niente. Non li capisco, non mi capiscono. Non so a quanto corrisponde una libbra, ho fame, freddo e ho finito i cioccolatini. E... Mi cacceranno da scuola. Può bastare?
    Jero: Mi dispiace, avrei dovuto dirvi come stavano le cose.
    Lola: Lascia perdere, ormai è troppo tardi per cercare giustificazioni.
    Jero: Senti, quando arriviamo dico a Carmen cosa è successo. La colpa è mia. Voi non c'entrate niente, la cosa più logica è che caccino solo me. Aggiusterò tutto, fidati!
    Lola: Guarda dove sto per essermi fidata!
    Jero: Fidati un'ultima volta.

Episodio 28, Confusione di cuore[modifica]

  • Pedro: Ti amo. Questo è quello che conta.
    Lola: Ma sei idiota o cosa? Sono due anni che sono innamorata di te, Pedro. Non so, mi sono svegliata ogni mattina pensando che un giorno mi avresti guardata in faccia e... [scoppia a piangere] Non so, che ti saresti accorto di me... E adesso che sto con Jero...

Terza stagione[modifica]

Episodio ?[modifica]

  • Ingrid [riferendosi a Diana, incinta di Juan]: È lei quella che dovrebbe preoccuparsi, se il bambino ha il testone di Juan!

Episodio 14, La visita medica[modifica]

  • Silvia [facendo le valigie]: Non ho più niente che mi leghi a questa città!
    Rober: Hai me... Ti amo, Silvia!
    Silvia: È troppo tardi...

Quarta stagione[modifica]

Episodio ?[modifica]

  • Carmen [parlando con Orazio]: Ci sono cose che si fanno solo per una madre.

Episodio ?[modifica]

  • Cristobal [rivolgendosi a Diana]: Tu mi hai dato qualcosa che non avevo: la sensazione di avere una famiglia.

Quinta stagione[modifica]

Episodio 13, Finalmente insieme[modifica]

  • Lola: Cosa siamo noi due?
    Pedro: Cosa dobbiamo essere, Lola?! Siamo fidanzati!

Episodio ?[modifica]

  • Mariano [rivolgendosi a Juan]: Se ti senti solo, comprati un tamagotchi.

Episodio ?[modifica]

  • Lola [rivolgendosi a Pedro]: Mi sono resa conto che non sono niente senza di te.

Altri progetti[modifica]