Emanuela Rossi

Da Wikiquote, aforismi e citazioni in libertà.

Emanuela Rossi (1959 – vivente), doppiatrice e attrice italiana.

Citazioni di Emanuela Rossi[modifica]

  • A volte capita di ritrovare la nostra vita nelle frasi pronunciate in un doppiaggio. A volte mi succede di fare mie le parole di un personaggio che sto doppiando. È come un entrare e uscire continuamente dalle parti. Spesso gli amici mi chiedono: "Ma sei tu, o stai recitando?". Il fatto è che fare questa professione significa assorbire emozioni e sentimenti, e anche doppiando ti rimane qualcosa dell'interpretazione.[1]
  • Chi ha il sacro fuoco e vuole approcciarsi a questo lavoro deve mettersi in testa che occorre studiare... Un lavoro molto duro, se vuoi farlo bene; e anche se lo fai meno bene, con meno attitudine e qualità, richiede comunque un approccio serio.[2]
  • ["Come ti ha conquistata Francesco Pannofino?"] Con la voce. Non l'ho guardato e mi sono detta: ”Ma chi c'è, George Clooney?" Poi ho visto che era Francesco. I nostri appuntamenti erano sempre al buio, della sala doppiaggio. Perché noi ci siamo conosciuti proprio in sala doppiaggio.[3]
  • [Parla di Renzo Montagnani] Ero molto piccola quando lo conobbi, lui era già grande però senza ombra di dubbio posso affermare che doppiò egregiamente il personaggio di Romeo,[4] considerando che lui non era neanche di Roma, bensì toscano, quindi a parer mio svolse un lavoro che solo un grande attore come lui sarebbe stato in grado di fare.[5]
  • Ho avuto la fortuna di cominciare da bambina, di entrare in questo mondo quando il doppiaggio era a un altro livello professionale, in un'epoca in cui potevi conoscere professionisti straordinari, molti dei quali provenienti dal teatro; e ho imparato il mestiere da "voci famose", che hanno conferito onore e prestigio a questo lavoro.[2]
  • Il doppiaggio è un mestiere nell'ombra, ma mi rendo conto che suscita molta curiosità e affetto e questo per me è una grande gioia.[1]
  • Il mio lavoro mi ha sempre molto appassionata, anche quand'ero molto giovane. Uscivo da scuola, entravo dentro casa e chiedevo a mia madre: "Mi hanno chiamato? Oggi devo andare a lavorare?". Da un certo punto di vista è stata un po' una fortuna, perché per me era come un gioco: non ho mai sentito il peso del lavoro; oggi, ripensandoci, so che tutto questo, in qualche modo, ha un po' deviato quello che poteva essere il corso naturale della mia infanzia e dell'adolescenza.[2]
  • [Parla di Romano Malaspina] Quando lavoravamo a queste serie[6] lui si metteva distante dal leggio, dove per l'enfasi che ci metteva sembrava che davvero dal braccio gli uscissero delle lame![5]

Doppiaggio[modifica]

Film[modifica]

Film di animazione[modifica]

Telefilm[modifica]

Anime[modifica]

Note[modifica]

  1. a b Da Intervista esclusiva ad Emanuela Rossi, a cura di Daniela Sgambelluri, SuperEva.it
  2. a b c Da Emanuela Rossi, EccellenzeItaliane.eu.
  3. Da Emanuela Rossi, a cura di Gianfranco Gramola, IntervisteRomane.net, 23 aprile 2012.
  4. Il protagonista de Gli Aristogatti.
  5. a b Da Intervista ad Emanuela Rossi, a cura di Alessandro Germani, Simone Poletto e Riccardo Sorrentino, AntonioGenna.net, novembre 2005.
  6. UFO Robot Goldrake e Jeeg robot d'acciaio.

Altri progetti[modifica]