The Big Bang Theory (seconda stagione)

Da Wikiquote, aforismi e citazioni in libertà.
Jump to navigation Jump to search

1leftarrow blue.svgVoce principale: The Big Bang Theory.

The Big Bang Theory, seconda stagione.

TriangleArrow-Right.svg Citazioni in ordine temporale.

Episodio 1, Il paradigma del pesce guasto[modifica]

  • [Sheldon va a dormire a casa di Howard]
    Howard: Per favore, ti supplico, cerca di dormire.
    Sheldon: Ci sto provando: conto le Catwoman.
  • [Sheldon è sotto l'effetto del Valium]
    Sheldon: Sono tornato.
    Leonard: Non so neanche perché sei andato via.
    Sheldon: Non posso dirtelo.
    Leonard: Perché?
    Sheldon: L'ho promesso a Penny.
    Leonard: Hai promesso a Penny cosa?
    Sheldon: Che non ti avrei rivelato il segreto. Shhh...
    Leonard: Che segreto? Dimmi questo segreto.
    Sheldon: Mamma fuma dentro la macchina. A Gesù sta bene, ma non possiamo dirlo a papà.
    Leonard: Sheldon, non quel segreto, dimmi l'altro segreto.
    Sheldon: Sono Batman! Shhh...
    Leonard: Maledizione, Sheldon!

Episodio 2, La topologia del sospensorio[modifica]

  • [Parlando di una ragazza]
    Raj: Io penso che abbia belle tette.
    Howard: Io me la farei.
    Sheldon: Tu ti faresti anche del particolato in sospensione colloidale.
    [silenzio generale]
    Sheldon: ...del fango!
  • [Seduti a pranzo alla mensa aziendale]
    Sheldon: Sai come faccio a sapere che non siamo dentro Matrix?
    Leonard: Come?
    Sheldon: Se lo fossimo il cibo sarebbe migliore.
  • [Prima di un appuntamento con una ragazza]
    Leonard: Va bene, basta. Ciò nonostante ora ne ho uno e gradirei che tu non ti facessi trovare.
    Sheldon: Leonard, sono un fisico teorico con due dottorati e un quoziente intellettivo che non può essere misurato dai normali test: ti sembro facile da trovare?
  • Penny: Sheldon, sei un ragazzo intelligente.
    Sheldon: Intelligente? Dovrei perdere 60 punti di QI per essere definito intelligente.

Episodio 3, La sublimazione barbarica[modifica]

  • Penny: Cavolo, vivo a Los Angeles da due anni e non ho ottenuto una parte di attrice, non ho concluso niente, non ho avuto neanche un aumento al lavoro, non faccio più sesso da sei mesi e proprio ora, mentre salivo le scale, mi è volata in bocca una mosca e l'ho mangiata.
    Sheldon: A dire il vero, gli insetti sono alla base della dieta in molte culture, sono praticamente proteine.
  • Leonard: Perché devo pensarci io? Sei stato tu ad iniziarla ai giochi online.
    Sheldon: Sì, ma sei tu quello che l'ha salutata quando è venuta ad abitare qui. Se ti fossi trattenuto, questo non starebbe succedendo.
  • Leonard: È solo che se una persona non si sente realizzata nella vita reale, è facile che si perda in un mondo virtuale dove può trovare un illusorio senso di realizzazione.
    Penny: Sì, blablabla... Bene, la regina Penelope è online.

Episodio 4, L'equivalenza del grifone[modifica]

  • Sheldon: E va bene, che cosa volete che faccia?
    Leonard: Mah, sorridi.
    [Sheldon prova a sorridere]
    Howard: Ouh, sembra il pupazzo di un ventriloquo!
    Leonard: Andiamo a trovare Koothrappali, non a uccidere Batman!
  • Gablehauser: Buongiorno.
    Raj: Dottor Gablehauser.
    Gablehauser: Dottor Koothrappali.
    Leonard: Dottor Gablehauser.
    Gablehauser: Dottor Hofstadter.
    Sheldon: Dottor Gablehauser.
    Gablehauser: Dottor Cooper.
    Howard: Dottor Gablehauser.
    Gablehauser: Signor Wolowitz.
  • Gablehauser: Secondo voi cosa conta davvero qui dentro? [Si consultano]
    Leonard: La scienza?
    Gablehauser: I soldi.
    Howard: L'avevo detto.
    Gablehauser: E la foto di questo ragazzo su People Magazine ci farà guadagnare una montagna di soldi più alta di... be', più alta di te. [Accarrezzando la testa di Howard]
    Howard: Io ho una laurea Magistrale.
    Gablehauser: E chi non ce l'ha?

Episodio 5, L'alternativa di Euclide[modifica]

  • Sheldon: Ho comprato queste lenzuola di Star Wars, però... sono troppo stimolanti per poter garantire una buona nottata di sonno. Non mi piace il modo in cui Dart Fener mi fissa.
    Leonard: Io non vado al lavoro.
    Sheldon: Il fatto che la tua carriera ristagni da un paio d'anni non è un buon motivo per mollare.
  • Sheldon: Ti ringrazio per avermi accompagnato.
    Penny: Sai, è il mio giorno libero, Sheldon.
    Sheldon: Oh, bene, non ti sto distogliendo da niente.

Episodio 6, Il teorema di Cooper-Nowitzki[modifica]

  • Raj: Adoro questa stagione: le foglie cambiano colore, l'aria è fresca e frizzante.
    Howard: In più un intero nuovo raccolto di specializzande che stanno mettendo su abbastanza peso per l'inverno da renderle bisognose e vulnerabili. Sì, tesoro, mangia un altro calzone, papino ti aspetta.
    Raj: Ma l'università non vieta di uscire con le specializzande?
    Leonard: No, con loro puoi uscire se glielo chiedi.
    Raj: Cavolo, c'è sempre la fregatura.
  • Ramona: Il caffè non è obbligatorio. Una cena?
    Sheldon: In effetti ceno.
    Ramona: Ottimo, conosco un fantastico locale italiano.
    Sheldon: Non mangio mai in locali stranieri, c'è il rischio di trovare posate non standard.

Episodio 7, La polarizzazione della pignatta[modifica]

  • Penny: Ah, che esagerazione, ho toccato un solo anello di cipolla.
    Sheldon: E poi lo hai rimesso a posto compromettendo così l'integrità di tutti gli altri anelli.
  • Leonard: Il fatto è questo: ho parlato con Sheldon e lui è terribilmente dispiaciuto. Sai? Ha anche ammesso di essere stato irragionevole e inappropriato.
    Penny: Davvero, è fantastico.
    Leonard: Sì, quindi chiedigli scusa e basta, ok?
  • Leonard: Oh Penny, non metterti contro Sheldon: gli manca solo un incidente in laboratorio per essere definito un supercattivo.
    Penny: Sai? Da piccola partecipavo ai rodei, posso legarlo e castrarlo in 60 secondi.

Episodio 8, L'espansione di Lizard e Spock[modifica]

  • Vedi? È cosa risaputa che nel gioco "carta, forbice, sasso" i giocatori che si frequentano assiduamente pareggiano l'80% delle volte per lo scarso numero di alternative. Suggerisco "carta, forbice, sasso, Lizard, Spock". [...] È piuttosto semplice, guarda: le forbici tagliano la carta, la carta avvolge il sasso, il sasso uccide Lizard, Lizard avvelena Spock, Spock rompe le forbici, le forbici decapitano Lizard, Lizard mangia la carta, la carta invalida Spock, Spock vaporizza il sasso e – come è sempre stato – il sasso rompe le forbici. (Sheldon)
  • Be', scusatemi tanto, ma non guarderò la serie Tv The Clone Wars finché non avrò visto il film Clone Wars. Voglio che George Lucas mi deluda nell'ordine da lui scelto. (Sheldon)
  • [Raj sta digitando sul computer]
    Howard: Ancora niente?
    Raj: In realtà controllavo la posta. Ma no, purtroppo il [Mars] Rover non risponde.
    Sheldon: Credo che la metafora più calzante qui comprenda un fiume di escrementi e un imbarcazione tipica dei nativi americani senza propulsione.

Episodio 9, La triangolazione dell'asparago[modifica]

  • Sapete, le donne italiane si basano sull'esperienza: una sola manciata di spaghetti di due centimetri di diametro è sufficiente per ogni porzione, poiché raddoppiano il volume con la cottura. (Sheldon)
  • Leonard: Ok, cerco di semplificare il concetto per te: tu non fai parte di questa relazione, capito? Io sì, ergo tu non hai nessuna voce in capitolo su quello che succede tra me e Stephanie.
    Sheldon: Temo di non poterlo permettere. In conformità con l'ordine generale 104, sezione A, ti dichiaro inabile e ti sollevo dai tuoi incarichi.

Episodio 10, La sciarada di Vartabedian[modifica]

  • Sheldon: Non è niente di che, abbiamo i guanti in lattice.
    Leonard: Non mi importa quali sono i sintomi, non voglio che la mia ragazza ti faccia un esame della prostata e basta.
  • Penny: Oh, andiamo, Leonard, hai tutto il diritto di provare a fare andare le cose nel modo in cui tu desideri.
    Leonard: Davvero?
    Penny: Sì. Non devi sempre assecondare quello che vogliono le donne.
    Leonard: Ah.
    Penny: Che c'è?
    Leonard: Niente, stavo pensando a tutta la mia vita.
  • Leonard: Ma ogni volta che vorrei chiederle di andare piange e poi facciamo sesso.
    Raj: Fortunato, con me succede sempre il contrario.

Episodio 11, L'ipotesi dei sali da bagno[modifica]

  • Leonard: Be', che avete da guardare? Non avete mai visto un'ipocrita?
  • Penny: Ciao, Sheldon. Voi lo fate, l'albero di Natale?
    Sheldon: No, perché noi non festeggiamo l'antica festività pagana dei Saturnali.
  • Penny: Comunque David non è più intelligente di te, è un idiota!
    Leonard: Perché?
    Penny: Perché un uomo intelligente cancella le foto di sua moglie nuda prima di fare foto della sua ragazza nuda!
    Leonard: Ha provato a farti delle foto nuda?
    Penny: È questo che ti ha colpito?
  • [Dopo aver aperto il regalo di Natale]
    Sheldon: Ah, un tovagliolo.
    Penny: Giralo, Sheldon.
    Sheldon: [Leggendo sul tovagliolo] "A Sheldon lunga vita e prosperità, Leonard Nimoy."
    Penny: È venuto al ristorante, scusa se è sporco, sai, ci si è pulito la bocca.
    Sheldon: Io possiedo il DNA di Leonard Nimoy?
    Penny: Be'... sì, penso di sì, ma guarda: c'è l'autografo.
    Sheldon: Ti rendi conto di che cosa significa? Mi serve solo un ovulo sano e posso ricreare il mio Leonard Nimoy personale!
    Penny: Ok. Tutto ciò che avrai da me è il tovagliolo, Sheldon.
  • Penny: Leonard, guarda, Sheldon mi abbraccia!!
    Leonard: È il miracolo dei Saturnali.

Episodio 12, L'instabilità del robot killer[modifica]

  • L'ingegneria è solamente il fratellino ritardato della fisica. (Sheldon)
  • Ma, Sheldon, non abbiamo speranze. L'unica miglioria che sei riuscito a fare al robot è stato mettere pile nuove nel telecomando. (Raj)

Episodio 13, L'algoritmo dell'amicizia[modifica]

  • Kripke: Paura dell'altezza, Cooper?
    Sheldon: No di certo. La paura dell'altezza è illogica. La paura di cadere è tuttavia una cosa prudente ed evolutiva.
  • [Dopo che il tecnico ha controllato l'imbracatura per il climbing]
    Sheldon: È tutto qui il suo lavoro? A casa ne saranno fieri.
  • [Dopo aver avuto un attacco di vertigine a metà salita]
    Kripke: Tutto bene, Cooper?
    Sheldon: Non proprio. Mi sento più meno come un arcotangente in prossimità di un asintoto.
    Kripke: Vuoi dire che sei bloccato?
    Sheldon: Quale parte di "arcotangente in prossimità di un asintoto" non hai capito?

Episodio 14, La permeabilità della finanza[modifica]

  • Leonard: Be', ci vorrà circa un'ora per mangiare, e non vedo un ristorante approvato da Sheldon vicino a un cinema approvato da Sheldon.
    Raj: Mangiamo dopo il film?
    Sheldon: No, inaccettabile, sposterebbe il movimento intestinale mattutino in orario di lavoro.
  • Sheldon: Non prevedo grosse spese evidenti, a meno che non creino una tecnologia accessibile per fondermi lo scheletro con l'adamantio come Wolverine.
    Penny: Ci stanno lavorando sul serio?
    Sheldon: Non lo so, ma ci spero.
  • Il vero eroe non cerca l'adulazione, combatte per la verità e la giustizia solo perché quella è la sua natura. (Sheldon)
  • C'era un prode chiamato Leonard | e una donna il suo cuore rapì | lui sconfisse un tremendo gigante | mentre Raj voleva solo far pipì. (Sheldon)

Episodio 15, La capacità materna[modifica]

  • Howard: Penny, andiamo, stiamo cercando il nostro sound...
    Penny: E l'avete trovato: sembra quello di un gatto quando viene messo sotto da un tagliaerba.
  • Leonard: Invece di prendermi in giro, i miei amici dovrebbero capire che è un momento difficile per me e aiutarmi.
    Raj: No, prenderti in giro è meglio.

Episodio 16, La saturazione del cuscino[modifica]

  • Raj: Ragazzi, avete visto il nuovo prospetto del budget?
    Leonard: Sì, ci sono ancora tagli.
    Sheldon: È inaccettabile. Mi sconcerta il fatto che non mandino semplicemente via qualcuno di voi, così che ci siano abbastanza soldi per le mie ricerche.

Episodio 17, Il binario del terminator[modifica]

  • [Howard sta aprendo il videoregistratore per cambiare l'hard disk]
    Howard: Ok, Raj, passami il cacciavite torx n.º 6.
    Sheldon: Fermo! Non possiamo farlo, non è giusto.
    Raj: Sheldon, hai due possibilità: o gli lasci mettere un hard disk più grande nel divo o cancelli qualcosa prima che partiamo.
    Sheldon: Ma se noi apriamo l'involucro, annulleremo la garanzia. La garanzia è un patto sacro che abbiamo stipulato con il costruttore: lui si offre di garantire per i propri prodotti e noi, in cambio, accettiamo di non violare l'integrità dell'hardware interno. Questo piccolo adesivo arancione, è tutto ciò che rimane tra noi... e l'anarchia.
    Leonard: Ok, allora non tocchiamo l'hard disk. Cancelliamo la prima stagione di Battlestar.
    [Sheldon stacca l'adesivo arancione]
    Sheldon: Ecco, siamo dei fuorilegge.
  • Penny: Ora che mi sono beccata la mia dose di insulti, fate buon volo.
    Leonard: Già, magari.
    Sheldon: Noi non voliamo, noi prendiamo il treno.
    Penny: Oh, forte.
    Howard: Già, forte, sette volte il tempo del viaggio aereo e il biglietto costa quasi il doppio.
    Penny: E allora perché lo prendete?
    Leonard: Be', abbiamo votato: tre di noi hanno votato per l'aereo, Sheldon per il treno, quindi... prendiamo il treno.

Episodio 18, L'aggregazione dei fermacapelli[modifica]

  • Howard: Ehi, sentite che idea: facciamo venire qui delle ragazze e giochiamo a strip scacchi ad ostacoli laser.
    Leonard: Credimi, le ragazze disposte a farlo sono quelle che non vorresti vedere nude.
    Howard: Tu mi sottovaluti, sai?
  • Sheldon: Sai, io sono un fisico, ho una conoscenza basilare dell'intero universo e di tutto quello che contiene.
    Penny: Chi sono i Radiohead?
    Sheldon: [Non riesce a rispondere] Ho una conoscenza basilare di tutto ciò che è importante nell'universo.
  • Penny: Eddai, se non resti sveglio non finiremo mai in tempo.
    Sheldon: Spiacente, ma il caffè è fuori questione. Quando sono venuto in California ho promesso a mia madre che non avrei preso droghe.

Episodio 19, La giustapposizione della nuova inquilina[modifica]

  • Howard: Penny, permettimi di cogliere questa opportunità per osservare che sei particolarmente incantevole oggi.
    Penny: Neanche con mille preservativi, Howard.
    Howard: Allora esiste un numero...
  • Penny: Sono sicura che andrà tutto bene.
    Sheldon: No, non andrà bene per niente, i cambiamenti non sono mai un bene, dicono che lo siano, ma non è vero.
  • Ehi, ragazzi, ragazzi, sicuramente questa vi piacerà: è una barzelletta che ho letto su internet, tu non la capirai, ma è proprio il loro genere. Allora, c'è un fisico che va ogni settimana in una gelateria e ordina una coppa di gelato per lui e poi ne offre una allo sgabello vuoto al suo fianco. La cosa si ripete finché il proprietario non gli chiede che cosa stia facendo. L'uomo risponde: «Beh, io sono un fisico e la meccanica quantistica ci insegna che è possibile che la materia presente su questo sgabello si trasformi spontaneamente in una bellissima donna che potrebbe accettare l'offerta di innamorarsi di me». Il proprietario allora dice: «Vengono qui tante belle donne single ogni giorno, perché non offri un gelato a ognuna di loro e magari si innamora di lei?» ed il fisico dice: «Sì, ma quanto è probabile che succeda?» (Penny)
  • Raj: Adoro Lanterna Verde, dico solo che è alquanto stupido che possa essere sconfitto dal colore giallo.
    Sheldon: Solo il Lanterna Verde moderno è vulnerabile al colore giallo.
  • Puttana morta in Tv, puttana viva nella realtà. (Penny)

Episodio 20, L'isotopo di Hofstadter[modifica]

  • Routine? Forse dovresti chiamarla coerenza. (Sheldon)
  • Sono un ingegnere arrapato, Leonard, non scherzo sulle equazioni o sul sesso. (Howard)

Episodio 21, La normalizzazione di Las Vegas[modifica]

  • Cosa significa esattamente quell'espressione, "amici con benefici"? Lui le paga l'assicurazione sanitaria? (Sheldon)
  • Howard: Dico Las Vegas, baby.
    Raj: Cosa dirai a tua madre?
    Howard: Disneyland, baby.
  • Howard: E va bene, questa è la sua pagina su Facebook. Guarda il suo status: ha scritto che mi ha scaricato lei, la gente deve sapere che l'ho fatto io.
    Raj: Ti ha scaricato lei.
    Howard: Sveglia, Raj, non c'è posto per la verità su internet.

Episodio 22, La turbolenza del polpettone[modifica]

  • Stuart: Tieni, Sheldon, ti ho tenuto da parte il nuovo numero di Hellboy, è sconvolgente.
    Sheldon: Oh, santo cielo, niente spoiler, prego.
    Stuart: Ma non ti ho spoilerato nulla.
    Sheldon: Mi hai appena detto che è sconvolgente, quindi la mia mente è entrata in pre-sconvolgimento. E una volta che la mente è pre-sconvolta non può essere risconvolta.
  • Sheldon: Devi ascoltare i messaggi, Leonard. Lasciare un messaggio rappresenta metà di un contratto sociale che è completato dall'ascolto del messaggio. Se quel contratto viene meno, allora tutti i contratti sociali verranno meno e piomberemo nell'anarchia.
    Leonard: Ci deve essere un inferno nella tua testa.

Episodio 23, La spedizione monopolare[modifica]

  • Leonard: [Cancellando qualcosa sulla lavagna] Se metto così?
    Sheldon: In realtà avevi scritto giusto prima. Sei cascato di nuovo in uno dei miei classici scherzoni. Bazinga![2]
  • Sheldon: Ma il fatto è che ho bisogno di una squadra e voi tre siete la mia prima scelta.
    Howard: Davvero?
    Sheldon: C'erano scienziati più qualificati, ma l'idea di dovergli fare un colloquio mi uccide.
  • Howard: E tu potresti sopportare Sheldon?
    Raj: Beh, io sono indù. La mia religione mi insegna che se soffrirò in questa vita, sarò ricompensato nella prossima. Tre mesi al Polo Nord insieme a Sheldon e rinascerò come un miliardario superdotato con le ali.

Note[modifica]

  1. Cfr. Apocalypse Now (1979): «Mi piace l'odore del napalm al mattino.»
  2. È la prima volta che Sheldon usa la parola "Bazinga". Durante l'episodio lo dirà tre volte.

Altri progetti[modifica]