The Big Bang Theory (ottava stagione)

Da Wikiquote, aforismi e citazioni in libertà.
Jump to navigation Jump to search

1leftarrow blue.svgVoce principale: The Big Bang Theory.

The Big Bang Theory, ottava stagione.

TriangleArrow-Right.svg Citazioni in ordine temporale.

Episodio 1, L'interruzione della locomozione[modifica]

  • Negli ultimi tempi ho adottato uno stile di vita da barbone e il pigiama è il capo da notte della gente per bene. (Sheldon)
  • Penny: Ciao, vuoi fare yoga con me?
    Leonard: Fammi prendere prima un caffè e poi avrò la forza sufficiente per dirti quanto non mi va di farlo.
  • Bernadette: Sei perfetta come rappresentante farmaceutica: sei carina, civettuola e... pensavo che avrei trovato un terzo motivo.
    Penny: Non ho alcuna esperienza nelle vendite. Lavavo le macchine in bikini quando ero al liceo, ma me l'hai fatto togliere dal curriculum...
    Bernadette: Questo mestiere è molto simile alla cameriera. Solo che invece di promuovere i taco al pesce perché stanno andando a male promuovi i nostri antidepressivi prima che l'FDA scopra che causano sanguinamento rettale.
    Penny: È così...?
    Bernadette: Può darsi. Ma per i nostri avvocati il mondo è pieno di cose che fanno sanguinare il retto.
  • [Segreteria telefonica della madre di Howard]
    Stuart: Sono Debbie!
    Debbie, madre di Howard: E io sono Stuart!
    Stuart e Debbie: Scherzetto!
    Stuart: Lasciate un messaggio!
  • Penny: [...] [Riferita a Bernadette] Onestamente sono un po' terrorizzata da lei.
    Dan: Aspetti, aspetti... Bernadette le fa paura?
    Penny: Sì, parecchio.
    Dan: Credevo ne facesse solo a me! Tutti la trovano così carina con quella vocettina stridula!
    Penny: Lo so! E invece è una gran prepotente!
  • Sheldon: Amy, potrei avere un momento di privacy per parlare con il mio coinquilino?
    Amy: Siamo su un'auto in marcia! Che vuoi che faccia, che mi ficchi le dita nelle orecchie?!
    Sheldon: Pensavo più a mettere la testa fuori come i cani, ma va bene lo stesso. Per favore, solo un momento. [Amy si mette le dita nelle orecchie] Leonard, appena arriviamo a casa voglio praticare il coito con Amy. [Si gira per osservare Amy, ancora con le dita nelle orecchie] Ok, non ci sente.

Episodio 2, La soluzione del professore associato[modifica]

  • In realtà l'unico animale perfetto per i supersoldati interspecie è il koala. Ti ritroveresti con un esercito così carino che nessuno lo attaccherebbe. (Sheldon)
  • Amy: [...] come cameriera eri un disastro!
    Penny: Questo non è vero!
    Amy: Sto ancora aspettando i mini corn dog che ho ordinato due anni fa!
  • Di solito quando si parla male alle spalle di qualcuno quel qualcuno sono io. Ma a me lo dicono in faccia. (Amy)
  • Raj: Oh, avevi portato biscotti per tutti.
    Sheldon: Sì, i Fig Newton. Avrei chiesto ai miei studenti: «Chi ha contribuito allo sviluppo del calcolo infinitesimale e ha un famoso biscotto che si chiama come lui?» E poi qualcuno avrebbe detto: «Newton» e io gli avrei detto che aveva torto. I biscotti si chiamano così per la città nel Massachusetts. E poi avrei buttato via i biscotti.
  • Howard: Ma indovina un po': gli ingegneri sono intelligenti quanto i fisici!
    Sheldon: Rimangiatelo immediatamente!
  • Leonard: Perché ti preoccupi tanto di dimostrare che sei più intelligente di Wolowitz?
    Sheldon: Oh, non è una preoccupazione, è un piacere!
    Leonard: Sai che cosa penso? Penso che l'idea che qualcuno possa essere intelligente quanto te o anche di più te la fa fare nei pantaloni e non sai come affrontare la cosa.
    Sheldon: Opinione interessante. Tu stai insinuando che abbia problemi emotivi inconsci che influenzano il mio comportamento tanto da farmi aggredire le cose e le persone che minacciano la mia forte superiorità intellettuale.
    Leonard: Be', potresti rifletterci.
    Sheldon: Leonard?
    Leonard: Sì?
    Sheldon: Howard è allergico alle arachidi. Come posso usarlo contro di lui?

Episodio 3, L'insufficienza del primo lancio[modifica]

  • Penny: Uscite insieme tre sere di fila?
    Sheldon: Ho perso una serie di appuntamenti con lei mentre facevo il mio viaggio e sono obbligato contrattualmente a recuperarli secondo i termini del contratto tra fidanzati.
    Penny: Che cosa sexy.
    Amy: È molto più che sexy, è vincolante.
  • Sheldon: Ma ogni cosa è quantificabile! Queste patatine fritte? Un "sette". Spider-Man? Un "nove". E il numero "nove"? Stranamente un semplice "quattro".
    Leonard: Quanto è ridicolo quest'uomo?
    Penny: Cento.

Episodio 4, La riverberazione della sveltina[modifica]

  • A questo proposito, secondo un recente studio dell'università di Oxford, quando si inizia una relazione romantica con un nuovo partner, si è destinati a perdere uno o due degli amici più stretti. (Sheldon)
  • Leonard: Ma ricordi quando Penny ha detto a Raj di escluderla dalla sua lista [di amanti]?
    Howard: Sì.
    Leonard: Pensi che parlandomi del suo passato lei ha lasciato fuori qualcuno.
    Sheldon: Sono certo che l'ha fatto.
    Leonard: Perché?
    Sheldon: Se non l'avesse fatto sarebbe ancora lì a scorrere la lista.

Episodio 5, L'attenuazione della concentrazione[modifica]

  • Perché è spirato? | Perché tale fato? | Il tempo era giunto | ed era giunto il punto. (Sheldon) [recitando il poema annuale per commemorare l'anniversario della morte del Dr. Seuss scritto nel 2007]
  • Raj: Uh! Potremmo fare un nostro ritiro!
    Leonard: Sì, perché no? Un ritiro scientifico.
    Howard: Mio cugino ha una casa nel bosco.
    Sheldon: No, no! Io non ci vengo in una casa nel bosco! L'avete visto il film Quella casa nel bosco?
    Leonard: Allora andremo in un hotel.
    Sheldon: Un hotel?! Ma l'hai mai visto Shining?
    Raj: Potremmo andare al lago e affittare una casa lì.
    Sheldon: Hai visto La casa sul lago del tempo?
    Raj: Non succede nulla di brutto in quel film!
    Sheldon: Nulla di brutto a loro! Ma a me sì! Lettere che viaggiano nel tempo... L'unico tempo che è sparito è stata quell'ora e mezza sprecata!
    Leonard: Bene, allora lo faremo a casa nostra.
    Sheldon: Nessuno ha suggerito una casa al mare.
    Leonard: Vuoi andare in una casa al mare?
    Sheldon: Buon Dio, no! L'hai visto Lo squalo?
  • [Sfogliando il loro quaderno di possibili invenzioni]
    Leonard: Sono anni che non ci do un'occhiata... "Fidanzata robot."
    Howard: Quella è mia.
    Leonard: "Prostituta robot."
    Howard: Sempre mia...
    Sheldon: Aspetta, non capisco. Perché ti servivano sia una fidanzata che una prostituta robot?
    Howard: È che ci son cose che non fai con la tua fidanzata robot.
  • Sapete? Molte importanti scoperte sono state ispirate dalla fantascienza. Ad esempio il satellite geostazionario da Arthur C. Clarke, il cellulare a conchiglia Motorola da Star Trek... Già, e ho sempre sospettato che l'idea di un presidente afroamericano sia stata presa di sana pianta dal film Deep Impact. (Sheldon)
  • [Guardando Ritorno al futuro - Parte II]
    Howard: C'è qualcosa che non mi torna. Guardate. Nel 2015 Biff ruba l'almanacco sportivo e porta la macchina del tempo al 1955 per darlo al giovane se stesso, ma nel momento in cui lo fa cambia il futuro. Quindi il 2015 in cui torna sarebbe un diverso 2015, non quello in cui erano Marty e Doc.
    Leonard: È la stessa polemica di Un tuffo nel passato. Se il vecchio Biff tornasse nel 2015 dopo aver dato l'almanacco al giovane Biff potrebbe tornare al 2015 dove ci sono Marty e Doc questo perché solo dopo il suo ventunesimo compleanno il Biff del 1955 ha piazzato la prima scommessa.
    Sheldon: Aspetta, aspetta. "Ha piazzato" è giusto?
    Leonard: Che vuoi dire?
    Sheldon: Che "ha piazzato" è il tempo verbale giusto per qualcosa che è successo nel futuro di un passato influenzato da un evento del futuro?
    Leonard: "Avrebbe potuto piazzare"?
    Sheldon: Bravo ragazzo.
    Leonard: Bene. Quindi solo dopo il suo ventunesimo compleanno Biff avrebbe potuto piazzare la prima scommessa e fare i milioni. È qui che ha alterato la linea del tempo.
    Sheldon: Sì, ma non avrebbe potuto piazzarla!
    Howard: Cosa?
    Sheldon: Diversamente da Un tuffo nel passato non potrebbe essere più semplice. Quando Biff prende l'almanacco nel 1955 il futuro alternativo che crea non è quello in cui Marty e Doc Brown usano la macchina del tempo per andare nel 2015, pertanto nella nuova linea del tempo Marty e Doc non hanno portato la macchina nel...
    Leonard: Aspetta, aspetta. È giusto "hanno portato"?
    Sheldon: "Marty e Doc non avrebbero potuto portare"?
    Leonard: Che ne so?! Non ho iniziato io!
    Sheldon: Diciamo così. Marty e Doc non avrebbero potuto portare la macchina del tempo al 2015. Questo vuol dire che il Biff del 2015 non avrebbe potuto portare l'almanacco al Biff del 1955 perciò la linea del tempo in cui il Biff del 1955 prende l'almanacco è anche quella in cui il Biff del 1955 non prende l'almanacco. E non solo non lo prende, ma non ha, non aveva, non avrebbe potuto prenderlo!
    Raj: Ha ragione. E poi che razza di nome è Biff?! Sembra il suono di quando apri un barattolo di Pillsbury dough!
  • Howard: "Sollecitazioni negative" è sbagliato?
    Sheldon: È usato scorrettamente di continuo. Persino Bill Murray compie quell'errore nella prima scena del film Ghostbusters.

Episodio 6, L'approssimazione della spedizione[modifica]

  • Bernadette: A proposito di nuove carriere, come va con la materia oscura, Sheldon?
    Sheldon: Ah, devo dire che questo è il periodo più eccitante della storia del settore.
    Bernadette: Cosa sta succedendo?
    Sheldon: Ho iniziato ad occuparmene.
  • Sheldon: Ci stanno prendendo in giro?
    Raj: Sì.
    Sheldon: Mi mancano i vecchi tempi quando non lo capivo.
  • Raj: Ehi, Sheldon, sei occupato?
    Sheldon: Io sono sempre occupato. Questa mente è capace di un'avanzata attività di multitasking. In questo momento sto cercando di risolvere la congettura di Penrose[1], sto redigendo il discorso per il Nobel per aver risolto la congettura di Penrose e mi sto domandando: come partoriscono le sirene?
    Raj: Non depongono le uova su una roccia?
    Sheldon: Ora ho spazio per un'altra cosa.
  • Penny: Penso che tu sia un po' ossessionato dalla storia dei soldi perché ora dipendo meno da te e la cosa ti spaventa.
    Leonard: Mh. È possibile... Oppure volevo semplicemente fare qualcosa di carino e... forse per te è un problema per via delle tue manie di controllo.
    Penny: Manie di controllo?
    Leonard: È possibile...
    Penny: Oppure è possibile che il fatto che non sono più un'attrice disoccupata che non può più pagarsi la cena da sola ti rende un tantino insicuro.
    Leonard: Non dovevi dirlo... Lo sai che le mie insicurezze mi rendono insicuro...
  • [Prima di scendere nel cunicolo sotterraneo]
    Sheldon: E se succede qualcosa di brutto qual è la regola?
    Amy: Salvarti per primo e tornare per Raj solo se rimane tempo.
    Raj: Ce la caveremo benissimo.
    Amy: Sono colpita dalla tua determinazione.
    Sheldon: Eh, effettivamente. Tutto ciò mette alla prova la mia idiosincrasia per il caldo, i posti piccoli, i cunicoli sotterranei, l'umidità, i portelli, le scale a pioli, il buio, le eco e il defecare in questi secchi di plastica. Quest'ultima è piuttosto recente, ma credo che schizzerà velocemente in cima alla lista.
  • Dove il buio ti assale ed è forte il calor [...] il pericolo incombe e hai paura nel cuor. | Non sai più quando è giorno e non sai quando è sera. | Non c'è luce o speranza dentro questa miniera. [...] Posso solo pregar quando io morirò che il mio corpo annerisca e diventi carbon. [..] E dall'alto del ciel, con immensa pietà | guarderò il minatore che il mio corpo scaverà. (Sheldon) [Cantando nel cunicolo sotterraneo]
  • Raj: Insomma, come Hannah Montana, Miley era una popstar famosa in tutto il mondo, poi si toglieva la parrucca e andava a scuola come una ragazzina normale, e — che te lo dico a fare? — a quell'età è di per sé un bel casino.
    Sheldon: È una cosa che non ha senso: come poteva passare per un'altra solo portando una parrucca?
    Raj: E Superman che cela la sua identità dietro un paio di occhiali ti sta bene?
    Sheldon: Non si limita ad indossare un paio di occhiali, pettina indietro il ricciolo ribelle e finge di avere una personalità molto mite.
  • Raj [sventolandosi]: Questo calore è disumano.
    Sheldon: Come nativo del subcontinente tropicale indiano dovresti sapere che sventolarsi in un ambiente umido alza la temperatura corporea e basta.
    Raj: Ah. Ecco perché la servitù sembrava così accaldata mentre mi sventolava.
  • Sheldon: Quando sono entrato nel campo della teoria delle stringhe ero un prodigio. Mi sono guadagnato una posizione di rispetto e pensavo che la mia carriera sarebbe proseguita in perenne ascesa. E adesso, eccomi: a trent'anni a dover ricominciare da capo. E questo francamente mi fa paura.
    Raj: Sheldon, sai a che penso quando ho paura? Alla Voyager.
    Sheldon: Voyager la sonda spaziale o Voyager la serie tv di Star Trek?
    Raj: La sonda spaziale.
    Sheldon: Bene. Ho troppo caldo e sono troppo stanco per dirti come odio la serie tv Voyager.
    Raj: Quando sono nato io la missione di Voyager 1 doveva finire. Aveva visto Giove, Saturno e suoi satelliti, ma è andata avanti. Quando ho lasciato l'India per l'America non avevo mai avuto tanta paura in vita mia, non sapevo cosa mi riservasse il futuro. Quando mi sento così penso a come Voyager sia ancora là fuori, oltre il sistema solare, e stia andando più lontano di quanto possiamo immaginare.
  • Amy: Devo proprio trascriverla questa cosa?
    Sheldon: Non lo stai facendo per me. Lo stai facendo per le future generazioni che impareranno dalle mie difficoltà.
    Registrazione di Sheldon: Diario di bordo di simulazione in miniera di Sheldon. Nota 4: il mio Kit Kat si è sciolto. Tutto è perduto.

Episodio 7, La concitazione del fraintendimento[modifica]

  • I fattorini sono i soldati di frontiera del commercio della nostra nazione. È grazie a persone come lei che persone come me possono limitare i contatti umani. (Sheldon)
  • Benvenuti nella mia fortezza della solitudine. È dove vengo per allontanarmi... da tutto il resto della mia solitudine. (Dottor Lovis)
  • Leonard: Uao, Donkey Kong! Era il mio gioco preferito quand'ero piccolo!
    Sheldon: Perché è la storia di una ragazza bionda e carina inseguita incessantemente da un piccolo ometto informe?
  • Penny: Dottore, deve capire che si comporta in modo un po' inquietante...
    Dottor Lovis: Me l'ha detto anche Sigourney Weaver quando l'ho seguita alla toilette.

Episodio 8, L'equivalenza del ballo[modifica]

  • Sheldon: Questi sarebbero problemi? Vedi, il gibbone è l'unico membro della famiglia dei primati che non è classificato come "grande scimmia".
    Howard: Dovrebbe consolarmi?
    Sheldon: Tutti i primati non umani sono classificati come grandi scimmie, eccetto uno. Ciò significa che i tassonomisti hanno creato un'intera categoria, le piccole scimmie, per lasciare il povero gibbone in disparte. Come il bambino strambo ai giardinetti.
  • Penny: Che tipo di adolescente pensate che fossi?
    Bernadette: Una troietta.
    Amy: Una facile.
    Penny: Volete dire "popolare".
  • È da quando ho visto Bella in rosa che voglio andare a un ballo in America. Poi però ho visto Carrie e mi è passata la voglia di andarci. Poi ho visto Mai stata baciata e mi è ritornata. (Raj)
  • Berny è molto entusiasta. Si sentiva dalla voce. Era talmente acuta che il beagle dei vicini si è messo a ululare. (Howard)
  • Penny: So che non ero convinta, ma ora sono felice di accompagnarti al tuo primo ballo.
    Leonard: Cosa ti fa credere che sia il primo? Ci sono andato.
    Penny: Sì? E con chi?
    Leonard: Ero con una signorina chiamata Solitudine.
    Penny: Oh...
    Leonard: Ah, non importa. Alla fine abbiamo fatto una cosa a tre con la sua amica Umiliazione.
  • Amy: Sheldon, c'è un'altra cosa che volevo dirti, ma prima di farlo voglio che tu sappia che non devi ricambiare... So che non sei pronto e non voglio che tu lo dica perché è la convenzione sociale lo impone, quindi...
    Sheldon: Ti amo anch'io.
    Amy: L'hai detto tu?!
    Sheldon: Non posso negare di provare qualcosa per te e non può essere spiegato altrimenti. Ho considerato l'eventualità di avere un parassita nel cervello, ma... ma sembrava persino più inverosimile. L'unica conclusione era l'amore. [Dichiarazioni d'amore dalle serie televisive]

Episodio 9, La deviazione del setto[modifica]

  • Amy [Sheldon deve indovinare il nome di Tesla]: Questa è facilissima: tu adori quest'uomo.
    Sheldon: Sono io.
    Amy: Andiamo... è un genio molto sottovalutato.
    Sheldon: Sono proprio io.
    Amy: Non sei tu. Concentrati. C'è un'automobile che ha il suo nome.
    Sheldon: Ma certo che c'è: la Mini Cooper, perché sono io.
    Amy: Mettiamola così: è lo Sheldon Cooper dei poveri.
    Sheldon: Ah, Tesla.
  • [Sheldon ha paura che Leonard muoia durante un intervento chirurgico]
    Leonard: Però so che non accadrà per l'impatto con un asteroide.
    Sheldon: Lo sai chi altro lo ha detto? Ogni spavaldo T-Rex che ora fluttua nel serbatoio della tua auto.
    Leonard: Sì, ma se cadesse un asteroide, non moriresti anche tu?
    Sheldon: Non lo so. Sono intelligente e combattivo, potrei cavarmela.

Episodio 10, Il riflesso dello champagne[modifica]

  • Passi tutta la vita a lavorare e alla fine rimangono solo dei fogli dentro una scatola. (Leonard)
  • Papà dice che nessuno ama i frignoni, tranne le loro mamme e i democratici. (Bernadette)
  • Immagino che la triste verità sia che non tutti possono raggiungere grandi obiettivi. Alcuni di noi devono trovare conforto in quei piccoli momenti dei quali è fatta la vita. (Howard)

Episodio 11, L'infiltrazione della camera bianca[modifica]

  • Sapete? A proposito di avvocati, se un giorno avessi bisogno di un legale, mai e poi mai assumerei She-Hulk. (Sheldon)
  • Questo è il regalo perfetto. Beh, come ti senti adesso? In colpa? Triste? Vorresti essere ebrea? (Sheldon)

Episodio 12, La disintegrazione della sonda[modifica]

  • Sheldon: Allora, che colore vuoi essere?
    Leonard: Beh, vorrei essere il verde, ma lo prendi sempre tu.
    Sheldon: Ma no, non è vero. A me sta bene qualsiasi colore. Già, potrei essere una combinazione tra giallo e blu.
    Leonard: Giallo e blu fanno il verde.
    Sheldon: Bene, allora è deciso.
  • Beh, mi dispiace, ma risolvere problemi è il mio lavoro. (Sheldon)

Episodio 13, L'ottimizzazione dell'ansia[modifica]

  • Sheldon: Nulla è più divertente di cambiare i paradigmi della scienza.
    Penny: [Rivolta a Leonard] E tu che preferisci insaponarmi sotto la doccia.
  • Non c'è bisogno che vai fuori di testa per essere più produttivo. (Amy)

Episodio 14, La manifestazione del troll[modifica]

  • Se giochi col toro, ti becchi una bella cornata. Sto per mostrare a questo tipo quanto posso essere cornuto. (Sheldon)
  • Penso che l'anonimato faccia credere di poter dire delle cose che non diresti mai in faccia. (Howard)

Episodio 15, La rigenerazione del negozio di fumetti[modifica]

  • Sheldon: Quanti Thomas Edison ci vogliono per cambiare una lampadina?
    Amy: Ah... quanti?
    Sheldon: Che importa? Ha rubato l'idea. Non merita una battuta tutta sua.
  • Amy: Non è niente di grave. Faccio fare dei test simili agli studenti continuamente. Se riempi dei moduli all'università posso darti cinque dollari.
    Penny: Io non voglio cinque dollari, io voglio la mia dignità.
    Amy: Quindi parliamo di dieci dollari.

Episodio 16, L'accelerazione dell'intimità[modifica]

  • Sheldon: Oh, ci sono: la persona con cui vorrei andare a cena è me stesso.
    Penny: Sicuro? Perché io una cena così l'ho fatta.
    Sheldon: Beh, io invece no. Sconsigliano di incontrare il proprio eroe, anche se non so come potrei mai deludere.
  • Sheldon: [...] Spesso io male interpreto i sentimenti delle altre persone. Ad esempio, non sempre capisco se qualcuno sta scherzando o se sta ridendo di me, o se è arrabbiato per qualcosa che ho fatto o se è solo di cattivo umore. Sai, è incredibilmente stressante.
    Penny: Davvero? Sembri così sicuro di te!
    Sheldon: Be', non lo sono. E se potessi leggere la mente delle persone, la vita per me sarebbe più semplice.
    Penny: Be', adesso vorrei avere la capacità di rendertela più semplice.

Episodio 17, Il modulo della colonizzazione[modifica]

  • Sheldon: Dopo lunghe discussioni abbiamo stabilito che la tartaruga è l'animale domestico ideale. Pensateci, non perde il pelo, non è rumorosa...
    Amy: Ed ad Halloween possiamo mascherarla da ciottolo.
    Sheldon: E se per caso un giorno impazzisse, sarei più veloce di lei.

Episodio 18, La termalizzazione dell'escluso[modifica]

  • Ho un'opinione contrastante sul fare interviste. Mi piace la parte in cui parlo io, ma non mi piace quando parla l'altra persona. (Sheldon)

Episodio 19, La violazione dello Skywalker[modifica]

  • Sheldon: Leonard, ho pensato a una battuta d'apertura per la nostra conferenza a Berkeley.
    Leonard: Ah, a me piace ridere, ma raccontala lo stesso.
    Sheldon: Ok. Che cosa dici a un laureato del dipartimento di fisica di Berkeley? Prendo anche le patatine. Perché non ha l'istruzione necessaria per proseguire una carriera scientifica.
  • [Sheldon e Leonard vogliono entare nello Skywalker ranch di George Lucas senza prenotazione] Ascolta, il mio piano si basa sul presupposto che all'interno del ranch ci sia un'infermeria, e sulla tua disponibilità a farti accoltellare leggermente. (Sheldon)

Episodio 20, L'implementazione del fortino[modifica]

  • Howard: Ehi, io sono cresciuto in questa casa, ok? Quindi qui nessuno butta giù niente.
    Bernadette: Ok, ok. Quando andrà al Comic-Con verrò con un bulldozer.
  • Vuoi saperlo? Sono sempre stato a favore dell'evoluzione, ma poi mi sono evoluto e adesso la trovo stupida. (Sheldon)

Episodio 21, Il deterioramento della comunicazione[modifica]

  • Penny: Sono venuta per parlare con te.
    Sheldon: Oh... che bellezza. Ecco alcuni temi che mi interessano: meccanica quantistica, treni, bandiere...
    Penny: No, no, riguarda la mia carriera come attrice.
    Sheldon: Oh, mi dispiace, non è sulla mia lista.
  • Raj: I precedenti tentativi di inviare un messaggio nello spazio, come il Golder Record sulla Voyager, sono stati criticati.
    Leonard: Beh, per poterlo sentire gli alieni avrebbero dovuto saper costruire un giradischi.
    Raj: Anche se a dirla tutta ho visto E.T. costruire un telefono con un vecchio giocattolo e un ombrello. Quel tipo era una specie di MacGyver.

Episodio 22, La trasmissione del diplomato[modifica]

  • Penny: Io viaggio leggera. Una volta ho passato tutto lo Spring Break con solo una maglietta lunga e una cintura.
    Leonard: A cosa ti serviva una cintura?
    Penny: Si chiama look da sera.
  • Sheldon, ho una laurea specialistica in ingegneria, mi ci pulisco il sedere con la garanzia. (Howard)
  • Non si tratta di soldi, ma di risolvere problemi, per questo sono un ingegnere. È quello che mi piace, quello per cui ho studiato. È ciò che sono. (Howard)
  • Ci sono due tipi di persone al mondo: chi chiama l'assistenza tecnica e chi sfotte quelli che chiamano l'assistenza tecnica. (Howard)
  • Fu Lyman Frank Baum a dire: «Nessun ladro, per quanto scaltro, potrà mai rubarti la conoscenza». Ed è per questo che la conoscenza è il tesoro più sicuro e bello. (Leonard)

Episodio 23, La combustione materna[modifica]

  • Ha ragione: le rose muoiono, ma un ceppo marcio e pieno di muffa farà crescere funghi per due o tre magici anni. (Amy)
  • Mary Cooper: Quindi ti vergogni di me?
    Sheldon: Ma certo che no. Ti voglio bene. È solo che mi imbarazzano le cose in cui credi, che fai e che dici.
  • Beverly Hofstadter: Ho letto il vostro articolo, è veramente notevole.
    Sheldon: Oh, grazie.
    Leonard: Abbiamo trascorso due ore nel traffico, non ti è venuto in mente di dire a me che ti era piaciuto?
    Beverly Hofstadter: Certo che sì, ma è compito di una madre assicurarsi che l'autostima di suo figlio non dipenda dall'approvazione di nessuno.
    Leonard: Che tenera, pensi che abbia un'autostima...
  • Beh, dispensare affetto come ricompensa per i traguardi raggiunti sarebbe un buon metodo per crescere un figlio, o addestrare un topo. (Sheldon)

Episodio 24, La determinazione dell'impegno[modifica]

  • Amy: Sheldon, riesci a cogliere l'ironia della tua fissazione per un uomo con una supervelocità quando dopo cinque anni da te sono riuscita ad ottenere solo una distratta pomiciatina sul divano?
    Sheldon: L'ironia non è sicuramente il mio forte, ma sto migliorando col sarcasmo se ti va di fare un tentativo.
    Amy: Ah, certo, mi piacerebbe molto. [Attimo di pausa]
    Sheldon: Appena sei pronta.
  • Sheldon: Amy è arrabbiata con me, ma non mi è ben chiaro il perché.
    Penny: Ok, prima che si arrabbiasse stavate parlando?
    Sheldon: Si.
    Penny: Deve essere per questo.
  • [Parlando di Smallville] Esatto, sai, ho aspettato dieci anni per vedere volare uno che tutti sanno che sa volare. (Sheldon)

Note[modifica]

Altri progetti[modifica]