Aliens - Scontro finale

Da Wikiquote, aforismi e citazioni in libertà.

Aliens – Scontro finale

Immagine Aliens title.png.
Titolo originale

Aliens

Lingua originale inglese
Paese Stati Uniti d'America
Anno 1986
Genere horror fantascientifico, azione
Regia James Cameron
Soggetto James Cameron, David Giler, Walter Hill
Sceneggiatura James Cameron
Produttore Gale Anne Hurd, David Giler, Walter Hill, Gordon Carroll
Interpreti e personaggi
Doppiatori italiani
Note

Musiche: James Horner
Trasportato in romanzo da Alan Dean Foster.

  • Vincitore di 2 premi Oscar 1987:
    • migliori effetti speciali
    • miglior montaggio sonoro

Aliens – Scontro Finale, film statunitense del 1986 con Sigourney Weaver, regia di James Cameron.

TaglineQuesta volta è guerra.

Incipit[modifica]

  • Le bio-letture sono tutte in verde, sembra che sia viva... E anche questo salvataggio è fatto. (Leader della squadra di recupero) [sulla capsula criogenica di Ripley]

Frasi[modifica]

  • E tu, testolina di lisca, te ne resti qui. (Ripley) [rivolta al gatto Jones]
  • Allora tesori, cosa state aspettando, il caffè al letto? Questa è un'altra splendida giornata! Una giornata nei Marines è come una giornata al grand Hotel, ogni pasto è un banchetto, ogni busta paga una fortuna, ogni formazione una parata, io adoro il corpo dei marines! (Apone)
  • Ehi, Vasquez... Sei troppo troppa! (Drake)
  • Prontissimi all'impegno, yeah! (Hudson)
  • Siete sull'ascensore per l'Inferno, in discesa! (Hudson) [prima di atterrare su LV-426]
  • Io lo voglio a portata di mano... Per incontri ravvicinati. (Hicks) [riguardo il suo fucile]
  • È fatta, gente! Fine partita, fine partita! (Hudson)
  • Magari possiamo fare un falò, cantare qualche canzone, eh?! Perché non ci proviamo? (Burke)
  • Sarà meglio rientrare, perché presto sarà buio e perlopiù vengono di notte... Perlopiù. (Newt)
  • Io non voglio dormire, faccio sogni paurosi. (Newt)
  • Oh, mamma... Ero quasi al congedo, mi mancavano quattro settimane! Ora creperò su questo sasso! Non è mica giusto! (Hudson)
  • Potrò essere sintetico, ma non sono stupido. (Bishop)
  • [Ultime parole] Sei siempre stato un estronzo, Gorman! (Vasquez)
  • Sta' lontano da lei, maledetta! (Ripley) [rivolta allo Xenomorfo Regina, prima di combatterla]
Get away from her, you bitch!
  • Non male per un umano. (Bishop)

Dialoghi[modifica]

  • Infermiera: Ancora brutti sogni? Vuole qualcosa che la aiuti a dormire?
    Ripley: No... Ho dormito abbastanza.
  • Ripley: Io non riesco a capire. Ormai siamo qui già da tre ore e mezzo, in quanti modi diversi volete che vi racconti la stessa storia?
    Van Leuwen: La veda attraverso la nostra ottica, per favore. La prego. [Ripley si siede] Dunque, lei ammette di aver fatto esplodere i motori e di aver pertanto distrutto un cargo stellare di tipo M, un complesso di hardware costosissimo.
    Agente assicurativo: 42 milioni di dollari di oggi. A parte il carico, naturalmente.
    Van Leuwen: Il suo registratore di volo corrobora alcuni elementi della sua relazione. Riporta che, per ragioni sconosciute, l'astronave Nostromo atterrò su LV-426, un pianeta inesplorato a quel tempo, e che ripresa la sua rotta fu successivamente predisposta per l'autodistruzione da lei, per ragioni sconosciute.
    Ripley: Non per ragioni sconosciute! Vi ho già detto che atterrammo là per ordine della Compagnia per prendere quella cosa che ha distrutto il mio equipaggio! E la vostra costosa astronave.
    Van Leuwen: La squadra analisi, esaminando a fondo il suo modulo di salvataggio, non ha trovato alcuna prova fisica della creatura che lei ci ha descritto.
    Ripley: Certo, perché io la sparai fuori attraverso la cabina stagna! ...Come ho detto.
    Agente assicurativo: Esiste qualche specie di organismi ostili su LV-426?
    Rappresentante ECA: No, è una roccia. Non esiste una vita indigena.
    Ripley: ...Il quoziente intellettivo è precipitato mentre io ero via?! Signora, ve l'ho già detto che non c'era niente di indigeno, era un'astronave abbandonata, un veicolo alieno, non era di lì. Afferra? Dirigemmo sul suo segnale e...
    Rappresentante ECA [la interrompe continuando]: "Trovammo qualcosa che non era mai stato osservato in più di trecento mondi già esplorati, una creatura che germinò dentro un ospite umano vivente".
    Ripley: Già.
    Rappresentante ECA: Sono parole sue. E che ha "acido concentrato al posto del sangue".
    Ripley: Esatto! ...Sentite, io so già come andrà a finire, però io vi dico che quelle cose esistono.
    Van Leuwen: Grazie, tenente Ripley, basta così.
    Ripley: Vi prego, voi non mi state ascoltando! Kane, un membro dell'equipaggio che entrò in quella nave, disse di aver visto migliaia di uova là! Migliaia!
    Van Leuwen: Grazie, basta così, è tutto!
    Ripley [perde la pazienza]: E no per Dio che non è tutto!!! Se una di quelle cose arriva quaggiù non potrà dirla "è tutto"! Allora a tutte queste stronzate che voi credete tanto importati, potrete dare tanto di bacio dell'addio!!
  • Ripley: Van Lauwen, perché non controlla LV-426?
    Van Leuwen: Perché non occorre. C'è gente laggiù da oltre vent'anni e non si sono mai lagnati di nessun organismo ostile.
    Ripley: Che cosa vuol dire? Ma quale gente?!
    Van Lauwen: I terraformanti. Sono tecnici planetari, vanno là e installano enormi processori atmosferici per rendere l'aria respirabile e richiede degli anni. Noi le chiamiamo le "colonie battistrada"!
    Ripley [Van Lauwen fa per andare ma lei lo blocca]: E quanti sono là? Quanti coloni?
    Van Lauwen: Non lo so, sessanta, forse settanta famiglie. Le dispiace? [prosegue mentre Ripley rimane sconcertata]
    Ripley: Famiglie... Mio Dio...
  • Burke: Salve, Ripley. [presenta Gorman] Il tenente Gorman, del corpo coloniale dei marines... [Ripley gli sbatte la porta in faccia] Ripley, dobbiamo parlare! Abbiamo perso ogni contatto con la colonia su LV-426! [Ripley gli apre]
    Ripley: Ah, be', è incredibile: prima voi mi date in pasto alle belve, e adesso vorreste che io tornassi là fuori? Scordatevelo, non è problema mio.
    Burke: Posso finire?
    Ripley: No. Perdi solo il tuo tempo.
    Gorman: Ripley, lei non andrebbe là con truppe normali, posso garantirle la sua sicurezza. [Ripley geme]
    Burke: Senti, questi marines coloniali sono uomini molto duri, con le armi tecnologicamente più avanzate. Non c'è niente che non possono affrontare! Tenente, ho ragione?
    Gorman: È vero, siamo addestrati ad affrontare situazioni come questa.
    Ripley [ride]: Allora che ve ne fate di me? Io non sono un marine.
    Burke: Sì, ma non sappiamo esattamente che succede là fuori. Può essere solo un trasmettitore in tilt, okay, ma se non lo è... I-Io ti vorrei là come consulente, e niente altro.
    Ripley: Non ho tempo per questo, ora devo andare, devo andare al lavoro.
    Burke: Ah, è vero. So che lavori ai docks di carico adesso...
    Ripley: Infatti.
    Burke: Azioni martinetti, elevatori a forca...
    Ripley: Sì, e allora?
    Burke: Niente, fai benissimo a tenerti occupata. Io so anche che non hai trovato di meglio. Non che ci sia niente di male... Ma se io ti dicessi che ti farei reintegrare come ufficiale di volo? La Compagnia è già disposta a rinnovarti il contratto.
    Ripley: Se vado là?
    Burke: Sì, se vai là. Dai, è una seconda chance, ragazza! Io personalmente penso che per te sarebbe la cosa migliore del mondo andare là e affrontare la cosa, rimonta a cavallo!
    Ripley: Risparmiami, ho avuto la valutazione psichica questo mese.
    Burke: Sì, lo so, l'ho letta: ti svegli ogni notte con le lenzuola inzuppate di sudor...
    Ripley: HO DETTO DI NO! E lo ripeto.
    Burke: Okay.
    Ripley: Ora per favore andatevene. Io non ci torno là, neanche morta! Tanto più che non vi sarei di nessun aiuto se ci venissi.
    Burke: Okay. Mi faresti un favore? Riflettici un po'. [lascia la sua carta]
  • Burke [Ripley lo chiama di notte dopo avere avuto un altro incubo]: Salve... Ripley? Stai bene?
    Ripley: Dimmi una cosa sola, Burke: voi andate là fuori a sterminarli, vero? Non per prenderli o portarli qua, ma per spazzarli via?
    Burke: Questo è il piano. Hai la mia parola.
    Ripley: E allora va bene.
  • Hudson: Ehi, Vasquez, ti hanno mai preso per un uomo?
    Vasquez: No. E a te?
  • Hudson: Ehi papà, che si fa?
    Apone: È una missione di soccorso, ti piacerà: c'è qualche schianto di figlia di colono che dobbiamo salvare dalla sua verginità! [ridono] Fessi coloni...
  • Spunkmeyer [durante la colazione]: Aw, e questo che schifo sarebbe?
    Frost: Pane di mais, credo.
    Hicks: Mangia che ti fa crescere!
  • Burke: Credevo che non sbagliassi mai, Bishop. [Bishop sanguina liquido bianco dal dito dopo il gioco col coltello, Ripley lo nota]
    Ripley: Non mi avevate detto che c'era un androide a bordo, perché no?
    Burke: Ah, ehm, perché non mi è passato per la mente, è nella normalità, abbiamo sempre un sintetico a bordo.
    Bishop: Preferisco il termine "persona artificiale", io.
    Burke: Giusto.
    Bishop: Ci sono problemi?
    Burke: Mi dispiace, io non sapevo, veramente... [a Bishop] Nell'ultimo viaggio di Ripley il sin... La persona artificiale disfunzionò.
    Ripley: "Disfunzionò"!?
    Burke: Ebbero problemi e si lamentarono vittime.
    Bishop: Mi stupisce... Era un vecchio modello?
    Burke: Sì, l'apparato iperdina 120-A/2.
    Bishop: Ah, allora si spiega; gli A/2 sono sempre stati capricciosi, non accadrebbe mai oggi coi nostri inibitori comportamentali, è impossibile per me danneggiare per omissione di intervento, lasciare che si danneggi un umano. [porge il vassoio col pane] È sicura di non volerne un po'? [Ripley butta furiosamente a terra il vassoio, tutti si zittiscono e girano gli sguardi verso la scena]
    Ripley: Sta' lontano da me, Bishop! Mi sono spiegata?
    Frost: Il pane di mais non piace neanche a lei...
  • Hudson: Questo sarà uno scontro a fuoco, signore, o un'altra caccia all'insetto?
    Gorman: Sappiamo solo che ancora mancano contatti con la colonia e che uno Xenomorfo può esserne motivo.
    Frost: Mi scusi, signore, un cosa?
    Gorman: Uno "Xenomorfo".
    Hicks: Caccia all'insetto. Di che cosa parliamo, esattamente?
    Gorman: Ripley...
    Ripley: Io vi dirò quello che so: atterrammo su LV-426, un membro del nostro equipaggio fu riportato a bordo con qualcosa attaccato alla faccia, una specie di parassita. Cercammo di staccarglielo, ma inutilmente. Più tardi sembrò che si staccasse da sé e morisse. Kane sembrava rimesso, noi eravamo tutti a cena e... E l'ipotesi è che gli avesse lasciato qualcosa nella gola, una specie di embrione e cominciò... Ehm, ecco...
    Vasquez: Escucha, muchacha, io ho bisogno de sapere una sola cosa: donde està... [mima il gesto di sparare]
    Drake: Vasquez, ferro e fuoco, qua la mano!
    Vasquez: Dovunque e in cada momento! [batte cinque con Drake]
    Hudson: Qualcuno ha detto "salviamo i coloni" e lei ha capito "vi diamo i coglioni" e si è arruolata subito!
    Vasquez: Fatte fottere, amigo...
    Hudson: Dovunque e in ogni momento!
    Ripley: Avete finito?!? [a Vasquez] Spero che tu ce la faccia. Con tutto il cuore.
    Gorman: Sì, okay, bene, grazie Ripley. Abbiamo anche il rapporto di Ripley su disco, vi suggerisco di studiarlo...
    Ripley [riprende]: Perché una sola di quelle cose riuscì a cancellare tutto il mio equipaggio in meno di 24 ore! E se i coloni hanno trovato quell'astronave, non si può dire quanti di loro siano stati esposti. Voi lo capite?
    Gorman: Comunque lo abbiamo su disco, perciò è meglio guardarlo. Nessuna domanda? [Hudson alza la mano] Che cosa c'è, recluta?
    Hudson: Da questa merda di squadra come se ne esce?
    Apone: Chiudi con le stronzate, Hudson!!
  • Ripley: Io non so come tu abbia fatto a restare viva, ma sei una brava bambina, Rebecca.
    Newt: No, Newt...
    Ripley: Cosa hai detto?
    Newt: Newt... Il mio nome è Newt. Nessuno mi chiama "Rebecca", tranne mio fratello...
    Ripley: "Newt"? È carino. E chi è questa? [la bambola di Newt]
    Newt: Casey...
    Ripley: Ciao, Casey! E tuo fratello? Come si chiama?
    Newt: Timmy...
    Ripley: Anche Timmy è qui in giro? Forse nascosto come eri tu? ...Hai sorelline? [Newt scuote la testa] Mamma e papà? [Newt annuisce] Newt, guardami. Dove sono?
    Newt: Sono morti, va bene?! Posso andare ora?
    Ripley: Mi dispiace, Newt. Ora sarai più al sicuro qui con noi. [Newt scuote la testa] Questa gente è qui per proteggerti, sono soldati.
    Newt: Non cambierà assolutamente niente...
  • Burke: Senti, tutta questa stazione fondamentalmente è un grosso reattore a fusione, vero? Allora si sta parlando di una reazione termonucleare e "adiós muchachos"!
    Gorman: Oh, evviva, magnifico! ...Cristo! Allora, [alla radio] ehm, Apone? Ascolta, non è possibile sparare là dentro, io... io voglio che siano ritirati i caricatori a tutti!
    Hudson: Ma è un pazzo fottuto!
    Frost: Ma come diavolo ci difendiamo, a parolacce?!
  • Vasquez: Está bien, señores, abbiamo in dotazione sette fusti di gas nervino, portiamoli là dentro e inondiamo todo il fottuto nido!
    Hicks: Non sappiamo se farà effetto ma forse vale la pena di tentare.
    Hudson: Sentite, battiamocela e diamoci un taglio, okay? Ma che ne stiamo parlando a fare?!
    Ripley: Io dico decolliamo e distruggiamo il posto nuclearizzandolo... È il solo modo d'essere sicuri.
    Hudson: E cristo, sì!
    Burke: Ehi, aspettate, alt, un momento! Questa installazione si dà il caso che abbia un sostanzioso valore in dollari!
    Ripley: Hah! Manda il conto a me!
    Burke: Ascoltate... Questo è un momento emotivo, per tutti noi, okay, lo so questo, ma non prendiamo decisioni affrettate, vi prego. Chiaramente ci troviamo di fronte a una specie importante e non credo che voi o chiunque altro abbia il diritto di sterminarla arbitrariamente.
    Ripley: Ti sbagli!
    Vasquez: Ehi, ma che stai dicendo?
    Hudson: Lei forse non è al corrente dei recenti avvenimenti, ma siamo stati presi a calci nelle palle!!
    Burke: Sentite, non è che non vedo quello che succede, ma io non posso autorizzare questo tipo di azione, mi dispiace, veramente!
    Ripley: Be', secondo me è il caporale Hicks che ha il comando, qui.
    Burke: Il caporale Hicks è...
    Ripley: Questa operazione è sotto la giurisdizione militare e Hicks è il secondo in scala gerarchica. Vero, caporale?
    Hicks: Sì... Sì, è vero.
    Burke: Sì, senti, Ripley, questa installazione vale milioni di dollari, okay? Lui non può prendere quel tipo di decisione, è solo un gregario! Senza offesa.
    Hicks: Non pervenuta. [alla radio] Ferro, mi ricevi?
    Ferro: Perfettamente.
    Hicks: Stai pronta per il distacco, possibile disimpegno immediato.
    Ferro: Ricevuto, resto in attesa.
    Hicks: Io dico che decolliamo e nuclearizziamo... Questa è la sola sicurezza. [Ripley approva con un sorriso] Al lavoro.
  • [la navetta viene distrutta da uno Xenomorfo infiltrato, impedendo qualsiasi via di fuga]
    Hudson: Questa è bella... Questa è bella davvero, ragazzi! E ora che accidenti si dovrebbe fare?! Ora sì che siamo sepolti nella merda!!!
    Hicks [afferra Hudson]: Hai finito?!
    Newt: Io penso che non partiremo più, ora. Vero?
    Ripley: Mi dispiace, Newt.
    Newt: Non ti devi dispiacere, non è stata colpa tua.
  • Ripley: Dopo quanti giorni di ritardo la base deve inviare i soccorsi?
    Hicks: Dopo diciassette giorni.
    Hudson: Diciassette giorni? ...Ehi, non è per togliervi la speranza, ma qui non reggeremo diciassette ore! Quelle cose verranno qua dentro come hanno fatto prima!
    Ripley: Hudson...
    Hudson: Verranno qua e ammazzeranno anche noi!!
    Ripley: HUDSON! Questa bambina è sopravvissuta a molto di più e senza nessun'arma e nessun addestramento. Vero? [Newt, con un casco addosso, fa il saluto militare]
    Hudson [deride]: Perché non diamo il comando a lei, allora?!
    Ripley: È meglio che tu cominci ad accettare la situazione, stammi a sentire! Hudson, vedi di riuscirci, perché ci servi e sono stufa delle tue stronzate!
    Hudson: Okay...
  • Hicks: Be', mi pare che abbiamo un buon motivo per muoverci.
    Hudson: Affermativo!
    Newt: Affermativo.
  • Hicks: Per quello che vale... Ecco, voglio che tu te lo metta. [porge a Ripley un braccialetto]
    Ripley: A che serve?
    Hicks: È un localizzatore, potrò trovarti dovunque nel complesso, tramite questo. È solo una precauzione.
    Ripley: Grazie!
    Hicks: Non comporta fidanzamenti. [Ripley ride]
  • Bishop: L'acido molecolare si ossida dopo la morte della creatura, neutralizzandosi completamente.
    Ripley: Bishop, questo è molto interessante, ma purtroppo non ci porta a niente, vero? Io voglio sapere con che cosa abbiamo a che fare. Facciamo un riesame: loro afferrano i coloni, li trasportano laggiù e li immobilizzano facendoli diventare ospiti per altri di questi [i Facehugger] il che significa che dovrebbero essercene tanti di questi parassiti, uno per ogni colono. Sono almeno più di cento.
    Bishop: Sì, è plausibile.
    Ripley: Ognuna di queste cose nasce da un uovo, vero? ...Ma chi depone le uova?
    Bishop: Non lo so. Forse qualcosa che ancora non abbiamo visto. [gli altri si scambiano sguardi nervosi]
    Ripley: Bishop, voglio che tu distrugga questi esemplari appena hai finito, è chiaro?
    Bishop: Il signor Burke ha dato istruzioni perché siano mantenuti vivi in stasi per consegnarli alla Compagnia. È stato molto preciso in merito.
  • Burke: Quei due esemplari valgono milioni per la sezione armi biologiche, vero? Ora, se sei furba, noi ne usciremo come due eroi e ci sistemeremo per tutta la vita!
    Ripley: Sei pazzo, Burke, lo sai? ...Pensi di poter far entrare organismi pericolosi come questi evitando la quarantena?
    Burke: Come gliela imporranno se non ne sanno niente?
    Ripley: Ma sì che lo sapranno, Burke: da me! Così come sapranno che sei stato tu il primo, il vero responsabile della morte di un centinaio di coloni!
    Burke: Un momento, adesso...
    Ripley: Gli ordinasti tu di cercare quell'astronave!
    Burke: Ti sbagli!
    Ripley: Risulta dal giornale della colonia: direttiva in data 6/12/79 firmata "Burke Carter J."! Li spedisti là fuori e senza il minimo avvertimento! Perché non li avvertisti, Burke?
    Burke: Okay, senti, e se quell'astronave non fosse esistita? Hai pensato a questo? Non ne ero certo, perciò se io ne avessi fatto una situazione d'emergenza prioritaria intervenivano tutti, prima l'amministrazione, e non c'erano diritti esclusivi per nessuno, nessun vincitore! E così presi una decisione ed è stata... Sbagliata, è stata una cantonata, Ripley, una vera cantonata.
    Ripley: Una "cantonata"?!? [afferra violentemente Burke e lo strattona] Quella gente è morta, Burke! Ma non ti rendi conto di quello che hai fatto qui?! Sta' tranquillo, farò in modo che tu ci rimetta le penne, da questa non esci per il rotto della cuffia! Puoi giurarci, Burke!
    Burke: Ripley? Io... Sai, io mi aspettavo di più da te, io ti credevo assai più intelligente.
    Ripley: Molto felice di deluderti. [si allontana]
  • Hudson [dopo aver salvato Ripley e Newt dai due Facehugger liberati da Burke]: Facciamo secco 'sta merda figlio di puttana, adesso!
    Hicks: Non riesco a trovare una spiegazione.
    Ripley: Lui pensava di far superare a un alieno la rete sanitaria cercando di far impregnare Newt e me. Poi la refrigerazione per il ritorno a casa l'avrebbe aiutato... Nessuno avrebbe saputo degli embrioni che avremmo portato io e Newt.
    Hicks: Aspetta un momento, noi avremmo saputo che...
    Ripley: Sì, il solo modo in cui poteva impedirvi di parlare era di sabotare qualche congelatore tornando a casa. Vale a dire il vostro. Poi poteva lanciare fuori i vostri cadaveri e inventare qualunque storia volesse.
    Hudson: Fogna... È morto! Sei bello che morto!
    Burke: Ma questo è pazzesco! Ma be', insomma, non senti quello che dici! È paranoia pura! È davvero triste! ...È patetico!
    Ripley: Sai, Burke, io non so proprio quale specie sia peggiore: loro non li vedi fregarsi l'uno con l'altro per una sporca percentuale!
  • Bishop [dopo essere tornati sulla Sulaco]: Scusi se l'ho fatta temere, quella piattaforma stava diventando troppo instabile, ho dovuto sorvolare sperando che non si mettesse troppo male per raccogliere...
    Ripley: Bishop... Sei stato molto bravo.
    Bishop: Davvero?
    Ripley: Sì! [improvvisamente Bishop viene trafitto dalla coda dello Xenomorfo Regina, che si è infiltrata aggrappandosi alla navicella]

Explicit[modifica]

Newt: Faremo tutto un sonno fino a casa?
Ripley: Fino a casa.
Newt: Posso sognare?
Ripley: Sì, cara... Possiamo tutte e due! Dormi bene.
Newt: Sì, affermativo!

Altri progetti[modifica]