Bones (terza stagione)

Da Wikiquote, aforismi e citazioni in libertà.
Jump to navigation Jump to search

1leftarrow blue.svgVoce principale: Bones.

Bones, terza stagione.

Episodio 1, Collega insostituibile[modifica]

  • [Booth ha chiesto il permesso di chiudere un cavalcavia]
    Caroline: Secondo te, un cannibale lancia cadaveri da un cavalcavia cercando di fare canestro nei camion della spazzatura?
    Booth: Visto che abbiamo una testa, dove lo cercheresti il corpo?
  • Cam: Se la prendi tanto a cuore, significa che ti senti in colpa.
    Booth: In effetti ho arrestato suo padre, per omicidio. Magari, lei, non l'ha mandata giù!
    Cam: A volte, esporre il genitore di un amico alla pena capitale, può avere questo effetto.
  • [Booth e Bones vedono Zack nel tavolo dove si esaminano i cadaveri]
    Booth: Zack! Sveglia! Zack!
    Zack: Salve. Perché mi ausculta il petto?
    Booth: Ti credevo morto!
    Zack: Perché?
    Booth: Perché di solito su questo tavolo ci si mettono i cadaveri!
    Zack: Schiacciavo un pisolino...
    Booth: Da oggi, nuove regole, si dorme sui divani, letti e supporti del genere.
  • Booth: Questa faccenda del serial killer, credo, che sarà diversa dal solito.
    Bones: Perché?
    Booth: Hai sentito Hodgins, rischiamo parecchio!
    Bones: Non vedo la differenza, è lavoro.
    Booth: Perché devi tirare il freno, chiaro? Riprendi fiato. Renditi conto che questa non è una gara di velocità, anzi, sarà una maratona. Maratona, Bones, deriva dal greco e significa una corsa molto molto lunga!
    Bones: Non è vero, non è questa l'origine della parola.
    Booth: Volevo arrivare a parlarti di qualcosa di più importante..resisteremo?
    Bones: Che domanda. Sì!
    Booth: Non solo noi. Penso anche al resto del gruppo. Ormai Zack è tornato, Angela e Hodgins hanno rimesso i piedi per terra e Cam è incastrata.
    Bones: E perché me lo domandi?
    Booth: Perché...noi siamo...il collante.
    Bones: E la colla deve resistere.
    Booth: Proprio così. Resisteremo?
    Bones: Sì, resisteremo. Siamo il collante!
    Booth: Intesi.

Episodio 2, Amore sbagliato[modifica]

  • [Angela deve ricostruire il volto di una donna]
    Bones: Ti possono essere utili? Ho un frammento di lingua, dei capelli e materia cerebrale.
    Angela: Eccellente. Se qualcuno mi cerca, vado prima a vomitare, poi inizio il lavoro.
  • Caroline: Allora, ditemi che tutte le vostre cianfrusaglie scientifiche si sbagliano!
    Booth: Ferma!
    Bones: Non è autorizzata ad entrare qui.
    Caroline: Dopo Booth mi spara!

Episodio 3, Un mondo più giusto[modifica]

  • Cam: Trauma violento sulla fronte.
    Booth: Gli occhi brulicano di larve e tu vedi solo una botta sulla fronte?
  • Bones: Ho trovato un piede.
    Cam: Anch'io!
    Booth: Se ne trovate un altro sarò davvero impressionato!
  • Booth: Non ho perso il mio appetito perché hai menzionato la carne di cavallo. Ho perso l'appetito perché mi hai fatto pensare a tutte quelle persone che se ne vanno in giro pensando di essere qualcosa che non sono solo per fare del sesso scadente.
    Bones: Come sai che è scadente?
    Booth: Andiamo, Bones, DEVE esserlo!
    Bones: Perché?
    Booth: Perché? Ti dirò il perché. Eccoci qui: tutti noi siamo fondamentalmente soli, creature separate. Tutti cerchiamo il più piccolo indizio di una reale connessione. Alcuni guardano nei posti sbagliati, alcuni rinunciano perché dentro di loro pensano che non ci sia nessuno là fuori per loro. Ma tutti noi proviamo e riproviamo, ancora e ancora. Perché? Perché a volte… A volte due persone si incontrano. E c'è quella scintilla. E, sì Bones, all'inizio lui è affascinante e lei è bellissima, e magari all'inizio è solo questo quello che vedono, ma fare l'amore… Fare l'amore… Quello è quando due persone diventano una sola.
    Bones: È scientificamente impossibile per due oggetti occupare lo stesso spazio.
    Booth: Sì, ma quello che è importante è tentare. E se lo facciamo bene, ci andiamo vicini.
    Bones: A che cosa? A rompere le leggi della fisica?
    Booth: Sì, Bones. Un miracolo. Quella gente con i loro feticismi e giochetti erotici…quello è sesso scadente. Be', almeno in confronto al vero amore…

Episodio 4, Il segreto del suolo[modifica]

  • Sweets: Dovete sapere che questo non è un gioco, l'FBI sta pensando di interrompere la vostra collaborazione.
    Bones: Cosa?
    Booth: Perché?
    Sweets: [Sorride] Perché?? Ehi, lei ha arrestato suo padre!
    Bones: Ma lui ha soltanto fatto il suo dovere!
    Sweets: Sì, ma...andiamo, lui ha...dottoressa, lui ha arrestato suo padre! Dovrà testimoniare contro di lui. Circostanze come queste tendono a provocare sentimenti di paura.
    Booth: Io, non ho sentimenti di paura. Magari tu, hai bisogno della luce accesa, di notte.
    Sweets: Agente Booth, lei sta cercando di intimidirmi, dal momento in cui è entrato qui. E ci è riuscito!
    Bones: Non spaventare il dottore Booth.
    Sweets: Ora, vi chiedo cortesemente...
    Booth: È terrorizzato!
    Sweets: ...di riempire questi questionari. E poi di riportarmeli. Non svelate le vostre risposte. Mi aiuterà a valutare se i servizi della dottoressa Brennan dovranno essere assegnati ad un altro agente.
    Booth. Questo non è possibile.
    Sweets: Che le piaccia o no, agente Booth, io sono il terapista a cui è stato assegnato questo caso, perciò vi suggerisco caldamente di collaborare, a stretto contatto.
    Bones: Io posso collaborare.
    Sweets: Bene! Agente Booth?
    Booth: Ma voglio chiamarti pulcino!
    Sweets: Va bene...
  • C'è solo una cosa più divertente di psicoterapia il sabato sera...cioè un cadavere! (Booth)
  • Sweets: Ci sarà molto lavoro da fare, nei prossimi mesi.
    Bones: Vuol dire che possiamo restare insieme?
    Sweets: Sì...
    Booth: Sta per arrivare un ma.
    Sweets: Comunque...
    Bones: Equivale a un ma...
    Sweets: ...ho anche osservato diversi...problemi di fondo...che devono essere affrontati.
    Booth: Problemi?
    Sweets: Sì, c'è un chiaro evidente, profondo, direi, attaccamento emotivo, fra voi due.
    Booth: Siamo solo colleghi!
    Sweets: E...perché avrei dovuto pensare ad altro?
    Booth: Perché, hai 12 anni!
    Bones: Non legga niente di particolare, in quello che dice Booth, siamo professionisti, c'è una linea, ma potrebbe anche non esserci.
    Booth: Infatti, voglio dire che se non ci fossero più casi di omicidio, io...probabilmente, non la vorrei...neanche vedere.
    Bones: Sì, verissimo.
    Booth: Magari, per un caffè.
    Bones: Penso di no.
    Booth: Cosa?
    Bones: Cosa?
    Booth: Non prenderesti neanche un caffè, con me?
    Bones: Be', nel tuo scenario, non ci saremmo nemmeno conosciuti perché non ci sono casi di omicidio.
    Booth: Fossero. Ho detto, se non ci fossero più casi d'omicidio.
    Bones: Allora, va bene, potremmo prendere un caffè.
    Booth: Mh, già.
    Bones: Insomma, è tutto chiaro? Potremmo prendere un caffè insieme, il nostro rapporto è questo. Un caffè!

Episodio 5, La mummia nel labirinto[modifica]

  • [L'investigatrice Amber Kipler ha trovato il marito di Angela]
    Amber Kipler: Dovevo soltanto localizzarlo. Ora che ci siamo, discuteremo il da farsi.
    Hodgins: Vogliamo che lo contatti subito!
    Angela: E gli faccia firmare il nostro divorzio.
    Amber Kipler: Per, gli faccia firmare...volete costringerlo?
    Hodgins: Sì, mi sembra evidente. Ha una pistola?
  • Bones: È il tuo costume?
    Cam: Ehm, sì!
    Bones: Sei molto provocante.
    Cam: Grazie! Sono Cat Woman. Quella dei fumetti!
    Bones: Ah.
    Cam: Uno dei personaggi femminili più potenti, a dire il vero.
    Bones: Non credo proprio.
    Cam: Scherzi? La conosci almeno?
    Bones: Puoi volare?
    Cam: Ho 9 vite!
    Bones: Super forza, super velocità? Il lazo della verità?
    Cam: Sono sicuramente veloce!
    Bones: Veloce, non è uguale a super veloce!

Episodio 6, Chiunque ma non uno di noi[modifica]

  • [Cam vuole che Booth vada al compleanno di suo padre]
    Cam: Non posso passare la serata a spiegare ai miei che io vivo da sola.
    Booth: Non gli hai detto che abbiamo rotto?
    Cam: Devo dare un dispiacere a mio padre proprio quel giorno?
    Booth: Vuoi che finga di essere il tuo ragazzo?
    Cam: Sì! Dalle sei e trenta alle ventidue!
    Booth: Camille, sei una donna adulta, non puoi aver paura di quello che pensano i tuoi!
    Cam: Seeley, non sarà così per sempre. Un giorno non ci sarà più!
  • [Per fare un esperimento, Hodgins e Zack, hanno buttato dalla finestra un manichino e sono in manette]
    Bones: Chi è?
    Booth: È morto?
    Zack: Sì, ma solo perché non è mai stato vivo!
    Booth: Che scherzo è, questo?
    Hodgins: E questo, allora? La Gestapo interferisce con le nostre ricerche!
    Booth: Va bene, lasciateli andare. Se tentano di scappare, sparate!

Episodio 7, Il ragazzo della capsula del tempo[modifica]

  • [Bones e Booth sono in seduta dal Dr. Sweets]
    Sweets: Ora, nel tempo, che ci è rimasto, faremo un gioco. [E dà a loro dei cappelli, uno da Sherlock Holmes e uno da cowboy]
    Booth: Ora so, perché non mi fanno portare la pistola, qui!

Episodio 8, Cavalieri di colombo[modifica]

  • [Booth e Hodgins devono aprire una porta con un piede di porco]
    Hodgins: Hai la chiave?
    Booth: [Tira fuori il piede di porco] Sì, un mio brevetto!
    Hodgins: No, fermo, fermo!
    Booth: Che c'è?
    Hodgins: Apro io?
    Booth: No! Tu non mi fai mai giocare con gli insetti!

Episodio 9, Un babbo natale insanguinato[modifica]

  • [Bones deve chiedere un favore a Caroline]
    Caroline: Credevo andassi in Brasile per Natale.
    Bones: In Perù!
    Caroline: È lo stesso! All'equatore a brindare con degli scheletri vestiti da Babbo Natale.
    Bones: Mi sono informata in carcere e sembra che per far avere a mio padre la roulotte coniugale, il procuratore del caso, debba presentare una raccomandazione scritta.
    Caroline: Ah-ah...
    Bones: È lei, il procuratore del caso.
    Caroline: Ne sono al corrente, ti ringrazio molto.
    Bones: Allora, che ne dice?
    Caroline: Se tu andrai in Brasile, mia cara, Max che cosa ci farà con una roulotte, tutto da solo?
    Bones: Sto provando a convincere mio fratello a festeggiare il Natale, con la sua famiglia.
    Caroline: Una rimpatriata natalizia dei criminali della famiglia Brennan!
    Bones: Russ non vuole che le sue bambine sappiano che lui è in carcere...
    Caroline: E come pensa di convincerle, dal momento che trascorreranno il Natale in carcere?!
    Bones: Ehm, un'altra cosa, il guardiano dice niente albero di Natale.
    Caroline: È esatto. Tre anni fa un detenuto, si è costruito un'arma con una stella, da allora niente albero di Natale.
    Bones: Non sarà noioso?
    Caroline: Ehi, se non ammazzi nessuno, non vai in prigione e hai tutti gli anni a casa tua, un gran bel Natale!
    Bones: Allora? Lo farà?
    Caroline: D'accordo.
    Bones: Davvero? Grazie!
    Caroline: A una condizione.
    Bones: Booth me lo aveva detto.
    Caroline: Quindi sa già che dovrai baciarlo!
    Bones:[Ride] No...dici sul serio?
    Caroline: Né sulla guancia né sul naso ma sulle labbra!
    Bones: Ci sono persone che si baciano sul naso?
    Caroline: Voglio che tu lo baci, sotto un ramoscello di vischio.
    Bones: Baciare Booth?
    Caroline: Proprio così!
    Bones: Perché?
    Caroline: Perché è divertente per me.
    Bones: Perché?
    Caroline: Perché voi due, siete la Dottoressa Brennan e l'agente speciale Seeley Booth. Siamo a Natale e io ho un lato malizioso che non posso controllare!
    Bones: Malizioso?
    Caroline: Pensi che io non possa essere maliziosa?
    Bones: Beh, fin'ora non ci avevo pensato.
    Caroline: Se vuoi che io scriva questa lettera, dovrai baciare Booth sulle labbra per non meno di un battito, due battiti, cinque battiti di ciglia!
    Bones: Ma questo è un ricatto!
    Caroline: Proprio così!
  • [Bones ha baciato Booth, come d'accordo]
    Bones: Allora, è soddisfatta?
    Caroline: Però! Siete stati maliziosi.
    Booth: Non so cosa voglia dire ma...insomma, auguri di buon Natale.
    Bones: È stato come baciare mio fratello.
    Caroline: Ti piace molto tuo fratello!
  • Sweets: Non capisco, avete avuto qualche crisi?
    Bones: Sì, io ho una crisi.
    Booth: Eravamo sotto il vischio.
    Bones: Guarda che non mi riferivo al bacio.
    Sweets: Vi siete baciati?
    Booth: Sotto il vischio!
    Bones: Non è quella la crisi!
    Sweets: Con la lingua?
    Booth: Pulcino, una tua vita sessuale ce l'avrai, no?

Episodio 10, L'uomo nel fango[modifica]

  • Sweets: È vero o no che usate spesso argomenti di lavoro per evitare i temi troppo personali.
    Booth: Perché? Solo perché non voglio parlare dell'...
    Bones: Dell'ano?
    Booth: Ma quanto ti piace questa parola?
    Sweets: Parlate mai di qualcosa scollegato dal lavoro?
    Booth: Meglio parlare di lavoro che dell'...
    Sweets: Dell'ano?
    Booth: Vi siete messi d'accordo?
    Bones: Però, lui in fondo ha ragione, parliamo soltanto di lavoro!
    Booth: Io, anche di mio figlio!
    Sweets: Perché una volta è stato quasi rapito.
    Bones: Mio padre! Parlo anche di lui.
    Sweets: Perché l'agente Booth, l'ha arrestato per omicidio.
    Booth: Sì, è vero, ma dove vuoi arrivare, scusa!
    Sweets: Siete incapaci di condividere le vostre vite private, credevo fosse evidente.
    Booth: Non essere arrogante. Le persone arroganti non le sopporto!
    [...]
    Sweets: Mi piacerebbe di più vedervi in una situazione più rilassata, dove l'argomento lavoro sia tabù.
    Booth: Cos'è ci mandi al ristorante per spiarci con una telecamera?
    Bones: Ma la torta non la prendo.
    Sweets: No, un'uscita a quattro con la mia ragazza.
    Booth: Tutto per scroccare una birra!
    Bones: Vuole davvero che usciamo in quattro?
    Booth: Senti, perché non vai a rimorchiare su internet, come tutti i ragazzini?
    Sweets: Se va tutto bene, smetto di preoccuparmi e vi rimando nel vostro ambiente naturale.
    Booth: Ma che siamo pinguini?
  • Booth: Odio quando fai così.
    Sweets: Faccio cosa?
    Booth: Non parli!
    Sweets: Spesso mi odia quando parlo, quindi è un'arma a doppio taglio!

Episodio 11, Lo sport fa male[modifica]

  • [Zack e Hodgins stanno facendo uno dei loro esperimenti]
    Hodgins: Abbiamo avvolto un teschio in carne di tacchino!
    Zack: E ho calibrato la pressione in modo che sia identica a quelle delle tribune.
    Hodgins: Per finire, l'interno del teschio è riempito di materia gelatinosa!
    Cam: D'accordo. Proviamo.
    [Fanno partire l'esperimento e la materia gelatinosa esplode verso di loro]
    Cam: Quando hai detto materia gelatinosa, intendevi...insalata russa?
    Hodgins: Materia gelatinosa suonava meglio!

Episodio 12, Ricominciare da un ponte[modifica]

  • [Un neonato, figlio di una vittima, ha ingoiato una chiave ed è al Jeffersonian]
    Angela [ha in braccio il bambino]: Abituati all'idea, ne voglio un milione come lui.
    Hodgins: Fantastico... Che cosa intendeva con un milione, due?

Episodio 13, L'uomo nero[modifica]

  • [Bones sta ridendo di cuore per una cosa che ha detto Booth] Non credevo sapesse ridere! (Caroline)
  • Bones: Oggi non ho visto Angela.
    Booth: Lo so, si è rifiutata di testimoniare.
    Bones: Perché?
    Booth: Forse, perché è la tua migliore amica.
    Bones: Anche tu, ma non ti importa niente.
    Booth: Sì, invece, importa a tutti! A parte, Zack.
    Bones: Almeno, tra voi, c'è ancora qualcuno con la mente lucida. Hodgins, mi ha chiesto il permesso. Che vi ha preso a tutti?
    Booth: Non ci ha preso niente, Bones, non capisci? Si chiama amicizia!
    [Vengono richiamati per l'udienza]
    Booth: E non dimenticare che sono stato io ad offrirti...questo...delizioso caffè! [Svuotandolo in un cestino]
    Bones: Perché?
    Booth: Perché sono il primo tester dell'accusa, contro tuo padre.

Episodio 15, L'ultimo discepolo[modifica]

  • [L'FBI ha inscenato il funerale di Booth per catturare un criminale]
    Cam: È stata una funzione deliziosa, Booth.
    Booth: Ti ringrazio, ma mi aspettavo molta più gente!
    Hodgins: L'ho sempre immaginato con le ex fidanzate in lacrime.
    Booth: Sì, anch'io.
    Angela: Siete davvero patetici.
  • Booth: Bones è piombata in casa mia, l'altra sera.
    Bones: C'era la chiave!
    Booth: Infuriata perché nessuno le ha detto che non ero morto, ma io rispettavo il protocollo!
    Sweets: È entrata di nascosto?
    Bones: C'era la chiave.
    Booth: È entrata nel mio bagno.
    Sweets: Che stava facendo?
    Bones: Beveva birra e leggeva un fumetto!
    Booth: Facevo il bagno!
    Sweets: Lei legge fumetti e beve birra, nudo?
    Booth: Aspetta, Bones fa irruzione nel mio bagno e io sono strano, perché ero nudo?
  • [Sono nella stanza dove ci sono tutte le ossa, messe nelle scatole]
    Caroline: Questo posto mi dà i brividi.
    Bones: È l'ordine naturale delle cose, finiremo tutti così!
    Caroline: Grazie chèri ora ho i brividi e sono depressa!

Altri progetti[modifica]