Bones (undicesima stagione)

Da Wikiquote, aforismi e citazioni in libertà.
Jump to navigation Jump to search

1leftarrow blue.svgVoce principale: Bones.

Bones, undicesima stagione.

Episodio 2, Ritorno al Jeffersonian[modifica]

  • Miller: Ok, volete la verità? Quattro giorni fa, appena prima che Robert sparisse ha scaricato e stampato una lista.
    Caroline: Perché ho la sensazione che non sia quella della spesa?
  • Ok, parlatemi amici elementi. (Hodgins)

Episodio 5, Esperimenti mortali[modifica]

  • Bones: A giudicare dallo stile e dalle condizioni dell'uniforme, questo corpo potrebbe risalire al XVIII secolo.
    Booth: A giudicare dai film che ho visto è una Giubbe rosse inglese.
    Bones: La tua metodologia è imperfetta ma direi che sono d'accordo.
  • [Sono in una sala autopsie]
    Non è insensato cercare sangue in posto come questo? È come cercare un ago in un pagliaio di aghi! (Aubrey)

Episodio 6, Il senatore nella spazzatura[modifica]

  • Carolie: Sei sicura al 100.000% che la vittima sia un membro del congresso?
    Bones: Era un membro del congresso, l'uso del presente non è corretto visto che il senatore O'Malley è stato ucciso, smembrato, mangiucchiato da un procione e macinato da una spazzatrice da tre tonnellate.
    Caroline: Per nessun motivo al mondo dovrà accompagnarti ad informare la famiglia!
    Booth: Semplifichiamo le cose, vado io e mi porto Aubrey, va bene?
    Bones: Cosa? No, no, no, no, io ho informato le famiglie centinaia di volte.
    Caroline: Brennan, hai una vaga idea di quanto sia delicato questo caso? E ad essere del tutto sincera a te manca un certo je ne sais quoi.
    Bones: Beh, je ne sais quoi è per definizione una qualità ineffabile, se mi fa una critica un po' più dettagliata sono certa di poter operare gli opportuni cambiamenti.
    Booth: Andiamo Bones, hai capito benissimo. Non sempre ma hai la tendenza a dire la cosa sbagliata nel peggior momento possibile!
    Bones: E altre volte dico ciò che serve, come sta mattina quando ho abilmente negoziato del sesso non una ma ben due volte!
    Caroline: Dio ti benedica cara, hai appena dimostrato che io ho ragione!
  • Caroline: Seeley, non credevo che sarebbe arrivato il giorno in cui guardare il tuo bel corpicino scolpito mi avrebbe fatta arrabbiare!
    Booth: Dai, forse la Winters è stata l'ultima persona a vedere O'Malley vivo, devo parlare con lei!
    Caroline: Chéri, per me puoi anche andare a spazzare il mare se pensi che ti farò trascinare la segretaria del partito di maggioranza nella sede dell'FBI senza una prova concreta!
    Booth: Senti...
    Caroline: Ah, no, no, no, è inutile che fai gli occhi dolci per cercare di convincermi. Se la convochiamo, il Dipartimento di Giustizia sarà carne da macello per i talk show della domenica e non è così che voglio fare la mia prima ospitata in televisione!
    Aubrey: Buone notizie.
    Booth: Che c'è.
    Caroline: Mi hai portato un antiacido?
    Aubrey: Ho appena parlato con l'ufficio della senatrice Winters, vuole che Booth vada subito da lei per aggiornarla sul caso.
    Booth: È fantastico!
    Caroline: Credimi, tu sei un angelo del paradiso!
    Booth: Ottimo, andiamo. Sei pronto?
    Aubrey: A dire il vero la Winters vuole la dottoressa Brennan. In passato anche lei faceva il medico e vuole sentire la sua opinione.
    Caroline: Non ci voleva! Portami tutto il flacone di antiacido. Tua moglie non sa nemmeno cosa significhi diplomazia!
  • Caroline: E tu che farai mentre quei due mettono a soqquadro il Congresso?
    Aubrey: Ho come l'impressione che me lo dirà lei.
  • [Parlando di Jessica]
    Ha qualche scheletro nell'armadio ma in fin dei conti è sempre un'antropologa forense! (Aubrey)

Episodio 8, Alto tradimento[modifica]

  • Aubrey: E il golf non è un gioco ma uno sport.
    Booth: Non c'è il ruolo di difesa nel golf per cui se non c'è difesa non è uno sport!
    Bones: Booth sostiene che siccome lo batto sempre non sia uno sport!
  • [Pensano che l'NSA li stiano controllando]
    E per ogni novità, d'ora in poi niente messaggini, niente telefonate o email, si scrive su carta o... si bisbiglia. (Hodgins)

Episodio 10, Un'esplosione di paura[modifica]

  • È come se mi avesse investito un camion che trasporta altri camion. (Aubrey)

Episodio 16, Note stonate[modifica]

  • Aubrey: Pensavo che lei fosse un po' meno esaltata dei suoi colleghi esaltanti!
    Cam: Lo nascondo meglio.

Episodio 17, Servizi segreti[modifica]

  • Cam: Lo ha riferito alla dottoressa Brennan?
    Fisher: Ho provato a chiamarla ma non mi ha risposto, il che significa che ha avuto una ricaduta, è morta, oppure che ignora le mie chiamate.
    Cam: Spero che stia solo ignorando le sue chiamate.
    Fisher: Sì, suppongo sia l'alternativa migliore.

Episodio 18, Il primo piano[modifica]

  • [Booth e la squadra del Jeffersonian sono seguiti dalle telecamere di un programma televisivo]
    Io mi sono fatto crescere barba e baffi pensando che bloccassero la puzza. Inutile. Mi hanno solo fatto sembrare un tipo strano con l'onnipresente sentore di cadavere nelle narici. (Hodgins)
  • Un paio di anni fa, te lo ricordi Cam? Abbiamo trovato i resti di un uomo dentro a una pozza delle sue interiora vomitate... dio... un inferno in decomposizione, ve lo giuro! Però, microbiologicamente è stato straordinario! (Hodgins)
  • Aubrey: Sta facendo la sua imitazione degli squint. Dovreste chiedergli di imitare me, mi fa benissimo.
    Booth: Solo che qui non c'è niente da mangiare, sennò mi basterebbe che mi ficcassi in bocca del cibo ogni dieci minuti e saresti tu!
  • [Vari spezzoni dell'intervista, tutti riguardanti Hodgins]
    Hodgins: E questo signori è il perché qui mi chiamano Il Re del laboratorio!
    Cam: Nessuno lo chiama Il Re del laboratorio. Nessuno a parte sé stesso, ovviamente.
    Arastoo: Si è eletto anche Re della pausa caffè, Re del parcheggio e dopo aver fatto una donazione anonima si è incoronato Re della modestia.
    Bones: Una volta ho sentito il Dr. Hodgins definirsi addirittura il Re dell'Antico Egitto.
    Angela: Il Jeffersonian ha una vecchia ala dedicata all'Egitto e dentro c'è un grandissimo letto che è... è perfetto per... diciamo che se Hodgins è il Re dell'Egitto, io posso dire che sono la Regina.
  • Aubrey: La notte dell'omicidio, il padre è andato all'ospedale con una cavità orbitale contusa.
    Booth: Un bell'occhio nero, tipico di ogni scazzottata che si rispetti. Chiamalo così invece di cavità orbitale.
    Aubrey: Contusa.
  • [La conduttrice domanda cosa vorrebbero fare da grandi]
    Angela: Che cosa farò da grande? Credo che... sì, lo so. Vorrei poter ammirare la bellezza del mondo, per poi poterla condividere gioiosamente con tutti.
    Hodgins: Cosa faro da grande? Vorrei essere uno che non smette mai di essere curioso.
    Aubrey: Vorrei quello che vorrebbero tutti... essere un bambino.
    Arastoo: Ecco, io vorrei essere un buon padre e un marito.
    Cam: Cosa farò quando sarò grande? Beh, questa però è una domanda intima e preferirei non dirlo.
    Booth: A conti fatti, vorrei poter dare di più di quanto ho ricevuto.
    Bones: Facilissimo. Vorrei essere la madre della più grande venditrice di macchina del mondo.

Episodio 21, I gioielli della corona[modifica]

  • [Booth vede tutto appannato e in mano ha un dossier]
    Aubrey: C'è qualcosa di utile?
    Booth: Secondo te parlo francese? Divertiti.
    Aubrey: D'accordo, ascoltami bene. Io mi leggerò questo fascicolo che non è in francese, poi andrò a parlare al Marchese, tu torni dentro e prendi appuntamento con un oculista!
    Booth: Non è niente, i miei occhi stanno benissimo.
    Aubrey: Non è un crimine aver bisogno degli occhiali.
    Booth: Ok, ok, senti, andrò a farmi visitare, d'accordo? Ma non una parola con Bones, non ho voglia di sentirle dire te l'avevo detto! L'unico motivo per cui lo faccio è per dirvi ve l'avevo detto!

Episodio 22, Incubi[modifica]

  • Aubrey: Vuoi che ti canti qualcosa a cappella per rinfrescarti la memoria?
    Booth: Grazie, c'è già abbastanza orrore nella mia vita!

Altri progetti[modifica]