Cane e gatto

Da Wikiquote, aforismi e citazioni in libertà.
Un rifugio sicuro, dipinto di John Henry Dolph (1835–1903)

Citazioni su cane e gatto.

  • A differenza dei cani, molti gatti non desiderano conoscere cosa sta oltre le mura [...]. Il gatto ha dunque scelto il regno degli uomini [...]. Ma vive dentro questo regno come se fosse separato e difeso da una sottile e infrangibile parete di vetro. Non comprenderà mai i nostri dolori come li comprende un cane: il quale, dominato dal suo meraviglioso istinto mimetico, capisce cosa avviene nel nostro cuore con una simpatia che nemmeno un uomo possiede. (Pietro Citati)
  • A Milano, diciamo la verità, i cani hanno oramai raggiunto una solida posizione morale. [...] Noi [gatti], come categoria sociale, siamo quasi completamente trascurati. [...] Che conta la nostra intelligenza, che non ostentiamo puerilmente come i cani? (Dino Buzzati)
  • Il bambino [...] nemmeno può, come il semplice animale, come il cane e il gatto, far da confidente ai dolori solitari. (Charles Baudelaire)
  • Il gatto va a caccia con il favore delle tenebre e, al contrario del cane, che è predone diurno, deve fare attenzione a non produrre il benché minimo rumore, che nel silenzio della notte si amplificherebbe mettendo il guardia la selvaggina. Per questo il gatto ha le unghie retrattili, che si nascondono nella pantofola dei piedini consentendogli una marcia senza echi, mentre il cane ha gli unghioni vistosamente esibiti, perché tanto, di giorno, un rumore vale l'altro. (Giorgio Celli)
  • Mettete a confronto un bambino, un cucciolo di cane e un micino con un improvviso pericolo; il bambino chiederà immediatamente aiuto, il cagnolino si prostrerà in abietta sottomissione per l'incombente evento e il gatto gonfierà il suo sottile corpo per una strenua resistenza. (Saki)
  • Se preferisco i gatti ai cani, è perché non ci sono gatti poliziotti. (Jean Cocteau)
  • Un cane è prosa, un gatto è un poema. (Jean Burden)

Jeffrey Moussaieff Masson[modifica]

  • È raro che si verifichi un'eccezione: una volta che un gatto ha deciso di fare una determinata cosa, le nostre suppliche non gli interessano affatto. In circostanze analoghe, un cane cambierà idea se insistiamo, non importa quanto sia urgente il suo bisogno di compiere una determinata azione. Un cane accetta i compromessi, è altruista, si preoccupa innanzitutto di come stiamo noi. I gatti no.
  • I gatti sono meno disposti a perdonare dei cani e spesso perdono la fiducia in noi se ci comportiamo male. Con un cane è difficile correre il rischio di tirare troppo la corda; non con un gatto.
  • Ma che cos'hanno in comune cani, gatti ed esseri umani? La dedizione all'amore.
  • Perché un cane perdona subito e un gatto quasi mai? Il cane si aspetta di essere punito; il castigo è scritto nei suoi geni. Le cagne puniscono i cuccioli fin dalla tenera età. Una gatta difficilmente punisce i piccoli.
  • Se i gatti si affezionano ai luoghi, agli altri gatti e a noi, se sono perfino capaci di amare e provare compassione per i loro simili e per noi, come mai, molto spesso, in loro presenza ci sentiamo inadeguati, sensazione che raramente gli esseri umani provano in compagnia dei cani? (Qualcuno ha detto che solo i cani hanno un padrone; i gatti hanno il personale di servizio!)

Proverbi[modifica]

  • Cane e gatta tre ne porta e tre ne allatta. (Italiano)
  • Gatto e cane possono anche baciarsi, ma non per questo sono migliori amici. (Scozzese)
  • Gatto e donna in casa, cane e uomo fuori. (Italiano)
  • Per vivere a lungo, mangiate come i cani e bevete come i gatti. (Tedesco)
  • Quando il cane scherza col gatto, se ne va col naso sanguinante. (Francese)
  • Una casa che non ospita un cane o un gatto è una casa poco onesta. (Portoghese)

Inglesi[modifica]

  • Gatto e cane, per baciarsi che facciano, non sono mica amici.
  • I cani ricordano i volti, i gatti i luoghi.
  • Il cane si addice all'uomo, il gatto alla donna.

Voci correlate[modifica]

Altri progetti[modifica]