Fantozzi - Il ritorno

Da Wikiquote, aforismi e citazioni in libertà.

Fantozzi – Il ritorno

Questa voce non contiene l'immagine di copertina. Per favore aggiungila, se puoi. :)
Titolo originale

Fantozzi – Il ritorno

Lingua originale italiano
Paese Italia
Anno 1996
Genere comico
Regia Neri Parenti
Soggetto Paolo Villaggio, Alessandro Bencivenni, Domenico Saverni, Neri Parenti
Sceneggiatura Leonardo Benvenuti, Piero De Bernardi, Paolo Villaggio, Neri Parenti, Alessandro Bencivenni, Domenico Saverni
Produttore Fulvio Lucisano, Vittorio Cecchi Gori, Rita Rusic
Interpreti e personaggi

Fantozzi – Il ritorno, film italiano del 1996 con Paolo Villaggio, regia di Neri Parenti.

  • In realtà Fantozzi era ancora in attesa di collocamento fuori dai bianchi cancelli del Paradiso. L'Onnipotente di allora si era infatti sbilanciato in un'avventata promessa di 1 milione di posti, ma aveva clamorosamente mancato alla sua parola. Ad un certo punto però le cose cambiarono... (Voce narrante) [Fantozzi nel Paradiso]
  • Lei rientra nell'articolo 8 del nostro programma, detto l'inciucione. (Massimo D'Alema) [Parlando a Fantozzi della sua situazione nell'aldilà]
  • Oggi rivolgiamo un candido appello perché venga restituita all'affetto della sua famiglia la piccola Uga Fantocci. Rivolgiamo un appello ai fratelli rapitori: liberate la babbui... ehm... eh... la scimmiet... e... la bambina! (Papa Giovanni Paolo II)
  • È colpa sua: lei è vecchio e c'ha il seme lento, ci mette di più. (Sig.na Silvani) [Spiegando a Fantozzi come mai ci siano voluti tre anni per rimanere incinta]
  • Per farsi aiutare in quella ricerca nel mondo dei giovani Fantozzi si rivolse all'unico amico più giovane di lui: il famigerato geometra Filini! (Voce narrante) [Fantozzi e Filini in discoteca]
  • La consapevolezza del suo stato ne accentuò e ne moltiplicò i sintomi, provocandogli nell'ordine: vampate di calore a 3000 gradi Fahrenheit, vuoti di memoria, sbalzi d'umore. Fantozzi vedeva concentrati tutti i sintomi del climaterio in quella che considerava ormai la sua ex attrezzatura di piacere!!! (Voce narrante) [Fantozzi consapevole di avere l'andropausa]
  • Quell'offerta televisiva parve a Fantozzi come un'insperata ancora di salvezza; si aggrappò senza esitazioni sentendosi protetto dalla clandestinità notturna e dall'anonimato. [...] Era ormai caduto nella trappola infernale della chat-line: alle 2 di notte aveva già speso 2 milioni e 780 mila lire + IVA per parlare solo con un disco! (Voce narrante) [Fantozzi nella chat-line]
  • Sono Mandingo, e nel culo te lo sp. [La scelta involontaria di Fantozzi nella chat-line, conclusa con la chiusura del telefono]
  • Alla fine Fantozzi riuscì ad ordinare la mitica Fejoada, un terrificante zuppone messicano a base di ceci, fave, fagioli ed estratto forte di prugne: il tutto era condito con una massiccia dose di olio di ricino e di fegato di merluzzo. (Voce narrante)
  • Per conoscere il testo completo Fantozzi fu costretto a trangugiare 8 porzioni di quella miscela esplosiva, e finalmente conobbe le sue istruzioni. (Voce narrante)
  • Facci la faccia da beato! (Un angelo) [Vedendo Fantozzi triste]
  • Bagherozzi! Mi dii! (Un angelo) [Chiedendo a Fantozzi di consegnargli una radio sintonizzata su una partita]

Dialoghi[modifica]

  • Studente: 'A nonno, che c'avresti qualche millante pe' la benza??
    Fantozzi: Ma come cavolo parli!? Via ignorante! Vadi, impara l'italiano, si istruischi!
  • Fantozzi: Eccomi! Eccomi! Mi sedio qua, mi sedio, c'ho una fame paurosa che... Ma cos'è sta roba?
    Pina: Doppio cesburgher con patatine e chechup!
    [All'ora di cena Fantozzi è convinto di trovare i suoi amati vermicelli col tonno, e invece trova un piatto da teenagers totalmente inadatto a lui, per di più pronunciato erratamente anche dalla Pina]
    Fantozzi: Ma io avevo ordinato i vermicelli col tonno.. al tonno!
    Pina: Lo so, ma non possiamo imporre a Ughina le nostre abitudini!
  • Pina: Ecco, sono i rapitori: hanno fissato la cifra del riscatto!
    Fantozzi: Tre milioni, sei e cinquanta più IVA?!? Lasciami passare!
    Pina: Ma che fai, non chiamerai mica la polizia? È una cifra onesta, Ugo, e siamo in grado di pagarla.
    Fantozzi: Sto chiamando il commercialista. Gli voglio domandare se l'IVA sui sequestri si può detrarre dalle tasse!
    Pina [Con voce arrabbiata]: Ugo! Il problema è che abbiamo il conto in banca congelato!
    Fantozzi: Ah... Ma chi se ne frega! I soldi li ritiriamo lo stesso!
  • Sig.na Silvani: La vede questa? [Indicando la pancia] Ebbene qua dentro c'è suo figlio.
    Fantozzi: Mio figlio? Signorina, lei con questa rivelazione mi ha spiazzato completamente. Però non mi parli così, come se io le fossi saltato addosso, come se l'avessi strupratra... stupara... sturbat... sturata.
    Sig.na Silvani: Ma che cazzo stai a di'?
    Fantozzi: E va be', ma l'italiano è una lingua maledetta!
  • Fantozzi: Scusi, è possibile cambiare posto?
    Silvio Berlusconi: Silenzio! Mi consenta, silenzio!
    Fantozzi: Ma come, è tornato lei? C'è stato un altro ribaltone? Prima c'era quello coi... [Facendo il cenno dei baffi] non c'è più quello?
    Berlusconi: C'è... c'è accidenti. Però essendo io un grande esperto di comunicazione, le sinistre mi hanno consentito di svolgere un delicato incarico di vigilanza.
    Fantozzi: Ma si è ridotto a fare la maschera.
    Berlusconi: No! Sono sempre Mia Emittenza!
    Fantozzi: Ah, e quindi ha sempre le mani in pasta dappertutto, eh?
    Berlusconi: Ho i miei santi in paradiso, mi consenta. Contempli!
    Fantozzi: Eccola, eccola finalmente... La grande luce, la grande luce... Ma hanno interrotto la grande luce!
    Berlusconi: È solo una breve interruzione pubblicitaria per noi.
    Fantozzi: Meno male, allora dura solo 62 secondi.
    Berlusconi: No! Per tutta l'eternità.
    Fantozzi: Tutta... tutta l'eternit... Come sono beato, io!
  • Fantozzi [Leggendo il messaggio lanciatogli]: Uga è stata rapita, vi faremo sapere le condizioni per il pagamento del riscatto. Per dimostrarvi che non scherziamo troverete un pezzo di Uga nella noce di cocco!
    Pina: Oh, no!
    Fantozzi: Le hanno tagliato la coda!
    Pina: Ma che dici, è la sua treccina, ma come ti viene in mente!

Altri progetti[modifica]