Kung Fu Panda 2

Da Wikiquote, aforismi e citazioni in libertà.
Jump to navigation Jump to search

Kung Fu Panda 2

Questa voce non contiene l'immagine di copertina. Per favore aggiungila, se puoi. :)
Titolo originale

Kung Fu Panda 2

Lingua originale inglese
Paese USA
Anno 2011
Genere animazione, azione, avventura, commedia, drammatico, fantastico
Regia Jennifer Yuh
Soggetto Ethan Reiff, Cyrus Voris, Jennifer Yuh
Sceneggiatura John Stevenson, Jonathan Aibel, Glenn Berger
Produttore Melissa Cobb
Doppiatori originali
Doppiatori italiani

Kung Fu Panda 2, film d'animazione statunitense del 2011 prodotto dalla DreamWorks Animation.

Incipit[modifica]

Molto tempo fa, nell'antica Cina, i pavoni regnavano sulla città di GongMing. Portarono grande gioia e prosperità alla città, perché avevano inventato i fuochi d'artificio. Ma il loro figlio, Lord Shen, vedeva un potere più oscuro nei fuochi d'artificio. Ciò che aveva portato colore e gioia poteva anche portare tenebre e distruzione. I tormentati genitori di Shen consultarono una divinatrice. Lei previde che se Shen avesse proseguito per questo sentiero oscuro sarebbe stato sconfitto da un guerriero nero e bianco. Il giovane signore si propose di cambiare il suo destino, ma quello che fece in seguito servì solo a sigillarlo. Shen tornò dai suoi genitori colmo di orgoglio, ma sui loro volti egli vide solo orrore. Fu bandito dalla città per sempre, ma Shen giurò vendetta: un giorno sarebbe tornato e tutta la Cina si sarebbe inchinata ai suoi piedi. (Narratrice)

Frasi[modifica]

  • Cercate nei villaggi più remoti! Trovate altro metallo! La Cina sarà mia! (Shen)
  • Pericolo! Di' ai musici di suonare della musica d'azione, perché io ci do sotto! Tranquillo, Shifu, la padroneggio dopo la pace interiore. (Po)
  • Il mio pugno ha fame di giustizia! [il suo stomaco brontola rumorosamente] Quello era il mio... pugno. (Po)
  • Cavolo, sono fortunato. Io non ho problemi col mio papà. Forse perché mamma gli staccò la testa prima che nascessi, non lo so. (Mantide)
  • State tranquillo, signor Ping. Tornerà prima che voi diciate "spaghetti". (Tigre) [riferita a Po]
  • Beh, vedi, figliolo... le oche bebè vengono da un piccolo uovo. Adesso non chiedermi da dove viene l'uovo! (Mr. Ping) [a Po]
  • Insomma, come può il kung fu fermare una cosa che ferma il kung fu? (Po)
  • Mi prendi in giro? Siamo guerrieri, chiaro? Nervi d'acciaio! Anime di platino! Come te! Così tosti tosti da non sentire niente! (Po) [a Tigre]
  • Anche con la sua pessima vista lui [il capo lupo] vede la verità! Come mai tu non riesci a farlo? (Divinatrice) [a Shen]
  • Come si fa a perdere uno così grosso? (Mantide) [riferito a Po]
  • Puoi incatenare il mio corpo, ma non incatenerai il mio [con voce strozzata per il collare di ferro che gli è stato messo] spirito guerriero... (Gru) [a un lupo]
  • Ah! Il mio vecchio nemico... le scale. (Po)
  • [Riferita al massacro dei panda] Mi sorprende che i tuoi ricordi siano così minuscoli. Ma eri così minuscolo quando è accaduto. (Divinatrice) [a Po]
  • Smettila di combattere. Lascia che fluisca. (Divinatrice) [a Po]
  • La tua storia magari non ha un inizio tanto felice, ma non è questo a renderti ciò che sei. È il resto della tua storia, chi tu scegli di essere. (Divinatrice) [a Po]
  • Quante volte sono costretto a uccidere lo stesso schifoso panda?! (Shen) [riferito a Po]
  • Sul serio, non avrei mai pensato di morire così. Avrei conosciuto una brava ragazza, mi sarei sistemato e... lei mi avrebbe staccato la testa. Che tristezza. (Mantide)

Dialoghi[modifica]

  • Mantide: Fermatelo! È troppo pericoloso!
    Cinque Cicloni: Trentacinque...
    Tigre: Concentrati!
    Cinque Cicloni: Trentasei... Trentasette...
    Mantide: Come ce la fa con quella faccia?
    Po: Trentotto azuki dolci!
    Mantide: Evvai! Nuovo record! Sei un mostro!
  • Po: Mitico! Come ci siete riuscito? [riferito alla tecnica di Shifu]
    Shifu: Pace interiore.
    Po: Pace dell'interiora? Che fico! Dell'interiora di cosa?
    Shifu: È la prossima fase del tuo addestramento. Ogni maestro deve trovare la sua strada per la pace interiore. Alcuni scelgono di meditare per cinquant'anni in una grotta, in questo modo, senza il minimo assaggio di cibo o acqua.
    Po [sentendo lo stomaco brontolare]: Oppure?
    Shifu: Altri la trovano attraverso dolore e sofferenza, come ho fatto io. Il giorno in cui sei stato scelto come Guerriero Dragone è stato il giorno peggiore della mia vita... di gran lunga. Non ce n'è stato un altro così. È stato il peggiore, più doloroso, devastante, orribile momento...
    Po: Ho capito.
    Shifu: ... che abbia mai vissuto. Ma quando ho realizzato che il problema non eri tu, ma era dentro di me, ho trovato la pace interiore. Sono riuscito a incanalare il flusso dell'Universo.
    Po: È tutto qui? Solo la pace interiore? Le mie budella sono già supersuperpacifiche... Non devo fare altro che darci dentro a questa cosa!
  • Shen: Buon pomeriggio, signori! Ora, tolti di mezzo i convenevoli, prego, lasciate la mia casa!
    Maestro Bue: La tua casa?
    Shen: Sì! Non avete visto il pavone all'ingresso? Oh, eccoti qua, divinatrice. Pare che la tua abilità di predire il futuro non sia buona quanto credevi.
    Divinatrice: Lo vedremo, Shen.
    Shen: No, tu lo vedrai, vecchia capra. Dov'eravamo?
    Maestro Rino: Che cosa vuoi, Shen?
    Shen: Ciò che è mio di diritto: la città di GongMing!
    Maestro Rino: GongMing è sotto l'amministrazione del consiglio dei maestri e noi la proteggeremo perfino da te.
    Shen [ridacchiando]: Sono lieto che tu la pensi così, altrimenti avrei portato qui quello [indicando una cassa] per niente.
    Maestro Bue: Cosa c'è nella cassa, Shen?
    Shen: Vuoi vedere? È un dono... di cui farai parte. O meglio, che ti farà in tante parti: una parte qui, una parte lì, una parte ancora tanto lontano... una macchia sul muro!
    Maestro Bue: Sciocco insolente! [lui e Croc duellano con Shen, ma il pavone li sconfigge; a difesa della città si erge Maestro Rino]
    Maestro Rino Tuonante [ultime parole]: È un avvertimento. Non puoi competere con il nostro Kung Fu.
    Shen: Io no, ma questo si! [fa aprire la cassa, da cui esce un cannone che distrugge Rino]
  • Shifu: Conosci il maestro della città di GongMing?
    Po: Maestro Rino Tuonante?
    Shifu: Sì.
    Po: Figlio del leggendario Rino Volante?
    Shifu: Sì.
    Po: E uccisore dei diecimila serpenti nella Valle del Dolore?
    Shifu: È morto.
    Po [tristemente]: Dolore.
    Gru: È... è impossibile!
    Tigre: La difesa corno di Rino è impenetrabile a ogni tecnica.
    Shifu: Non c'è stata alcuna tecnica. Lord Shen ha creato un'arma, una che soffia fuoco e sputa metallo. Se lui non verrà fermato, questa potrebbe essere la fine del kung fu.
  • Shen: Ora, vecchia cara, perché non mi prevedi...
    Divinatrice: La fortuna?
    Shen: ... Futuro. Stavo per dire il futuro. Guarda nella ciotola e dimmi quale gloria mi attende.
    Divinatrice: Se continuerai sull'attuale cammino... [Shen scende le scale tendendo l'orecchio] ti ritroverai... in fondo alle scale. [Shen nota con aria annoiata che la divinatrice lo stava prendendo in giro] Io vedo... [Shen si avvicina] io vedo... io vedo... dolore! [strappa una piuma a Shen] E rabbia! [strappa una manica della veste di Shen coi denti]
    Shen: Come osi? È la migliore seta della provincia!
    Divinatrice: Seguiti dal diniego.
    Shen: Questa non è divinazione! Stai dicendo quello che accade proprio...
    Divinatrice: Ora? il momento più importante è ora. Ma se davvero vuoi vedere il futuro... [getta una polvere nella ciotola e si forma del fumo]
    Shen: Cosa vedi?
    Divinatrice: Un pavone... viene sconfitto da un guerriero nero e bianco. Nulla è cambiato. [Shen distrugge la ciotola e spazza il fumo con la coda]
    Shen [ridacchiando]: È impossibile e tu lo sai.
    Divinatrice: Non è impossibile e lui lo sa.
  • Po: Devono essere vicini. Sento un brivido kung fu lungo la spina dorsale.
    Vipera: Scusa, Po, sono solo io.
  • Capo lupo: Non sai fare altro? Perché mi sembra di combattere con una vecchia nuvolona bambolosa!
    Po: Da questa nuvola sta per partire il tuono!
  • Po: Sì! Assapora la sconfitta! Voglio dirti una cosa: la prossima volta che scocci un panda, meglio che ti porti un inter-oooh... [viene circondato da un'armata di lupi]
    Capo lupo: Forse nessuno l'ha detto a te: se scocci un lupo, ti becchi le zanne!
  • Scimmia: Al primo accenno di guai vi do un segnale: coccò, chicchì.
    Po: Vuoi dire come fa Gru?
    Scimmia: Sì.
    Gru: Scusa tanto, quand'è che ho mai fatto quel rumore?
  • Tigre: Spero funzioni meglio del tuo piano di cuocere il riso nel tuo stomaco ingerendolo crudo e bevendo acqua bollente.
    Po: Questo piano non è come quel piano.
    Tigre: Perché?
    Po: Perché questo funzionerà.
  • Po: Tu! Sei mio!
    Capo lupo: Ti dico io cosa sarà tuo: il mio pugno sul tuo peluchoso coccoloso morbido muso!
  • Shen: Credi davvero che questo [Po] sia il guerriero che dovrebbe sconfiggermi?
    Divinatrice: Non credo. Io so che è lui.
    Shen [ridacchiando]: Oh, guardalo! Una vita per escogitare la sua vendetta e viene da me in ginocchio!
    Po: Come? Una vita? Whoa whoa whoa, io non ci ho messo una vita! Abbiamo saputo di maestro Rino solo pochi giorni fa e siamo qui per vendicarlo!
    Divinatrice: Non devi vendicare nient'altro?
    Po: Beh, sì! Tutte le padelle e le pentole che hai rubato! Quelle le voglio indietro!
    Divinatrice: Nient'altro?
    Po: Probabilmente hai fatto altre cosa malvagie lungo la strada, non lo so... Cos'altro hai fatto?
    Divinatrice: Tu non lo sai?
    Po: Che cosa? [rivolgendosi a Shen] Che hai da ridere?
    Shen: Per quella cosa che tu chiaramente non sai...
    Po: Sentite, basta con gli indovinelli! Ragazzi, volete sputare il rospo? Prima, insomma arriviamo e l'arma è piccola. Sorpresa, è grossa! E poi c'è la tizia qui [la divinatrice], io la prendo per un tizio...
    Shen [puntando un pugnale contro Po]: L'unico motivo per cui sei ancora in vita è che trovo la tua stupidità lievemente divertente.
    Po: Beh, grazie. Ma io trovo la tua malvagità estremamente irritante!
    Shen: Chi credi di essere, panda?
    Po: Tu chi credi che io sia, pavone? [Shen ride maleficamente e Po lo imita senza saperne il motivo] Ma perché stiamo ridendo?
  • Po [a Tigre]: Senti, io vado. Io devo sapere. Chi è tosto tosto non può capire.
    Vipera: Tigre, no! [crede che Tigre voglia uccidere Po e invece lo abbraccia, tra lo stupore generale]
    Tigre: Chi è tosto tosto capisce. Ma non posso vedere ammazzare un mio amico. [rivolgendosi ai Cinque Cicloni] Andiamo.
    Gru: Ehi, ehm... forse non puoi vedere me ammazzato.
    Tigre: Non fare il mollusco.
    Scimmia: E... è tornata.
  • Scimmia [lasciando ai lupi un carico di esplosivi]: Regalo per l'anno nuovo!
    Mantide: Spero vi piaccia! Non potete riportarlo indietro!
  • Shen: Ti sbagliavi, divinatrice. Salpiamo per la vittoria stasera. Il tuo panda magico è un tale stupido.
    Divinatrice: Sei certo che sia il panda ad essere stupido? Hai appena distrutto la tua casa a vita, Shen!
    Shen: Un sacrificio futile quando l'intera Cina è la mia ricompensa.
    Divinatrice: Allora sarai finalmente soddisfatto? La sottomissione di tutto il mondo finalmente ti farà sentire meglio?
    Shen: È un inizio. Potrei convertire il seminterrato in una segreta.
    Divinatrice: La coppa che hai scelto di riempire non ha fondo. È il momento di fermare questa pazzia.
    Shen: Perché diamine dovrei farlo?
    Divinatrice: I tuoi genitori riposeranno in pace.
    Shen: I miei genitori... mi odiavano. Lo capisci? Mi hanno fatto un torto e... io vi porrò rimedio.
    Divinatrice: Ti amavano. Ti amavano così tanto che il doverti mandare via li ha uccisi.
    Shen: I morti esistono nel passato e io devo tendere al futuro. [rivolgendosi a un gorilla] Che la divinatrice sia libera. Non mi è più utile.
    Divinatrice [tristemente]: Addio, Shen. Ti auguro felicità.
    Shen: La felicità dev'essere afferrata e io afferrerò la mia.
  • Po: Dimmi che è successo quella notte!
    Shen: Quale notte?
    Po: Quella notte!
    Shen: Ah, quella notte...
    Po: Sì! Parliamo della stessa notte, vero?
  • Shen: Sei pronto a morire per trovare la verità?
    Po: Ci puoi scommettere! Anche se... preferirei di no.
  • Po: Fine della corsa, Shen!
    Shen: A quanto pare...
    Po: Ora risposte!
    Shen: Oh, vuoi saperlo disperatamente? Pensi che sapere ti guarirà, eh? Riempirà quel cratere che hai nell'animo? Bene, eccoti la risposta: i tuoi genitori non ti amavano. Ma vieni... lascia che io ti curi! [rivela un cannone e spara un proiettile contro Po]
  • Tigre: Notevole, Guerriero Dragone! Qual è il tuo piano?
    Po: Primo passo: liberare i Cinque!
    Vipera: Qual è il secondo?
    Po: Francamente... non credevo di arrivare fino qua.
    Tigre: Po!
    Po: Ehm... fermare Shen prima che arrivi al porto!
  • Shen:Fuoco su di loro.
    Capo dei lupi: Ma signore, uccideremo i nostri!
    Shen: Ho detto fuoco su di loro! Fuoco!!!
    Capo dei lupi [ultime parole, spegne la torcia e estrae la propria spada contro Shen]: No! [prova ad attaccare Shen, ma questi lo uccide con un pugnale]
    Shen: Allora farò da solo.
  • Shen: Come ci sei... come ci sei riuscito? [riferito alla tecnica della pace interiore]
    Po: Sai basta tenere i gomiti alzati e le spalle sciolte...
    Shen: Non quello! Come hai trovato la pace? Ti ho portato via i genitori... ogni cosa... T-ti ho lasciato una cicatrice a vita...
    Po: Vedi, le cicatrici, Shen, si rimarginano.
    Shen: No, non è così. Le ferite si rimarginano.
    Po: Già, le cicatrici che fanno? Sbiadiscono, credo.
    Shen: Non mi interessa cosa fanno le cicatrici.
    Po: Dovrebbe, Shen. Devi lasciare andare quella roba del passato, perché non ha nessuna importanza. La sola cosa che ha importanza è chi tu scegli di essere ora.
    Shen [ultime parole]: Hai ragione... Allora io scelgo... questo! [estrae i pugnali e iniziano a combattersi]

Explicit[modifica]

Mio figlio è vivo (Li Shan)

Altri progetti[modifica]