La passione di Cristo

Da Wikiquote, aforismi e citazioni in libertà.
Jump to navigation Jump to search

La passione di Cristo

Immagine Passionofchrist-logo.svg.
Titolo originale

The Passion of the Christ

Lingua originale aramaico, latino e ebraico
Paese USA
Anno 2004
Genere drammatico, biblico
Regia Mel Gibson
Soggetto dai Vangeli
Sceneggiatura Benedict Fitzgerald,
Mel Gibson
Produttore Mel Gibson, Bruce Davey, Stephen McEveety
Interpreti e personaggi

La passione di Cristo, film statunitense del 2004 con Jim Caviezel, regia di Mel Gibson.

Frasi[modifica]

  • Prendete e mangiatene tutti. Questo è il mio corpo offerto in sacrificio per voi. (Gesù Cristo)
  • Prendete e bevetene tutti. Questo è il calice del mio sangue per la nuova ed eterna alleanza. Fate questo in memoria di me. (Gesù Cristo)
  • Il mio cuore è pronto, Padre... il mio cuore è pronto... (Gesù Cristo)
  • Giuda... con un bacio tradisci il Figlio dell'Uomo? (Gesù Cristo)
  • Amatevi l'un l'altro, come io ho amato voi. (Gesù Cristo)
  • Padre, perdonali! Loro non sanno quello che fanno! (Gesù Cristo)
  • Figlio mio... quando, dove, come, deciderai di essere liberato da tutto questo? (Maria)
  • Chi è tuo padre? Chi sei tu? (Satana a Gesù)
  • Vedi, Madre, io faccio nuove tutte le cose. (Gesù Cristo)
  • Io sono la via, la verità e la vita... Nessuno viene al Padre se non per mezzo di me. (Gesù Cristo)
  • Padre, padre, perché mi hai abbandonato? (Gesù Cristo)
  • Tutto è compiuto... Padre, nelle tue mani affido... il mio spirito. (Gesù Cristo)

Citazioni su La passione di Cristo[modifica]

Christopher Hitchens[modifica]

  • A mio parere è un segnale molto sano per la nostra società il fatto che tanti ebrei abbiano deciso di restare calmi e di non lasciarsi ferire dal film, e che tanti cristiani neghino di nutrire sentimenti più ostili verso gli ebrei da quando l'hanno visto. Negli Stati Uniti esiste un consenso sociale che fa sentire più sicuri gli ebrei e meno insicuri i cristiani. È una cosa bellissima; ma The Passion resta un film antisemita nelle intenzioni e il suo regista un antisemita di natura.
  • Ben prima di farsi portabandiera di un cattolicesimo sul genere di quello del generalissimo Franco e dei persecutori di Dreyfus, Mel Gibson ha avuto una breve notorietà per i suoi volgari attacchi ai gay. Adesso è diventato l'orgoglioso produttore di un film che, per fare effetto, punta sul narcisismo maschile sadomasochista.
  • Pensate a ciò che accadrà quando Gibson continuerà a guadagnare con il suo film in paesi come l'Egitto o la Siria, oppure nell'Europa dell'est, dove la situazione [dell'antisemitismo] è un po' meno rosea. Come si fa a credere che non abbia previsto, anzi cercato, questo risultato?

Altri progetti[modifica]