Lina Wertmüller

Da Wikiquote, aforismi e citazioni in libertà.
Jump to navigation Jump to search
Lina Wertmuller

Lina Wertmüller, pseudonimo di Arcangela Felice Assunta Wertmüller von Elgg Spanol von Braueich, (1928 – vivente), regista e sceneggiatrice italiana.

Citazioni di Lina Wertmüller[modifica]

  • [Su I basilischi, primo film come regista] Andando sul set di Salvatore Giuliano di Rosi, in Sicilia, decidemmo con amici di fare un giro per le cattedrali della Puglia, finimmo al confine con la Basilicata in un paesino che si chiama Palazzo San Gervaso, era quello da cui era venuto mio padre a Roma per fare l'avvocato. Non c'ero mai stata. Incontrai zii e parenti ed ebbi l'ispirazione per fare un ritratto del Sud profondo: la borghesia, lo struscio, il rapporto padri figli, ragazzi e ragazze...[1]
  • In questo periodo sto scrivendo alcune storie interessanti e chissà che non possa tornare a girare un film da queste parti. Adoro la Sicilia. Non vi rendete conto di stare su uno scoglio di importanza strategica: cosa c'è di meglio delle invasioni per accrescere la civiltà?[2]
  • Per Mina ho scritto il testo di Mi sei scoppiato dentro al cuore, ma come regista, ovviamente, ho pensato più di una volta a lei, perché mi piace moltissimo, soprattutto per la sua particolare caratteristica di mettere insieme il freddo e il caldo, di unire una notevole sensibilità, una bella voce, una grande abilità esteriore con questa bella faccia da medaglia, con questo aspetto statuario da bella Italia. (citato in Romy Padovano, Mina. I mille volti di una voce, Arnoldo Mondadori Editore, Milano, 1998)

Film[modifica]

Sceneggiati televisivi[modifica]

Altri progetti[modifica]

  • Da intervista di Arianna Finos Lina Wertmuller: “Io, una Gian Burrasca di novant’anni”, Rep.repubblica.it, 10 agosto 2018
  • Citato in Lina Wertmüller «Vorrei girare un film in Sicilia», Il Tempo.it, 24 maggio 2015