Sandro De Feo

Da Wikiquote, aforismi e citazioni in libertà.
Jump to navigation Jump to search

Sandro De Feo (1905 – 1968), giornalista, sceneggiatore e scrittore italiano.

Citazioni di Sandro De Feo[modifica]

  • La censura italiana è stupida, ma non potremmo giurare che sia più stupida di altre censure in paesi non meno civili del nostro. Ma ci consoleremo solo per il fatto che la stupidità è universale?[1]

Da Brecht a Milano

L'Espresso, 19 febbraio 1956.

  • La rappresentazione al giorno d'oggi dell'Opera da tre soldi dinnanzi a un pubblico impreparato o troppo preparato al radicalismo politico e teatrale di Bertolt Brecht, è impossibile che non dia luogo a qualche malinteso.
  • Ci ostiniamo a gustare l'arte, la poesia, la maestria letteraria di Brecht lì dove la troviamo; e nell'Opera da tre soldi le troviamo ad ogni pie' sospinto.
  • Arte narcotico? Arte oppio del popolo? Può darsi. Ma la contraddizione in cui si dibatte Brecht colle sue fisime dell'alienazione, cioè del distacco critico dello spettatore, è, a dir poco, insolubile, e l'Opera da tre soldi lo prova in modo luminoso.

Note[modifica]

  1. Da Il nostro critico teatrale spiega perché il nostro teatro è moribondo Non è più lo specchio dei tempi, L'Espresso, 6 gennaio 1957.

Filmografia[modifica]

Altri progetti[modifica]