Robin Hood (film 1973)

Da Wikiquote, aforismi e citazioni in libertà.

Robin Hood

Questa voce non contiene l'immagine di copertina. Per favore aggiungila, se puoi. :)
Titolo originale Robin Hood
Paese Stati Uniti d'America
Anno 1973
Genere animazione
Regia Wolfgang Reitherman
Sceneggiatura Larry Clemmons, Ken Anderson
Doppiatori originali
Doppiatori italiani

Robin Hood, film statunitense d'animazione del 1973.

Frasi[modifica]

  • Robin Hood e Little John van per la foresta, | ed ognun con l'altro ride e scherza come vuol; | Son felici del successo, delle loro gesta. | Urca urca! Tirulero! Oggi splende il sol. | Non pensavano ad i rischi che correvan nel gettarsi in acqua per trovare ristor | e che un subdolo Sceriffo e i suoi stupidi scagnozzi eran lì decisi a farli fuor. (Cantagallo)
  • Ogni città | qualche guaio ha | ma qua e là c'è serenità | ma non a Nottingham. | Com'è triste subir | questa tirannia | e non poter volare via | dopo tanto pianto, | dopo aver sofferto tanto. | Forse un po' di gioia tornerà | ma non a Nottingham. (Cantagallo)
  • Mi ricordo quando eri tu | un ragazzo e nulla più; | siam cresciuti noi, ma tanto ancor | è cresciuto il nostro amor. | Prima il tempo non passava mai, | ora vola, ma sai, | svanirà la vita ma | resterà l'amor. || Finirà tutto ma per noi due l'amor vivrà. (Lady Marian)
  • Di Giovanni Re tra un millennio e più ancor si parlerà | non certo per le sue virtù, né per la sua bontà. | Lontano è Re Riccardo contro i Turchi a guerreggiar | e quel buono a nulla fa tutti quanti tribolar. | Fenomeno d'incapacità, nei libri di Storia lui sarà il Re più fasullo d'Inghilterra. || Sul trono sta seduto là, lui gioca a fare il Re, | neanche sa di far pietà, ridicolo com'è, | fa le bizze come un matto se non ha quel che vuol lui | poi diventa mammone | e si succhia il ditone (sì, ce l'han tutti con lui). | Ma quando Riccardo tornerà il comodo suo più non farà. | Va' via Re Fasullo d'Inghilterra! (Little John)
  • Urca urca! Tirulero! (Robin Hood e Little John)
  • Sono Sir Reginald, Duca di Whisky, e non tirarmi fuori la lingua, lombrico! (Little John nei panni di Sir Reginald)
  • Biss, con te accanto a che serve un buffone di corte? (Principe Giovanni)
  • La stanno cantando, eh? Be' canteranno su un'altra musica! Raddoppia le tasse! Triplica le tasse! Spremi fino all'ultima goccia questi insolenti "bifolchi canori"! (Principe Giovanni allo sceriffo di Nottingham)
  • Tasse, tasse, tasse. A forza di tasse, spremette [Principe Giovanni] il cuore e l'anima del povero popolo di Nottingham. Chi non poteva pagare le tasse, finiva in galera. (Cantagallo)
  • Quel "Frattacchione" penzolerà dalla forca appena spunta l'alba! (Sceriffo di Nottingham)
  • È l'una di notte, e tutto va bene! (Tonto) [urlando]
  • Tonto come faccio a dormire con te che strilli tutto va bene tutto il tempo? (Sceriffo di Nottingham)
  • Poffarbacco Crucco punta questa trappola da un'altra parte. (Sceriffo di Nottingham)
  • Mamma!!! Fermo brutto vigliacco di un cobra! Questo poltronaccio di un pitone! Aspideee! Anguilla travestita da serpente! fermati, fermatiiii. (Principe Giovanni contro Biss)
  • Un soldo risparmiato è un soldo guadagnato, per noi! (Sceriffo di Nottingham)
  • Tenete, e fatevi coraggio, un giorno tornerà la felicità a Nottingham. (Robin Hood)

Dialoghi[modifica]

  • Little John: Sai una cosa, Robin? Mi è venuto un dubbio! Noi due siamo brava gente, o delinquenti? Sai, il fatto di derubare ai ricchi per sfamare i poveri non è...
    Robin Hood: "Derubare"!? Ma che brutta parola, noi non rubiamo! Noi ci facciamo... prestare qualcosa da chi può farne a meno.
    Little John: Prestare!? Però, ne abbiamo di debiti, eh?
  • Lady Cocca: La lontananza rafforza l'amore!
    Lady Marian: ...oppure lo distrugge.
  • Saetta: Ragni, serpenti, scorpioni e zanzare.
    Tobia: Ragni, serpenti, scorpioni e zanzare.
    Saetta: Se faccio la spia, ch'io possa crepare.
    Tobia: Se faccio la spia, ch'io possa crepare.
  • Sceriffo di Nottingham: Salve, frate. Be', sembra proprio che sia arrivato al momento giusto eh?.
    Sagrestano: Che cosa vuole qui quel pancione prepotente?
    Ma' Topo: Papà, ssh.
    Sceriffo di Nottingham: Mmmh. Bene che cosa abbiamo qui?
    Fra' Tuck: No, un momento, sceriffo! Qu-qu-quella è un'elemosina per i poveri!
    Sceriffo di Nottingham: Ne sono convinto. Per questo la prendo per il povero Principe Giovanni. Eheheh. Tutto va, anche se poco.
    Ma' Topo: Oh. Rimettetelo subito là!
    Sceriffo di Nottingham: E sua Maestà vi benedirà con tutto il suo cuore, sorellina.
    Fra' Tuck: Brutta canaglia di un ladro!
    Sceriffo di Nottingham: Via, calmati frate. Io faccio solo il mio dovere.
    Fra' Tuck: Prelevando le tasse per quel'arrogante, avido, spietato, malvagio principe Giovanni?
    Sceriffo di Nottingham: Senti, frate: a te piace predicare! Finirai a predicare col collo dentro il cappio del boia!
    Fra' Tuck: [urlando] Fuori dalla mia chiesa! Fuori! Fuori! Fuori! Fuori!
  • Sir Biss: Sire, le tasse affluiscono copiose, la prigione è piena... e, oh, ho una buona notizia, Sire. Fra Tuck è in galera.
    Principe Giovanni: [urlando] Fra' Tuck?!? È Robin Hood che voglio, pezzo di idiota! Darei tutto il mio oro solo per mettere le mani su quel... hai, hai detto Fra Tuck?
    Sir Biss: L'ho detto? S-sì, l'ho detto.
    Principe Giovanni: Ah, ho un'idea, Biss! Userò quel Fratacchione come esca per attirare Robin Hood.
    Sir Biss: Un'altra trappola?
    Principe Giovanni: Sì, sì, stupido serpente. Fra' Tuck sarà condotto nel patibolo sulla piazza del villaggio.
    Sir Biss: Ma Sire, impiccare Fra' Tuck? Un uomo di chiesa?
    Principe Giovanni: Sì, mio scrupoloso rettile. E quando il nostro astuto eroe si precipiterà a salvare il corpulento monaco, i miei uomini lo acciufferanno! Hahahah!
  • Sceriffo di Nottingham: Ahhhh, bene Crucco, è tutto pronto e sistemato a dovere.
    Crucco: Sì, è una delle più belle forche che abbiate mai preparato, Sceriffo.
    Tonto: Sceriffo, non credete che sia il caso di dare un provatina a quella botola? (lo Sceriffo cade nella botola)
    Sceriffo di Nottingham: Poffarbacco, ora capisco perché tua mamma ti ha chiamato Tonto.
    Vecchio cieco/Robin Hood: Carità, la carità per i poveri. Sentono le mie vecchie orecchie la melodica voce dello Sceriffo?
    Sceriffo di Nottingham: Eheheh, proprio così, vecchio.
    Vecchio cieco/Robin Hood: Che sta succedendo qui?
    Sceriffo di Nottingham: Ci prepariamo a impiccare Fra' Tuck.
    Vecchio cieco/Robin Hood: No, impiccare... ehm... impiccare Fra' Tuck?
    Tonto: Eccome, all'alba. E forse ci sarà una doppia impiccagione.
    Crucco: Shh, chiudi il becco, allocco!
    Vecchio cieco/Robin Hood: Una doppia impiccagione, eh? E chi può essere l'altro che andrà sulla forca?
    Crucco: Ehi, vecchio, stai diventando un po' troppo curioso!
    Vecchio cieco/Robin Hood: Ah, io dicevo così per dire. Ehm ehm, non potrebbero succedere dei guai se arrivasse Robin Hood?
    Tonto: Ah, questa sì che è bella, Sceriffo. Ha indovinato!
    Crucco: Tonto, cuciti il becco!
    Vecchio cieco/Robin Hood: Ahh, non c'è da preoccuparsi. Lo Sceriffo è troppo abile, troppo intelligente e troppo furbo per gente come lui, dico io.
    Sceriffo di Nottingham:(sentendosi sempre più lusingato) Eheheh, hai sentito, Tonto? Per esser cieco sa riconoscere un uomo di valore quando lo "vede", dico io.
    Crucco: Ho ancora l'impressione che questo vecchio vagabondo ficcanaso sappia un po' troppo.
    Sceriffo di Nottingham: Nah, piantala Crucco. Non è che un innocuo vecchio mendicante cieco!
    Vecchio cieco/Robin Hood:(mentre si allontana) La carità, la carità per i poveri. La carità, la carità per i poveri.
  • Sceriffo di Notthingam: Aspetta un momento. Hai messo la sicura alla "Vecchia Betsy"? [cioè una balestra]
    Crucco: [dietro lo Sceriffo con la balestra in mano] Come no, Sceriffo.
    Sceriffo di Notthingam: Proprio questo mi fa paura. Va' avanti tu.

Altri progetti[modifica]