Agente 007 - Vivi e lascia morire

Da Wikiquote, aforismi e citazioni in libertà.

Agente 007 - Vivi e lascia morire

Immagine Liveandletdie-logo.svg.
Titolo originale

Live and Let Die

Lingua originale inglese
Paese Stati Uniti d'America, Regno Unito
Anno 1973
Genere spionaggio, azione, avventura
Regia Guy Hamilton
Soggetto Ian Fleming, Norman Mailer
Sceneggiatura Tom Mankiewicz
Produttore Albert Broccoli, Harry Saltzman
Interpreti e personaggi
Doppiatori italiani

Agente 007 – Vivi e lascia morire, film anglo-statunitense del 1973 con Roger Moore, regia di Guy Hamilton.

Frasi[modifica]

  • [Quando gli viene spiegato che colui che ha cercato di arrestare è un agente dei servizi segreti inglesi] Agente segreto?! Ma da che parte sta? (Pepper)
  • Alla prima risposta sbagliata taglierò il dito a 007, alla seconda passerò ad una parte più vitale. (Kananga)
  • ...che è stato così abilmente illustrato dal segretario generale nelle sue osservazioni iniziali. Però, e debbo sottolineare questo punto, non c'è formula che possa o potrà mai coprire tutti i casi. Per esempio... quando sono stati accettati tre o più candidati, il che è in precisa contraddizione col paragrafo numero... (interprete)
  • Signor Bond che gioia rivederla. (Tee Hee)
  • [Dopo aver ucciso Kananga] L'ho sempre detto che era un pallone gonfiato. (Bond)
  • [Dopo aver gettato Tee Hee fuori dal finestrino del treno sul quale viaggiavano] Avevo un braccio che mi dava fastidio. (Bond)

Dialoghi[modifica]

TriangleArrow-Right.svg Citazioni in ordine temporale.

  • Primo uomo: Di chi è questo funerale?
    Secondo uomo: È il tuo!
  • Strutter: Complimenti per il suo travestimento.
    Bond: Quale travestimento?
    Strutter: Faccia bianca ad Harlem.
  • Bond: Il mio nome è Bond, James Bond.
    Solitaire: So già chi è, che cosa fa e perché è qui. Ha fatto uno sbaglio.
  • Mr. Big: È lui quello stupido che ti ha seguito qui?
    Bond: Ci deve essere un errore. Il mio nome è...
    Mr. Big: I nomi sono per le pietre tombali. Portatelo fuori e cancellatelo, subito.
  • Solitaire: E adesso che fai?
    Bond [Buttando fuori dal finestrino il braccio meccanico di Tee Hee] Avevo un braccio che mi dava fastidio.

Altri progetti[modifica]