Discussioni Wikiquote:Amministratori

Da Wikiquote, aforismi e citazioni in libertà.
Jump to navigation Jump to search

Revoca[modifica]

i recenti conflitti che hanno portato al blocco di Raoli e ad un clima di tensione, hanno evidenziato un problema presente su wikiquote: la riconferma /revoca degli amministratori. Su wikiquote non è prevista una scadenza o una revoca a prescindere dalla situazione che viene a verificarsi. Propongo di adottare un sistema simile a quello di wikipedia, ma più semplificato:

  1. Riconferma annuale: "Per gli amministratori, alla scadenza di ciascun anno di mandato, ha luogo una riconferma in modalità tacita; in quella sede ci si può opporre alla riconferma." (praticamente se al compimento dell'anno nessuno evidenzia qualcosa non succede niente, altrimenti si procederà ad una votazione)
  2. Eventuale Modalità di revoca (al verificarsi di una delle seguenti condizioni):
    1. per rinuncia dello stesso amministratore, che deve farne richiesta
    2. per inattività, (6 mesi)
    3. se si verificano particolari problemi può essere proposta una votazione

Ovviamente questa è solo una bozza che spero possa, adeguatamente modificata(ad esempio bisogna stabilire la maggioranza richiesta nelle votazioni), chiarirne le modalità--Kky (scrivimi) 12:32, 7 nov 2012 (CET)

a prescindere dai recenti conflitti, è evidente che un sistema di questo genere, in linea con Wikipedia, deve prima o poi essere adottato anche su Wikiquote. Non so se adesso, "a caldo" dopo i recenti eventi, sia il momento giusto per discuterne, ma concordo che è questa la direzione da seguire. --Spinoziano (scrivimi) 15:18, 7 nov 2012 (CET)
concordo sul punto 2 (rinuncia, inattività, problematicità), mentre non concordo sulla riconferma e non vedo che benefici potrebbe dare in un progetto poco partecipato come questo. --Superchilum(scrivimi) 16:40, 7 nov 2012 (CET)
Contrario su tutti i punti, salvo il caso di votazione su un amministratore problematico. --Homer (scrivimi) 16:58, 7 nov 2012 (CET)
Favorevole, specie a quella per problematicità. Quanto alla revoca per inattività, si possono studiare delle eventuali eccezioni, ma deve esserci.--AssassinsCreed (scrivimi) 17:31, 7 nov 2012 (CET)
Idem come Homer. Avvitamento burocratico.
Preciso anche che se il problema sono io non lascerò che questo danneggi il progetto. Lo si affermi chiaramente, chi vuole la mia revoca lo dica e votiamo. --Nemo 11:51, 8 nov 2012 (CET)
però dimissioni (ovviamente) e problematicità sono da considerare. Perchè non considerare anche l'inattività? (magari più lasca che su Wikipedia) Ricordo che è in primis una tutela del progetto la decadenza per inattività, dato che affronta anche il rischio che dopo tanti mesi qualcuno si appropri/si sia appropriato della sua utenza. In ogni caso non vedo regole sulla revoca/votazione, nonostante nell'incipit si rimandi a un paragrafo "Revoca" inesistente. --Superchilum(scrivimi) 12:35, 8 nov 2012 (CET)

Revoca amministratori[modifica]

Sono passati diversi mesi dalla discussione qui sopra che, guardandola oggi, non ho aperto nel momento migliore, seppur con buone intenzioni. Considerando inoltre la presenza di un riferimento ("si veda il paragrafo relativo") a un paragrafo inesistente, e dopo averci riflettuto, propongo di adottare questo semplice criterio: "dopo 18 mesi di inattività completa (non l'ultimo log da admin, ma l'ultimo edit) si verifica la revoca automatica". Ho pensato ad ultimo edit e non ultimo log, perchè in questo modo si individua chi, di fatto, ha abbandonato completamente il progetto, lasciando ampio margine per eventuali assenze.
Gli altri 2 punti revoca per problematicità e per dimissioni sono già previsti cit. "amministratore ha la facoltà di dimettersi dalla sua carica. Al verificarsi di seri problemi, può essere rimosso"; eventualmente potrebbero essere spostate nel relativo paragrafo. Infine nessun tipo di riconferma.
Ad oggi, applicando questi criteri verrebbero revocati kronin e snowdog, entrambi hanno effettivamente abbandonato il progetto in modo completo da diversi anni. Aspetto pareri e osservazioni sulla proposta. Grazie.--Kky (scrivimi) 22:27, 20 ago 2013 (CEST)

D'accordo sui 18 mesi, mi sembra un margine decisamente ragionevole (ovviamente se la "legge" dovesse entrare in vigore gli admin attuali andrebbero aggiornati su questo nella loro pagina di discussione). Ok anche alle possibili dimissioni, ovviamente. Direi di introdurre anche la possibilità di una "votazione per la revoca di un admin". Vi prego comunque di valutare l'idea di Kky e questa mia aggiunta separatamente.--AssassinsCreed (scrivimi) 22:47, 20 ago 2013 (CEST)
Concordo su entrambe le proposte. Riguardo alle votazioni per la revoca, dovrebbe valere il consenso richiesto su Wikipedia, cioè un admin contestato deve ottenere i 2/3 dei voti favorevoli (alla riconferma), al netto delle astensioni, per essere riconfermato. Se ne ottiene di meno, decade. --Spinoziano (scrivimi) 14:06, 21 ago 2013 (CEST)
Sono d'accordo su entrambe le proposte, e anzi, sarei anche più restrittivo: direi che non dovrebbe essere sufficiente un semplice edit per essere automaticamente riconfermato, ma occorrerebbe una vera e propria attività da admin, pur se limitata. Per esempio: Dread e Quaro sembrano ricomparire periodicamente, ma con una differenza, mi pare: Dread contribuisce e fa l'admin, Quaro no.
--DonatoD (scrivimi) 21:59, 23 ago 2013 (CEST)
Ragionare con casi specifici in mente mi pare palesemente la cosa peggiore da farsi. Il principio in Wikiquote è sempre stato molto semplice: noi ci evitiamo la strenuante burocrazia esistente altrove e i nostri amministratori sono sempre benvenuti se tornano attivi, a meno che ci sia qualche motivo per ritenere che non agiscano in modo appropriato. Non colpevolizziamo gli amministratori inattivi; vorrei che Wikiquote restasse un progetto amichevole come è sempre stato, un'oasi e non una fortezza nel deserto dei progetti Wikimedia.
Ciò detto, non vedo la necessità di rimuovere gli amministratori inattivi, che non sono un rischio ma solo una risorsa per il progetto (sebbene potenziale); ma se il limite fosse di 24 mesi (come da linea guida globale) o maggiore e si riferisse a tutte le azioni/modifiche, cioè di presumibile totale mancanza di residuo interesse nel progetto, allora non mi straccerei le vesti.
Per quanto riguarda la costruzione di procedura di revoca, che peraltro anche in Wikipedia sono alquanto barocche e raramente efficaci, è palesemente impossibile regolamentare questo aspetto senza prima regolamentare la procedura di elezione. Tuttavia, a parte il tempo perso a discutere, formalizzare simili regole in un progetto come il nostro è sempre un rischio enorme di condursi alla paralisi, come mostrato ad esempio da it.books che è impossibilitata sia a eleggere amministratori sia a cambiare le regole per eleggerli. Per quanto ovviamente sarei contento se le elezioni degli amministratori fossero piú partecipate (e quindi gli amministratori piú legittimati dalla comunità) di quanto abbiamo visto ultimamente, non credo che simili problemi si risolvano in punta di diritto. Suggerisco quindi caldamente di soprassedere su questo aspetto, peraltro non incluso nella proposta iniziale di questa sezione. --Nemo 12:49, 25 ago 2013 (CEST)
Capisco che gli amministratori inattivi possono essere una potenziale risorsa, e proprio per questo ho proposto un ampio periodo di inattività completa. Se questo criterio non permette di individuare "presumibile totale mancanza di residuo interesse nel progetto" non ne vedo altri in grado di assolvere alla funzione.
Ad ogni modo, se 24 mesi o più possono essere un periodo più ampio che da maggior sicurezza e raccoglie un più ampio consenso, non vedo problemi ad alzare l'asticella di alcuni mesi.
Per la questione della modalità di elezione si potrebbe semplicemente e brevemente riportare la prassi, ormai consolidata, in questa pagina.--Kky (scrivimi) 15:42, 25 ago 2013 (CEST)
Nessuno sta colpevolizzando gli amministratori inattivi, semplicemente un admin che per più di 18 (o 24 mesi se preferite) non entra su Wikiquote, evidentemente non è più interessato al progetto. Se mai Kronin o Snowdog (gli esempi concreti in questi casi possono giovare) dovessero ritornare da queste parti, sarebbero dei buoni amministratori? Sicuramente quando erano admin, le cose funzionavano in modo molto diverso, era un'altra Wikiquote. Magari potrebbero essere ancora dei buoni amministratori, ma vanno rieletti, la nuova comunità dovrebbe avere fiducia in loro...
Le regole per le elezioni sono già state discusse e sono sempre quelle... Wikiquote sarà anche piccola ma è una democrazia, una comunità. Se una comunità non vuole più un amministratore (eletto diversi anni prima), deve avere il diritto di revocarlo, non ti pare? Non puoi fare il paragone con Pedia, lì gli admin vanno riconfermati... Secondo me è un diritto sacrosanto, che va riconosciuto alla comunità...--AssassinsCreed (scrivimi) 02:06, 28 ago 2013 (CEST)
essendo un progetto con una comunità ristretta e dinamiche diverse da Wikipedia, sono d'accordo su revoche "elastiche", ovvero per: 1) dimissioni (ca va sans dire), 2) inattività dopo tot mesi (se lo standard WMF è 24 ok, anche 18 non mi pare male), 3) eventuali problematiche, da risolversi con discussione piuttosto che con votazione (in un progetto relativamente poco partecipato come questo una votazione su questioni spinose rischia di essere molto complicato ed eccessivamente macchinoso, come faceva notare Nemo). --Superchilum(scrivimi) 09:17, 4 set 2013 (CEST)
A me sembra che, proprio sulle questioni spinose, la votazione sia il metodo più efficace, perché in una discussione senza votazione tendono ad imporsi le utenze che hanno maggiori capacità dialettiche, o che sono più aggressive e insistenti, mentre in una votazione ciascun utente vale 1 e quindi anche il parere degli utenti più giovani, o di quelli che non amano inserirsi in polemiche, può emergere e viene stimolato a esprimersi serenamente, senza il rischio che qualcuno dica "il tuo parere non è valido". In questioni delicate come l'elezione o la revoca di un amministratore, la votazione è il metodo più pulito e democratico, in quanto offre un risultato chiaro e non manipolabile. I criteri numerici che ho proposto mi sembrano adeguati; se ci sono controindicazioni mi piacerebbe sapere quali sono, perché io non ne scorgo. --Spinoziano (scrivimi) 15:44, 4 set 2013 (CEST)
Personalmente sono contrario, continuo a non vederne la necessità. Siamo quattro gatti, non si perdono di vista gli admin come potrebbe accadere in un progetto più partecipato e non mi sembra che quello che deve/puo' fare un Amministratore sia cambiato così radicalmente nel tempo. Sinceramente mi sembra masochistico creare regole su regole. Wikipedia è diventato un luogo quasi invivibile per questo motivo e mi piacerebbe che Wikiquote non prendesse la stessa piega. Qualora la comunità decidesse però di andare in questa direzione, sarei per i 24 mesi. --Homer (scrivimi) 17:05, 4 set 2013 (CEST)

rientro. Cercando di tirare le fila del discorso mi sembra che vi sia largo consenso sull'adottare 24 mesi come periodo di inattività completa per la revoca automatica.
Per la procedura di revoca con votazione, si potrebbe stabilire solo un veloce rimando alla modalità di elezione degli admin, senza specificare percentuali o frazioni nei dettagli.
Personalmente non credo che, aggiungere poche parole sulla revoca e un veloce rimando alle regole di elezione degli admin, possa creare una situazione di eccesso di regole con rischio di paralisi di wikiquote. Il fine della proposta per regolare la votazione penso sia quello di evitare future ambiguità causate da poche parole non chiare, ricordo che ad oggi è previsto "Al verificarsi di seri problemi, può essere rimosso (si veda il paragrafo relativo).", ma come sappiamo il paragrafo relativo non esiste.--Kky (scrivimi) 18:57, 4 set 2013 (CEST)

Questa discussione al bar mi sembra sia perfettamente in linea con le nostre idee per quanto riguarda la revoca degli amministratori per inattività (inutile quindi introdurre regole locali se possiamo rifarci a quelle globali).
Concordo con Kky, di inserire giusto quattro righe per quanto riguarda l'ultima questione aperta: rimozione degli amministratori per gravi problematicità. A mio parere potrebbe essere qualcosa del genere:
Un utente, verificato che l'amministratore abbia abusato delle funzionalità aggiuntive per mettere in atto una condotta oggettivamente e concretamente dannosa per il progetto, può richiedere la rimozione di un amministratore; a seguito di tale richiesta si indice una votazione per la riconferma dell'amministratore, con le stesse regole valide per le nuove candidature. Al termine della votazione, nel caso in cui l'amministratore contestato non ottenga la fiducia degli utenti, viene dichiarato decaduto perdendo le funzionalità specifiche riservate agli amministratori.
Ultima nota: in realtà "le regole per le nuove candidature" non sono ancora state ufficializzate ed inserite nella pagina ;) ... :( --FRacco(dimmi che vuoi) 21:49, 21 set 2013 (CEST)
"verificato che l'amministratore abbia abusato delle funzionalità aggiuntive per mettere in atto una condotta oggettivamente e concretamente"... ma a questo mondo ogni giudizio è soggettivo, quindi renderei la motivazione più semplice: se una parte di comunità ritiene che un admin non sia più degno di fiducia (e le ragioni possono essere tante, senza bisogno di un singolo episodio grave) si vota per vedere qual è il parere dell'intera comunità. Cioè, per intenderci, basta che la votazione sia richiesta da un paio di un utenti esperti. Metterei l'accento sul fatto che un admin deve conservare la fiducia della casa per mantenere il suo ruolo, come ogni buon servitore. --Spinoziano (scrivimi) 14:46, 26 set 2013 (CEST)

Quagliamo[modifica]

Essendo che rimane la dicitura "Al verificarsi di seri problemi, può essere rimosso (si veda il paragrafo relativo)." e il paragrafo relativo non c'è, non possiamo decidere le cose più di base, come da discussione sopra?

  1. Dimissioni: e vabbè, spero sia evidente
  2. Inattività: come da policies WMF. Riferito a 0 zero contributi e 0 attività da admin negli ultimi X mesi, dove X può essere 2 anni (massimo stabilito da WMF) o meno (da decidere). Mi sembrava che il consenso uscito da sopra (v. Kky, Nemo, Homer e il sottoscritto, ad es.), fosse per mantenere l'asticella proprio sui 2 anni.

Lasciamo perdere la problematicità, che era una questione più ostica e per la quale eventualmente si può discutere ulteriormente in seguito, su queste 2 cose siamo pacifici? --Superchilum(scrivimi) 15:42, 27 gen 2014 (CET)

Mi sembra che il secondo punto sia già stato realizzato: vedi Wikiquote:Bar/Archivio 2013-05--12#IMPORTANTE: revisione dell'attività dell'amministratore. Kronin e Snowdog, correggetemi se sbaglio, sono poi stati deflaggati (nei loro SUL Info, difatti, non compare "sysop" alla riga di itwikiquote). Quindi, se anche il primo punto è evidente, abbiamo già quagliato :) --Spinoziano (scrivimi) 17:22, 27 gen 2014 (CET)
N.b. Nel secondo punto, secondo la soluzione già quagliata, è compreso anche 0 zero azioni di registro, mi pare. Si tratta di una soluzione meno rigida, ma che probabilmente rappresenta un giusto compromesso per via delle contrarietà che alcuni avevano espresso. --Spinoziano (scrivimi) 17:29, 27 gen 2014 (CET)
(f.c.) sì esatto, avevo semplificato in "attività da admin" proprio i log, anche se non è proprio la stessa identica cosa :) --Superchilum(scrivimi) 09:24, 28 gen 2014 (CET)
Symbol support vote.svg Favorevole--AssassinsCreed (scrivimi) 20:36, 27 gen 2014 (CET)
X=2 Symbol support vote.svg Favorevole--DonatoD (scrivimi) 20:55, 27 gen 2014 (CET)
Certamente Symbol support vote.svg Favorevole--Kky (scrivimi) 09:10, 28 gen 2014 (CET)

✔ Fatto aggiunto il paragrafo. --Superchilum(scrivimi) 09:45, 30 gen 2014 (CET)

Revoca Micione[modifica]

Riprendo da Discussioni utente:Spinoziano#Emigrazione, rispondendo a [@ DonatoD]: la "edit war" a cui fa riferimento Vituzzu è la scaramuccia avuta dallo stesso ip su Wikipedia. Questo ip, sia su Wikipedia sia su Wikiquote, era Micione, come lui ha ammesso. Si è arrivati a scoprirlo, prima che lui lo ammettesse, perché nei giorni scorsi [@ Superchilum] ha chiesto privatamente un parere a Vituzzu su quell'ip. Vituzzu, come check user, ha scoperto che era Micione. (Fin qui il riassunto delle puntate precedenti). Ora il mio parere è che Micione debba considerarsi formalmente diffidato dal non fingersi più un anonimo inesperto, cioè si debba in tal senso considerare ammonito (anche se qui non compare, visivamente, un cartellino giallo). Io non mi sarei stupito se, per il semplice aver operato in quel modo come anonimo (difatti, anche volendo ammettere che non abbia violato grosse regole, IMHO Micione ha agito in maniera poco corretta considerando che è un vecchio admin) Vituzzu, come steward, gli avesse tolto subito il flag di admin, ma tale decisione spetta eventualmente alla comunità di Wikiquote. Se qualcuno vuole proporne il deflag, va aperta una votazione in Wikiquote:Amministratori (se qualcuno vuole che venga aperta ma non sa come aprila, posso aprirla io, che personalmente non so ancora se e cosa voterei).-- Spinoziano (msg) 14:49, 30 lug 2016 (CEST) Mi correggo: Se c'è consenso al deflag, deve emergere qui (perché in Discussioni Wikiquote:Amministratori non si era quagliato sulle regole per una eventuale votazione di revoca) e in quel caso si chiederà allo steward di procedere.-- Spinoziano (msg) 15:02, 30 lug 2016 (CEST)

La situazione è spiacevole, e avrei preferito non dover partecipare alla discussione. Tuttavia, considerando solo i fatti su quote, si tratta di un comportamento continuativo e prolungato (oltre cento contributi nell'arco di pochi giorni) e che ignora i messaggi in discussione. Credo che aprire la discussione sia opportuno.--Kky (scrivimi) 15:40, 30 lug 2016 (CEST)
Io dico solo che le parole di DonatoD scritte in https://it.wikiquote.org/wiki/Discussioni_utente:Spinoziano#Emigrazione sono davvero incoerenti. Per il resto mi sembra una situazione chiara e palese. --Kurtanglewwe1996 (scrivimi) 17:32, 30 lug 2016 (CEST)
Io più che basito mi trovo confuso. Micione si sarebbe sloggato per fare POV o perché gli pesava attenersi alle regole di formattazione? Nel primo caso la situazione sarebbe gravissima, un effettivo attacco al progetto; si dovrebbe procedere con la rimozione immediata dei flag e la sospensione dell'utenza (e degli IP, fate voi). Nel secondo caso, si tratta senza dubbio di un'azione scorretta, infida, anche triste; non sono però sicuro sulla rimozione dal ruolo di admin. Oppure i motivi sono altri?
Comunque, ci sono state precedenti scorrettezze da parte di Micione?
Ma la momentanea (si spera) assenza di Creed c'entra davvero qualcosa con questo? --Almicione (scrivimi) 17:39, 30 lug 2016 (CEST)
Grazie della precisazione, Spinoziano. E confermo la mia opinione: revoca dei diritti di amministratore. Come scrivevo, io "vedo nettamente da un lato un comportamento infido e per niente consono a un amministratore, dall'altro un attacco strumentale ai progetti, nemmeno perdonabile a un semplice utente. Gli inserimenti sono stati continui, mascherati, finalizzati a un pov e infine camuffati. Quattro motivazioni delle quali ognuna sarebbe da sola sufficiente a sollevare la questione. Quello che adesso lui dice, a posteriori, confessando di essere stato anche un altro ip, e che addirittura si giustifichi con quella frase sull'ovvietà già riportata da Vituzzu, e che provi infine a contrattaccare tergiversando sulla correttezza dei suoi inserimenti, ai miei occhi non aggiunge che benzina sul fuoco." (vedi Discussioni_utente:Spinoziano#Emigrazione).
Almicione: in precedenza Micione non ha mai operato scorrettamente, se non per cose che erano soggette a interpretazioni soggettive; non ci sono motivi palesi per ritenere che l'assenza di Creed sia correlata alla faccenda in questione (certo però è che che la coincidenza temporale con la pausa di Creed e l'operato dell'ip lascia molto a sospettare); infine, la seconda ipotesi che sollevi a mio avviso si smonta da sola: se a Micione fosse pesato attenersi alle regole di formattazione, poteva anche dirlo (scusate, ma sono stanco, mi dareste una mano a formattare?). In ogni caso, a proposito della formattazione lui scrive (vedi link precedente) che "ci sono apposta patroller e amministratori": e lui, di grazia, cosa sarebbe? Oltre che deflagato, va anche ammonito formalmente.
--DonatoD (scrivimi) 20:30, 30 lug 2016 (CEST)
[@ DonatoD], quindi secondo te rientrerebbe nella normalità che un admin si esoneri dal rispettare le regole che lui stesso dovrebbe fare rispettare? Se Micione avesse detto quello che hai suggerito l'avremmo biasimato ugualmente, ma non ce ne sarebbe comunque stata occasione perché la decenza personale non glielo ha permesso. Non scordiamoci a ogni modo che qui dentro siamo tutti volontari, compresi gli admin. Mettiamo che Micione avesse voluto aggiungere citazioni giuste, e quindi materiale positivo, ma gli pesasse fare il lavoro di contorno (la formattazione) – che per esempio a me (come a qualcun altro) addirittura piace, ma c'è chi lo detesta – e se avesse dovuto farlo (da loggato, noblesse oblige) non le avrebbe inserite. Possiamo criticare un utente perché ha fatto metà del lavoro che bisognava fare pur essendo conscio delle regole? No, io credo. Possiamo criticare un admin perché ha fatto lo stesso? Sì. Ma dalla disapprovazione del fatto alla rimozione dei flag a un admin che non ha compiuto scorrettezze nei sei anni precedenti, la differenza è grande. Bisogna comunque tenere presente che un admin in meno ora porrebbe altre difficoltà a WQ. Ma ammetto che ancora di più ne porrebbe un admin di cui non ci si può fidare. Quindi, per me va ammonito (anche se formalmente non si può) e vietato a ogni admin di editare sloggato, pena il deflag.
Poi, certo, mi sto muovendo nell'ipotesi che Micione abbia agito solamente in buona fede e che tra il fare un lavoro male (che comunque non danneggia, ma migliora WQ) e non farlo proprio abbia preferito la prima opzione. Se dovesse emergere qualche edit che distrugge tale ipotesi, sono pronto a esprimermi con maggiore severità. --Almicione (scrivimi) 22:03, 30 lug 2016 (CEST)

Vedo che sono tante le cose a cui dovrei rispondere, ma vorrei cominciare col mettere in guardia sul fatto che le opinioni di Donato su di me contano poco e forse nulla dal momento che lui mi odia e farà tutto quanto è in suo potere per farmi il maggior danno possibile. Se fosse onesto non dovrebbe neanche partecipare a questa discussione per via della nostra "love story". È un conflitto di interessi. Comunque non sto cercando di fargli il processo (questo è il mio) ma potete provare a chiedere ai più anziani maggiori informazioni sul passato.
L'"admin che s'è sloggato per scatenarsi..." è solo la scelta di parole di Vituzzu che io rifiuto in toto. Lui l'ha vista così: che io di giorno opero da bravo amministratore, poi la sera mi sloggo e faccio le "nefandezze" (in verità tutti edit regolari) ma non è così perché, come molti utenti sanno, da tempo non sono più molto attivo. Il più delle volte mi loggo solo per controllare gli Osservati speciali, e più che altro su Commons.
Sul "dovevo comportarmi in modo diverso da come mi comporto da loggato e fare pure qualche piccolo errore", Vituzzu, mi sembra ci sia un equivoco. I piccoli errori sono dimenticare il punto finale, mettere un wikilink in più o uno in meno, copiare pari pari l'incipit di una voce da Wikipedia ecc. Sono i tipici errori degli inesperti perché sì, mi stavo nascondendo, e ci sono dei motivi per questo ma non sono sporchi. E sono errori che non danneggiano alcun progetto.
Spinoziano: sulla questione della formattazione abbiamo opinioni diverse. A me piaceva wikificare le voci nel mio periodo di massima attività ed ero velocissimo nel farlo, ma capisco che a te possa non piacere perciò ti chiedo scusa per averti costretto a seguire quelle modifiche. Allo stesso modo chiedo scusa a Creed, anche se a lui piace la wikificazione. E sì, mi sento molto ammonito e non contribuirò più da sloggato, anche perché vedo che si è creato un caso enorme nonostante abbia seguito le regole. Per la qual cosa consiglierei ai wikipediani di aggiungere nelle linee guida: "una volta che ci si è registrati è proibito contribuire da sloggati".
Kky: non avevo intenzione di ignorare i messaggi, è solo che non ho avuto il tempo per correggere. Avevo intenzione di seguire i consigli di Spinoziano ma sul momento avevo già delle citazioni per le mani e ho pensato di fare prima quelle. Subito dopo è arrivato Vituzzu. E il fatto che le citazioni siano molte non mi sembra tanto una cosa negativa. Dipende un po' dai punti di vista.
Almicione: nessuno dei due motivi. Però devo correggerti sul primo: i POV non sono un attacco al progetto e (mi cito da altrove) in Wikiquote un utente può inserire anche cento e più citazioni dello stesso POV nella stessa voce e non è un problema. Puoi chiedere a chiunque. Per il tuo secondo messaggio ti ringrazio per non esserti fermato alla superficie ed aver ragionato un po' più a fondo degli altri. Sono d'accordissimo sul fatto che "un admin di cui non ci si può fidare" porterebbe gravissimi problemi, anzi, credo sia la cosa peggiore che possa capitare ad una wiki. E proprio per questo penso davvero di non meritare tale definizione che distruggerebbe irrimediabilmente ogni mia credibilità. Potresti in qualche modo correggerti, per favore? --Micione (scrivimi) 08:44, 31 lug 2016 (CEST)

Sto controllando tutti i contributi. Non è un bel quadro. Lasciatemi tempo di buttarlo giù. --Superchilum(scrivimi) 11:10, 31 lug 2016 (CEST)
Almicione: scrivi "quindi secondo te rientrerebbe nella normalità che un admin si esoneri dal rispettare le regole che lui stesso dovrebbe fare rispettare?". Pardòn, forse mi sono espresso male: certo che non è normale, anzi è da biasimare. Quello che volevo dire è che sarebbe stato più onesto palesare i suoi intenti anziché nascondersi, quindi ai miei occhi è da biasimare due volte. Micione non fa più l'admin a tempo pieno da anni ormai, quindi la preoccupazione di perdere un admin è all'atto dei fatti, vana. (In ogni caso teniamo sempre presente che un admin, rispetto a un utente qualsiasi, ha soltanto alcuni tastini che gli consentono operazioni particolari, per il resto può editare, wikificare e somministrare cartellini come tutti. Essere admin in questi progetti, in fondo non è che un titolo che si guadagna più che altro con la perizia, l'onestà e la dedizione).
A ogni buon conto, se si vuole, continuiamo pure a scrivere le nostre opinioni e interpretazioni, ma al di là di queste restano dei fatti inequivocabili: «Un admin si è mascherato da ip inserendo numerose citazioni non a norma che seguivano un POV ben evidente». Per me non ci può essere nessuna buona fede.
--DonatoD (scrivimi) 13:27, 31 lug 2016 (CEST)

Allora, ho controllato innanzitutto i contributi di 93.42.66.85, ovvero l'ultimo emerso. Ho controllato solo le citazioni nelle voci di origine, ovvero autori/opere ecc. e non quelle tematiche, dando per scontato che inserisse in queste ultime solo quanto avesse già messo nelle prime. L'impressione generale, che è la stessa che mi aveva colpito quando avevo visto i primi contributi nei giorni scorsi, è che sembra si voglia far diventare Wikiquote una sorta di mirror de Il Giornale o di alcuni profili Facebook (ovviamente tutti verso un unico POV). Tale impressione è stata confermata dallo stesso tipo di comportamento riscontrabile quando operava come 2.236.21.250, come da sua ammissione (e che dura anche da anni, da quanto emerge dai contributi). Le magagne sono:

  • Uso di fonti poco affidabili
  • Mettere in bocca cose non dette
    • La Repubblica di Platone era anti-immigrati ad litteram? Viene citato il libro VIII, ma non ho trovato niente (en:s:The_Republic/Book_VIII o [2]). Andate a cercare su Google quali sono i siti che riportano questa frase, per capire il tenore. Forse è questa, ma è comunque diversa e va in ogni caso citata e contestualizzata. A leggere i post populistici su Facebook senza controllarli non si fa bella figura, eh.
    • Piero Fassino avrebbe detto quella cosa sul Brexit? Ma l'articolo citato (guarda caso, il Giornale) stava parlando dei meme umoristici di Facebook!
  • Citazioni decontestualizzate, totalmente o in parte
    • Uno dei casi più emblematici è Enrico Mentana, il quale a leggere la voce sembra diventato un paladino anti-Islam. Vengono infatti inseriti solo commenti anti-Islam, attentamente filtrati da quelli moderati o con sentore opposto (es. 27 luglio 13.01, scusate ma non so come si linkino i singoli post). A volte vengono messi semplicemente i commenti, e intendo proprio i commenti ai post (es. [3]), a volte la citazione viene decontestualizzata per mettere solo la parte ad effetto che interessa ([4]), che peraltro viene fatta citare da Il Giornale e non dal post originale (15 luglio).
    • Matteo Salvini, praticamente viene inserito il suo diario giornaliero, quasi a far diventare la voce una sorta di mirror del suo profilo Facebook. Alcune poco significative, altre anche decontestualizzate (es. "Per vincere in battaglia..", o quella sugli smidollati che è un P.S. a un video, o quella sui prodotti italiani è un commento a un post)
    • Luciana Littizzetto: perché non citare direttamente l'intervista dell'Huffington Post? Da sempre Littizzetto e Fazio si stuzzicano scherzosamente. Inserendo quella fonte si usa il Giornale, che non perde occasione per parlare di "scintille" e "sorta di regoalmento di conti e di botte e risposte", per screditare. Andate a guardarvi chi è che riprende quell'intervista [5]. Giusto Giornale e Libero. Coincidenze?
    • Maria Grazia Cucinotta, la cui citazione è leggermente diversa, con virgolette (che cambiano il peso di un'affermazione) e omissis. Anche qui, l'importante evidentemente era citare subito Il Giornale e non cercare la fonte originale
    • Sally Kohn, decontestualizzata, meno male che è intervenuto SunOfErat e oggi è così
    • Flavio Carboni "Questa cosa qui è una bomba atomica se esplode è un casino e nientepopodimeno cadono tutti e due (Renzi e la Boschi ndr) e appresso a loro il governo...". Ma "Questa cosa qui" quale? Come si fa a capire una cosa del genere? E' evidente l'intento anti-renziano. E perché citare il Giornale se è tratta da un'intervista a Libero e basta citare quella?
    • Tabari: episodio totalmente decontestualizzato, non si capisce a cosa si riferisca e chi fosse la persona di cui si parla. L'unico obiettivo è evidentemente dimostrare quant'era sanguinoso Maometto (e la sua religione di conseguenza), e infatti è stato inserito nella voce su Maometto.
    • Henriette Reker, totalmente decontestualizzata con chiaro intento xenofobo (parallelamente anche questa citazione su di lei si potrebbe chiarire meglio, letta così è solo offensiva e non si capisce a cosa si riferisca).
    • Laura Boldrini
    • Kamel Daoud, si cita il Giornale (al solito) ma non l'articolo originale su Repubblica, prendendo solo alcune citazioni di comodo a proprio uso e POV, decontestualizzate. Altri messaggi di apertura nell'articolo sono totalmente ignorati.
    • Quindi non ha problemi con le citazioni decontestualizzate? E invece quando fa comodo aggiunge tutto l'aggiungibile, come in Paolo Poli, dove inserisce delle parti che (a mio parere) sono ininfluenti ai fini di quelle citazioni e sembrano voler sottolineare l'aspetto perverso ("Io mettevo il ditino sotto la gonna delle mie sorelle e loro toccavano me; la domenica mattina mi infilavo nel letto di papà.", "Questo bisogno di tenersi per mano come finocchie contente è roba da psicanalisti."). Anche altre volte le riconosce, come questa di Donald Trump, che era significativa, probabilmente andava contro il suo POV.
  • Si riportano interviste praticamente integrali
  • Scelta delle citazioni
    • Corano: controllate nella cronologia, inserimenti solo ed esclusivamente di citazioni che vogliono dimostrare quanto sia sanguinaria e integralista la religione islamica. Inoltre, insiste a volter inserire una nota POV, pluri-rollbackata da Spinoziano [8]
  • Poco gravi (ma comunque fastidiosi) o dubbi.
    • Christopher Caldwell, incipit in inglese e fonte a pagamento, quindi di difficile verificabilità
    • Benedetto XVI, semplicemente sarebbe da citare la situazione di cui si parla ([9])
    • De Focauld: sia in italiano che in inglese ho trovato apparentemente solo fonti di parte

Riassumendo. Mi sembra che nel merito dei contributi, a fronte di alcuni corretti ce ne sono alcuni, troppi, viziati da tanti errori di fondo. Nei suoi due interventi [10][11] Micione ribadisce di non aver commesso nessuna irregolarità. Io sinceramente a vedere i suoi contributi ero rimasto perplesso dalla quantità elevata di citazioni, poco formattate, su argomenti delicati, tutti mono-POV, a volte accuratamente scelte (messe non per la significatività ma per dimostrare la sua tesi) o con fonti non proprio solide. Questa analisi che ho fatto conferma i miei timori, che si sono rivelati peggio del previsto scoprendo che si tratta di un utente storico, anche amministratore. Allora i punti sono:

  • "i POV non sono un attacco al progetto e [...] in Wikiquote un utente può inserire anche cento e più citazioni dello stesso POV nella stessa voce e non è un problema." -> permettimi di dissentire. La singola citazione è POV, e va bene. Ad esempio quella in Alessandro Sallusti che hai inserito per me non ha niente che non vada in questo senso. Ma inserire citazioni di contributi sempre sullo stesso tenore, ovvero un tenore mono-POV, fa diventare mono-POV il progetto. Ci sono alcune parti di Wikiquote:Punto di vista neutrale che sono interessanti:
    • "I commenti alle citazioni [...]. Non dovrebbero essere necessari, generalmente: una citazione, se è talmente frammentaria, breve o estrapolata dal suo contesto da aver bisogno di un lungo commento o spiegazione per essere compresa, allora è probabile che non dovrebbe affatto essere inserita, anche se l'interpretazione è ritenuta univoca e non soggetta alle diversità delle opinioni personali." -> quindi se inserisci citazioni per far dire cose ad effetto alle persone, senza far capire il contesto, è POV
    • "Facendo un opportuno taglia e cuci, togliendo parti di frasi e aggiungendo soggetti o verbi, si può potenzialmente far dire qualunque cosa a chiunque." -> quindi se modifichi con omissis o altre cose del genere le citazioni, è POV
    • "È evidente che il testo deve essere perfettamente fedele all'originale, per essere neutrale." -> quindi se citi qualcosa di non fedele, è POV
    • "Se si trova un brano o una frase che esprime un'opinione o un'idea che si condivide pienamente, ciò non significa necessariamente che sia davvero importante; una frase che si ritiene particolarmente ben scritta o geniale potrebbe non esserlo per tutti (bisogna fare attenzione anche alle citazioni divertenti: Wikiquote non è una raccolta di barzellette, e il ridicolo è molto soggettivo)." -> quindi se inserisci citazioni non particolarmente significative, solo per portare avanti un tuo pensiero, è POV
    • "bisogna considerare che un punto di vista neutrale è anche un punto di vista stabile: bisogna perciò evitare il cosiddetto recentismo, che porta a esagerare l'importanza di fatti (e parole) recenti" -> quindi se inserisci citazioni esclusivamente sull'onda del recentismo, è POV
  • "Non ho violato nessuna regola, contribuire da sloggato non è vietato" -> lo è, se devi mascherare un certo tipo di comportamento. Vedi w:Wikipedia:Utenze_multiple#Evitare_il_giudizio_degli_altri_contributori. Lo dovevi mascherare perché probabilmente avrebbe intaccato la stima degli altri utenti nei tuoi confronti, vista la potenziale esplosività dei contributi. E lo dimostra che facevi in modo di non farti riconoscere ("Ed è ovvio che dovevo comportarmi in modo diverso da come mi comporto da loggato e fare pure qualche piccolo errore sennò che senso avrebbe?", "sì, mi stavo nascondendo, e ci sono dei motivi per questo ma non sono sporchi. E sono errori che non danneggiano alcun progetto." -> direi che si sta dimostrando il contrario).
  • "Ho sempre rispettato autorevolezza, significatività, fonti e pertinenza" -> da quanto ho riportato direi proprio di no
  • "DonatoD mi odia" -> questo non lo commentiamo neanche. Probabilmente da oggi dirai lo stesso di me.
  • "Per la qual cosa consiglierei ai wikipediani di aggiungere nelle linee guida: "una volta che ci si è registrati è proibito contribuire da sloggati". -> no!! Se io da sloggato inserisco delle categorie o aggiusto la formattazione, non c'è particolare problema. E' facendo POV-pushing spinto come hai fatto tu che si fa casino.

In conclusione, sicuramente un amministratore non può comportarsi in questo modo. Alla luce di quanto ho riportato, anche autoverificato è troppo: ogni volta che inserirà una citazione, ognuno potrà mettere la mano sul fuoco che si tratta di un intervento ok e non viziato dagli stessi problemi? Scusate la prolissità, ma essendo un caso spinoso ho ritenuto opportuno vagliarlo a fondo. --Superchilum(scrivimi) 14:23, 31 lug 2016 (CEST)

[× Conflittato] Io sono piuttosto combattuto, perché ripensando e riguardando vari edit (come questo: perché reinserire le fonti con la semplice aggiunta della parola "Facebook" se avevo chiesto di formattare correttamente le fonti e in quella voce c'erano chiari esempi?; questo che non so come commentare; o questo: perché aggiungere quella frase non pertinente alla tematica?) noto qualcosa, se posso essere completamente sincero, di vagamente trollesco. Non era qualcuno che semplicemente "stava cercando di imparare", ma che anche provocava, quasi giocherellava. Mi chiedo, nel caso tu non fossi stato scoperto, come la cosa si sarebbe evoluta (perché, da quanto ho capito, intendevi proseguire a lungo, avevi "tante citazioni" da inserire) e non riesco a immaginare un motivo valido per cui tu non potessi inserire quelle citazioni da loggato (Ovviamente le puoi continuare a inserire ora, da loggato). I suddetti elementi poco chiari lasciano un'ombra, che non mi fa certo diminuire la stima verso di te, ma che mi fa sembrare comprensibile, se il consenso si orienta in tale direzione, il deflag come misura, visto anche che tu l'admin da vari anni lo fai già ben poco.-- Spinoziano (msg) 14:52, 31 lug 2016 (CEST)
Visto che sono stato citato più volte avrei preferito essere pingato, ma ho rintracciato comunque la discussione e va bene così. Dire che sono basito è riduttivo. Mi sento preso in giro, visto e considerato che avevo anche provato a comunicare con alcuni di questi IP... per non parlare del lavoro di patrolling e di alcune mini-edit war.
Alcuni edit (tipo quello di Fassino) sono incommentabili e irrispettosi verso chi lavora (o ha lavorato) sempre con le migliori intenzioni in questa comunità.
La cosa fa molto male perché ho sempre guardato a Micione come a un punto di riferimento, soprattutto nel mio periodo iniziale... e ho sempre accolto più che volentieri i suoi saltuari ritorni (che evidentemente erano molto meno saltuari). Sono davvero deluso.--AssassinsCreed (scrivimi) 15:37, 31 lug 2016 (CEST)
trolling è lo stesso concetto a cui ho pensato quando ho provato ad interloquire con l'IP in wikipedia. --Ignisdelavega (scrivimi) 17:13, 31 lug 2016 (CEST)
[× Conflittato] Anzitutto ringrazio Chilum per il lavoro compiuto, che gli deve aver sottratto un bel po' di tempo, e che ha permesso (almeno a me) di avere una panoramica più chiara della situazione. In effetti, sono evidenti sia il ripetuto POV a senso unico, sostenuto da fonti inaffidabili, sia – come evidenziano Spino e Creed – una certa azione di trollaggio, di cui a dire il vero non capisco neanche il senso: pure buffonate o una sorta di ripicca verso il progetto e gli amministratori? Solo un analista saprebbe risponderci. Capisco e condivido la delusione degli admin, anche perché tutto questo si rivela essenzialmente come una scorrettezza nei loro confronti. Il deflag immediato è ormai scontato, ma vorrei capire più a fondo le dinamiche di questa storia. --Almicione (scrivimi) 17:25, 31 lug 2016 (CEST)
P.S.: Ovviamente ringrazio anch'io Superchilum per l'ottimo lavoro. Ora molti contributi vanno ancora sistemati...--AssassinsCreed (scrivimi) 18:03, 31 lug 2016 (CEST)
Scusate, io penso che per il momento questa discussione potremmo anche chiuderla, o perlomeno avviarla alla conclusione, per non rischiare di infierire. Mando un messaggio a Vituzzo per chiedergli se può occuparsi del deflag da admin, su cui c'è consenso. (Per il flag da autoverificato, invece, non c'è fretta a decidere adesso, perché può essere rimosso da qualsiasi admin locale; io comunque lo lascerei)-- Spinoziano (msg) 18:33, 31 lug 2016 (CEST)
Prima di chiudere aspetterei ovviamente la replica di Micione, in quanto parte in causa. Ah, e ovviamente anche voi potete controbattere se ci sono mie interpretazioni sulle cose sopra su cui non concordate. Sullo status di autoverificato, la domanda rimane la stessa: almeno all'inizio, quando vedrete un edit di Micione, ci metterete la mano sul fuoco che non dev'essere controllato (visto quanto riportato sopra)? Vuol dire semplicemente quello. Per quanto mi riguarda, attualmente la risposta è no. --Superchilum(scrivimi) 00:09, 1 ago 2016 (CEST)
Presumo che, nel momento in cui non sarà più admin, non sarà più nemmeno autoverificato, a meno che gli venga aggiunto subito il flag di autoverificato nello stesso momento; allora ok, all'inizio lasciamo non-autoverificato. Il mio invito a stringere, comunque, intendeva essere proprio a tutela di Micione, perché immagino il suo stato d'animo (così come quello degli altri) se questa discussione si protrae più del necessario, visto l'esacerbarsi dei commenti. Comunque V. dice che preferisce se ne occupi qualcun altro perché è lui che ha sollevato la questione e che la richiesta può essere fatta su m:SRP. Allora magari, Superchilum, lascerei fare a te (quando ritieni) che sei più pratico di queste cose (a meno che non la voglia fare lo stesso Micione). Grazie,-- Spinoziano (msg) 08:32, 1 ago 2016 (CEST)

Come dicevo, da ormai qualche anno non sono più molto attivo per via delle troppe arrabbiature del passato. Io di carattere sono un tipo molto calmo, ma da quando sono sulle wiki mi sono preso tante di quelle arrabbiature che temo persino di averci rimesso qualcosina in termini di salute. Mi è stato tolto il piacere di stare su Wikiquote, mi sentivo un bersaglio, così mi sono allontanato molto dal progetto ma mai del tutto (maledette droghe!), facendo ogni tanto una capatina per vedere se e quanto mi fosse venuta voglia di tornare a collaborare. Ma ogni volta vedevo qualche cosa che non mi piaceva e mi tornavano delusione e amarezza (ad esempio una volta ho visto delle minacce di querela, e un'altra volta ho visto che il tizio che le faceva stava per essere promosso ad amministratore; robetta, insomma). Non mi andava di tornare "in mezzo ai lupi". Avrei voluto ricominciare da zero, trovare una nuova verginità, tornare niubbo. Così mi sono sentito di provare a modificare da anonimo e, magia, non mi sentivo più un bersaglio. Non mi sentivo più tutti gli occhi puntati addosso, a cominciare da quelli dei "nemici" che ho senza averne colpa. Perciò ho cominciato a fare errori, perciò volevo "imparare": perché volevo ricominciare con una nuova wiki-vita. Ma a quanto pare le wiki-vite sono come quelle vere: non si torna indietro. Questo all'inizio, almeno. Poi credo di aver continuato a fare errori di formattazione anche perché wikificare non mi piaceva più come una volta e mi permetteva di fare modifiche più velocemente. Questa sì, è una colpa di cui sono dispiaciuto, però era giustificata dal fatto che c'erano utenti a cui piaceva wikificare. Comunque non è stata una cosa programmata.
Durante il mio periodo di lontananza mi sono registrato su Facebook (sito molto sopravvalutato, che sconsiglio) e la maggior parte delle citazioni che ho inserito da allora provengono da lì. Tra le pagine che seguo su Facebook ci sono quelle del Giornale e di Libero, quindi da esse mi arrivano molte notizie e molte citazioni (quindi l'accusa del mirror è fuori dal mondo). Le pagine di Salvini e Mentana non le ho mai seguite (ora forse le seguirò) ma recentemente alcuni loro post sono stati condivisi in pagine che seguo e così ho potuto leggerli. Vedendo cose interessanti le ho citate. Mi sono preso un po' di tempo per scrollare quelle pagine alla ricerca di altre frasi interessanti e le ho trovate e citate. Per questo sono più del solito, e il fatto che Creed fosse assente è solo un caso (del resto ultimamente c'è stato un attentato al giorno e di conseguenza si sono intensificati anche gli articoli di giornali e le opinioni negative su Islam, Corano ecc.).
Quella di Platone l'ho trascritta da un'immagine sempre di Facebook. L'avevo cercata con Google e non trovata, così ho pensato di inserirla lo stesso a livello di proposta: se chi è più bravo di me a googlare, o miglior conoscitore degli autori classici o del greco antico l'avesse trovata, avrebbe potuto sistemarla meglio; se non l'avesse trovata l'avrebbe rimossa e pazienza, mica l'avrei ripristinata. Anche con altre citazioni mi sono comportato così (male), del resto è così che si sarebbe comportato un inesperto. Faccio notare che sapevo benissimo che quegli inserimenti sarebbero stati controllati ed era quello che volevo. Viceversa se li avessi fatti da loggato forse nessuno li avrebbe controllati e questo non lo volevo dato che non ero sicuro della loro bontà. Avrei anche potuto farli da loggato perché non ho mai fatto mistero dei miei POV. Solo non li ho mai sbandierati (come fanno in tanti) perché non volevo che chi avesse a che fare con me partisse già con dei pregiudizi, e questo soprattutto da quando sono diventato amministratore. Ma i più anziani conoscono i miei POV, semplicemente perché per la maggior parte degli utenti è sufficiente guardarne i contributi per conoscerne i POV, almeno per quelli che non patrollano.
Su quella di Fassino mi sono semplicemente sbagliato. Avevo capito che era un meme ma avevo capito che l'avessero fatto perché l'aveva detta veramente, tanti meme riportano frasi vere. Non ho mai inserito citazioni false, non intenzionalmente.
Nel dossier di Superchilum c'è tantissima presunzione di malafede e tante malignità. Usando la presunzione di malafede per giudicare, ogni modifica (e ogni utente) sembra peggiore di quello che è, a cominciare dal taglio di ogni citazione, che, come ho sempre detto, è la cosa più difficile in Wikiquote (mica si possono citare interi discorsi solo per far capire il contesto). Ed è anche pieno di quell'odiosa convinzione di sapere tutto di una persona una volta che se ne è conosciuto un solo aspetto. Se proprio lo si vuole sapere ci sono questioni sulle quali io la penso come l'opposto colore politico. Una di queste questioni è quella della libera vendita delle armi, per cui no, quella citazione di Trump non mi tange (ma qualche dubbio sulla significatività ce l'avrei, tanto più che era ironica ma questo non era stato specificato, ed è pure poco comprensibile).
Ora, la presunzione di malafede è talmente tanta che c'è un grappolo di accuse ad ogni frase e io non posso rispondere a tutte (ci sono pure diversi errori, ad esempio quelle di Leonardo sono trascritte perfettamente e per quel che mi riguarda comprensibili, con fonti riportate in modo trascurato ma presenti; un libro di un personaggio autorevole è una fonte autorevole anche se è autopubblicato ecc.). Per alcune posso spiegare, per altre ho spiegato. Però sul finale, leggendo "sicuramente un amministratore non può comportarsi in questo modo" e riscorrendo con gli occhi le ultime fasi del dossier, ho pensato che questo è semplicemente vero e me ne sono vergognato. La pagina w:Wikipedia:Utenze multiple ovviamente l'ho letta a suo tempo e probabilmente l'ho riletta anche in seguito però avevo dimenticato diverse cose. Il paragrafo che Superchilum linka l'avevo dimenticato. Tecnicamente non è il mio caso, come ho spiegato all'inizio di questo messaggio, però è vero che lo sembra e purtroppo non posso garantire che non sia mai entrato in gioco anche quel fattore durante tutto questo tempo. Ma posso garantire che non è stata la spinta iniziale. Invece Wikiquote:Punto di vista neutrale non l'ho mai dimenticato. Tu ritieni che abbia violato i punti che citi ma io ritengo di averli rispettati. E tu ora hai moltissimi pregiudizi su di me ma io non credo di averne su di te. E questa cosa del POV-pushing è sbagliata e sto ancora aspettando che qualche anziano ne spieghi il perché. Ogni tanto capitano quegli utenti o IP che lo fanno e ogni volta li si lascia fare (a questi due IP li si è lasciati fare, guarda un po'), e se qualcuno se ne lamenta la regola è sempre dirgli: «tu hai citazioni di un altro "colore"? Sì? E allora inseriscile!». Le accuse di POV può farmele solo chi non conosce le regole.
Ad ogni modo questo dossier è veritiero e bugiardo allo stesso tempo. Mentre facevo quelle modifiche, piano piano, nel corso del tempo, non mi rendevo conto di fare tutti questi errori. Nella mia testa mi sembrava di fare solo gli errorini di cui ho parlato, calcolati e facili da sistemare; e ogni volta che inserivo una citazione in modo un po' imperfetto (tipo Platone e Khomeyni) mi sembrava sempre un'eccezione ("Che faccio, la metto questa? Ma sì, che male può fare?", "E quest'altra la metto? Ma sì, per una volta!"...). E invece viste così, tutte insieme, è proprio una brutta immagine. Solo ora mi rendo conto di quello che ho fatto e me ne dispiace. La buona fede c'era ma non si vede. A mia difesa posso dire che se si prende un qualsiasi buon utente o amministratore e si scrive un dossier con tutti i suoi errori, ne uscirà sempre il ritratto di un vandalo. Infatti avete controllato le mie modifiche e non mi pare che ne abbiate rimosse poi molte, e una parte di quelle rimosse è pure da ripristinare.
Poche parole ancora. Tralascio la questione dell'odio, vista la persona che Superchilum pensa che io sia. Spinoziano: mi metti tre link e devo risponderti su tutti. Sul primo sono colpevole. È stata volgare pigrizia e ti chiedo scusa. Ma forse mi aveva dato fastidio il fatto che tu avessi rimosso quelle citazioni con la motivazione che non erano ben formattate, e questo non si fa. Lo sto scrivendo senza polemica perché non penso tu l'abbia fatto con la malafede (e forse sono stato io a indispettirti) ma se le citazioni sono buone (cioè rispettano le regole più importanti e più urgenti: autorevolezza, significatività e fonti – e le fonti nemmeno sempre perché si possono rimediare) non è giusto toglierle. Non è conveniente a Wikiquote perché è una perdita. Un patroller dovrebbe o sistemarle oppure, se non può/non vuole/non riesce, lasciarle stare, prima o poi le aggiusterà qualcun altro (magari Micione, in fondo ci stavo pensando anche se non avevo fretta). Storicamente è sempre così che ci siamo comportati tutti e se non l'avessimo fatto ora Wikiquote sarebbe parecchio più magra. A noi i contributi degli anonimi interessano molto (non sai mai che gente gira là fuori...), per questo generalmente sono contrario a templatizzare tutto: per evitare di scoraggiare i meno capaci. Comunque la colpa resta mia, della mia pigrizia e della mia fretta di aggiungere altre citazioni.
La seconda cosa che linki è tecnicamente giusta. Un personaggio autorevole (tra l'altro molto esperto dell'argomento) che spiega un versetto del Corano. Suppongo abbia fatto studi e ricerche per dire che "tutti i teologi islamici concordano ecc.", ma non è che lo suppongo perché ho stima di lui ma solo perché lui è autorevole. Non si può dire che un personaggio autorevole sia POV sennò dovremmo dire (noi wikiquotiani non autorevoli) che Travaglio non può parlare di Berlusconi. Ovviamente se altri personaggi autorevoli dicono cose diverse da quelle di Allam si possono sempre aggiungere. La terza cosa può essere non sia particolarmente necessaria ma non è sbagliata. La citazione così è completa. Se il Corano mette quella frase a chiusura di quel pensiero vuol dire che vuole chiuderlo così. E quel pezzo non fa parte del versetto successivo, non c'è questo rischio, ma fa parte proprio di quello. Ripeto poi che il taglio di una citazione è sempre la cosa più difficile, bisogna riuscire a riportarla nel modo più completo e allo stesso tempo più breve possibile. Ma proprio perché è la cosa più difficile è anche quella che più dipende dai punti di vista, quindi può essere giusto trovare un compromesso tra gli utenti.
Sulla frase "vagamente trollesco" mi sono bloccato e l'ho trovata stranamente giusta. Mi sono reso conto di essere stato soprattutto fastidioso. Per questo vi chiedo scusa a tutti, anche a quelli che non hanno partecipato a questa discussione.
Creed, la cosa che ho fatto a te è quella di cui più mi vergogno. Io credevo (credo) che ti piacesse wikificare le voci e che quindi non ti avrei dato grossi problemi con le mie malformattazioni, che anzi forse ti avrei dato pure un po' di divertimento aggiuntivo su cose che a me una volta divertivano e ora non divertono più. Spero tanto che tu non te ne sia andato per colpa mia. Se così fosse non lo so mica se riuscirei a contribuire ancora.
Allo stesso modo credo che Superchilum si diverta a riempire le tematiche, quindi nella mia testa una nuova tematica spoglia era un bel regalino per lui.
Riassunto e conclusioni: mi sono nascosto perché mi sentivo un bersaglio, non per fare furbate, e trovarsi in uno stato di improvvisa libertà fa male. La mia colpa è stata sostanzialmente un po' di menefreghismo (praticamente come un qualsiasi utente che vede un errore di formattazione – che non rovina nulla – ma non ha voglia di correggerlo e lo lascia là: è più o meno la stessa colpa), giustificato però dal fatto che ci siano altri che si sarebbero divertiti nel correggere (o almeno così credevo), e ad ogni modo non è stata la spinta iniziale. Comunque sono stato un peso e vi chiedo scusa. La seconda colpa è che mi sono reso fastidioso, ma lì per lì non me ne rendevo conto, ma ora ne sento i sensi di colpa e vi chiedo scusa. È chiaro comunque che non contribuirò più da anonimo, perché non posso e a questo punto nemmeno voglio. Dopo aver tanto pensato e scritto sono giunto a questa conclusione: penso di non meritare la revoca, ma forse starei meglio da utente semplice per cui vorrei dare le dimissioni. Se avessi voluto fare del male avrei potuto fare molto di peggio, tipo (mi ripeto) alterazione del consenso, partecipazioni a discussioni o voci in entrambe le forme, ripristino da loggato di modifiche rimosse da sloggato oppure verifica di modifiche fatte da me. La stragrande maggioranza delle cose che ho inserito, pur controllate da più utenti, stanno ancora là e là rimarranno perché sono semplicemente giuste. Poi qualche errore l'ho fatto perché sono umano. Ho davvero perso la stima di tutti, e per così poco? --Micione (scrivimi) 09:23, 3 ago 2016 (CEST)

Un bel tacer non fu mai scritto. --Vituzzu (scrivimi) 15:26, 3 ago 2016 (CEST)
Volevo aspettare che rispondessero altri, ma siccome nessuno si fa avanti vado io. Hai spiegato un po', ma le "cavolate" che tu stessi ammetti di aver fatto rimangono, e sono gravi soprattutto per il tuo ruolo e per come hai cercato di spiegarle.
  1. Contenuti: "la maggior parte delle citazioni che ho inserito da allora provengono da lì [Facebook]. [...] Vedendo cose interessanti le ho citate. [... ] Quella di Platone l'ho trascritta da un'immagine sempre di Facebook. L'avevo cercata con Google e non trovata, così ho pensato di inserirla lo stesso a livello di proposta: se chi è più bravo di me a googlare, o miglior conoscitore degli autori classici o del greco antico l'avesse trovata, avrebbe potuto sistemarla meglio" -> Ecco, capisci perché chiedo anche di togliere anche lo status di autoverificato? Ma è possibile che uno veda una citazione su Facebook (la fucina delle bufale), non ne trovi riscontro on-line e la metta lo stesso?
  2. Formattazionie: "Io credevo (credo) che ti piacesse wikificare le voci e che quindi non ti avrei dato grossi problemi con le mie malformattazioni, che anzi forse ti avrei dato pure un po' di divertimento aggiuntivo su cose che a me una volta divertivano e ora non divertono più." ok, quindi non wikificavi per dare divertimento a Creed, capito. Non commento (ma il mio non-commento è già un commento).
  3. POV: "questa cosa del POV-pushing è sbagliata e sto ancora aspettando che qualche anziano ne spieghi il perché. [...] Le accuse di POV può farmele solo chi non conosce le regole." -> io più che citare passo passo Wikiquote:Punto di vista neutrale spiegando in ogni frase perché ti si accusa di quello, non so veramente che fare.
  4. Dossier: "A mia difesa posso dire che se si prende un qualsiasi buon utente o amministratore e si scrive un dossier con tutti i suoi errori, ne uscirà sempre il ritratto di un vandalo." -> No. Assolutamente no. E se la pensi davvero così, c'è più di un problema, in primis nel non aver compreso cosa non va nei tuoi inserimenti.
  5. Le avete lasciate: "Infatti avete controllato le mie modifiche e non mi pare che ne abbiate rimosse poi molte, e una parte di quelle rimosse è pure da ripristinare." -> Io personalmente stavo aspettando che si prendesse una decisione e poi decidere come agire insieme agli altri.
Rimarco un'ultima cosa: il tuo POV qui non è in discussione. Un utente potrebbe essere un nazista, un pedofilo, un... un genoano, persino (scusate le parolone), ma finché i suoi contributi sono dentro le regole non c'è nessunissimo problema. Quando sono i contributi ad essere POV (v. sopra), scatta il problema. Spero di essere stato chiaro e ribadisco le mie posizioni di prima. --Superchilum(scrivimi) 18:20, 6 ago 2016 (CEST)
Per quanto mi riguarda ho evitato di controbbattere non certo per le passate vicende fra me il soggetto in questione, ma perché la faccenda mi appare tanto evidente che Micione dovrebbe umilmente riflettere sul semplice fatto che qui, tutti lo stiamo accusando: la cosa più saggia sarebbe cospargersi il capo di cenere, accettare umilmente le decisioni della comunità e riparare i danni fatti: cose che invero ancora non si decide a fare. Suppongo che [@ Spinoziano] e [@ AssassinsCreed] evitino di continuare questa discussione in quanto forse più amareggiati di me; me che in qualche modo, proprio per via del sentore che ho sempre avuto sul modo di operare di Micione, anche se negativamente sorpreso di quanto successo, alla fine ho visto confermare i sospetti che avevo su di lui. Tutto questo comunque non c'entra con l'oggettività dei fatti ed era giusto per chiarire il mio punto di vista, per cui non replicherò ad eventuali rimbecchi. Si proceda dunque per la rimozione dei diritti di admin, e ulcera o non ulcera, Micione ripari sfoltendo e wikificando. Buon lavoro a tutti.
--DonatoD (scrivimi) 20:41, 6 ago 2016 (CEST)
Vedo ora e vorrei che non perdessimo di vista il vero punto della questione, e cioè che da troppi anni ormai questa comunità è divisa e persino fra gli amministratori non c'è piú pace, anzi peggio: non c'è piú rispetto reciproco. Da anni vediamo questa sofferenza di Micione (e altri), e che cosa abbiamo fatto per sanarla? Ciascuno conosce la risposta per sé, io so che non ho fatto nulla o comunque troppo poco anche quando forse avrei potuto.
Micione non è impazzito improvvisamente; quando ho letto al bar le parole "IP" e "Micione" mi sono visto scorrere tutta la storia davanti e ho capito che siamo arrivati al solito finale, cui arrivano tanti utenti esperti anche nella Wikipedia in italiano. Il finale appropriato prevede le dimissioni.
Una discussione per una decisione comunitaria invece mi pare debba durare due settimane, come mi pare abbiamo fatto spesso anche per le elezioni. Non ho guardato tutto ma, leggendo le ricostruzioni sopra, non vedo elementi chiari per parlare di POV-pushing o alterazione del consenso, che ci costringerebbero a un blocco; vedo un Micione disamorato e diffidente, "in gita" (o abbandonatosi a una seconda vita notturna), ingannato da letture di bassa qualità. Diverso sarebbe se vedessi discussioni/azioni in cui è intervenuto con due identità diverse, o interventi scientemente propagandistici (salvinizzare la voce di Salvini non è tale; Platone o Fassino potenzialmente lo sono; aggiungere solo citazioni di parte a voci tematiche molto visitate tipicamente lo è).
Una volta passata questa, però, riflettiamo su come possiamo rendere piú collaborativa questa comunità, perché speravo che le cose potessero migliorare cogli anni ma non mi pare che stia andando cosí; e non possiamo certo accontentarci della storiella vecchia guardia vs. nuovi. Per conto mio so che talvolta pecco di burbanza, quindi se c'è qualcuno che si sentirebbe meglio qualora mi rimangiassi qualche specifico boccone di orgoglio sarei felice di dare tale contributo. Nemo 11:29, 8 ago 2016 (CEST)
La storia dell'essere sotto pressione credo che la consideri vera una e una sola persona. --Vituzzu (scrivimi) 20:09, 8 ago 2016 (CEST)
Vituzzu: già, forse proprio la persona che conosce meglio me e la mia storia su Wikiquote. Omnia munda mundis.
Ringrazio tanto Donato per aver sentito il bisogno di scrivere solo per seminare discordia tra me e gli altri amministratori con la pretesa di leggere nelle loro menti, per aver ammesso di aver sempre presupposto la malafede nel mio operato e per aver approfittato dell'occasione per riportare quel riferimento alla mia salute che io avevo rimosso, così, tanto per farmi l'ennesimo dispetto. Notare anche la gratuità di tale riferimento, non lo trovate adorabile? :)
Superchilum, cerco di essere sintetico:
  1. Sono d'accordo, però quella di Platone da loggato non l'avrei inserita perché, come ha scritto Almicione, noblesse oblige e, come ho scritto io, volevo che le mie modifiche venissero controllate, quindi tornare ad avere il punto esclamativo rosso non è un problema per me. Tuttavia penso che le mie modifiche siano sempre state controllate anche da loggato perché chi ha voglia di imparare guarda sempre il lavoro dei più esperti, come facevo anch'io all'epoca.
  2. Quella era la giustificazione che mi davo (e che forse avevo). I motivi li ho scritti: ho cominciato a modificare da anonimo perché così i "nemici" mi lasciavano in pace ma dovevo fingere inesperienza. Se non avessi fatto quei piccoli errori si sarebbe visto che quell'IP era uno esperto. Poi col tempo la cosa è un po' degenerata perché "trovarsi in uno stato di improvvisa libertà fa male" e mi sono lasciato andare alla pigrizia. Sono colpe, sì, ma non potevano e non avrebbero mai potuto rovinare il progetto. Mai avuto simili intenzioni.
  3. Qui l'unica risposta sintetica è che cervelli diversi funzionano in modo diverso e danno significati diversi alle frasi. Perciò in questi casi occore a volte trovare un compromesso, infatti faccio notare che dopo che una citazione è stata ampliata non ho mai annullato, ho sempre rispettato i POV degli altri utenti. Anzi, faccio notare proprio che io, loggato o sloggato, molto raramente rimuovo o taglio citazioni, perché so che altri possono trovare in una citazione una significatività diversa da quella che ci trovo io.
  4. Be', io trovo quella mia frase molto logica. Mi sembra anche che possa adattarsi a tutto: politici, religioni, genoani ecc.
Ti ringrazio, Nemo, per l'intervento, comunque per quanto riguarda le dimissioni ho già deciso. In effetti non sono stato abbastanza chiaro ma stavo aspettando di sapere cosa la comunità preferisse, se revoca o dimissioni (o fucilazione...). Come dicevo, non merito la revoca perché per quante colpe, vere o presunte, mi si possano trovare non ce n'è nemmeno una in cui entri in gioco il ruolo di amministratore, questo dovrebbe ammetterlo anche Vituzzu che ormai ha perso qualsiasi fiducia in me. Non ho mai approfittato del mio ruolo e non l'ho mai tradito. Quindi aspetto di vedere ulteriori repliche e se non ci saranno mi dimetterò. --Micione (scrivimi) 07:21, 10 ago 2016 (CEST)
Fatto. --Micione (scrivimi) 06:47, 14 ago 2016 (CEST)

Revoca Quaro75[modifica]

Salve a tutti, alla luce di ciò che si era concordato, ovvero revoca dopo un'inattività di 2 anni, direi di procedere alla revoca dei permessi per Quaro75, inattivo dal 18 dicembre 2015.--AssassinsCreed (scrivimi) 15:38, 6 gen 2018 (CET)

Concordo. Grazie a Quaro75 per i contributi che ha dato :-) --Superchilum(scrivimi) 15:46, 6 gen 2018 (CET)
Ma la cosa non dovrebbe funzionare in automatico, come avvenuto per Kronin e Snowdog? -- Spinoziano (msg) 17:19, 6 gen 2018 (CET)
Ci dev'essere qualcuno che concretamente toglie i tastini, non è automatico via software, bisogna avvisare gli steward su meta. Lo faccio io domani se non ci sono obiezioni. --Superchilum(scrivimi) 00:16, 7 gen 2018 (CET)
[@ Superchilum] Ci sono news?--AssassinsCreed (scrivimi) 13:02, 18 gen 2018 (CET)
Er... mi ero dimenticato... ho chiesto ora. --Superchilum(scrivimi) 14:29, 18 gen 2018 (CET)

✔ Fatto Grazie a Quaro75 per il lavoro fatto fino a oggi. --Superchilum(scrivimi) 16:41, 24 gen 2018 (CET)