Recep Tayyip Erdoğan

Da Wikiquote, aforismi e citazioni in libertà.
Erdogan nel 2009

Recep Tayyip Erdoğan (1954 – vivente) politico turco.

Citazioni di Recep Tayyip Erdoğan[modifica]

TriangleArrow-Right.svg Citazioni in ordine temporale.

  • La democrazia è un mezzo ma non un fine: come un tram, da cui si scende quando si è arrivati a destinazione.[1]
  • [Sulle proteste al suo Governo, ritenuto non laico] Prima la Turchia, ora il Brasile, sono vittime di uno stesso complotto straniero teso a destabilizzare i loro governi attraverso presunti movimenti antigovernativi.[2]
  • [...] costruiremo piscine olimpioniche per soli uomini e quelle per sole donne.[3]
  • In un sistema segnato da unitarietà il presidenzialismo può funzionare in modo perfetto. Vi sono diversi esempi nel mondo e nella storia, come quello della Germania di Hitler.[4]
  • La vicenda dell'indagine su mio figlio [Bilal Erdogan[5]] a Bologna potrebbe mettere in difficoltà le nostre relazioni con l'Italia, che dovrebbe occuparsi piuttosto della mafia.[6]
  • C'è stato un golpe contro la democrazia che ha fatto 238 martiri e nessuno è venuto qui. Se venisse bombardato il Parlamento italiano che cosa succederebbe?[7]
  • L'Occidente è da parte della democrazia o del golpe? Io penso, dopo alcune dichiarazioni, che sia dalla parte di golpe.[7]
  • Non è ancora definitivamente chiaro quanto sia ramificata questa struttura [la presunta organizzazione di Fethullah Gulen che avrebbe organizzato il golpe] che somiglia alla vostra loggia P2, un'entità criminale che si autodefinisce religiosa. Questa settimana o la prossima verrà in visita il presidente del Consiglio d'Europa, e gli spiegherò che l'organizzazione di Gulen è peggiore della mafia. La signora Mogherini non avrebbe dovuto parlare da fuori, sarebbe dovuta venire in Turchia, quando a Parigi c'è un evento del genere tutti si riversano lì, si chiedono cosa sia successo, chi sia stato. In Turchia è in corso un golpe contro la democrazia, che ha fatto 238 martiri, e finora purtroppo non è venuto nessuno in visita, né dell'Unione europea né del Consiglio europeo...[7]
  • Il colpo di stato fallito non è stato pianificato all'interno della Turchia, ma orchestrato dall'estero.[7]

Note[modifica]

  1. 1996, citato in La scommessa del Sultano Erdogan, Corriere.it, 18 aprile 2017.
  2. Citato in Istanbul, in migliaia tornano in piazza Taksim Garofani e slogan, la polizia carica e sgombra, Corriere della Sera, 22 giugno 2013.
  3. Citato in Turchia, Erdogan: "Piscine olimpioniche separate per uomini e donne", Il Fatto Quotidiano.it, 26 agosto 2013.
  4. Citato in Turchia: Erdogan choc, serve presidenza come Hitler, Agi.it, 1° gennaio 2016.
  5. Bilal Erdogan, figlio di Recep Tayyip, è accusato di riciclaggio dalla Procura della Repubblica di Bologna dopo un esposto presentato da Murat Hakan Huzan, oppositore politico del padre.
  6. Citato in Giuseppe Baldessarro, Erdogan: "Da indagine su mio figlio a Bologna a rischio i rapporti con l'Italia", Repubblica.it, 2 agosto 2016.
  7. a b c d Citato in Erdogan contro la Ue: "Venite qui". E attacca Roma: "Non indaghi su mio figlio". Renzi risponde, Repubblica.it, 2 agosto 2016.

Altri progetti[modifica]