Vai al contenuto

Sentenza Bosman

Da Wikiquote, aforismi e citazioni in libertà.

Citazioni sulla sentenza Bosman.

Citazioni[modifica]

  • [Nel 1996] Forse è finito un calcio e dobbiamo apprestarci a viverne e celebrarne un altro. Una rivoluzione epocale è in atto e fatichiamo a comprenderla, sentimentalmente legati, come siamo, al calcio ruspante di casa nostra, quello delle figurine Panini, dei derby, delle bandiere e dei calciatori che nascevano in casa e lì s'affermavano. La sentenza Bosman ha cambiato, com'era prevedibile, la connotazione di questo sport, che soltanto per convenienza continuiamo a chiamare gioco ed è invece diventato una industria, potente e piena di problemi [...]. È finito il calcio delle bandiere, arriva il campionato multirazziale e multimediale, dominato da mamma Tv e dall'abbattimento dei confini in omaggio ai dettami europei. [...] Via libera ai calciatori comunitari, tre extracomunitari, mercato aperto sino a fine gennaio: è la nuova frontiera del calcio del Duemila, quello che, d'ora in poi, dovremo abituarci a vivere, trovando nuovi stimoli e identiche passioni. Dovremo accettare – improbabile ma possibile – che nella nostra squadra del cuore ci siano undici "europei" e neanche uno nato a casa nostra. Sono gli effetti del progresso: il mondo va avanti, non si ferma. (Domenico Morace)
  • [Nel 1996] Forse sono legato a una visione romantica dello sport, poco in sintonia con l'Europa della moneta unica [...] e troppo radicata in una tradizione campanilistica, in cui il giallorosso vuol dire Roma, il neroazzurro Milano, il viola Firenze, e così via. In cui il derby resta, comunque, il momento di più alto pathos di tutto il campionato. [...] tutto sommato, il calcio mi piace ancora così, campanilistico e un po' settario (nei limiti della civile convivenza, certo), e credo che la stragrande maggioranza dei tifosi la pensi come me. Ma anche dentro di me il tifoso confligge con l'europeista convinto. E mi rendo conto che non si può volere il trattato di Maastricht e opporsi alla liberalizzazione del mercato calcistico europeo. [...] L'Europa non si fa con i "sì, ma": o tutto, o niente. Tuttavia, se si accetta questa logica, occorre ripensare l'intera organizzazione strutturale del calcio, italiano ed europeo. [...] si fa presto a dire "liberalizziamo" in nome dell'Europa. Come diceva il prudente personaggio manzoniano, "adelante, Pedro, ma con giudizio". Andiamo pure verso l'Europa del calcio, ma pensiamoci per tempo e perbene. (Paolo Garimberti)

Jean-Marc Bosman[modifica]

Citazioni in ordine temporale.

  • [Nel 2011] È stata molto, molto dura perché ho vinto davanti alla corte ma io sono l'unico ad aver pagato, pagato e pagato. La gente pensa che io abbia messo da parte una fortuna, ma la mia presunta fortuna non arriverebbe a pagare nemmeno un giorno dello stipendio di Wayne Rooney. I soldi presi dalla FifPro [200mila sterline, ndr] e il risarcimento stabilito dalla corte [si parla di un milione di sterline, ndr] sono stati inghiottiti dagli avvocati e dalle spese processuali, mentre l'idea della partita-celebrazione che ci sarebbe dovuta essere è fallita e mi sono accontentato di un match contro il Lille davanti ad appena 2mila persone.
  • [Nel 2011] La pressione attorno al mio caso è stata enorme. La Comunità Europea non voleva accusare il sistema, il mio avvocato sapeva che mi avrebbero fatto sputare sangue e mi disse che potevo fermarmi quando volevo, ma era una faccenda importante e sono andato avanti. In genere, quando vinci in tribunale ti senti libero, ma la stampa belga mi si è scatenata contro: sono finito in depressione e ho cominciato a bere sempre di più. Alla fine, stavo sempre in casa e bevevo di tutto, birra o vino.
  • [Nel 2011] Sono felice che ora i miei colleghi guadagnino un sacco di soldi, non sono geloso di questo e ho dato la mia carriera affinchè non fossero più trattati come degli schiavi. Voglio solo che il merito mi sia riconosciuto e che la gente sappia che come esiste una legge Bosman esiste anche un ragazzo che per quella legge ha dato tutto e che per questo è diventato un alcolizzato.
  • [Nel 2020] Per me sono stati 25 anni di battute d'arresto, per i calciatori sono diventati 25 anni di felicità.
  • [Nel 2020] Tutti conoscono la sentenza Bosman, nessuno conosce me. Sono un uomo senza volto.

Voci correlate[modifica]

Altri progetti[modifica]