Pablo Picasso

Da Wikiquote, aforismi e citazioni in libertà.
Pablo Picasso

Pablo Diego José Francisco de Paula Juan Nepomuceno María de los Remedios Cipriano de la Santísima Trinidad Ruiz y Picasso (1881 – 1973), pittore, scultore e litografo spagnolo.

Citazioni di Pablo Picasso[modifica]

  • A quattro anni dipingevo come Raffaello, poi ho impiegato una vita per imparare a dipingere come un bambino.[1]
  • [Le ultime parole ai familiari che l'assistevano nel letto di morte] Bevete alla mia salute.[2]
  • C'è solo un uomo a Parigi che sappia vestirsi, è Modigliani [...] È un fatto molto curioso: da ubriaco, non lo si vede mai sul boulevard Saint-Denis, ma sempre all'angolo tra boulevard Montparnasse e Raspail.[3]
  • Dio in realtà non è che un altro artista. Egli ha inventato la giraffa, l'elefante e il gatto. Non ha un vero stile: non fa altro che provare cose diverse. Dio, quell'altro artigiano.[4]
  • Dipingere non è un'operazione estetica: è una forma di magia intesa a compiere un'opera di mediazione fra questo mondo estraneo ed ostile e noi.[5]
  • I 40 anni sono quell'età in cui ci si sente finalmente giovani. Ma è troppo tardi.[6]
  • I miei quadri, finiti o no, sono le pagine del mio diario e sono validi in quanto tali. Il futuro sceglierà le pagine che preferirà. Non spetta a me di farlo. Io ho sempre operato per il presente.[7]
  • Io non mi evolvo. Io sono.[8]
  • L'arte non è l'applicazione di un canone di bellezza ma ciò che l'istinto e il cervello elabora dietro ogni canone. Quando si ama una donna non si comincia sicuramente a misurarle gli arti.[9]
  • L'arte è la menzogna che ci permette di conoscere la verità. [10]
  • La pittura non è fatta per decorare gli appartamenti. È uno strumento di guerra offensiva e difensiva contro il nemico.[11]
  • [Sui computer] Ma sono inutili. Ti sanno dare solo risposte.
But they are useless. They can only give you answers.[12]
  • Ogni atto di creazione è, prima di tutto, un atto di distruzione.[13]
  • Quando non ho più blu, metto del rosso.[14]
  • Se dipingete, chiudete gli occhi e cantate.[15]
  • Se si sa esattamente che cosa si farà, perché farlo?[14]
  • Tutto l'interesse dell'arte è nel principio. Dopo il principio, è già la fine.[16]

Attribuite[modifica]

  • Io non cerco, io trovo.[17]

Citazioni su Pablo Picasso[modifica]

  • Alla fine giungeranno, forse, [alcuni scienziati] alla conclusione che Picasso ha avuto ragione: non si cerca, se si vuol trovare; e che il febbrile cercare rende impossibile un felice trovare. (Erwin Chargaff)
  • Che genio era quel Picasso... un vero peccato che non abbia dipinto nulla. (Marc Chagall)
  • Del proprio mito, e di quello dell'avanguardia, Picasso era rimasto in qualche modo prigioniero: avanguardia significa giovinezza, e Picasso è vissuto in un sogno di giovinezza a oltranza, ha continuato ad esaltare anche nelle sue pagine estreme il valore, prima ancora che della vita, della vitalità, dell'energia, della presenza. Tutta la sua pittura, il suo paganissimo innesto di barbarie e di classicismo, il segno rapace, dicevano corna della vecchiaia e della morte. (Maurizio Calvesi)
  • Ed ecco che il presente crede già di riconoscere la propria leggenda nella figura che si è appena allontanata dal suo orizzonte. Ma ci sono settant'anni e più di creazione artistica da leggere a ritroso. Di che dare le vertigini. Lo scevero di quest'opera non è e non sarà facile. Tutti sappiamo quanto sia pericoloso confondere le carte della contemporaneità con quella della storia. Certo, quando pensiamo a Picasso giovane, appena giunto a Parigi, ai primi del secolo, siamo tentati di parlarne come di un fatto che il tempo ha già fissato nelle giuste proporzioni. Ma resta da vedere quanto ci sia di illusorio in questa impressione. (Duilio Morosini)
  • Il prestigio di Picasso sta calando con grande rapidità. I sostenitori della sua fama e della sua pittura avranno il loro da fare per trovargli un posto tra i grandi. (Thomas Craven)
  • Lo diceva Neruda che di giorno si suda – Ma la notte no! – | Lo diceva Picasso, io di giorno mi scasso – Ma la notte no! (Quelli della notte)
  • Un amico di un altro amico una volta mostrò a Picasso un Picasso. "No è un falso" rispose il pittore. Lo stesso amico si procurò un altro presunto Picasso e Picasso disse che anche questo era un falso. Se ne procurò un altro ma anche questo era falso, disse Picasso. "Ma Pablo", replicò l'amico "ti ho visto con i miei occhi mentre lo dipingevi." "Posso dipingere un Picasso falso al pari di chiunque altro", rispose Picasso. (F come falso)

Note[modifica]

  1. Citato in Corriere della Sera, 9 ottobre 2009.
  2. Citato in Giusi Fasano, Colpo al museo di Parigi Spariti 33 disegni di Picasso, Corriere.it, 10 giugno 2009.
  3. Citato in Christian Parisot, Modigliani, la vita le opere, Edizioni Carte Segrete. pp. 170-171. ISBN 88-96490-91-X
  4. Citato in George Steiner, Vere presenze, in Nessuna passione spenta, p. 46.
  5. Citato in F. Gilot e C. Lake, Vita con Picasso.
  6. Citato in Gino e Michele, Matteo Molinari, Anche le formiche nel loro piccolo s'incazzano, Arnoldo Mondadori Editore, 1997.
  7. Citato in L'Indicatore, La Fiera Letteraria, aprile 1973, p. 5.
  8. Citato in James Hillman, Il codice dell'anima, Adelphi, 1996.
  9. Citato in Richard Friedenthal, Lettere di grandi artisti.
  10. Citato in Focus, n. 60, p. 185.
  11. Da Scritti di Picasso.
  12. Dall'intervista di William Fifield, Pablo Picasso: A Composite Interview, The Paris Review 32, 1964; citato in Computers Are Useless. They Can Only Give You Answers, quoteinvestigator.com.
  13. Citato in Focus, n. 111, p. 116.
  14. a b Citato in Guido Almansi, Il filosofo portatile, TEA, Milano, 1991.
  15. Citato in Focus, n. 93, p. 176.
  16. Dal dialogo con E. Téraide, da L'intransigeant, 15 giugno 1932.
  17. Citato in Giovanni Reale, Saggezza antica, CDE, Milano, 1996, p. 32 (Reale cita la frase come "attribuita" a Picasso).

Voci correlate[modifica]

Altri progetti[modifica]