Cesare Cremonini

Da Wikiquote, aforismi e citazioni in libertà.
Jump to navigation Jump to search
Cesare Cremonini

Cesare Cremonini (1980 – vivente), cantautore, musicista e attore italiano, ex membro dei Lùnapop.

Citazioni di Cesare Cremonini[modifica]

  • AM si insinua nei tuoi polmoni, ti cresce sotto pelle. Ti abbraccia quando non lo ascolti. Godo in sua compagnia mentre vado alle corse.[1]
  • [Parlando di Giorgio Gaber] Com'è stato, scoprirlo? Pazzesco. Sono rimasto travolto dal suo stile perfetto, dalla sua capacità evocativa, dalla sua comunicativa umana. Ed essendo anch'io un cantante, una persona che lavora per un palcoscenico e per un pubblico, Gaber mi è diventato subito maestro. Non è che dopo aver conosciuto Gaber la mia personalità musicale o lo stile delle mie canzoni siano cambiati o debbano farlo, però adesso sono più convinto che si possa veramente riuscire a parlare dell'uomo e dei suoi interrogativi esistenziali anche nelle canzoni. Gaber me me l'ha dimostrato: tramite il suo modo di vedere le cose, anche cinicamente a volte, raccontava la vita. E ce la insegnava.[2]

Citazioni tratte da canzoni[modifica]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi: Lùnapop.

Bagus[modifica]

Etichetta: Warner, 2002.

  • Fidati di me, un latin lover | non canta l'amore: lo vuole per sé! | Ecco perché non sono un latin lover: | io canto l'amore sì, ma solo per donarlo a te! (da Latin Lover, n. 3)
  • Pensa la cosa più semplice, | cogli la rosa più fragile e mi avrai. (da Mille galassie, n. 6)
  • Madre, perché piangi? | ma non mi hai detto tu, che una lacrima è un segreto? | Ed io ci credo, ma non ti vedo | mentre grido e canto le mie prime note! (da PadreMadre, n. 7)
  • Padre, mille anni, | e quante bombe sono esplose nei tuoi ricordi. | Madre, tra i gioielli, | sono ancora il più prezioso tra i diamanti? (da PadreMadre, n. 7)
  • Padre, occhi gialli e stanchi, | cerca ancora coi tuoi proverbi a illuminarmi. | Madre, butta i panni | e prova ancora, se ne hai voglia a coccolarmi | perché mi manchi | e se son stato così lontano è stato solo per salvarmi. (da PadreMadre, n. 7)
  • Capirai che il cielo è bello perché | in fondo fa da tetto a un mondo pieno di paure e lacrime. (da Vieni a vedere perché, n. 10)

Maggese[modifica]

Etichetta: Warner, 2005.

  • Ottobre, | oggi è arrivato ottobre | col suo cappotto nero. (da Maggese, n. 1)
  • Ogni volta, | ogni maggese | che ritorna | dà vita a un seme... | Sarà vita nuova anche per me... (da Maggese, n. 1)
  • Ricordi: li puoi tenere in testa |o nascondere in un portafogli, | ma c'è chi se li dimentica nei sogni. (da Maggese, n. 1)
  • Le tue parole sono mine, | le sento esplodere in cortile. | Al posto delle margherite | ora ho solo cariche esplosive. (da Le tue parole fanno male, n. 2)
  • Ah! Da quando Senna non corre più... | Ah! Da quando Baggio non gioca più... | Oh no, no! Da quando mi hai lasciato pure tu...| Non è più domenica! (da Marmellata #25, n. 4)
  • Ogni volta in cui ti penso mangio chili di marmellata, | quella che mi nascondevi tu... | l'ho trovata. (da Marmellata #25, n. 4)
  • Oh, ma credo che non conti molto una preghiera al cielo | quando senti che un secondo può passarti accanto come un treno | e più ti rendi conto che sei solo un passeggero | e più respiri a fondo cercando qualcosa, | quel maledetto qualcuno | che illumini il sentiero. (da Momento silenzioso, n. 10)
  • Starsene appoggiati sul divano ore ed ore | sapendo che la noia è un'impressione, | starsene aggrappati come un petalo sul fiore | può essere un perfetto paragone | con l'amore. (da Momento silenzioso, n. 10)

Il primo bacio sulla Luna[modifica]

Etichetta: Warner, 2008.

Cesare Cremonini nel 2009
  • E dicono di me, | che sono una stupida frase da dire davanti a un caffè... | e invece no, nessuno sa. | E invece no, nessuno sa... | che avrei soltanto l'amore per lei... | Per lei che ha il nome di un fiore, per lei... (da Dicono di me, n. 2)
  • Dicono di me, | che sono un serpente con ali da diavolo e un cuore da re... (da Dicono di me, n. 2)
  • Sono il pagliaccio e tu il bambino, | nel circo ho tutto | e vivo solo di quel che sono, | la sera quando mi sciolgo il trucco | riscopro che sono un pagliaccio anche sotto. (da Il pagliaccio, n. 6)
  • Ma in fondo io sto bene qua | tra le mie facce e la mia falsità, | ma in fondo io sto bene qua | trovando in quel che sono | un po' di libertà. (da Il pagliaccio, n. 6)
  • Sono il pagliaccio e tu il bambino | farò pagare caro ad ogni uomo il suo sorriso. (da Il pagliaccio, n. 6)
  • Puoi chiamarti dottore, puoi chiamarti scienziato, | puoi chiamarti ufficiale, puoi chiamarti soldato, | puoi persino morire: | comunque l'amore è là dove sei pronto a soffrire. (da Figlio di un re, n. 9)
  • Che giri a destra o a sinistra, vero o per finta, | è così, la tua impressione è solo un punto di vista. (da Figlio di un re, n. 9)
  • L'amore, soltanto l'amore può farti guarire, | lasciando ogni cosa al suo posto e partire, | l'amore è là dove sei pronto a morire | lasciando ogni cosa al suo posto e partire. (da Figlio di un re, n. 9)
  • Tutti cercano una soluzione | e gridano sperando nell'arrivo di un dottore, | ma tutto quel che serve in una pillola non c'è, | non ti ho insegnato niente | quando stavi insieme a me? (da Dev'essere così, n. 10)
  • Tutti guardan la televisione | e aspettano di piangere per farsi compassione, | ma dentro quella scatola risposte non ce n'è, | solo donne in maschera e buffoni come me. (da Dev'essere così, n. 10)

1999-2010 The Greatest Hits[modifica]

Etichetta: Warner Music, 2010, prodotto da Walter Mameli.

  • Ho visto un posto che mi piace si chiama Mondo, | ci cammino, lo respiro, la mia vita è sempre intorno. (da Mondo, CD 1, n. 1)
  • Uomini persi per le strade, donne vendute a basso costo, | figli cresciuti in una notte come le fragole in un bosco | più li guardo, più li canto, più li ascolto, | più mi convincono che il tarlo della vita è il nostro orgoglio. (da Mondo, CD 1, n. 1)
  • Più mi guardo, più mi sbaglio, più mi accorgo che | dove finiscono le strade, è proprio lì che nasce il giorno. (da Mondo, CD 1, n. 1)

La teoria dei colori[modifica]

Etichetta: Tre Cuori, Universal, 2012, prodotto da Walter Mameli.

  • C'è chi non conosce Dante, | chi c'ha tutto da imparare, | chi è felice quando piange, | chi si veste da soldato | a carnevale, | io mi nascondo tra la gente. | Sì, a carnevale non so che fare. (da Il comico (Sai che risate), n. 1)
  • Non so dirti una parola, | non ho niente di speciale, | ma se ridi poi vuol dire | che una cosa la so fare. (da Il comico (Sai che risate), n. 1)
  • E l'occhio ride ma ti piange il cuore, | sei così bella ma vorresti morire, | sognavi di essere trovata | su una spiaggia di corallo una mattina | dal figlio di un pirata, | chissà perché ti sei svegliata. (da Il comico (Sai che risate), n. 1)
  • Una come te, per una rosa può morire | solo perché ancora non sa togliere le spine. (da Una come te, n. 2)
  • Una come te, come una rondine d'aprile | vola solo quando ha un orizzonte da inseguire. (da Una come te, n. 2)
  • È un pianoforte senza coda che suona | in città, non vuole essere | alla moda, la moda la fa! (da Una come te, n. 2)
  • E chi non ha mai visto nascere una Dea | non lo sa che cos'è la felicità. (da La nuova stella di Broadway, n. 10)
  • New York, New York | è una scommessa d'amore, | tu chiamami e ti vestirò | come una stella di Broadway. (da La nuova stella di Broadway, n. 10)

Logico[modifica]

Etichetta: Tre Cuori, Universal, 2014, prodotto da Walter Mameli.

  • Non succede quasi mai a due come noi, | di credere che sia possibile | trovare un complice in questo disordine, | tracciare un'orbita nell'atmosfera, | amore mio, la logica non è sincera, | chissà se amare è una cosa vera. (da Logico #1[3], n. 2)
  • Amore mio la logica non è sincera, | siamo molecole oltre le nuvole, | corsie chilometriche, | raggi di luce, di bombe atomiche | pronte ad esplodere. (da Logico #1[3], n. 2)
  • Tra poco fa giorno, | la festa è finita, si torna alla vita | ti chiamerò un giorno d'estate o magari mai più. (da GreyGoose[3], n. 3)
  • Tornando a casa stasera ho capito che, | cercandoti nel buio, pensavo ancora a te; | nella luce dei lampioni, ti ho rivisto ancora, | l'amore non viene mai una volta sola. (da GreyGoose[3], n.3)
  • Se già ci apparteniamo poi, dopo che succede? | Vorrei scavarti l'anima, | raccontarti che si vede. | Non voglio dalla vita una storia qualunque, | ho fatto un paio di progetti, | chissà se basta. (da Io e Anna[3], n. 4)

Possibili scenari[modifica]

Etichetta: Trecuori srl, 2017, prodotto da Walter Mameli.

  • Hai perso il paradiso, ma l'Europa è così: | cerca il diavolo negli occhi degli altri! (da Kashmir-Kashmir[3], n. 2)
  • Ma il giorno del Signore qui, è sempre venerdì, | questa vita occidentale no, non è così male! (da Kashmir-Kashmir[3], n. 2)
  • Anche quando poi saremo stanchi | troveremo il modo per | navigare nel buio, | che tanto è facile | abbandonarsi alle onde | che si infrangono su di noi. (da Poetica[3], n. 3)
  • Questa sera sei bellissima, | se lo sai che non è finita abbracciami, | anche se penserai che non è poetica | questa vita c'ha sorriso e lo sai. (da Poetica[3], n. 3)
  • Troveremo il modo anche quando poi saremo stanchi. (da Poetica[3], n. 3)
  • Ma tu credi davvero che per volare basti un grande salto? (da Un uomo nuovo[3], n. 4)
  • Sai quanta gente ci vive coi cani | e ci parla come agli esseri umani, | intanto i giorni che passano accanto li vedi partire come treni | che non hanno i binari, ma ali di carta. (da Nessuno vuole essere Robin, n. 5)
  • Ti sei accorta anche tu che siamo tutti più soli? | Tutti col numero dieci sulla schiena e poi sbagliamo i rigori. | Ti sei accorta anche tu, che in questo mondo di eroi | nessuno vuole essere Robin. (da Nessuno vuole essere Robin, n. 5)

Cremonini 2C2C - The Best Of[modifica]

Etichetta: Trecuori srl, Universal, 2020, prodotto da Walter Mameli.

  • Sono quasi certo che per te io | fossi come un morto | quindi fammi un favore adesso | torna nel mio passato | e se ci riesci portami anche un bel fiore, | il mio funerale c'è già stato. (da Ciao, CD 1, n. 4)
  • Ciao, è una parola troppo bella, ciao, | io in questi casi preferisco "addio", | ciao, sono felice se mi dici ciao, | non puoi rispondermi, "ti amo" | per dirmi "ciao", | ma è una parola come un'altra ormai, | ciao. (da Ciao, CD 1, n. 4)

La ragazza del futuro[modifica]

Etichetta: Virgin, Universal, 2022, prodotto da Alessandro De Crescenzo, Alessandro Magnanini e Cesare Cremonini.

  • Ho bisogno di qualcuno | che mi indichi la strada, | la ragazza del futuro | è una stella ubriaca. (da La ragazza del futuro[3], n. 2)
  • La ragazza del domani | con un filo di voce | parla coi telegiornali | e dice un sacco di cose, | che ci fai da sola sulle spiagge tropicali? | Sei così bella che potrei ancora innamorarmi, | ora che sei qui non te ne andare, | per favore rimani. (da La ragazza del futuro[3], n. 2)
  • Tu voli su una nuvola nel cielo, | una rondine si posa su un veliero, | ho negli occhi la ragazza del futuro, | eri tu che volevi tornare indietro. (da La ragazza del futuro[3], n. 2)
  • Nei tuoi occhi una seconda luna, | forse proprio quella da cui vieni tu, | provo un atterraggio di fortuna | per non cadere giù. (da Colibrì[3], n. 3)
  • Fermo in mezzo al traffico stasera | abbasso il finestrino per guardare su, | passa in mezzo al cielo una cometa, | vabbè, so che eri tu. (da Colibrì[3], n. 3)
  • Tu vuoi ballare, ballare, | come una ballerina vera, | una di quelle per cui è facile, | saltare, volare, coi piedi sopra una ferita, | non ho nulla di particolare | se ti chiedo: "Posso farti una carezza?" (da MoonWalk[3], n. 4)
  • Erotica, cominci a mordere, sembri una vipera, | ma sei bellissima quando ti senti libera così, | sette giorni su sette nella stessa camera, | mi prendi l'anima e poi la chiamano chimica. (da Chimica[3], n. 7)

Note[modifica]

  1. Da un tweet del 14 settembre 2013.
  2. Da Per fortuna esistono i cd, pp. 59-60; in Gaber, Giorgio, il Signor G. Raccontato da intellettuali, amici, artisti, a cura di Andrea Pedrinelli, Kowalski, Milano, 2008, p. 59.
  3. a b c d e f g h i j k l m n o p q r Testo di Cesare Cremonini e Davide Petrella.

Altri progetti[modifica]

Opere[modifica]