Discussione:Ultime parole famose

Da Wikiquote, aforismi e citazioni in libertà.


Ritengo che il cinema sia destinato a rivoluzionare il nostro sistema scolastico e che in pochi anni soppianterà in gran parte, se non del tutto, l'uso del libro di testo. (Thomas Alva Edison, inventore, 1922) L'auto ha raggiunto i limiti del suo sviluppo. La prova? Quest'anno non ci sono state innovazioni. (da Scientific American, 1909)

da un certo punto di vista potrebbero essere anche citazioni giuste. Se pensiamo che ora i computer stanno soppiattando i libri di testo e NOI wikipediani ne siamo la causa, la visione di edison per cui il cinema (uno schermo) avrebbe soppiantato il libro si sta avverando. L'auto dal 1909 ad oggi non è mai cambiata. Va sempre con un motore a scoppio o un diesel.

P

"I videogiochi non influenzano i bambini. Se Pac-Man avesse influenzato la nostra generazione, staremmo tutti saltando in sale scure, masticando pillole e ascoltando musica elettronica ripetitiva. (Kristian Wilson, impiegato Nintendo, 1989)"

si ok, succede questo oggi, ma mica vogliamo dare la colpa ai videogiochi??

Questo non è un forum per discutere le citazioni riportate, quindi che la colpa sia dei videogiochi o no, ti invito a discuterne in altra sede. :) Grazie. --Homer 16:48, 12 lug 2006 (UTC)

Quella di Voltaire sull'Amleto non sono ultime parole famose, perché al tempo l'Amleto era già molto famoso.. E' come se lo dicesse un critico oggi...

Concordo e rimuovo!--FRacco 10:12, 8 mar 2007 (UTC)
Per lo stesso motivo rimuovo l'opinione di Lev Tolstoj su Shakespeare--FRacco 11:52, 8 mar 2007 (UTC)
Concordo sulla citazione dell'automobile. A parte forse per quanto riguarda la sicurezza, dal 1909 non ci sono mai stati sviluppi veramente significativi per quanto riguarda le automobili, se non migliorie qua e là che ovviamente in 100 anni si notano. Tutte le ipotesi di evoluzione della fonte energetica (idrogeno, energia solare, auto elettriche...) di cui si parla da quasi 30 anni non hanno mai avuto un grande successo. Secondo me si può togliere la citazione. --Magnum87 (scrivimi) 00:02, 21 ago 2012 (CEST)
Ok, io sono d'accordo, di certo non è così clamorosa, vediamo cosa ne pensano gli altri.--AssassinsCreed (scrivimi) 11:23, 21 ago 2012 (CEST)

Linus Torvalds[modifica]

Credo che la citazione di Linus Torvalds nella sezione Informatica sia apparsa su comp.os.minix e non su it.comp.minix (news groups che se non sbaglio non esiste neppure). Se ritrovo la fonte originale provvederò all'aggiornamneto.

Non serve, c'era già in Linus Torvalds. Si trattava solo di aggiornare. --Utente:Dread83 12:54, 11 mar 2007 (UTC)

Fonte assurda e fonte proposta[modifica]

Scusate, ma che fonte sarebbe "qualcuno della IBM verso gli anni '50"? XD --80.104.175.180 11:57, 9 nov 2007 (CET)
Riguardo la citazione di Sir William Preece, ne trovo conferma in un'altra raccolta. --80.104.175.180 12:08, 9 nov 2007 (CET)

Infatti quella non è una fonte, come non è una fonte attendibile quella che hai citato. Nemo 21:55, 17 nov 2007 (CET)

Opinioni...[modifica]

Mi permetto di rimuovere le seguenti frasi dalla pagina:

Renoir è un ragazzo senza alcun talento. Ditegli, per favore, di smettere di dipingere. (Edouard Manet, pittore, al collega Claude Monet nel 1864) (Sezione Arte)

Cézanne dà l'impressione di un matto che dipinge in una crisi di delirium tremens. (Marc de Montifaud, critico, 1874) (Sezione Arte)

[Sul Romeo e Giulietta di William Shakespeare] Un dramma, in sé, dei peggiori che io abbia mai sentito. (Samuel Pepys, critico, sul suo diario, 1 marzo 1662) (Sezione Cultura)

Motivo: sono opinioni personali, non affermazioni che sono state successivamente smentite: neanche a me piace Shakespeare.
Shadd(なに?) 23:58, 22 mar 2008 (CET)

Proposta[modifica]

Che ne dite, per riorganizzare la pagina, di usare uno schema del tipo:

  • Il prestigio di Picasso sta calando con grande rapidità. I sostenitori della sua fama e della sua pittura avranno il loro da fare per trovargli un posto tra i grandi.
    Thomas Craven, critico d'arte statunitense, sull'Art Digest, 15 novembre 1934
    Il precedente commento non firmato è stato inserito da 151.57.22.205 (discussioni · contributi).
mah, non ne vedo il motivo. utilizza il modello prestabilito che usano tutte le altre pagine. --Quaro75 21:06, 14 lug 2008 (CEST)
O meglio, dovrebbe. Vedi Wikiquote:M#Voci tematiche. --Nemo 22:22, 14 lug 2008 (CEST)

Senza fonte: regola[modifica]

Dovremmo segnalare tutte le citazioni senza fonte mettendole in un paragrafo separato, credo. --Nemo 22:19, 14 lug 2009 (CEST)

Citazione di Platini[modifica]

L'Italia non ha battuto la Francia. Ha pareggiato. Perciò direi che la citazione vada eliminata. --62.167.119.154 13:01, 28 giu 2010 (CEST)

Riorganizzazione di questa voce[modifica]

Questa voce è piena zeppa di citazioni senza fonte, se mi date l'ok, sposterei tutte le citazioni senza fonte in discussione e organizzerei ciascuna citazione in questo modo:

  • [NDR (solo se necessario)] Citazione (Autore Citazione con wikilink)
Spiegazione del perché si tratta di "Ultime parole famose", a meno che la cosa non sia lampante.

La fonte, come per le voci tematiche, andrebbe nella voce dell'autore. E nella voce dell'autore inserirei anche un rimando a questa pagina.--AssassinsCreed (scrivimi) 10:46, 1 feb 2012 (CET)

Non ho ben capito cosa vuoi fare, ma spostare per lavori in corso e riordinare mi sembra solo saggio! --Donluca (scrivimi) 11:23, 1 feb 2012 (CET)
Cerco di spiegarmi meglio. Questa voce è piena di citazioni senza fonte, inoltre ci sono alcune citazioni fontate che però non sono presenti nelle voci degli autori. Inoltre non vi è un'omogeneità, alcune seguono un certo stile, altre ne seguono un altro. Per cui direi di uniformare la pagina. Tutte le citazioni che hanno già la fonte nella voce dell'autore possono restare, quelle che hanno la fonte qui ma non sono presenti nella voce dell'autore vanno riportate nella voce dell'autore. Le citazioni senza fonte le sposterei per il momento qui in discussione per fare un po' di ordine.
Questa è una pagina particolare dato che spesso le citazioni richiedono una spiegazione. Per questo proporrei un'impostazione speciale per questa pagina. Le citazioni vengono riportate come nelle voci tematiche e la spiegazione viene riportata sotto in corsivo. Esempio:
  • [Nell'aprile 2004] Allenare la Juve dovrebbe essere il sogno di una vita, ma non lo è della mia. (Fabio Capello)
Il 1° luglio 2004 Capello diventa ufficialmente allenatore della Juventus.
Spero ora sia più chiaro.--AssassinsCreed (scrivimi) 11:44, 1 feb 2012 (CET)
Ottimo, concordo!--Donluca (scrivimi) 12:00, 1 feb 2012 (CET)
Ok, molto bene. --Spinoziano (scrivimi) 15:30, 1 feb 2012 (CET)
ottimo lavoro Concordo pienamente, è stato un errore non averci pensato prima! Serve una mano? Raoli ✉ (scrivimi) 21:46, 1 feb 2012 (CET)
Scusa Creed se ti sto fregando il lavoro. :) Avrai modo di rifarti. Bisognerebbe migliorare le mie spiegazioni. Raoli ✉ (scrivimi) 21:59, 1 feb 2012 (CET)

Senza fonte[modifica]

Non esiste il benché minimo indizio che faccia pensare che l'energia nucleare diverrà mai accessibile. (Albert Einstein)

Scienza[modifica]

  • Non accetto la teoria della relatività, così come non accetto assolutamente l'esistenza degli atomi o di altri dogmi analoghi. (Ernst Mach)

Spettacolo[modifica]

  • Il cinema è un'invenzione senza futuro (Louis Lumière, 1895)
  • Il rock'n'roll morirà entro giugno ("Variety", NBC, U.S.A., 1954)
  • A chi diavolo vuoi che interessi sentir parlare gli attori? (Hirsch Eichelbaum Warner, Co-fondatore della Warner Brothers, 1927)
  • Cartoni animati con un topo? Che idea orribile: terrorizzerà tutte le donne incinte. (Louis B. Mayer, capo della MGM, rifiutando il personaggio di Topolino, 1928)
  • Stammi a sentire, ragazzo, non andrai da nessuna parte. Dovresti rimetterti a guidare i camion. (Jim Denny, manager di Ole Opry, congeda il giovane Elvis Presley, 1956)
  • La band è OK. Ma liberatevi di quel cantante con i labbroni. (Andrew Loog Oldham, produttore di programmi per la BBC, dopo una audizione dei Rolling Stones, 1963)
  • I Beatles? Sono una moda passeggera, sintomo dell'incertezza dei tempi e della confusione che ci circonda. (Reverendo Billy Graham, 1965)
  • Non potranno mai avere successo: usano la chitarra elettrica e tutte le band che la usano non hanno successo. (Direttore Artistico della Decca Records, dopo un provino ai Beatles)
  • La chitarra va bene John, ma non ti darà certo di che vivere. (La zia Mimi rivolta al nipote John Lennon)
  • Questo non va da nessuna parte. (Un addetto al casting dopo un provino a Robert De Niro, anni '60)
  • Adatto solo per spettacoli minori. (Giudizio della Rai dopo il primo provino di Pippo Baudo)

Sport[modifica]

  • Ho viaggiato perché volevo fare esperienza, ma sono ormai tre anni che sono all'Inter e penso proprio che non me ne andrò più. (Christian Vieri)
  • Non tornerò mai al Real, non mi piacciono le minestre riscaldate. (Fabio Capello, allenatore della Juventus, in un'intervista nel giugno 2006. Il 4 luglio dello stesso anno firma per il Real Madrid, in un contratto che lo legherà ai "galacticos" fino al 2009.)
  • Noi abbiamo impiegato 80 anni a battere l'Italia. E adesso tocca a voi aspettare 80 anni per batterci. L'ultima volta è stato nel '78 in Argentina e allora dovete avere pazienza fino al 2030 o 2040. (Michel Platini, da La Gazzetta dello Sport, 8 luglio 2006, vigilia della finale dei Mondiali di Calcio 2006 tra Francia e Italia vinta dagli azzurri)
  • Anche se dovesse andare in serie C, io rimarrò alla Juve. (Fabio Cannavaro)
  • Io rimarrò alla Juve al 99%. (Claudio Ranieri 12 ore prima di essere esonerato)

Storia[modifica]

  • Io non sono profeta, né figlio di profeta, ma in realtà vi dico che non entrerete in Roma. (Pio IX, 1870)
  • Oggi è praticamente impossibile trovare terre ancora sconosciute. (Comitato dei Consiglieri di Isabella di Spagna, 1492)
  • Oggi niente di nuovo. (Luigi XVI nel suo diario, 14 luglio 1789, giorno della Presa della Bastiglia)
  • I francesi non saranno mai capaci di un regicidio. (Luigi XVI, 14 luglio 1789, giorno della Presa della Bastiglia)
  • Wellington è un pessimo generale. Prevedo la vittoria entro l'ora di pranzo. (Napoleone Bonaparte, prima di Waterloo, 1815)
  • Con i sottomarini non vi saranno più battaglie navali e le navi da guerra non saranno più necessarie, e poiché si continuano a inventare strumenti di guerra sempre più perfezionati e micidiali la guerra stessa diventerà impossibile. (Jules Verne, scrittore, 1904)
  • I miei figli non hanno alcuna ambizione politica. (Joseph Kennedy, padre dei fratelli Kennedy, 1936)
  • Fidel Castro rimarrà al potere al massimo per un anno. (Fulgencio Batista, ex dittatore di Cuba, 1959)
  • La borsa ha ormai raggiunto una notevole stabilità economica. (Irving Fisher, docente USA di economia, il 17 ottobre 1929. Il 28 ottobre 1929 crolla la borsa di Wall Street)
  • [Sulla Prima guerra mondiale] Questa sarà l'ultima di tutte le guerre. (Herbert George Wells, scrittore, 1914)
  • In Urss la libertà di critica è totale. (Jean-Paul Sartre, scrittore e filosofo francese, 1954)
  • In settembre tutto sarà finito, ed io ho bisogno di qualche migliaio di morti per sedermi al tavolo della pace. (Benito Mussolini, 26 maggio 1940, in risposta ai dubbi sollevati da Badoglio sull'entrata in guerra dell'Italia. Da Storia d'Italia, Indro Montanelli)

Tecnologia[modifica]

  • I videogiochi non influenzano i bambini. Se Pac-Man avesse influenzato la nostra generazione, staremmo tutti saltando in sale scure, masticando pillole e ascoltando musica elettronica ripetitiva. (Marcus Brigstocke, comico inglese, spesso erroneamente attribuita al presunto impiegato della Nintendo Kristian Wilson che in realtà non esiste)
  • L'ipotesi di viaggi nello spazio è una totale assurdità. (Richard Van Der Riet Wooley, astronomo, 1956)
  • La luce elettrica non rimpiazzerà mai le lampadine a gas. (Un industriale tedesco, 1878)
  • Entro il 1980 tutta l'energia (elettrica, atomica, solare) non costerà praticamente nulla. (Henry Luce, giornalista ed editore americano, co-fondatore del Time magazine)
  • Ritengo che il cinema sia destinato a rivoluzionare il nostro sistema scolastico e che in pochi anni soppianterà in gran parte, se non del tutto, l'uso del libro di testo. (Thomas Alva Edison, inventore, 1922)
  • La radio non avrà mai un valore commerciale. Chi mai pagherebbe per un messaggio che non è inviato a una persona specifica? (I colleghi di David Sarnoff, pioniere della radiofonia, 1912)
  • Questo cosiddetto "telefono" ha troppi difetti per poterlo considerare seriamente come mezzo di comunicazione. Il dispositivo è intrinsecamente privo di valore, per quel che ci riguarda. (comunicazione interna della Western Union, 1876)
  • Internet... ben presto esploderà in modo spettacolare, come una supernova, e nel 1996 collasserà catastroficamente. (Robert Metcalfe, fondatore della 3Com, inventore dello standard Ethernet, 1996)
  • Pensare di attraversare l'Atlantico con una nave a vapore è come pensare di andare sulla Luna: una follia. (Dyonisus Lardner, docente di astronomia, 1838)
  • Nemmeno Dio potrebbe fare affondare questa nave. (Frase pronunciata da un marinaio alla signora Caldwell, una dei 705 sopravvissuti all'affondamento del Titanic, Southampton, 10 marzo 1912)
  • Gli americani hanno bisogno del telefono; noi [I britannici] no. Abbiamo postini a sufficienza (Wiliam Preece, ingegnere capo delle Poste britanniche, 1876)
  • È assurdo pensare che una locomotiva possa andar più veloce di una carrozza a cavalli. (da The Quarley Review, 1825)
  • Tutto ciò che poteva essere inventato è già stato inventato. (Charles H. Duell, sovraintendente ufficio brevetti degli Stati Uniti, 1899) (Vedi Citazioni errate)

Computer[modifica]

  • Forse un giorno riusciremo ad avere dei computer pesanti solo 1 tonnellata e grandi qualche metro quadrato. (qualcuno della IBM verso gli anni '50)
  • Una unità di calcolo sull'ENIAC è dotata di 18.000 valvole e pesa 30 tonnellate, ma può darsi che in futuro i computer abbiano soltanto 1000 tubi e pesino soltanto una tonnellata e mezza. (dalla rivista Popular Mechanics, 1949)
  • Abbiamo un computer qui a Cambridge, ce n'è uno a Manchester e uno al laboratorio nazionale di fisica. Immagino che sarebbe giusto averne uno anche in Scozia, ma non di più. (il fisico inglese Douglas Hartree, 1951)
  • Che bisogno ha una persona di tenersi un computer in casa? (Kenneth Olsen, fondatore della Digital Equipment, alla convention della World Future Society 1977)
  • Prevedo che Internet Explorer non raggiungerà mai la predominanza del mercato di cui hanno goduto i browser testuali Mosaic e Netscape dal 91 al 96. (Jacob Nielsen da Web Usability, marzo 2000)

Energia atomica[modifica]

  • La bomba atomica non esploderà mai. Parlo come esperto di esplosivi. (William Daniel Leahy, Ammiraglio USA, 1945)
  • Non esiste il benché minimo indizio che faccia pensare che l'energia nucleare diverrà mai accessibile, perché questo comporterebbe essere in grado di spaccare l'atomo a comando. (Albert Einstein, scienziato, 1932)
  • Entro il 1980 le navi, gli aerei, le locomotive e persino le auto saranno alimentate da combustibile atomico. (David Sarnoff, capo della Radio Corporation of America, 1955)

Televisione[modifica]

  • La televisione non potrà reggere il mercato per più di sei mesi. La gente si stancherà subito di passare le serate a guardare dentro a una scatola di legno. (Darryl F. Zanuck, Presidente della 20th Century Fox, 1946)
  • La televisione non durerà. È solo un po' di luce negli occhi. (Mary Sommerville, pioniera delle trasmissioni radiofoniche educative, 1948)

Affermazioni imho forzate[modifica]

la prima
Collabora a Wikiquote [Nel 1934] Sulla base delle conoscenze e delle tecnologie attualmente a disposizione, chiunque parli delle possibili utilizzazioni dell'energia nucleare parla a vanvera. (Ernest Rutherford)
Il 6 agosto 1945 avverrà la distruzione atomica di Hiroshima, e il 9 agosto quella di Nagasaki.

La citazione riporta esplicitamente Sulla base delle conoscenze e delle tecnologie attualmente a disposizione, poi si fa riferimento ad un fatto accaduto 11 anni dopo. Dopo 11 anni le conoscenze sono state certamente ampliate.

la seconda
Collabora a Wikiquote [Alla fine degli anni '80] 640K dovrebbero essere sufficienti per chiunque. (attribuita a Bill Gates)
I computer attuali hanno memorie RAM superiori al GB.

È vero, ma non ha detto "saranno sufficienti per i prossimi 40 anni", bisogna anche vedere al tempo che cosa faceva un computer. Nel 1990 Gates distribuiva questo, una calcolatrice, un blocco notes, un promp di comandi e pixel grossi come la capocchia di un fiammifero, fare un confronto con le prestazioni attuali mi sembra quantomeno una forzatura così come mi pare una forzatura "la prima". Imho le "ultime parole famose" sono frasi palesemente errate nel contesto e nel tempo in cui vengono dette, non dopo 11 o +20 anni, sopratutto con i progressi di scienza e informatica.

Secondo il mio modesto parere queste due sarebbero da togliere perché come ho già detto, mi sembrano forzature eccessive.--Wim b 04:00, 25 lug 2013 (CEST)

Sulla prima ti do ragione e infatti anche io lo avevo sempre pensato. Sulla seconda, sono meno convinto però, dal momento che si tratta di una citazione errata, magari a questo punto si potrebbe anche togliere.--AssassinsCreed (scrivimi) 08:46, 25 lug 2013 (CEST)
Se è errata allora si può fare anche con più leggerezza. Comunque, per spiegarmi meglio: se adesso Gates dicesse: "10GB di RAM possono bastare per tutti", adesso 10 GB sono davvero tanti per i giorni nostri, ma nel 2040 potrebbero essere appena sufficienti per avviare il computer, però non credo che ci possiamo permettere di "prendere in giro" Gates perché nel 2013 ha detto che 10gb bastavano.--Wim b 14:49, 25 lug 2013 (CEST)
Ok, procedo.--AssassinsCreed (scrivimi) 16:51, 25 lug 2013 (CEST)
La prima l'ho inserita io da poco tempo ed è citata come frase celebre poi smentita dalla Storia nella fonte secondaria che la riporta (Carlo Rubbia, Il dilemma nucleare). Quindi è Rubbia che la presenta così, è una fonte autorevole, chi siamo noi per dire che Rubbia si sbaglia? Penso vada lasciata. --Spinoziano (scrivimi) 17:59, 25 lug 2013 (CEST)
Ho inserito qui tutto il brano di Rubbia, che è l'explicit del libro. Ecco, ditemi se Rubbia non intende dire che Rutherford ha fatto una errata previsione. (Ora, però, a me sta venendo il dubbio) --Spinoziano (scrivimi) 18:16, 25 lug 2013 (CEST)
Premetto che non ho letto il libro, magari però l'autore non vuole dire che Rutherford abbia sbagliato nella sua valutazione (dopotutto Rutherford dice «Sulla base delle conoscenze e delle tecnologie attualmente a disposizione»). Forse l'autore vuole solo dire che in poco tempo il nucleare si è sviluppato tantissimo, no? Rutherford non ha parlato di cosa sarebbe potuto accadere più di un decennio dopo, ma solo della situazione allo stato attuale (tradotto nel 1934). Se nel libro c'è qualche altro elemento che da maggior credito alla tua ipotesi, esponilo pure Spino :)--AssassinsCreed (scrivimi) 19:41, 25 lug 2013 (CEST)
In effetti, come ho detto poco sopra, usando l'avverbio "attualmente" si è difeso bene. --Wim b 00:36, 26 lug 2013 (CEST)

Appunto grafico[modifica]

Un piccolo suggerimento di natura grafica. Le spiegazioni delle frasi sono scritte interamente in corsivo: in questi casi solitamente i titoli dei film, dei libri, ecc. (che normalmente sarebbero scritti in corsivo) non vanno tenuti col carattere normale? Ad esempio Via col vento e il Rigoletto. --Matafione (scrivimi) 00:40, 18 mar 2014 (CET)