South Park (ventesima stagione)

Da Wikiquote, aforismi e citazioni in libertà.
Jump to navigation Jump to search

1leftarrow blue.svgVoce principale: South Park.

South Park, ventesima stagione.

Episodio 5, Douche and a Danish[modifica]

  • [...] non è che noi trolliamo una donna che ha il cancro per vedere la sua reazione, ma solo per vedere come reagiscono tutti quelli che la difenderanno. E il loro turbamento innescherà la reazione di un altro gruppo di utenti che proverà fastidio verso tutti questi indignati. L'obiettivo è mettere tutti contro tutti. Per spiegarvela meglio, è un po' come quando nella fissione nucleare avviene un'esplosione. Internet fa tutto da solo e tu sei lì a bere vino e a farti una bella risata. (Gerald)

Episodio 9, Not Funny[modifica]

TriangleArrow-Right.svg Citazioni in ordine temporale.

  • Militare: Signor Presidente. Mi scusi, sulla linea 1 c'è il ministro israeliano, il cancelliere tedesco è sulla 2 e invece il Signor Maso è sulla linea 3.
    Presidente Garrison: Signor Maso? Ma cosa...
    [Al telefono] Pronto, sono il Presidente.
    Sig. Maso: Hey. Come butta?
    Presidente Garrison: Bene, bene, bene, ora sono un pezzo grosso e anche tu cerchi di salire sul carro del vincitore, eh?
    Sig. Maso: No, chiamo perché c'è qualcuno che vorrebbe che bombassi la Danimarca.
    Presidente Garrison: Chi vuole che bombardi la Danimarca?
    Sig. Maso: Un sacco di gente. Dice che toglierà la loro libertà, qualcosa del genere.
    Presidente Garrison: Senti, Maso. Queste sono dinamiche diplomatiche molto complesse. Quindi... non si può bombardare un altro paese così.
    Sig. Maso: Oh beccati, sei proprio una troietta impaurita.
    Presidente Garrison: Oh sarei una troietta? Sono il Presidente, io, troietta.
    Sig. Maso: Sei una troietta-presidente impaurita che non sa usare il proprio missile.
    Presidente Garrison: Io non ho paura di usarlo, i miei consiglieri mi hanno che...
    Sig. Maso: Perché hai paura è ovvio. Sì, fai quello che i tuoi consiglieri ti dicono.
    Presidente Garrison: Se decido un attacco militare contro la Danimarca, puoi scommetterci che i consiglieri...
    Sig. Maso: Non hai le palle per bombardare, fighetta.
    Ike Broflovski: Fichetta troietta.
    Sig. Maso: Fichetta troietta fanculo.
    Presidente Garrison: Ah! Tu che cosa? Ok, la pensi così, eh? Bene, ora stai a guardare, stronzo gay!
    [Ai militari] Bombardiamo la Danimarca!
    Generale dell'esercito: Signore...
    Presidente Garrison: Metti sotto TrollTrace e tutto il cazzo intorno, qualunque cosa sia. Missili pronti!
  • Eric, davvero, devi credermi: non ho intenzione di soffiarti la ragazza. Lo so bene quello che fanno. Le fidanzate ti fanno sentire felice, strisciano lentamente nel tuo cuore e poi ci fanno la cacca sopra. (Butters)
  • La verità è che le ragazze ci odiano, Eric. Sono stufe delle nostre stronzate e prima o poi diranno che siamo obsoleti, ci metteranno in una buca e ci mungeranno solo per lo sperma. L'unica speranza per noi e ricominciare da Marte. (Butters)
  • Generale dell'esercito 1: Signor Presidente, i bombardieri stanno per arrivare in Europa.
    Generale dell'esercito 2: È davvero sicuro di voler andare avanti?
    Presidente Garrison: Sì, bombardiamoli. Facciamogli vedere chi comanda, cazzo.
    Militare: Signor Presidente, il Granduca di Lussemburgo è sulla linea 1, il capo del Partito dei Lavoratori è sulla 2 e Kyle invece è sulla linea 3.
    Presidente Garrison: Oh, merda. E ora cosa vuole Kyle?
    [Al telefono] Sì? Parla il Presidente.
    Kyle Broflovski: Signor Garrison, non bombardi la Danimarca.
    Presidente Garrison: Oh sentiamo. E perché?
    Kyle: Quest'attacco innescherebbe una guerra più grande è sbagliato.
    Presidente Garrison: Kyle, stiamo parlando di questioni diplomatiche molto delicate. Non puoi capire le complessità politiche che sono coinvolte.
    Kyle: ...Capisco che sei un burattino testa di cazzo gay.
    Presidente Garrison: Che hai detto, scusa?
    Kyle: Ti lasci manipolare dal tuo ex perché ti mancano le sue chiappe.
    Presidente Garrison: Chi ti ha detto questa cosa?
    Kyle: Lo sanno tutti quanti. Fai solo quello che ti fa fare quella puttanella del tuo ex.
    Presidente Garrison: Kyle, io adesso sono il Presidente.
    Kyle: Una testa di cazzo-presidente.
    Ike Broflovski: Con il buco del culo sporco.
    Kyle: Con il buco del culo sporco.
    Ike: E poi fai anche cagare il cazzo.
    Kyle: E fai anche cagare il cazzo. [Con la mano davanti al telefono, rivolto ad Ike] Chi ti ha insegnato a parlare così?
    Ike: Papà.
    Presidente Garrison: Oh, è questo che pensa la gente? Forse non bombarderò la Danimarca che ne dici, eh?
    Kyle: Certo che lo farai, perché sei senza palle.
    Presidente Garrison: Oh porca troia, maledizione.
    [Lasciando cadere la cornetta del telefono, rivolto ai militari] Aspettate. Aspettate un attimo con quelle fottute bombe.

Altri progetti[modifica]