Viktor Orbán

Da Wikiquote, aforismi e citazioni in libertà.
Jump to navigation Jump to search
Viktor Mihály Orbán

Viktor Mihály Orbán (1963 – vivente), politico ungherese.

Citazioni di Viktor Orbán[modifica]

TriangleArrow-Right.svg Citazioni in ordine temporale.

  • Dobbiamo abbandonare i metodi e i princìpi liberali nell'organizzazione di una società. [...] Stiamo costruendo uno stato volutamente illiberale, uno stato non liberale [perché] i valori liberali dell'occidente oggi includono la corruzione, il sesso e la violenza.[1]
  • Siamo per la formazione di un consenso in Europa circa il fatto che la reintroduzione della pena di morte sia competenza nazionale. [...] Io sono per la vita, ma sono pronto ad accettare la pena di morte, se la maggioranza della gente pensa che questa rappresenti una difesa più efficace contro il dilagare della criminalità.[2]
  • C'è un chiaro legame fra gli immigrati irregolari che arrivano in Europa e la diffusione del terrorismo. Questo rapporto è riconosciuto come evidente nei paesi anglosassoni: proprio di recente, un alto funzionario della sicurezza statunitense ha detto in Ungheria che il legame è lampante. Non possiamo però discernere e scoprire quali migranti, nella massa, siano dei terroristi.[3]
  • Penso che sia un nostro diritto decidere di non volere un alto numero di musulmani nel nostro paese.[4]
  • [I cittadini non] ci hanno dato l'autorizzazione per permettere a milioni di migranti di entrare nel nostro continente.[5]
  • [I rifugiati] sono vittime, ma considerarli vittime non significa che dobbiamo diventare vittime a nostra volta.[5]
  • Il dovere primario delle autorità pubbliche è sempre stato di fornire sicurezza alla propria comunità e proteggere le frontiere.[5]
  • Noi non ci lasceremo sovietizzare da Bruxelles e dalla Ue, noi resteremo nazione sovrana, lo vogliamo oggi come lo volemmo nel ‘56.[6]
  • Non abbiamo bisogno di una politica comune europea sui migranti, e non abbiamo bisogno di un'agenzia comune europea per i migranti, perché porteranno soltanto caos, difficoltà e sofferenza.[7]

Citazioni su Viktor Orbán[modifica]

  • Il governo di Viktor Orbán ha minato i valori europei attaccando l'indipendenza dei media, dei giudici e del mondo accademico e le persone vicine al governo ei loro amici e familiari si sono arricchiti a spese di contribuenti ungheresi ed europei… Il popolo ungherese merita di meglio gli ungheresi hanno anche il diritto alla libertà di espressione, alla non discriminazione, alla tolleranza e alla giustizia sanciti dai trattati europei. (Judith Sargentin)
  • Il Premier Orban non riuscirà a portare l'Ungheria fuori dall'Europa, il suo populismo sarà sconfitto. (Gianni Pittella)
  • Il primo ministro ungherese è un abile demagogo, e gli ungheresi sono molto suscettibili al fascino degli agitatori nazionalisti. (Gwynne Dyer)
  • Orbán parla sempre due linguaggi, uno a uso interno e uno per il resto del mondo: fuori dall'Ungheria loda Angela Merkel, a casa spara a zero contro di lei. E cerca di far dimenticare a tutti che l'Ungheria oggi anti-migranti allora fu un Paese di migranti: dopo l'invasione russa fuggirono a centinaia di migliaia, trovarono solidarietà e salvezza. (Ágnes Heller)

Note[modifica]

  1. Citato in Gwynne Dyer, La democrazia illiberale di Viktor Orbán, Internazionale.it, 24 febbraio 2015.
  2. Citato in Pena morte: Orban, scelta sia per Paese, Ansa.it, 8 maggio 2015
  3. Citato in Diego Giuliani, L'equazione di Orban: "Immigrati uguale terrorismo", Euronews.com, 25 luglio 2015.
  4. Citato in Viktor Orban non vuole troppi musulmani in Ungheria, Il Post.it, 4 settembre 2015.
  5. a b c Dal congresso del Partito Popolare Europeo di Madrid; citato in Nell'Ue dei ciechi, Orban vede benissimo, il Foglio.it, 23 Ottobre 2015
  6. Citato in "Per Ungheria la Ue è come l'Urss": Orban fischiato alla cerimonia per la rivolta del 1956, Repubblica.it, 23 ottobre 2016.
  7. Citato in Migranti, dopo l'Austria ecco Orban. "Italia chiuda i porti". Gentiloni: "Non accettiamo lezioni improbabili", Repubblica.it, 21 luglio 2017.

Altri progetti[modifica]