Uccello

Da Wikiquote, aforismi e citazioni in libertà.
Una cinciallegra

Citazioni sugli uccelli.

  • Alcuni uccelli si scambiano segni e suoni complicati, ma è impossibile studiarli perché nessuno può stabilire quali sono importanti e quali no, quale informazione viene effettivamente trasmessa. Ve ne sono alcuni che cantano duetti, uno dà una nota e l'altro risponde, ma non sappiamo cosa veramente si dicono. Forse: "Io sono il tuo consorte, faccio parte della tua tribù", ma non si capisce perché un discorso così elaborato per una dichiarazione tanto semplice. (Donald Griffin)
  • Alla zampa di ogni uccello che vola è legato il filo dell'infinito. (Victor Hugo)
  • Guardi chi passa nella grande estate: | la bicicletta tinnula, il gran carro | tondo di fieno, bimbi, uccelli, il frate | curvo, il ramarro. (Giovanni Pascoli)
  • Le voci degli uccelli appartengono alla patria che da sempre ha avvolto gli esseri umani, guardandoli negli occhi come una madre. La terra natia è fiorita prima che l'uomo abbia fabbricato casa e focolare, prima che abbia creato e suddiviso le distese dei campi. Perciò il linguaggio degli uccelli lo commuove più profondamente che ogni altro suono a lui familiare, sia esso confortante o perturbante. (Ernst Jünger)
  • Una gabbia andò in cerca di un uccello. (Franz Kafka)

Proverbi italiani[modifica]

  • Cattivo è quell'uccello che rivela il proprio nido.
  • Chi non piglia uccelli, mangi la civetta.
  • È cattivo sparviero quel che non torna al richiamo.
  • Gli uccelli che sono nel suo nido a tutti si rivoltano.
  • Guai a quell'anno, che l'uccel non fa danno.
  • Il cuculo deve venire al cinque di aprile, se non viene al sette o agli otto, o è stato preso oppure è morto.
  • In un nido di fringuelli, non si pigliano cicogne.
  • L'uccello dal becco grosso non può cantar fine.
  • L'uccello in gabbia è come un uom sposato.
  • L'uccello in gabbia non canta per amor, canta per rabbia.
  • L'uccello mattiniero cattura il verme.
  • La carne dell'allodola piace ad ognuno.
  • La cornacchia, più si lava, più nera diventa.
  • Non tutti gli uccelli cantano.
  • Ogni uccello conosce il grano.
  • Ogni uccello dal becco torto vive di preda.
  • Ogni uccello è buono per il becco suo.
  • Ogni uccello fa festa al suo nido.
  • Ogni uccello fa il suo verso.
  • Ogni uccello non canta.
  • Povero quell'uccello che capita in mano a un altro uccello.
  • Se il cuculo cantasse per cent'anni, canterebbe sempre "cu-cu".
  • Uccel dal becco grosso non può cantar fine.
  • Uccello che non canta, non dà augurio.
  • Una passera non diventa falco, anche se vola in alto.

Toscani[modifica]

  • A ogni uccello suo nido è bello.
  • All'apparir degli uccelli non gettar seme in terra.
  • Il cuculo fa l'ova nel nido della sterpazzuola.
  • La bella gabbia non nutre l'uccello.
  • Ogni uccello canta meglio nel suo nido che in quello degli altri.
  • Ogni uccello fa festa al suo nido.
  • Quando canta il Cucco v'è da far per tutto; o cantare o non cantare, per tutto c'è da fare.
  • Quando canta il Firinguello, buono o cattivo, tienti a quello.
  • Quando canta il Ghirlindò, chi ha cattivo padron mutar lo può.
  • Quando canta il Merlo, chi ha padron si attenga a quello.
  • Quando canta l'Assiolo, contadin semina il fagiolo.

Bibliografia[modifica]

Altri progetti[modifica]