Alessandro Magno

Da Wikiquote, aforismi e citazioni in libertà.
Alessandro Magno

Alessandro III (356 a.C. – 323 a.C.), condottiero e re macedone.

Citazioni di Alessandro Magno[modifica]

  • Mio padre vuol fare tutto lui, e a noi altri non lascerà nulla d'importante da compiere![1]
  • Guardate! Non riesce a reggersi in piedi e vuole raggiungere il cuore dell'Asia![1] [Poco dopo che il padre, ubriaco, nel tentativo di avventarsi su di lui, perde l'equilibrio e cade al suolo.]
  • Lo farei se fossi Parmenione; ma io sono Alessandro, e come il cielo non contiene due soli l'Asia non conterrà due re.[1][2] [In risposta al generale Parmenione che gli chiedeva di accettare l'offerta di pace di Dario III.]
  • Vedete? È sangue umano! Umano! Non divino![1] [Poco dopo essere stato colpito da una freccia.]

Citazioni su Alessandro Magno[modifica]

  • L'Iliade fu sempre il poema de' valorosi. Sono ancor celebri le generose lagrime d'Alessandro sulla tomba di Achille; ed è pure fra gli uomini divulgato che quel grande conquistatore solea chiamare l'Iliade il viatico delle sue spedizioni. (Vincenzo Monti)

Valerio Massimo Manfredi[modifica]

  • Il figlio al quale darai la luce risplenderà di un'energia meravigliosa, ma come le fiamme che ardono di luce più intensa e consumano più in fretta l'olio che le alimenta, la sua anima potrebbe bruciare il petto che la racchiude. (Sacerdote dell'oracolo di Delfi a Olympias)
  • Conserva questo segreto nel cuore finché non verrà il momento in cui la natura di tuo figlio si manifesterà appieno. Allora sii pronta a tutto, anche a perderlo, perché qualunque cosa tu faccia non riuscirai a impedire che si compia il suo destino, che la sua fama si estenda fino ai confini del mondo. (Sacerdote dell'oracolo di Delfi a Olympias)
  • Essere greco, Alessandro, è l'unico modo di vivere degno di un essere umano. (Aristotele)
  • Non è lui. Non è Alessandro. Lisippo sta modellando il giovane dio che ha gli occhi, le labbra, il naso, i capelli di Alessandro, ma che è altro, è di più e di meno allo stesso tempo. (Aristotele)
  • Tu non sarai mai né greco né macedone. Sarai soltanto Alessandro. (Aristotele)
  • È destino dell'uomo sopportare ferite e malattie e dolori e morte prima di sprofondare nel nulla. Ma agire con onore ed essere clemente ogni volta che è possibile è nella sua facoltà e nella sua scelta. Questa è l'unica dignità che gli è concessa da quando è messo al mondo, l'unica luce prima delle tenebre di una notte senza fine. (Alessandro)

Note[modifica]

  1. a b c d Citato in Indro Montanelli, Storia dei Greci, BUR, 1959.
  2. Citato in Alexander – fortune favours the bold, film di Oliver Stone.

Altri progetti[modifica]