Gregorio di Narek

Da Wikiquote, aforismi e citazioni in libertà.
Gregorio di Narek

San Gregorio di Narek (951 – 1003), poeta, monaco, teologo e filosofo mistico armeno.

Citazioni di Gregorio di Narek[modifica]

  • [Gli angeli] sono buoni, sono tuoi debitori, o Benefattore! Il male non li ha toccati: sono stati creati per il tuo augusto volere, tu, Essere supremo; sono eserciti poderosi, per grazia della tua provvidenza, tu, Altissimo; sono santi, limpidi e senza macchia, pieni di benedizione, tutti splendenti, vincitori e invincibili, tanto rapidi come un guizzo d'ingegno [...] Sono, o Dio celestiale, i tuoi messaggeri liberi e nobili, che irradiano la luce splendente dalla tua nube.[1]

Note[modifica]

  1. Da Le livre des prières, sc 78, Parigi, 1961, p. 81; citato in Renzo Lavatori, Gli angeli, Newton & Compton, Roma, 1996, p. 49. ISBN 88-8183-511-8

Altri progetti[modifica]